Un bel giorno, l'Arcangelo Gabriele scende sulla Terra per annunciare a una fanciulla di nome Maria che-
Ma credo che la storia più o meno la sappiate...

Jesus Christ RPG Trilogy è una trilogia di giochi creati con RPG Maker VX, che raccontano, più o meno, la nascita, la vita e la resurrezione di Gesù. “Più o meno” è la parte che dovete tenere a mente: questa trilogia di giochi vuole essere umoristica, senza essere necessariamente irrispettosa. I tre giochi, Jesus Christ RPG, Baby Jesus Christ RPG e Rise Jesus Christ RPG, presentano un sacco battute sceme, di quelle che più che ridere fanno facepalmare, mischiate a rotture della quarta parete che prendono in giro, con lo stesso spirito di leggerezza, alcuni stereotipi di questo genere di giochi.

Anche i nomi (e le sembianze) di mostri e personaggi sono pensati per fare quantomeno sorridere. È un peccato svelare tutte le perle a cui hanno pensato di autori; cito solo Matusalemme, che dovrete andare a ripescare in uno dei gironi dell'Inferno, rappresentante un ospedale, durante l'Harrowing of Hell (la discesa di Cristo negli Inferi durante la sua Resurrezione). Per chi l'ha capita: sì, è una cosa stupida, ve l'ho detto ^^.

Per chi *non* l'ha capita: questa è una delle limitazioni di questa trilogia. I giochi sono più apprezzabili per chi conosce la storia della vita di Cristo, che potrà apprezzare appieno le battute e le citazioni e che potrà pregustare certe scene e il modo demente con cui sono state ricreate (magnifica la battaglia contro S.A.T.A.N., per esempio...). Molti dialoghi sono presi pari pari dalla Bibbia (o dagli altri testi accessori, mi scusino gli esperti ma non so quanto è preso dalla Bibbia, quanto dai vangeli e compagnia bella) e spesso anche questi, per il contesto in cui sono inseriti, riescono a far ridere.

La seconda limitazione del gioco è il gameplay. È un gameplay molto semplice e, alla lunga, noioso. Si tratterà bene o male di spammare attacchi su attacchi con l'occasionale cura di Gesù (o di Maria; Giuseppe e Maria con il piccolo Gesù formano un team abbastanza badass per certi versi XD). Anche qui, il divertimento viene più che altro dai nomi di abilità, Miracoli e oggetti che potrete utilizzare. Non serve grindare, ma avrei tanto voluto un tasto “Auto”, ad un certo punto!

Un altro punto migliorabile sono le istruzioni date ai giocatori. Raramente i giochi ti dicono dove andare e cosa fare, confidano nel fatto che uno conosca già la storia e sappia che, per esempio, dopo l'Ultima Cena, nei panni di Giuda, chi gioca sappia già cosa fare. Anche quando è così, però, capita di dover girare un po' per la mappa fino a trovare il punto giusto in cui recarsi. Qualche indicazione in più avrebbe giovato. Inoltre, nessuno lo spiega, ma nel primo gioco, se arriveremo da Maria Maddalena dopo aver completato tutto il resto, partirà lo scontro col boss finale, togliendoci ogni possibilità di farla salire di livello! Conviene quindi reclutarla prima di completare il resto. Questo è il problema più “grave” che ho incontrato, ma bisogna tenere presente che il boss è battibile anche senza levellare la Maddalena.
Insomma, da questo punto di vista il gioco poteva essere un pochino più curato, sarebbe bastata qualche linea di dialogo in più.

La grafica, anche rispetto ad altri giochi creati con RPGMaker, non brilla, ma ha il suo perché. I modelli dei personaggi e dei “mostri” sono esilaranti nella loro bruttezza. La musica, che è venduta anche a parte, è spacca-orecchie... e non sono sicura che questo fosse esattamente voluto ^^'. Per fortuna, quella che parte durante i combattimenti è più sopportabile.

Ogni gioco dura circa un'oretta, un po' di più se volete grindare un pochetto per sbloccare qualche magia in più; in 4-5 orette avrete ampiamente terminato tutta la trilogia. L'inglese utilizzato è semplicissimo, a parte i pezzi tratti dai testi sacri, che possono presentare termini desueti. Lo stesso, se qualcuno ha familiarità con la storia, riconoscerà interi pezzi solo da poche parole.

Che dire? Mi sono divertita con Jesus Christ RPG Trilogy. Non è un gioco perfetto, neanche per gli standard che si prefigge, ma è fatto con abbastanza cura da essere godibile e fa fare due risate. Le meccaniche sono un po' noiose, ma alla fine tutti e tre i giochi durano così poco che, per arrivare alla prossima battuta scema o all'animazione successiva con Gesù che segue la barchetta a piedi (…) si sopportano 10 minuti di combattimenti inutili.