The Secrets of DaVinci: Il Manoscritto Proibito

 

Introduzione:

In quest’avventura impersonerete i panni di Valdo un allievo di Francesco Melzi. Cliccando con il tasto destro del mouse aprirete il vostro inventario e vi appariranno alcuni indicatori. Primo su tutti è l’indicatore coscienza che dovete tenere costantemente bilanciato, poiché svolgerà un ruolo fondamentale per la conclusione del gioco. Cercate di non eccedere mai da una parte o dall’altra. Se mentirete troppo spesso i personaggi che incontrerete non avranno più fiducia in voi, di contro invece se sarete troppo buoni rischiate di rimanere bloccati nelle situazioni che richiedono arguzia e mancanza di scrupoli. Controllate la quantità di denaro in vostro possesso ed il vostro porta-documenti nel quale ( manco a dirlo) Valdo raccoglierà tutte le scartoffie che troverà in giro.  Nell’angolo in alto a destra del vostro monitor c’è l’icona di Valdo trascinandoci sopra gli indumenti che troverete potrete travestirvi al momento opportuno.

 

Primo giorno: 22 settembre 1522

Vi trovate nella vostra stanza. Controllate il vostro inventario che attualmente è composto solo da una lettera sigillata. Esplorate la vostra stanza ed osservate il mobile con i due cassetti. Prendete il farsetto dal primo cassetto ed il coltello con i carboncini nel secondo. Uscite dalla stanza e scendete in cucina. Prendete dal tavolo la bottiglia d’olio, il latte, l’acquavite, e l’uovo nel cesto sul lato opposto del tavolo. Sul tavolo alle vostre spalle c’è un coltello che, però a voi non serve, poiché ne avete già uno. Volendo potete versare un po’ di latte nella ciotola del gatto aumentando così l’indicatore con l’icona dell’angelo. Attraversate la sala da pranzo ed entrate nel laboratorio che si trova a destra del camino. Prendete il bastone appoggiato al banco sulla destra proprio accanto alla porta. Guardate per terra e raccogliete il collegamento. Avvicinatevi al tavolo con la sega, appoggiateci il bastone e cliccate sul pedale, appena la macchina entrerà in funzione spingete il bastone sotto la lama e prendete le due metà. E’ inutile cercare di esplorare l’altro lato della stanza perché è troppo buio, ci tornerete domani. Entrate nella stanza accanto alla sala da pranzo. Andate a sinistra e salite le scale. Girate a destra e poi a sinistra ed entrate nella camera da letto di Leonardo. Osservate tutti i quadri. Provate ad aprire la porta a destra del camino, ma è chiusa a chiave. Osservate la libreria e leggete la scritta “ la via dei piaceri”. Avvicinatevi al letto ed osservate i quattro disegni sul baldacchino.

 

            

Valdo annoterà automaticamente i disegni nel suo taccuino. Prendete lo specchio appoggiato sul mobile a sinistra del camino. Prendete il foglietto sul comodino ed osservatelo con lo specchio. Scoprirete che i quattro segni sul letto rappresentano i quattro elementi l’aria, l’acqua, la terra ed il fuoco. Girate la pagina ed usate il carboncino per rendere leggibile la scritta ( potrete leggere la traduzione del documento in fondo alla pagina). Dopo aver letto la nota volgerete automaticamente lo sguardo verso il tappeto. Spostatelo e vedrete un comparto segreto. Per il momento non toccate nulla, invece avvicinatevi al ritratto di S.Giovanni Battista che è appeso accanto alla porta chiusa a chiave. Mettete il cursore nell’angolo superiore destro della cornice e prendete la chiave. Tornate dove eravate prima ossia vicino al tappeto ed usate il coltello sullo scomparto segreto nel quale troverete un foglietto ed uno stampo di chiave che dovete raccogliere. Trascinate il foglietto appena raccolto nel vostro porta-documenti e leggetelo. Finalmente potete entrare nello studio di Leonardo! Aprite la porta a destra del camino con la chiave che era nascosta nel quadro. Appoggiate la lettera sigillata sulla scrivania e prendete un bastone sul lato destro del tavolo. Accendetelo trascinandolo sulla fiamma del camino alle vostre spalle dopodiché usate il bastone per accendere la candela sulla scrivania. Prendete il coltello ed usatelo per aprire la lettera. Leggetela poi cliccate sulla pagina destra. Prendete la cera rossa e fatela sciogliere mettendola sopra la fiamma della candela. Richiudete la lettera usando la cera calda e prendetela. Aprite il cassetto e prendete il monocolo e la sanguinella. Voltatevi ed osservate il globo celeste. Avvicinatevi al banco da laboratorio nell’angolo e cliccate sull’alambicco che si trova sopra il fornello. Giratevi verso lo scaffale e prendete la filala di sonnifero sul ripiano in alto a sinistra. Prendete anche la fiala d’inchiostro vuota e la bottiglietta di zolfo. Raccogliete il foglietto che in precedenza era nascosto dalle fiale e leggetelo. Avvicinatevi al ritratto di Leonardo appeso accanto alla finestra. Prendete il foglietto e leggetelo. Per rimettere in funzione l’orologio dovete semplicemente sistemare gli ingranaggi mettendoli in fila.

 

Cliccate sugli ingranaggi in basso e assicuratevi che tutte le ruote si muovano. Se avete fatto tutto correttamente il giorno, finirà.   

 

Secondo giorno: 23 settembre 1522

Valdo si risveglierà nella sua stanza, e raggiungerà automaticamente l’esterno della casa dove troverà il custode con il quale farà due chiacchiere. Terminata la conversazione prendete la scala a pioli appoggiata davanti alla porta a sinistra del custode. Osservate la fontana, ma per il momento non toccate nulla ( anche perché vi occorrono altre informazioni). Prendete qualche noce di galla dalla pianta accanto alla carrozza. Poi girate attorno alla casa ed usate il coltello per raccogliere alcune rose. Rientrate nella villa, passando dalla porta posteriore ( accanto a Saturnin) ed osservatela. Nascosta dietro la porta troverete una pinza ( ce n’è una anche nel laboratorio di Leonardo) che vi visiterete tra un po’. Prendete qualche ceppo tagliato dal sacco a destra della scala e tre manciate di carbonella dall’altro sacco. Salite le scale che conducono alla dispensa e prendete tre manciate di chicchi di grano dal sacco appoggiato contro la parete. Giratevi e prendete la scopa appoggiata al muro. Salite le scale ed entrate in cucina.  Prendete il timo sul tavolo accanto alla finestra, poi andate verso la sala da pranzo. Prima di entrarci giratevi e prendete il limone che si trova sul tavolo accanto alla finestra. Andate nella sala da pranzo e prendete la bottiglia d’acqua appoggiata sul tavolo. Proseguite verso il laboratorio e controllate ciò che non avete potuto vedere la sera prima. Prendete il grosso ingranaggio che appoggiato alla pressa. Avvicinatevi al caminetto e prendete l’acciarino, lo stoppino grande e la scatola di metallo. Giratevi ed osservate il cric appoggiato sopra la cassa, uno degli ingranaggi è rotto e bisogna sostituirlo. Raccogliete la pinza ( se ancora non l’avete) che si trova lì vicino, e l’ingranaggio piccolo. Raccogliete la tavola incisa dal pavimento. Avvicinatevi nuovamente al caminetto ed usate la pinza per prendere il foglietto attaccato al muro con il chiodo ( entrambi gli oggetti si aggiungeranno al vostro inventario). Leggete il foglietto nel vostro inventario, ma non toccate nulla. Osservate i cavalletti. Togliete il lenzuolo che copre il cavalletto destro. Osservate il cavalletto di legno e vi accorgerete che manca un chiodo. Inserite il chiodo mancante che si trova nel vostro inventario. Avvicinatevi al trapano e sostituite lo stoppino piccolo con quello che avete preso sul caminetto. Appoggiate sul tavolo l’ingranaggio piccolo e foratelo girando sulla manovella della macchina e già che ci siete forate anche l’ingranaggio grande. Prendete la manovella della macchina e lo stoppino. Avvicinatevi al cric e sostituite l’ingranaggio rotto con quello piccolo appena forato. Uscite dal laboratorio ed osservate la porta della cappella sulla destra. Proseguite verso le scale e salite fino al primo pianerottolo. Guardate per terra e raccogliete la collana. Prima di entrare nello studio di Leonardo cambiatevi d‘abito trascinando il farsetto sul ritratto di Valdo. Entrate nello studio e parlate con madame Babou. Consegnatele la lettera sigillata ed in cambio avrete un’altra tavola incisa. Al termine del dialogo prendete la tazzina e la bottiglia vuota sul tavolino da caffè. Prendete la lira appoggiata sotto la finestra poi avvicinatevi al tavolo del laboratorio e preparate l’inchiostro. Mettete nel mortaio una manciata di carbonella ( va bene anche la noce di galla) usate il pestello e polverizzatela. Prendete il carbone in polvere e mettetelo nella ciotola sulla destra, aggiungete l’uovo e l’acqua dopodiché versate l’inchiostro ottenuto nella bottiglia vuota. Uscite dallo studio e dalla camera da letto. Raggiungete il balcone esterno. Prima di scendere per le scale raccogliete i ciottoli che accanto alla scala. Scendete e andate avanti. Prendete il sentiero a sinistra e raggiungete il ponte. Osservate la ruota destra e riparatela con l’ingranaggio forato grande. Giratevi verso la ruota sinistra e prendete la sbarra di ferro che blocca il ponte, infine cliccate nuovamente sulla ruota destra ed attraversate il ponte. Lungo il sentiero troverete un ceppo di legno, ( raccoglierlo sarebbe inutile, poiché al momento non avete nulla con cui tagliarlo). Proseguite ed osservate l’alveare, con il quale, però senza un’adeguata attrezzatura non potete interagire. Andate avanti e raccogliete qualche foglia secca. Entrate nella piccionaia e prendete la corda appoggiata sulla trave. Raccogliete l’oggetto di rame appoggiato sulla finestra. Guardate per terra e prendete i vecchi tessuti. Salite usando la scala a pioli e raccogliete da terra l’oggetto di stagno. Voltatevi verso la finestra e prendete il richiamo per uccelli. Alzate lo sguardo ed osservate i cinque nidi. Prendete il richiamo per uccelli nel vostro inventario e lo strumento apparirà in primo piano sul vostro monitor. Partendo da sinistra e andando verso destra cliccate sui fori seguendo l’ordine indicato: 4 – 3 – 5 – 1 – 2. Cliccate sui cinque nidi finché troverete un messaggio per voi. Nota: se darete ai piccioni una manciata di grano aumenterete “l’indicatore bontà”. Uscite dalla piccionaia ed attraversate il ruscello ma come? Prendete la scala nel vostro inventario e provate ad usarla come ponte. Sfortunatamente per voi un paio di gradini si romperanno e Vado finirà in acqua. Riparate la scala sostituendo i gradini con i due bastoni che avete tagliato la notte scorsa nel laboratorio di Leonardo. Attraversate il ruscello ed andate a sinistra. Osservate i giunchi e prendetene uno tagliandolo con il coltello. Dirigetevi verso la fornace, prima però prendete la scure posta accanto all’ingresso. Entrate nel granaio e prendete la maschera d’apicoltore che è appoggiata sulla mensola. Giratevi verso la fornace e metteteci le foglie morte ed i ceppi di legno. Accendete il fuoco con l’acciarino e prendete i guanti sul tavolo. Appoggiate lo stampo di chiave sotto il crogiolo e mettete dentro di esso gli oggetti di rame e di stagno raccolti nella piccionaia. Abbassate il braccio sinistro del crogiolo e poi cliccate sulla parte alta. Una volta che il crogiolo sarà rivolto verso la fornace cliccate sull’asta ed abbassate il braccio cliccando sulla maniglia a sinistra. Indossate i guanti e chiudete la bocca della fornace con lo sportello di metallo. Aspettate alcuni istanti dopodiché rimuovete lo sportello, girate il braccio del crogiolo, abbassatelo per prendere il contenitore e giratelo verso il tavolo. Versate i metalli sciolti nello stampo della chiave, apritelo e…voilà la chiave è pronta! Toglietevi i guanti e andate all’esterno. Osservate il mulino e vi accorgerete che qualcosa lo blocca. Usate il giunco su Valdo che lo userà come boccaglio. Tuffatevi in acqua ed osservate la ruota bloccata dai rami. Tagliateli con il coltello e tornate in superficie. Toglietevi il boccaglio e indossate l’abito di pelle Rientrate nel granaio e versate una manciata di chicchi di grano nel contenitore sul ripiano in alto a sinistra.  Tirate la leva accanto al secchio e prendete la farina. Avviatevi verso la casa e, se non l’avete già fatto cogliete qualche rosa con il coltello. Parlate con il custode sia del ponte sia, del granaio e fatevi spiegare come ottenere la pasta i di carta. Riempite la bottiglia d’acqua semivuota immergendola nella fontana. Rientrate nel granaio ed appoggiate i vecchi tessuti nella pressa, bagnateli con l’acqua e cliccate sulla pressa. Prendete le quattro pastelle di carta e tornate nel laboratorio di Leonardo. Avvicinatevi alla pressa e fate uscire la scatola che c’è sotto.

 

 

Aprite il coperchio della scatola di legno e mettete la prima pastella dentro la scatola. Chiudete il coperchio e spingete la scatola di legno sotto la pressa. Girate la leva in alto per abbassare la pressa, poi giratela di nuovo per sollevarla. Estraete la scatola di legno, apritela e prendete il primo foglio. Ripetete l’operazione sopra descritta con le rimanenti pastelle. Ottenuti i quattro fogli bianchi mettete nella scatola di cui sopra una tavola incisa. Versate l’inchiostro sulla tavola ed appoggiateci un foglio bianco. Spingete la scatola sotto la pressa e girate due volte la leva. Prendete il foglio e leggetelo nel vostro inventario. Fate la stessa cosa con la seconda tavola incisa e leggete il secondo documento. Non dimenticate di cliccare sui cannoni disegnati su uno dei due fogli e leggete cosa vi occorre per preparare della polvere da sparo. Indossate il farsetto e salite nello studio di Leonardo. Parlate con Madame Babou scegliendo la prima risposta delle due che appariranno sul vostro monitor. Cercate di conquistare la dama regalandole le rose, e restituendole il collier. Avvicinatevi al tavolo da laboratorio e dopo aver aperto lo sportello della stufa metteteci una manciata di carbonella ed accendetela con l’acciarino. Richiudete lo sportello e prendete il collo di cigno sull’alambicco. Versate l’acqua e le rose nell’alambicco e richiudetelo con il collo del cigno. Uscite sia dallo studio sia dalla camera e scendete in giardino. Riempite la bottiglia d’acqua e tornate nello studio di Leonardo. Completate il profumo versando l’acqua nell’imbuto. Versate l’essenza di rosa nella boccetta vuota. Regalate il profumo a madame Babou e parlate con lei del ponte. Esaminate il progetto della fontana che avete trovato nel laboratorio di Leonardo. Passate il cursore su tutto il disegno ed osservate le parti della macchina per riparare la fontana. Ci sono due sfere di vetro, tre tubi di vetro, la macchina per attingere l’acqua, il cric di collegamento ad un sistema di vasi comunicanti, la vite d’Archimede, e la pressa idraulica. Collegate le parti del meccanismo come si vede nell’immagine qui in basso.

 

 

 

Cliccate un paio di volte sulla vasca dell’acqua e seguite il dialogo tra Leonardo e Francesco I. Andate a parlare con Saturnin. Andate verso l’ingresso posteriore del maniero. Giratevi a sinistra ed entrate nella casa del custode. Parlate con Saturnin e fatevi dare il meccanismo per riparare la fontana. Prendete anche un po’ di zucchero dal tavolo alle vostre spalle. Avvicinatevi alla fontana ed inserite il meccanismo. Se avete fatto, tutto correttamente partirà un filmato. Arriverete automaticamente nello studio di Leonardo. Controllate l’abbigliamento di Valdo ed assicuratevi che indossi il farsetto. Parlate con madame Babou scegliendo le risposte 2- 1. Prendete la lira nel vostro inventario e suonate le note 1- 2 – 3 la prima volta e successivamente suonate le note 4 – 2 – 2 – 1. Al termine del filmato osservate l’immagine di Valdo e madame Babou. Tornate all’esterno della casa e parlate con il custode. Chiedete a Saturnin un rimedio per l’abbassamento di voce di madame Babou. Andate verso il ponte, attraversatelo e raccogliete le foglie morte accanto al granaio. Avvicinatevi all’alveare e indossate la maschera d’apicoltore. Mettete le foglie morte nell’affumicatoio e bruciatele con l’acciarino. Usate l’affumicatoio sull’alveare e dopo aver allontanato le api sollevate il coperchio, appoggiatelo e prendete i due favi di miele. Tornate da Saturnin e chiedetegli di aiutarvi a filtrare il miele, il custode però vorrà tenere per sé uno dei due favi. Rientrate in casa e poi tornate da Saturnin che vi darà il barattolo di miele. Controllate la bottiglia d’acqua nel vostro inventario e se necessario riempitela con l’acqua della fontana. Tornate nello studio di Leonardo e avvicinatevi al tavolo da laboratorio. Togliete il collo di cigno sull’alambicco e mettete dentro quest’ultimo il timo, il limone, il miele e l’acqua. Raccogliete lo sciroppo nella ciotola vuota e datelo a madame Babou che in segno di gratitudine vi condurrà nei suoi appartamenti. Seguite il dialogo tra madame e Valdo. Osservate il disegno appeso accanto al cavalletto ed osservate anche la tela appoggiata su quest’ultimo. Avvicinatevi al telescopio e cliccate sulla copertura color oro al centro del telescopio. Togliete la lente rotta e sostituitela con il monocolo. Guardate nel telescopio e vedrete Saturnin intento a nascondere una barca.

 

Terzo giorno: 24 settembre 1522.           

Avvicinatevi al tavolo da laboratorio ed aprite l’armadietto con la chiave di bronzo. Prendete le pepite d’oro, la bottiglietta di vernice ed i colori giallo, rosso e blu. Richiudete il mobile e prendete la chiave. Entrate nella camera da letto di Leonardo ed usate la chiave di bronzo sul mobile veneziano. Per risolvere l’enigma dovete osservare con attenzione il diamante sotto posto il cassetto centrale del mobile e sistemare tutti gli altri nello stesso modo agendo sui tasti nelle file verticali e orizzontali. 

 

 

 

Una volta aperto il mobile prendete lo stampo per tondello, il rotolo di pergamena, il martello, lo stampo per moneta ed il gioiello di Leonardo. Avvicinatevi alla libreria. Sopra a d ogni copertina c’è una lettera. Cliccate sulle copertine formando il nome SALAI e Valdo entrerà automaticamente nel passaggio segreto, scoprendo così che la camera dove alloggia confina con quella di Leonardo. Scendete in cucina e prendete la bottiglia di vino bianco sul tavolo. Avvicinatevi alla botola accanto al camino e spostate i due sacchi appoggiandoli a sinistra. Alzate lo sguardo ed usate la corda lunga sulla carrucola. Inserite la manovella multiuso sulla ruota attaccata alla parete. Giratela ed alzate la botola. Prendete la lampada seminascosta dal coperchio della botola ed accendetela con l’acciarino. Scendete in cantina e prendete due manciate di salnitro dalla parete accanto alle scale. Osservate la porta murata che rimarrà tale ancora per poco. Prendete la palla di cannone ai piedi delle scale. Osservate la tavola di metallo accanto alle botti ed evidenziate i segni buttandoci sopra la farina. Valdo annoterà i segni su una pagina del suo taccuino. Prendete la tavola incisa accanto alle botti. Spostatevi verso il cannone metteteci il cric ed uniteci la manovella multiuso. Alzate il cannone girando la manovella collegata al cric. Vi sarete accorti che il cannone punta proprio verso la porta murata. Mettete la palla nel cannone, ( giusto per alleggerire il vostro inventario). Poiché non avete la polvere da sparo, tralasciate un attimo il cannone e passate ad altro. Osservate la macchina volante danneggiata poi salite e raggiungete il laboratorio di Leonardo. Avvicinatevi alla pressa e stampate la nuova tavola incisa. Leggete la nuova pagina nel vostro porta-documenti. Uscite dal maniero e andate nel granaio. Lungo il tragitto spaccate un po’ di legna con la scure. Mettete i ceppi tagliati nella bocca della fornace. Giratevi verso il tavolo ed appoggiateci lo stampo per tondello ( se non l’avete già fatto riprendete lo stampo di chiave). Collocate le pepite d’oro nel crogiolo e mettetelo nella fornace come avete fatto per la chiave. Versate l’oro sciolto nello stampo per tondello e prendete i quattro tondelli d’oro. Indossate i guanti poi giratevi verso l’incudine ed appoggiateci lo stampo per moneta. Mettete il tondello d’oro sopra lo stampo e prendete la moneta d’oro. Fate la stessa cosa con i restanti tondelli ed avrete in tutto quattro monete. Riprendete lo stampo dall’incudine. Togliete i guanti ed uscite. Attraversate il ponte e girate a sinistra. Cliccate sui rami che coprono la barca ed appoggiateli a destra. Tornate al ponte, giratelo ed usate la barca per attraversare il ruscello. Dopo la gita in barca tornate al maniero e andate a parlare con Babou. Al termine del dialogo osservate il telescopio e lubrificatelo con l’olio. Guardate attraverso il telescopio ed osservate il frammento di disegno. Osservate il disegno da vicino ed usateci l’acciarino. Parlate con Babou scegliendo la seconda frase. Uscite dalla stanza ed andate a parlare con Saturnin.  Cercate di farlo parlare offrendogli l’acquavite che, però non basterà. Prendete la carbonella dalla dispensa e tornate nella camera di Leonardo. Avvicinatevi all’alambicco e togliete il collo di cigno. Versate la bottiglia di vino bianco e raccogliete l’acquavite nella bottiglia vuota. Tornate da Saturnin e scegliete la prima frase. Dategli l’acquavite ed il custode cadrà in un sonno profondo. Entrate nella stanza del custode ed aprite l’armadio a sinistra. Prendete le due lenti colorate poi giratevi verso il tavolo e leggete il foglio appoggiato sopra lo sgabello. Prendete tutto ciò che potete. Tornate nella stanza di Babou e parlate con lei scegliendo le risposte: 2 – 2. Al termine del dialogo avvicinatevi al telescopio e metteteci le due lenti colorate. Girate le lenti sul rosso e sul blu. Guardate attraverso il cannocchiale e leggete la prima frase dell’indovinello: ”Inizia col cercare le stelle”. Girate le lenti colorate sul rosso e sul giallo e leggete la seconda frase dell’indovinello “ quindi trova la pietra dei saggi”. Per leggere l’ultima frase che completa l’indovinello girate le lenti sul blu e sul giallo e guardate attraverso il cannocchiale. La terza frase dice “ e il cammino del potere si schiuderà dinnanzi a te”.  Parlate con Babou, e la donna vi aiuterà a riconoscere la costellazione che avete visto sulla parete ossia la costellazione della lira.     

 

 

Andate nello studio di Leonardo e girate il globo sulla costellazione della lira. Fatto questo agite sulle strisce. Facendo in modo che i cinque fori coprano le stelle.

 

 

Se avete tutto correttamente il globo, si aprirà e voi potrete prendere il medaglione. Guardate il filmato e seguite il dialogo tra Leonardo e Francesco I. Parlate con Babou poi andate da Saturnin che troverete seduto sulla panchina con un gatto accanto. Chiacchierate con il custode e scoprirete che il nome del gatto è Alkahest. Tornate a parlare con Babou e chiedetele il significato del nome Alkahest. Raggiungete di nuovo Saturnin che però non c’è più; e assieme a lui è sparito anche il gatto. Recatevi alla piccionaia dove troverete il gatto seduto sulla finestra in alto. Salite le scale e provate a prendere il medaglione al collo del gatto, ma il felino vi graffierà indossate i guanti e prendete il medaglione. Rientrate nel maniero e salite nello studio di Leonardo. Avvicinatevi al tavolo da laboratorio e mettete una manciata di carbonella nel mortaio. Macinate la carbonella con il pestello e versate la polvere di carbone nella bacinella sul tavolo a destra. Aggiungete alla polvere di carbone la fiala di zolfo ed una manciata di salnitro. Prendete la polvere da sparo e scendete in cantina. Salvate la partita! Avvicinatevi al cannone ed aprite il coperchio sul lato sinistro, metteteci la polvere da sparo poi accendete la miccia con l’acciarino. Andate avanti ed osservate i segni sul pavimento. Pulite per terra usando la scopa dopodiché appoggiate sul pavimento la pagina incompleta. Usate la carbonella sulla pagina e riprendete il foglio con i segni. Inserite la pagina con i simboli nel vostro porta-documenti e leggetela. Andate avanti ed avvicinatevi alla porta con i simboli della mezzaluna e del sole. Mettete i medaglioni sui simboli corrispondenti e la porta si aprirà. Usate la lampada per illuminare il corridoio. Scendete e andate avanti. Girate a sinistra e poi ancora avanti. Avvicinatevi alla porta ed usate l’olio sul pannello di metallo, apritelo e ascoltate il dialogo tra i due uomini. Tornate verso le scale e Babou v’informerà che qualcuno vuole vedervi. Guardate il filmato e seguite il dialogo tra Valdo e Re Francesco I che durante la conversazione vi consegnerà il suo anello.

 

Quarto giorno: 25 settembre 1522.     

Al vostro risveglio raggiungete Babou nei suoi appartamenti e parlate con lei. Al termine del dialogo osservate lo schema che vi ha dato Francesco I e confrontatelo con la pagina che avete completato prendendo nota dei segni trovati sul pavimento che conduceva al passaggio segreto.

Per risolvere l’enigma dovete cliccare sui numeri scritti sulla pagina sinistra, dopodiché cliccate sulla pagina destra e vi apparirà il simbolo corrispondente. Cliccateci sopra ed il simbolo diverrà arancione. Usate la sanguinella e scrivete il numero accanto al simbolo e Valdo scriverà automaticamente la cifra. Ripetete l’operazione sopra descritta per tutte le coordinate e il risultato finale sarà quello che vedete nell’immagine qui in basso.

 

Sfogliate il vostro taccuino e cercate la mappa del maniero. Servendovi delle inserite le coordinate appena scoperete girate i cerchi in questo modo.

Sole 120

Stella 240

Luna 60

Pianeta 310

 


 
Scendete in cucina e andate a parlare con Saturnin. Riferite al custode che avete trovato la lettera. C’è un particolare però che scagiona il custode, poiché non sa leggere la lettera non può essere per lui. Tornate nell’appartamento di Babou, ma la donna non c’è. Approfittatene quindi per dare un’occhiata in giro. Prendete la chiave appesa al manichino ed aprite l’ennesimo mobile veneziano. Prima di agire salvate la partita! Agite sui rombi bianchi e blu nelle file verticali ed orizzontali.

 

Partite da sinistra e andate verso destra premete i rombi 1 – 2 – 4.

Premete i rombi blu nella fila in basso e spingete 1 – 4.        

Spingete il secondo rombo bianco nella colonna sinistra.

Premete il secondo rombo blu nella colonna verticale destra.

Premete il terzo rombo blu nella colonna destra.

Spingete l’ultimo rombo blu nella fila orizzontale.

 

 

Prendete la carta scura e sovrapponetela alla lettera di presentazione che avete consegnato a Babou e leggete il messaggio nascosto. Parlate con Babou poi uscite dalla stanza.

Se le guardie vi catturano sarete automaticamente rinchiusi nella vostra stanza. Guardate attraverso il buco della serratura e vedrete la chiave inserita nell’altro lato. Infilate il foglio di carta sotto la porta ed infilate il coltello nella serratura per far cadere la chiave. Riprendete il foglio con sopra la chiave. Aprite la porta ed uscite dalla stanza. Cliccate sull’arazzo ed ascoltate il commento di Valdo. Usate le pinze per togliere i chiodi alla base dell’arazzo. Fate un passo avanti e cliccate sulle copertine dei libri formando la parola I A L A S. 

Uscite sul balcone e raccogliete tre ciottoli. Osservate le guardie e cercate di memorizzare i loro movimenti. Aspettate che una delle due guardie si diriga verso il lato posteriore del maniero dopodiché lanciate una pietra verso l’altra guardia appostata davanti all’ingresso principale. Correte rapidamente giù dalle scale e andate a sinistra. Dirigetevi verso gli alberi e prendete il sentiero a sinistra. Andate verso il ponte giratevi a sinistra e lanciate la seconda pietra nell’acqua. Attraversate il ponte ed andate verso la piccionaia. Assicuratevi cha la scala a pioli sia nel vostro inventario, se così non fosse andate recuperarla ( dovrebbe essere nei pressi del ponte). Entrate nella barca e remate verso la piccionaia. Per distrarre la guardia lanciate una pietra verso il ponticello sulla sinistra. Entrate nella piccionaia e sollevate il drappo nascosto dietro i sacchi. Prendete il quadro e raccogliete i tre ciottoli accanto alle scale, poi salite. Giratevi completamente ed attirate la guardia lanciando una pietra fuori della finestra. Quando riprenderete il controllo del mouse usate la sbarra di ferro per spostare la botte che cadrà proprio addosso alla guardia. Scendete e prendete la sua uniforme. Indossatela ed uscite. Andate verso il maniero e v’imbattere in una delle guardie. Scegliete la risposta “ lasciami in pace, so quello che faccio”. Raggiungete il balcone passando dalle scale a destra del maniero ed entrate nel laboratorio di Leonardo. Se non l’avete già fatto infilate il chiodo mancante nel cavalletto di legno ed appoggiateci il dipinto. Usate la matassa di filo sul quadro de La Gioconda. Appoggiate i barattoli dei colori e della vernice sul cavalletto a destra. Prendete il carboncino e cominciate a disegnare. Osservate lo schema qui in basso e cliccate sui quadranti seguendo l’ordine progressivo.

 

 

Ora dovete cliccare sui quadrati e ricomporre la figura perfettamente. I più pigri possono aggirare l’enigma con un semplicissimo trucco. Riducete il gioco ad icona premendo il tasto di windows sulla vostra tastiera (quello con la bandierina). Tornate al gioco spingendo lo stesso tasto e…voilà l’enigma è risolto.

 

   

 

 

Prendete il pennello ed immergetelo della vernice e nel colore blu. Cliccate tre volte sul quadro dopodiché pulite il pennello con lo straccio sulla destra. Intingete il pennello nella vernice e nel colore rosso e cliccate quattro volte sul quadro. Pulite il pennello con lo straccio a destra ed intingetelo nuovamente nella vernice e nel colore giallo. Cliccate sul quadro per tre volte ed avrete una riproduzione fedele del quadro originale.  Prendetelo e andate a parlare con Saturnin che si trova ancora in cucina. Esaurite gli argomenti ed otterrete un utilissimo indizio. Osservate di nuovo la mappa del maniero ed inserite le nuove coordinate.

Stelle 230

Pianeta 300

Luna 70

 

 

 

Provate ad entrare nella cappella, ma la porta è chiusa a chiave. Salvate la partita per vedere i finali alternativi. Tornate in cucina a parlare con Saturnin il quale v’informerà che la chiave la possiede Babou. Raggiungete il suo appartamento e parlate con lei un paio di volte (a seconda dell’approccio che userete vedrete un finale diverso, ma in entrambi i casi otterrete la chiave). Prendetela e andate nella cappella. Entrate ed avvicinatevi all’altare. Inserite l’anello de Re nel foro del tabernacolo. Prendete lo scettro sull’altare ed infilatelo nell’anello. Si aprirà uno scomparto segreto. Prendete il manoscritto di Leonardo. Riprendete l’anello e lo scettro e andate nella piccionaia. Assicuratevi che Valdo indossi l’uniforme della guardia. Entrate nella piccionaia e salite le scale. Date l’anelo del Re al piccione poi tornate al maniero ed entrate in cucina. Scendete in cantina (prendete la manovella multiuso attaccata al cric).  Passate attraverso il buco nel muro e parlate con Hector un paio di volte. Tornate in cucina e parlate con Saturnin che vi darà un arco di legno per riparare la macchina volante. Salite nello studio di Leonardo ed aprite lo sportello della stufa. Infilateci la carbonella (se ve ne occorre dell’altra la trovate nel sacco vicino alla dispensa) ed accendete il fuoco con l’acciarino. Mettete l’acqua, lo zucchero, ed il salnitro nell’alambicco e raccogliete il fumogeno nella scatola di ferro. Scendete nel laboratorio di Leonardo e tagliate la scopa con la sega. Riprendetela. Giratevi verso il trapano. Metteteci lo stoppino piccolo e la maniglia multiuso. Forate l’arco di legno e riprendetelo. Scendete in cantina ed avvicinatevi alla macchina volante. Riparatela aggiungendo l’arco forato e l’asse di legno ( ottenuto tagliando la scopa). Appoggiate il fumogeno accanto alla macchina e tornate in cucina. Sentirete dei rumori provenire dalla cantina. Valdo dirà che Hector è arrivato. Tornate in cantina e colpitelo con la sbarra di ferro. Prendete il manoscritto dopodiché giratevi a sinistra ed appoggiate uno dei due quadri de La Gioconda (volendo potete lasciare il falso e tenervi l’originale scegliete voi). Salite in camera di Babou e parlate con lei. Preparatevi a patire e guardate la sequenza finale!