Tempo permettendo, mi accingo a esplorare alcune delle opere prodotte per il TRS-80, la piattaforma più popolare della primissima epoca degli home-computer. Ho così pensato di offrirvi dei consigli per emulare al meglio un TRS-80.

Nel momento in cui scrivo l'emulatore più popolare e pubblicizzato sembra essere il TRS-32 di Matthew Reed. Sicuramente è il più snello e rifinito che ho trovato. Tuttavia, oltre a essere compatibile solo con Windows, ha anche dei problemi sotto Windows 7 64-bit: si blocca per oltre un minuto prima di mostrare i "file dialogs". E, non essendo open source, non posso nemmeno provare a risolvere il problema.

Ho quindi deciso di utilizzare un emulatore molto meno noto, lo SDLTRS, che non solo funziona correttamente sul mio Windows, ma è disponibile anche per Mac e Linux.
A dire il vero anche il MESS Project include un TRS-80 emulato che funziona piuttosto bene, ma configurarlo richiede maggiori sforzi.
Segnalo anche l'esistenza di molti altri emulatori, apparsi negli anni passati, ma credo che la maggior parte di loro sia ormai obsoleta per un verso o per un altro. Gli emulatori di David Keil, per esempio, accedono direttamente all'hardware del sistema su cui sono eseguiti e sono quindi soggetti a una serie di limitazioni quando funzionano su versioni più recenti di Windows, che non consentono questo genere di cose.

Quale che sia l'emulatore che sceglierete di usare, vi serviranno anche le ROM del TRS-80. Queste sono ancora coperte dal copyright di Radio Shack e quindi non vengono distribuite con la maggior parte degli emulatori. Correrò però il rischio di hostarle qui, confidando che Radio Shack si sia dimenticata di loro o non gli interessino più (ovviamente, se scoprissi che non è così, dovrò rimuoverle immediatamente). Incluse nel file zip ci sono dunque le ROM del BASIC originale scritto da Steve Leininger ("level1.rom") e di quello più utilizzabile della Microsoft che Radio Shack distribuì nel 1978 ("level2.rom").

Se avete dei problemi a far funzionare l'emulatore, contattatemi e proverò ad aiutarvi.

Aggiornamento, 17 Giugno 2011:
Devo ammettere che non riesco a far funzionare poi tanto bene lo SDLTRS e, apparentemente, anche voi lettori non ne siete particolarmente entusiasti. Il suo sistema di gestione delle cassette, insieme ad un bel po' di altre cosette, sembra infatti essere buggato in modo irreparabile.
Ho così deciso di fare proprio quello che speravo di evitare: da questo momento, l'Emulatore di TRS-80 Ufficiale Del Digital Antiquarian è quello incluso nel MESS Project. Questo emulatore può rivelarsi un vero bastardo da configurare e da far funzionare, e ha sicuramente la sua buona dose di problematiche, ma è anche l'emulatore di TRS-80 più completo e utilizzabile che ho trovato. E MESS sia, quindi.
Portate dunque pazienza mentre cercherò di rendervi operativi nella maniera più indolore possibile.

Scaricate l'ultima versione del MESS dalla home page ufficiale. Mettete il tutto in una cartella qualunque (credo che gli utenti Linux dovranno compilarlo per avere un eseguibile).

Poi scaricate questo piccolo "add-on", specifico per il TRS-80, che ho appositamente creato. Scompattatelo nella stessa cartella in cui avete messo il resto del MESS, assicurandovi che il vostro programma di decompressione scompatti tutta la struttura delle cartelle. Oltre ad un file "mess.ini", verranno create due cartelle: "roms" e "sta".
La cartella "roms" contiene le ROM Level 1 e Level 2 del TRS-80, che il MESS archivia in un formato diverso dalla maggior parte degli altri emulatori. Con questa cartella non dovrete fare altro (sempre che in futuro non decidiate di emulare con il MESS altre piattaforme).
La cartella "sta" invece è quella dove verrano archiviati i vostri salvataggi statici; ma di questo vi dirò meglio fra poco.

Per far partire il vostro TRS-80 dovete aprire il prompt di comando nella directory di root della vostra installazione del MESS e scrivere "messpp trs80" per il BASIC del TRS-80 Level 1, oppure "messpp trs80l2" per il BASIC del Level 2 (notate bene che tutte le risorse che fornirò su questo blog faranno riferimento a quest'ultimo). Preciso che io utilizzo MESS per Windows; su altri sistemi operativi il suo eseguibile potrebbe avere un nome leggermete diverso.

Quando esaminerò un'opera per questo blog, vi fornirò sempre anche un modo per provarla sull'emulatore. Distribuirò prevalentemente "state file", poiché sembra l'approccio più semplice da utilizzare per questa piattaforma. Tuttavia il MESS ha qualche bug (beh, diciamolo pure: numerosi bug). Infatti selezionando dal menù "Save State As..." mentre l'emulatore è in funzione, questo spesso va in crash. Stessa cosa se si prova a caricare uno "state file" dal menù. 
Si può quindi salvare lo stato dell'emulazione solo con un semplice "Save State" dal menù, il che però dà al file il nome di default e lo salva solo nella cartella "sta/trs80” o in quella “sta/trs80l2”. In modo analogo è possibile caricare uno stato solo dalla linea di comando. 

Diciamo che volete lanciare il programma Eliza, l'opera di cui mi accingo a parlarvi. Per farlo dovreste mettere il relativo "state file" ("eliza.sta"), che prossimamente fornirò sul blog, nella cartella "sta/trs80l2". Poi non vi resterà che lanciare l'emulatore con il comando "messpp trs80l2 -state eliza" (ovviamente senza virgolette e senza includere l'estensione ".sta")

The Digital Antiquarian è un blog, scritto da Jimmy Maher, che si occupa di storia e di cultura del videogioco partendo dall'analisi di singoli videogiochi. OldGamesItalia è lieta di presentarvi la traduzione italiana, autorizzata dall'autore!
Se anche voi apprezzerete questo interessantissimo blog, non mancate di visitare la pagina ufficiale (in lingua inglese) e di sostenerlo tramite Patreon!

Articoli precedenti:
- Sulle tracce di The Oregon Trail
- In difesa del BASIC
- A Caccia del Wumpus
- L'Avventura di Crowther
- TOPS-10 in a Box
- L'Avventura completata
- Tutto il TRaSh del TRS-80

Il sito ufficiale di The Digital Antiquarian

Discutiamone insieme sul forum di OldGamesItalia!