The Cat Lady

The Cat Lady è un gioco che presenta diversi finali e anche diverse scelte “finte”, ossia delle scelte che non cambiano il corso del gioco. Seguendo questa guida, potrete completare tutti i finali in una sola partita.
Nota: se non altrimenti specificato, potete rispondere ai dialoghi come volete.

CAPITOLO 1: 'CASA NELLA FORESTA'
Camminate verso destra, superate la casetta di legno e proseguite sempre verso destra fino a trovarvi di fronte all'ambulanza. Esaminatela e cercate di aprirla.
Tornate indietro. Un rumore vi interromperà. Giratevi, tornate verso destra, ed esaminate il corpo appena uscito dall'ambulanza. Apritegli la bocca e prendete la chiave.
Rifate il percorso a sinistra e usate la chiave nell'inventario sulla porta della casetta. Entrate, esaminate tutto e uscite.
Andate a sinistra, seguite il cervo fino ad arrivare davanti a un cadavere impiccato. Esaminate tutto.
Andate a destra di due schermate. Un corvo si alzerà in volo da sopra una lapide. Seguite l'uccello: dovete andare a sinistra di due schermate, finché non lo vedrete tornare a destra. Giratevi e seguitelo. Finirete in una stanza con il cervo ucciso in mezzo.
Esaminate il cervo e prendete il coltello. Sbloccate la porta e uscite a destra. Tagliate la corda con il coltello, esaminate il cadavere e prendete la chiave. Proseguite a destra fino ad arrivare ai cancelli di un cimitero. Usate la chiave con il cancello e proseguite a destra.
Incontrerete la Regina dei Vermi (Queen of Maggots). Nel dialogo con lei potete scegliere qualunque opzione di dialogo, finché non arriverete nella stanza con il cadavere crocefisso. Prendete il piede di porco dalla croce. Qui potrete accettare la proposta della Regina o rifiutarla, dicendo che farete a modo vostro. Rifiutate. E' una delle condizioni per arrivare al best ending (finale migliore).
Tornati nella casa, soffiate su una candela.
Uscite dalla casa della Regina e proseguite verso destra fino a tornare nella casetta nel bosco. Entrate, scardinate le assi con il piede di porco e infilate la mano nel buco. Cercate di uscire, quando la porta si chiuderà avvicinatevi al macchinario. La porta si riaprirà e potrete uscire verso destra.

CAPITOLO 2: 'SECONDA NASCITA'
Rispondete al dottore e chiacchierate con Liz. Fatele tutte le domande possibili e ascoltatela. Quando il Dottor X vi farà delle domande, rispondete pure come volete.
Appena potrete muovere Susan, esaminate la stanza e prendete vari guanti dal ripiano. Scegliete l'opzione di prenderne molti.
Uscite dalla stanza e andate a destra. Provate ad aprire il bagno, invano. Andate verso sinistra, esaminate tutto quel che vi capita davanti lungo il percorso. Potete entrare nella stanza dell'altra paziente, ma non è necessario.
Uscite a sinistra e parlate con l'infermiera al banco. Cercate di prendere i fogli che ha sulla scrivania, ve lo impedirà. Uscite ancora a sinistra e cercate di convincere le guardie a lasciarvi passare (invano).
Tornate verso la vostra stanza, e il bagno si sarà liberato. Parlate con la ragazza appena uscita dal bagno, Ann, ma lei vorrà sapere se conoscete il nome di sua madre prima di darvi confidenza.
Entrate nel bagno, esaminate tutto, prendete il contenitore dal cestino della spazzatura e la scheggia di vetro dallo specchio. Aprite l'acqua calda e attendete: sullo specchio compariranno delle lettere.
Suonate la campanella per chiedere assistenza e dite all'infermiera che arriverà che state poco bene. Vi darà dei medicinali, prendeteli.
Susan entrerà nel “mondo dei sogni”. Guardate gli specchi. Uscite e dirigetevi dove dovrebbe esserci il banco delle infermiere. Esaminate il cuore rosso e usate la scheggia di vetro con esso. Usate poi il contenitore con il cuore rosso e raccogliete la sostanza. Tornate nella vostra stanza e dormite.
Quando vi sveglierete, tornate dalla ragazza. Ora sapete il nome di sua madre: Sheila. Parlate di tutto quanto, e chiedetele di scambiare i braccialetti. Lei vorrà in cambio la “roba rossa”. E' quella che avete preso dal cuore rosso. Datele la droga e lei vi darà il braccialetto.
Ora entrate nel bagno, alzate la tavoletta del water, buttateci dentro i guanti e tirate lo scarico: il bagno si allagherà. Suonate la campanella, e dite all'infermiera che arriverà che il bagno è intasato. Lei si metterà a ripararlo.
Volate verso il banco delle infermiere, prendete il foglio di rilascio per Ann Burton, e presentatelo alle guardie.
Dirigetevi verso destra, all'uscita, ma verrete bloccati dal Dottor X. Rispondete quello che volete alla successiva seduta.
Seguite Liz fino al tetto. Cercate di convincerla a non buttarsi. Dovete farle capire che l'avete ascoltata quando vi raccontava della sua vita. E' la seconda condizione per avere il miglior finale. Vi farà tre domande, dovete rispondere a tutte e tre nel modo giusto:
1) La donna bruciata nel letto.
2) Spogliarellista.
3) Giorno di San Valentino.

Vi sveglierete in un teatro. Andate a sinistra e tirate la corda. Proseguite verso destra e parlate col Corvo. Andate ancora a destra e appariranno due porte e due bambole. Chiedete a una di loro quale porta sceglierebbe l'altra bambola. Entrate in quella che NON si illuminerà. Questa è la terza condizione per avere il finale migliore.
Susan avrà il suo “premio”, uscite e tornerete alla casa della Regina. Soffiate un'altra candela.
Camminate verso destra, troverete un sacco per cadaveri. Apritelo, e Susan si sveglierà in una stanza piena di cadaveri. Andate a destra e prendete l'asta metallica. Aprite la porta e uscite.
Prendete la sedia accanto alla porta ed entrate nella stanza subito a destra (l'altra porta, quella chiusa, accanto alla sedia).
Aspettate che si accenda la luce e prendete la sega sullo scaffale. Andate a destra e prendete il sapone. Aprite l'acqua del lavandino, calda o fredda non importa, e usate il sapone con l'acqua.
Uscite dalla stanza.
Andate a sinistra, esaminate il “dipinto”, ed entrate nella prossima porta. Esaminate quel che vi circonda: qui c'è un tavolo da lavoro, ricordatevelo.
Uscite e continuate a sinistra. Esaminate la Venere, guardate la mano, usate il sapone su di lei.
Andate a destra fino alla Donna con Ermellino. Prendete la testa della bambola e proseguite a destra. Esaminate Liz, tirate giù il corpo.
Or, se avete ascoltato Liz e le avete dimostrato di averla ascoltata, ci saranno delle chiavi accanto al cadavere. Prendetele e aprite la porta lì accanto. Potete decidere di andarvene adesso e passare al capitolo 3, o restare e uccidere il dottore. Qualunque cosa scegliate, potrete vedere il best ending, quindi fate come preferite.
Se andate via: Passate al capitolo 3.
Se restate: Tornate alla Venere e proseguite a sinistra. Aprite l'armadietto e prendete il contenuto.
Tornate al tavolo da lavoro, posateci sopra tutto quel che avete trovato e Susan comporrà due armi. Prendetele entrambe.
Tornate a sinistra, proseguite oltre l'armadietto e assistete alla scena del Dottor X. Scegliete un'arma e infilzatelo. Liberate la ragazza.

CAPITOLO 3: 'FIUME'
Susan sarà tornata a casa. Qua dovete fare molta attenzione: Susan avrà due taniche da riempire, una rossa e una blu. Se si riempirà prima quella rossa, Susan avrà un esaurimento alla fine del capitolo e perderete la possibilità di arrivare al miglior finale. Se si riempie quella blu, riuscirà a rilassarsi. Per il best ending è indispensabile riempire la tanica blu, e per farlo dovrete fare massima attenzione alle azioni in questo capitolo. Quindi, salvate appena il capitolo comincia.

Ora, Susan vorrà fare un bagno, ma ignoratela. Andate a sinistra fino alla camera da letto. Se accendere una luce, spegnetela prima di lasciare la stanza. Frugate nella borsa e prendete gli spicci e le sigarette. Aprite la porta-armadio e prendete la palla che cade. Ricordate di spegnere la luce quando lasciate la stanza.
Tornate indietro e uscite dall'appartamento. Mettete gli spicci nel contatore. Tornate dentro e prendete il cappello appeso all'entrata. Aprite la porta del bagno (accanto alla cucina), accendete la luce, fate la doccia. Spegnete la luce, uscite dal bagno.
Andate in soggiorno, entrate nella stanza degli ospiti (quella accanto alla camera da letto di Susan) e prendete lo straccio. Uscite. Ricordate di spegnere le luci.
Uscite sul balcone. Usate lo straccio con l'appendipanni, poi la palla e il cappello. Prendete la tazza e tornate dentro.
Andate in cucina. Accendete la luce, riempite il bollitore, scaldate l'acqua. Fate il caffè. Non toccate il latte nel frigo. Aprite la credenza e prendete tutto quel che c'è dentro tranne il cavatappi.
Aprite il frigo e prendete il panino. Mettetelo nel microonde e scegliete “60 secondi” fra le opzioni che vi presenterà.
Mangiate il panino. Andate in veranda e accendetevi una sigaretta, Susan berrà anche il caffè.
Tornate in salotto, suonate il pianoforte. Andate in veranda e mettete il cibo per gatti nelle ciotoline. Tornate in salotto e parlate con Teacup. Quando qualcuno busserà, andate ad aprire, mandatelo al diavolo e godetevi la fine del capitolo.

CAPITOLO 4: 'PALLOTTOLA PER SUSAN'
Andate ad aprire la porta e parlate con Mitzi. Potete rispondere quello che volete ai dialoghi.
Rispondete quello che volete anche al rapitore.

Prenderete il controllo di Teacup. Per prima cosa dovrete buttare a terra la gabbietta in cui vi trovate, spingendola. Andate indietro, verso sinistra, poi correte a destra. La gabbietta si sposterà. Ripetete la cosa finché non cadrà per terra: Teacup è libero. Saltate sul ripiano su cui era poggiata la gabbietta e poi nell'altra stanza, dove c'è Susan. Infilatevi nel buco e seguite la strada. Quando sbucherete nella stanza con le tende gialle, andate a sinistra e ingoiate la chiave. Aspettate che l'uomo guardi in basso e passategli sopra la testa, a destra, per tornare da Susan.
Sputate la chiave su Susan. Susan sarà cieca, quindi lo schermo sarà nero. Muovetevi e prendete la pistola. Susan la farà cadere. Frugate sul pavimento (dovrete forse muovervi per attivare l'hotspot), ritrovatela e sparatevi.

Rispondete quel che volete a Mitzi. Prendete il cavatappi dalla credenza in cucina e i bicchieri dai ripiani del soggiorno e date entrambe le cose a Mitzi. Rispondete quel che volete nel successivo dialogo.

Andate a destra e prendete l'aggeggio per acchiappare i gatti. Salite le scale. Entrate nella porta della cucina a sinistra. Prendete un coltello. Andate a destra e prendete il dipinto che pende storto alla parete. Continuate a destra, Susan prenderà la candeggina. Ci sarà un flashback.

Andate a pianterreno, uscite dall'edificio e andate a sinistra, oltre il camion. Tornate a destra, rispondete quel che volete all'uomo.

Fine del flashback, siete di nuovo nella stanza della candeggina. Prendete lo straccio sullo scaffale ed entrate nella porta chiusa. Sarete in una stanza con delle vasche piene di liquido verde. Esaminate quella da cui sbucano delle gambe e usate l'acchiappa-gatti per prendere la chiave.
Tornate indietro, a sinistra, uscite dalla cucina e arrivate nell'atrio. Usate lo straccio con le due lampade dell'atrio. Andate a destra, attraverso la porta aperta, continuate a destra fino a una stanza buia. Usate una lampadina con la prima lampada, esaminate tutto. Proseguite a destra e usate la lampadina con la seconda lampada. Esaminate il telefono. Provate a chiamare casa vostra. Susan non ricorda il numero. Andate allo scaffale vicino alla prima lampada e cercate il vostro numero nell'elenco. Tornate al telefono e chiamate la polizia e casa vostra, rispondete come volete, ma fatevi dare da Mitzi il secondo ingrediente per il gas mortale.
Tornate nell'atrio e uscite di casa aprendo la porta in fondo a sinistra. Esaminate tutto quel che trovate.
Usate il dipinto con la piccola finestrella. Usate il coltello con i mattoni smossi e prendetene uno. Usate la chiave trovata sul cadavere nella vasca con il retro del camion. Frugate nel camion e prendete la maschera anti-gas. Usate il mattone con il finestrino del camion e prendete il cellulare.
Rientrate e andate in sala da pranzo, da dove avete preso il dipinto. Chiamate il numero del telefono di casa dei due pazzoidi e nascondetevi sotto il tavolo. La mogliettina passerà davanti a voi senza vedervi. Andate a destra, nella stanza con le vasche verdi e ancora a destra. Prendete il pesticida e tornate di corsa nella sala da pranzo. Nascondetevi di nuovo sotto il tavolo, aspettate che la donna sia passata.
Tornate nell'atrio e da qui scendete nella cantina. Andate a destra, nella stanza con le tende gialle. L'uomo dorme. Mettete la maschera anti-gas, avvicinatevi al secchio rosso (il primo, vicino a voi), e versateci candeggina e pesticida. Avvicinatevi all'uomo. Susan gli prenderà il fucile.
Dirigetevi alla stanza con le vasche verdi. Andate a destra, ma la donna non c'è. Tornate alla stanza delle vasche, quando la donna vi aggredisce uccidetela col fucile.
 

CAPITOLO 5: 'CERTI FIORI NON SI PIEGANO MAI VERSO IL SOLE'
Fate il bagno. Rispondete come volete al dialogo con Mitzi. Completate assieme a lei la mappa del condominio, scegliendo le risposte che preferite.
Andate ad aprire la porta quando sentirete bussare. Susan verrà colpita.

Vi sveglierete in una strana stanza. Andate a sinistra e uscite nella prossima schermata. Vi troverete nel vostro salotto, con le pareti ricoperte di ossa. Proseguite verso sinistra e provate ad aprire la stanza per gli ospiti. Andate a destra: sarete bloccati da un muro. Dirigetevi a sinistra, un altro muro vi bloccherà la via. Esaminate lo specchio e spostate lo straccio sul tavolo. Prendete il coltello e usatelo con lo specchio. Prendete la chiave e tirate la leva. Prendete la mazza che sarà comparsa e distruggete con essa il muro di sinistra. Aprite la stanza degli ospiti con la chiave. Entrate e soffiate una candela. Tornate nel salotto di ossa e distruggete la parete a destra che vi blocca la via. Uscite dal salotto a destra.
Entrate nella prima porta che incontrate (non quella con il lucchetto, ma quella chiusa, a sinistra di quella con il lucchetto). Proseguite a destra, notate che nello specchio Susan sarà in camice da malata e camminerà come drogata. Osservate il mostro nello specchio. Posizionatevi in modo che la Susan in camice guardi verso il mostro e sia abbastanza vicina ad esso. Andate nell'inventario, usate il coltello e scegliete “pugnala”. Il mostro morirà e la Susan in camice apparirà accanto a voi.
Uscite dalla stanza e dirigetevi a destra, nella stanza blu. Andate a destra fino alla fine: vedrete dei numeri formarsi grazie agli oggetti dello scenario: 384.
Tornate indietro, interagite con la porta con il lucchetto e inserite la combinazione 384.
Non preoccupatevi se vi “perdete” la Susan in camice perché siete più veloci di lei, vi seguirà da sola.
Entrate nella nuova stanza. Notate il riflesso di Susan nello specchio e i pannelli che si susseguono nella stanza. Andate in fondo a destra, al pannello principale e prendete la leva.
Tornate indietro, al primo pannello, quello più vicino all'uscita. Inserite la leva nel pannello e attivatelo. Il riflesso di Susan si sposterà. Andate al secondo pannello e inserite la mazza. Attivate il secondo pannello e guardate il riflesso di Susan che si sposta a destra. Prendete la leva del primo pannello e inseritela nel terzo. Attivate il terzo pannello. Prendete la mazza dal secondo pannello, inseritela nel quarto e attivatelo. Prendete la leva dal terzo pannello, inseritela in quello principale e attivate quest'ultimo.
Uscite dalla stanza, andate a destra, proseguite a destra oltre i numeri sullo sfondo, entrate nell'ascensore e attivatelo.

Susan si sveglierà a casa, legata a Mitzi nella vasca da bagno. Rispondete quel che volete al dialogo con lei, e vi troverete in un flashback in cui controllerete una giovane Susan vestita di rosso.
Rispondete al telefono, potete avere l'atteggiamento che volete con l'amante e rispondere quel che preferite.
Quando il dialogo è terminato, prendete i fiori e andate nella stanza degli ospiti. Posate i fiori sul tavolo sotto la finestra e guardate la bambina. Vostro marito tornerà a casa. Rispondete quel che volete al dialogo con lui. Rispondete al telefono, e di nuovo scegliete le risposte che gradite.
Partirà una discussione con vostro marito: comportatevi come volete e il flashback finirà.
Sarete di nuovo nel presente. Quando il rapitore vi lascerà andare, seguitelo in salotto. Non preoccupatevi per Mitzi, suonate il pianoforte. I gatti arriveranno ad aiutarvi.
Spostate la sedia vicino a Mitzi e sollevate la ragazza in modo che la corda non la soffochi.
 

CAPITOLO 6: 'LA LEGGENDA DELLA GATTA VEDOVA'
Questo è il capitolo più lungo e quello meno lineare. Potrete fare molte delle cose nell'ordine che preferite, quindi qui segnalerò il percorso che secondo me è il più rapido. Avete due “aiuti” in questo capitolo: Mitzi, che può scassinare serrature per voi, e la mappa del condominio, nel caso doveste perdervi. Se non ricordate chi vive a quale piano, date un'occhiata alla mappa.

Andate al terzo piano, dove abitano Brian e il vecchio. Osservate la bici di Brian, prendete lo straccio dal termosifone e bussate alla porta del vecchio. Scegliete le opzioni che preferite nel dialogo.
Andate a pianoterra, parlate con la signora che sta spazzando. Osservate l'armadietto a destra e i fiori ancora più a destra. Annusateli, e prendete una scheggia del vaso. Osservate la cassetta delle lettere e chiedete a Mitzi di scassinarla (usate l'icona di Mitzi sulla cassetta).
Andate al primo piano, dove abita la signora con il cane e dove c'è l'appartamento vuoto. Fate scassinare a Mitzi la porta dell'appartamento vuoto, entrate e esploratelo tutto, andando in fondo a destra. Prendete la chiave fissa (spanner) nella prima stanza.
Uscite dall'appartamento, osservate il divano e il biglietto. Usate la scheggia di vaso con il divano e prendete la valeriana. Nell'inventario usate la valeriana con lo straccio. Andate a sinistra, davanti alla porta della signora con il cane, posate lo straccio intriso di valeriana sul termosifone. Spostatevi verso il divano: i gatti salteranno sul termosifone.
Andate dalla signora al pianoterra e lamentatevi del rumore che fa il cane. Prendete la scopa.
Fate scassinare a Mitzi la cassetta delle lettere ed esaminate le due missive che vi troverete. Andate al primo piano e state di guardia mentre Mitzi fruga l'appartamento della signora con il cane.
Dirigetevi adesso all'ultimo piano. Andate a sinistra, osservate il passeggino e bussate alla porta. Scegliete le risposte che volete al dialogo con Pauline, che vi farà entrare in casa. Esaminate tutto quel che potete e continuate il dialogo finché non busserà qualcuno alla porta. Andate ad aprire, toglietevi la babysitter dai piedi con le risposte che preferite, rientrate in casa, andate nella camera da letto di Pauline (in fondo a sinistra) e prendete le forbici. Uscite dalla stanza a portate avanti il dialogo come preferite.
Busseranno di nuovo alla porta, andate ad aprire e toglietevi di nuovo dai piedi la babysitter. Quando sarà andata via, restate sul pianerottolo, andate a destra e staccate il contatore. Usate la forbice sui cavi per tagliarli.
Con Mitzi, interagite con il portatile di Pauline per esaminarlo. Uscite dalla casa di Pauline e godetevi la scenetta.
Ignorate l'appartamento di Jesse per adesso e tornate davanti a quello di Brian. Usate la chiave fissa sulla bicicletta per prendere il pedale. Scendete al pianoterra, spostate l'armadietto ed entrate e scendete nel seminterrato. Prendete la prolunga, usate il pedale sulla porticina accanto ed esaminate il barattolo rosso e il vestito.
Tornate al primo piano, entrate nell'appartamento vuoto. Usate la scopa con il buco nel soffitto per prendere la statuina del gatto. Rompetela per avere la chiave. Andate in fondo nell'appartamento vuoto, a destra e inserite la prolunga nella presa.
Andate all'ultimo piano, scassinate la porta dell'appartamento di Jesse, entrateci. Prendete la maschera da hockey. Arrivate in fondo all'appartamento, a destra, osservate il pc di Jesse. Collegatelo alla prolunga che avete attaccato al primo piano (è fuori dalla finestra), e Mitzi frugherà i files di Jesse.
Uscite e dirigetevi al secondo piano, quello di Mitzi e Susan e dei Davies. Aprite la porta con la chiave trovata nella statuina a forma di gatto ed entrate. Proseguite verso destra esaminando tutto. Mitzi vi lascerà lì ad aspettare mentre va a prendere il cavo di alimentazione del suo portatile.
Tornate indietro e cercate di uscire dall'appartamento (il telefono smetterà di squillare un attimo prima che rispondiate. Non ve ne preoccupate). Il pomolo della porta vi resterà in mano. Tornate nella stanza con il pc e attaccate il pomolo alla porta con su scritto “666”. Aprite la porta ed entrate. Esaminate tutto e prendete il cavo di alimentazione.
Joe Davies tornerà a casa proprio in questo momento. Uscite dalla porta e cercate di scappare (ditegli quel che volete), ma sarà invano: cadrete nel buco sul pavimento.
Vi sveglierete in una stanza con 4 porte, ognuna con una scritta sopra. Il vostro scopo sarà quello di comporre una frase sensata, quindi aprite nell'ordine la quarta porta da sinistra, poi la prima, la seconda e la terza. Le altre tre porte si chiuderanno e voi potrete proseguire.
Parlate con Joe, ditegli quel che volete, e lui vi chiederà di parlare con sua moglie, chiusa “da mesi” nella stanza accanto. Osservate le mani sull'armadio, e quella sul muro, sopra la porta dalla quale siete entrati. Alcune sono mani destre, altre sinistre, e sono numerate. Segnatevele.
Proseguite a sinistra e parlate alla moglie di Joe. Tornate nella stanza di Joe e cercate nella libreria il libro “Misery”. Apritelo, dentro c'è un cacciavite. Tornate dalla moglie di Joe, usate il cacciavite con il pannello a destra. Ci sono due interruttori, uno a destra e uno a sinistra, nel pannello. Ricordate le mani nella stanza precedente? Dovete attivare gli interruttori nel giusto ordine, indicato dalle mani. Nel caso non l'abbiate segnato: Interruttore destro, interruttore destro, interruttore sinistro, interruttore destro e di nuovo destro. Joe entrerà e vi ordinerà di uccidere il “mostro”. Potete farlo o non farlo, come preferite.
Uscite dall'appartamento di Joe Davis.
Scendete di nuovo in cantina. Prendete il vestito e usatelo con il carbone, per farlo diventare nero. Posatelo sul manichino e usateci sopra le forbici. Usate il cacciavite sul vaso di vernice rossa per aprirlo, prendete la vernice e usatela sul vestito (potrebbe darsi che Susan decida di fare da sola questa parte).
Ora partirà il “racconto” della Leggenda della gatta Vedova, racconto che potete definire come preferite. Scegliete quindi le opzioni di dialogo che volete e assistete alla scena.
Susan e Mitzi torneranno a casa e troveranno un simpatico biglietto ad attenderle.
 

CAPITOLO 7: 'NON DATE CORDA AI PROVOCATORI'
In questo capitolo, molto breve, ci sono le due scelte finali che vi porteranno al finale migliore. Di seguito spiegherò come raggiungere tutti i finali con una sola partita, quindi se li volete vedere tutti, fate passo passo come verrà spiegato. Se volete solo quello migliore, arrivate al punto in cui il padre di Adam vi dà la scatola e poi seguite le istruzioni per il “best ending” (in grassetto più sotto).

Entrate in casa di Adam. Osservate l'acquario. Proseguite a destra nella cucina e parlate con il vecchio. Salvate la partita PRIMA di prendere la scatola.
Prendete la scatola ed apritela: è una maschera anti-gas.

Finale 1 (Mitzi muore, Adam muore): Quando il gas comincerà a diffondersi, tenete la maschera per voi stessi. Mitzi morirà e voi sarete al cospetto della Regina per l'ultima volta. Scegliete quel che volete nel dialogo con la Regina, e tornerete nell'appartamento di Adam. Parlate ad Adam e accettate di ucciderlo.
Caricate la partita, e riprendete la scatola dal padre di Adam.

Finale 2: (Mitzi muore, Adam vive):  Quando il gas comincerà a diffondersi, tenete la maschera per voi stessi. Mitzi morirà e voi sarete al cospetto della Regina per l'ultima volta. Scegliete quel che volete nel dialogo con la Regina, e tornerete nell'appartamento di Adam. Parlate ad Adam e rifiutate di ucciderlo.
Caricate la partita, e riprendete la scatola dal padre di Adam.

Finale 3: (Non riuscite a salvare Mitzi): Quando il gas comincerà a diffondersi, date la maschera a Mitzi. Rispondete alla Regina come vi pare, e poi accettate che Mitzi uccida Adam (ditele proprio che va bene, può ucciderlo).
Caricate la partita, e riprendete la scatola dal padre di Adam.

Finale 4: (Mitzi muore di cancro): Quando il gas comincerà a diffondersi, date la maschera a Mitzi. Quando la Regina vi chiede di soffiare su una candela, soffiate su una delle due candele, non vi rifiutate. Insistete perché Mitzi non uccida Adam, ditele di farlo per voi.
Caricate la partita, e riprendete la scatola dal padre di Adam.

Best Ending: Quando il gas comincerà a diffondersi, date la maschera a Mitzi. Rifiutatevi di soffiare sulle candele e convincete Mitzi a non uccidere Adam, ditele di farlo per voi.
Godetevi il Best Ending :)!
 

Invia nuovo commento
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
   __   ____    _           
/ _| | ___| | |_ _ __
| |_ |___ \ | __| | '_ \
| _| ___) | | |_ | | | |
|_| |____/ \__| |_| |_|
Enter the code depicted in ASCII art style.