ZARYA-1: "Mystery on the Moon"

ZARYA-1: "Mystery on the Moon" è una nuova avventura testuale con "progressione a tempo reale", sviluppata sulla scia di titoli dal discreto successo commerciale come Lifeline, Stranded, e We Eat Blood And All Our Friends Are Dead.

EDIT: Il gioco è stato tradotto in Italiano.

Il gioco è gratuito e la versione a pagamento (circa 4 euro) si limita ad azzerare i tempi di risposta dei quattro protagonisti che controlliamo, permettendoci di godere della storia senza interruzioni. Viene da chiedersi se questo non sia una passo indietro rispetto alle intenzioni con cui è nato questo sottogenere, che faceva proprio dei tempi di attesa l'elemento principale della sua originalità...

Elegante l'interfaccia e molto belli gli artwork che accompagnano la storia. Da questo punto di vista il gioco può vantare una presentazione decisamente professionale.
Fra l'altro si vocifera anche di una versione italiana: speriamo.
Va invece segnalata la mancaza dell'app per AppleWatch, che effettivamente aggiunge un qualcosa in più a questo tipo di giochi (vedi ad esempio la serie di Lifeline, che la implemente da sempre). C'è però l'app per AppleTV, anche se non si capisce bene perché qualcuno dovrebbe volerlo giocare alla TV.

Creata da Your Story Interactive, ZARYA-1 è una storia di fantascienza che ci vede al comando di una squadra di quattro coraggiosi astronauti inviati sul lato oscuro della luna per indagare un misterioso segnale radio.
La storia, abbastanza classica, si dipana con una certa lentezza. C'è qualche sorpresa, ma tutto sa troppo di già visto. La sensazione generale è quella di vivere una lunga esplorazione con poche cose da fare e ancora meno modi di influire sulla storia. Gran parte del gioco lo si passa ad attraversare una stanza dietro l'altro, a volte con la netta sensazione di essere in un lungo "tunnel narrativo" a senso unico.
La storia si dipana lentamente, una stanza dietro l'altra. E, quando finalmente si scopre tutto, c'è ben poco da fare...
Non riesco a capire perché gli autori di questo genere di giochi abbiano così tante difficoltà a calare i personaggi in storie in cui le scelte siano (o, almeno, sembrino) significative. Se controllo un gruppo di esploratori che vagano in un complesso sconosciuto, difficilmente avrò la sensazione che le mie scelte siano importanti; tanto più se gran parte di queste scelte sono costretto a prenderle alla cieca (del tipo: "c'è un bivio; svoltiamo a sinistra o a destra?"... Ma dai!!!).
Perché questa tipologia di gameplay abbia un senso, il giocatore deve essere costretto a prendere scelte significative e consapevoli, che lo mettano davvero alla guida della storia, conferendogli una vera agency sul flusso degli eventi. In Zarya-1 si viene semplicemente puniti per errori che non sapevamo di aver commesso.

Senza contare che Zarya-1 riesce perfino a fare peggio dei suoi concorrenti. Non solo il giocatore ha poco controllo sulla vicenda e ancora meno dati a disposizione per compiere scelte consapevoli, ma in più la strada che conduce al finale migliore è del tutto arbitraria e sganciata da ogni logica narrativa. Questo per me è un peccato mortale, un difetto imperdonabile e inaccettabile.
Per spiegarmi meglio, userò le parole della soluzione pubblicata su Steam:
"Zarya-1 non è un gioco in cui bisogna trovare la strada 'intelligente' per risolvere i problemi. Anzi, è un gioco in cui bisogna 'grindare' i vari alberi decisionali, finché non ci si imbatte per caso (senza alcuna possibilità di poterlo prevedere) nella singola combinazione di scelte che può condurci al finale migliore."
Questa propensione al "grinding delle scelte" è resa tanto più fastidiosa dal fatto che (anche nella versione a pagamento) il testo scorre molto lentamente, costringendoci quindi a lunghi tempi di attesa per rigiocare ogni singola scena! E questo anche dopo un aggiornamento che avrebbe dovuto far scorrere il testo più velocemente!



Per completare questo quadro triste, basterà un numero: 6. Tante poche sono le scelte significative in tutto il gioco che, uniche, conducono al finale migliore.
No, non ci siamo. Questo Zarya-1 poteva essere un gioco molto migliore.

EDIT: Il gioco è stato tradotto in Italiano.

Il sito ufficiale

Versione PC

Versione Android

Versione iOS

Anonimo scrive:23/01/2018 - 09:17

Ragazzi io sono bloccato, ho fatto 3 finali diversi e non riesco a trovare le scelte per arrivare alla vittoria, mi potete spiegare le scelte per arrivarci

Bones scrive:10/12/2017 - 00:35

Anche se può essere frustrante, in realtà è geniale. Come nella vita vera, le decisioni che (sul momento) paiono più logiche, sagge e razionali, poi non si rivelano sempre le migliori, perché ci possono essere conseguenze imprevedibili. Conseguenze che in Zarya-1 hanno senso, come nel caso della prima immagine dell'articolo (con l'astronauta ormai avvolto). Cose che non puoi sapere a priori. Cose che puoi conoscere meglio se indaghi di più, ma a volte la curiosità è fatale. Quando non si è onniscienti, né Nostradamus, in certe situazioni è normale dover prendere decisioni come si può e sperare per il meglio. La storia dell'astronautica, così come quella militare ne sono piene, ma accade anche la vita ordinaria qualche "se solo avessi saputo" e senni di poi. Il gioco rende piuttosto bene questo clima d'incertezza (al massimo si potrebbe dire che accade un po' troppo, ma d'altronde ci si ritrova in una situazione inattesa, piena di cose misteriose). Altri giochi del genere sono spesso ovvi e banali nelle scelte o, quando va bene, pongono dei dilemmi morali.
I dialoghi in Zarya-1 sono buoni e la storia è abbastanza avvincente, ma a parte qualche punto debole, è relativamente corta e ci sono pochi bivi, quello sì. La traduzione in italiano al momento è pessima, in inglese è meglio.

The Ancient One scrive:15/12/2017 - 16:24

Ciao, Bones! Grazie di aver letto la recensione e di aver lasciato il tuo commento.
Se vuoi approfondire la discussione, ti invito anche sul forum: http://www.oldgamesitalia.net/forum/index.php?showtopic=24073

Intanto però ti rispondo qui.
Rispetto assolutamente la tua opinione, però sinceramente credo che il fine di un gioco (o di una narrazione ludica) NON sia quello di simulare la realtà, ma di offrire una storia interattiva divertente e leale.

Questo Zarya secondo me non è assolutamente leale verso il giocatore, perché ci costringe costantemente a prendere delle scelte alla cieca, le cui conseguenze sono spesso visibili MOLTO dopo la scelta stessa.
Oltretutto esiste solo un percorso per arrivare alla vittoria e questo percorso è stretto, rigido, e con alcune scene del tutto immotivate. Il risultato è un senso di frustrazione massimo per il giocatore normale che non cerca di simulare l'esperienza di un astronauta o di un militare, ma che vorrebbe solo arrivare in fondo alla storia affrontando una sfida equa.

In breve: dal punto di vista del game design ci sono degli errori macroscopici. :-)
Detto questo, sono lieto che il risultato finale abbia comunque degli estimatori. E quindi grazie di aver riportato una voce diversa dalla mia.

Invia nuovo commento
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
   ___     __                       
/ _ \ / /_ _ __ ___ __ _
| (_) | | '_ \ | '_ ` _ \ / _` |
\__, | | (_) | | | | | | | | (_| |
/_/ \___/ |_| |_| |_| \__,_|
Enter the code depicted in ASCII art style.