Gast: "Alla Ricerca della Risata Perduta"

La cosa che sicuramente d’istinto colpisce di questo gioco è il titolo: "Gast - alla ricerca della risata perduta". In qualche modo l’ho trovato originale, e anche la trama lo lasciava presupporre.

L'avventura narra la storia di un fantasmino del tutto anomalo, non impegnato a far paura come dovrebbe essere ma bensì custode di un parco di divertimenti per bambini. Al rientro da un suo viaggio scopre che un perfido clown ha distrutto l’orologio magico e ha trasformato il parco in un luogo tetro e minaccioso. Il suo compito è quello di riportare tutto alla normalità e per fare ciò deve allearsi con le creature che vivono adesso nel luogo, sconfiggere gli alleati del Clown ed infine affrontare proprio il pagliaccio in persona.

Da subito capiamo che la nostra avventura non sarà il solito punta e clicca convenzionale, infatti per far muovere Gast non sarà sufficiente cliccare con il tasto sinistro sullo schermo ma bensì bisognerà tenerlo premuto, e spostarlo lungo lo schermo a piacimento, dove lo si vorrà dirigere: come avrete capito anche dalle immagini, parliamo quindi di un avventura grafica in terza persona.

All’inizio mi sono trovata un po’ in difficoltà con questo sistema ma, man mano che il gioco prosegue, diventa un sistema sia utile, visto che ci troveremo ad affrontare prove di destrezza e di velocità, sia molto semplice visto che per raccogliere un oggetto dovremo essere sistemati vicini. Quindi ci troviamo ad affrontare non solo enigmi risolvibili con la logica, ma anche altri dettati dalla velocità e dalla nostra prontezza di riflessi.

L’icona in alto a destra sta a simboleggiare il livello di paura: più il livello sarà alto e più difficile sarà il confronto finale. Mentre vagherete per il parco vi succederà di imbattervi in fulmini, rocce che cadono dall'alto, spaventi assortiti e vari personaggi; questo farà si che il vostro livello di paura possa aumentare o scendere; si può però recuperare in parte la nostra "energia" bevendo le varie goccioline d’acqua sparse in giro per le locazioni del gioco.

Con il tasto destro avrete poi accesso all’inventario: una cosa che vi facilita l’avventura è che gli oggetti non si possono combinare tra di essi ma soltanto utilizzare singolarmente. L’inventario può contenere fino a sei oggetti e nell’eventualità che abbiate bisogno di qualcosa d'altro vi dovrete liberare di uno degli oggetti in eccesso.

La grafica, a mio modesto parere, non è delle più eccelse e di sicuro non è il punto di forza di questo gioco, si passa infatti da locazioni belle e gradevoli ad altre magari un po’ più scarne.

Un altro fattore che non lo rende un gioco eccelso è senz’altro la durata: si pensi che per affrontare il Clown nello scontro finale bastano soltanto tre stelline; ovviamente però più stelline si recupereranno durante il gioco più forti sarete al momento dello scontro finale.

Cosa sono le stelline? E a cosa servono?? Le stelline servono per combattere il Clown Malefico, infatti userete queste contro di lui, scagliandogliele contro. Piu' ne avrete, e maggiori saranno ovviamente le vostre chance di vittoria.

Il gioco si basa quindi nello scacciare i compari portati dal Clown, nel rinvenire tutte le stelline e nel risolvere gli enigmi, avendo varie alternative su come risolverli, in alcuni casi anche 5 o 6 modi diversi. Ad esempio, appena oltrepassato il cancello del parco da dove non potete più tornare indietro, troverete un personaggio che vi chiederà aiuto, nel ritrovare la strada di casa. Voi potete aiutarlo e condurlo a casa e in quel caso vi verrà data una stellina, oppure portarlo nella casa del gatto perché trovi rifugio nei suoi peli e vi verrà data una stellina, mentre se invece lo portate nei pressi di una pianta carnivora, questa lo divorerà e voi avrete le sue ali, e così via …

Vi avviso subito che gli enigmi non sono assolutamente impegnativi, anzi, sono fin troppo semplici. Come se non bastasse ciò, se rimaniamo bloccati sopra la testa di Gasp appare una nuvoletta con l’indicazione di che oggetto usare per uscire dalla situazione.

La longevità dunque è sulle 4 ore circa...forse anche meno! Il gioco è completamente in Italiano, sia il doppiaggio (molto "macchiettato", ovviamente!) che i sottotitoli, e le musichette adatte all’ambientazione...musichette che non rimangono particolarmente impresse nella mente del giocatore.

Siamo alla fine:
Nonostante la sua durata sia breve, ho trovato Gast molto spassoso. I personaggi sono simpatici e ironici, certo...non e' un'avventura per giocatori smaliziati, perche' le difficolta' sono molto risibili. Ma se avete un nipotino o un bimbo alla prime avventure, giocatelo pure insieme, non ne rimarrete delusi!!

 

(Recensione a cura di: Marty)

Utilizzate i vostri poteri da fantasma sull'Ogi Forum

Invia nuovo commento
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
                               
__ _ __ _ _ __ __ _
/ _` | / _` | | '__| / _` |
| (_| | | (_| | | | | (_| |
\__, | \__, | |_| \__,_|
|___/ |_|
Enter the code depicted in ASCII art style.