Mafia

Spesso mi è capitato di vedere dei bei film, soprattutto quelli interpretati dai grandi Robert De Niro, Al Pacino, o Marlon Brando, molti dei quali descrivevano in modo magistrale l'America degli anni '30, nell'era del Proibizionismo e della grande Crisi Econimica. Ricorderete sicuramente, tanto per fare due esempi su tutti "C'era una volta in America" e "Il padrino". Bè, posso affermare con certezza che quello che di più mi ha sconvolto in Mafia è l'impostazione, o come si suole dire, il "taglio" cinematografico che è stato dato al gioco. La storia di Mafia evolve nel corso di un intero decennio, quello appunto tra gli anni '20 e gli anni '30, e viene ripercorsa in un lunghissimo flashback del protagonista che decide di uscire dal "giro" raccontando la sua travagliata storia ad un poliziotto, per cercare di trovare protezione dall'Ex Boss per il quale lavorava, lo spietato Don Salieri. Infatti, dopo lo stupefacente filmato introduttivo, dalla realizzazione spettacolare soprattutto per la regia, cosi come tutti i filmati presenti all'interno del gioco, il flashback inizierà e contemporaneamente inizierà la nostra partita. All'inizio siamo dei semplici tassisti che si guadagnano da vivere quotidianamente. Un bel giorno ci imbattiamo in degli strani tipi inseguiti da degli "scagnozzi". Dovremo riuscire a riportarli da Don Salieri sani e salvi. Da quel giorno, Don Salieri ci noterà, e noi in un un modo o nell'altro, ci ritroveremo implicati nel corso degli anni in vicende malavitose sempre più complesse, legate anche al traffico illegale di alcolici del periodo, alla guerra con un altro clan rivale per il controllod del traffico di droga, e a tutte le attività illegali connesse al business della famiglia Salieri.

Come in ogni storia di questo tipo che si rispetti, Mafia offre da questo punto di vista di tutto: una caratterizzazione magistrale dei personaggi, con un doppiaggio completo in italiano efficacissimo, forse tra i migliori in assoluto che mi sia capitato di vedere in un videogame, colpi di scena a raffica, addirittura una travagliata storia d'amore con la figlia di un braccio destro del Boss, che non potrà che finire in modo drammatico...
Mafia è riuscito a creare in me delle sensazioni che appunto solo i film sopra citati sono riusciti a darmi, che sono dei veri e propri capolavori nella storia del cinema. Inoltre non mancano delle chicche, o comunque dei riferimenti ad attori noti americani. Ad esempio, il nostro compagnio Paulie sembra la copia spiccicata di Joe Pesci, e la cosa ancor più stupefacente è che parla come lui!! Oppure, vedendo il boss della famiglia rivale di Salieri, sembra di vedere l'incarnazione di Robert De Niro!!

Ovvio che tutto questo ci fa comprendere la cura quasi maniacale con cui si è voluto creare questi personaggi, senza comunque dimenticare la vastità e la complessità dell'area di gioco nella quale potremo muoverci: una vera e propria città che somiglia molto a San Francisco (il ponte è uguale...) chiamata New Heaven riprodotta con un realismo incredibile. A torto molti paragonano questo Mafia con giochi tipo GTA3 o GTA Vice City. Ora, premesso che anche questi ultimi sono dei GRANDI giochi, l'ultimo forse è quasi un capolavoro, ma a mio modo di vedere hanno ben poco in comune. Si, in apparenza il gameplay sembra analogo: in Mafia possiamo scegliere una macchina (con gli stessi nomi e le stesse caratteristiche di quelle dell'epoca) e scorrazzare per la città. Ma mentre GTA non è per niente realistico, ci capita infatti di trucidare con la macchina decine e decine di passanti senza che la polizia intervenga, o distruggere interi edifici col bazzuka, etc...in Mafia viceversa il realismo è spinto all'estremo. Solo per essere passati con un semaforo rosso, tanto per fare un esempio, saremo fermati dalla polizia, e vi assicuro che i poliziotti di Mafia sono molto più CATTIVI di quelli di GTA...  Un altro motivo per il quale i due giochi non possono essere paragonati, ma questo stavolta va a vantaggio di GTA, è la storia. Si, in GTA esiste una trama principale ma fondamentalmente siamo liberi di scorrazzare in lungo e in largo in città e affrontare le missioni principali quando vogliamo, assicurando con ciò una certa libertà d'azione al titolo. In Mafia invece la trama, seppure stupenda, è piuttosto lineare e non c'è alcuna possibilità di modificarne in alcun modo delle parti. Il giocatore verrà indirizzato pian piano verso la conclusione, e per questo motivo non esiste la possibilità girovagare senza meta e senza alcun preciso scopo come in GTA. Da questo punto di vista pertanto Mafia non offre per niente libertà d'azione.
Altro elemento negativo che, a mio avviso caratterizza Mafia, è la gestione dei salvataggi: si può salvare solo alla fine di una determinata missione. Ora, ne esistono alcune dalla difficoltà davvero estrema, e sinceramente venire beccati alla fine da un cecchino che non avevamo notato e dover ritrendere daccapo TUTTA la missione è piuttosto sconfortante... La missione che in assoluto ho ripetuto più volte è stata quella della corsa automobilista: all'inzio pensavo fosse impossibile, poi dopo circa 50 VOLTE (dico 50 VOLTE...) che la ripetevo sono riuscito ad arrivare primo e a passare alla successiva. Anche se dicono che con la patch uscita recentemente si abbassi un pochino il livello di difficoltà della gara.

    


Nel complesso la difficoltà del gioco è decisamente elevata, e l'intelligenza artificiale assolutamente efficiente. Pure troppo... visto che in certe sezioni di gioco per la disperazione sono quasi arrivato a credere che i nemici mi leggessero nel pensiero per conoscere la mia prossima mossa e cogliermi di sorpresa alle spalle!!
Dal punto di vista tecnico, la realizzazione è ineccepibile, e sarà una vera e propria gioia per i vostri occhi: l'architettura della città, gli effetti ambientali, i cambiamenti climatici, la mimica facciale dei volti dei personaggi, la pefetta realizzazione delle macchine dell'epoca e tanto altro ancora sono quanto di meglio si possa avere da un videogame per PC. L'audio è poi un'altra perla. La colonna sonora è semplicemente un capolavoro, il parlato con tutto il doppiaggio è magistrale.
In conclusione, uno dei migliori action/adventure mai realizzati.

 

Invia nuovo commento
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
  _      ____              
| | __ | ___| ___ ___
| |/ / |___ \ / __| / __|
| < ___) | \__ \ \__ \
|_|\_\ |____/ |___/ |___/
Enter the code depicted in ASCII art style.