Ricordando l'IBM PS/1
I 22 anni di un piccolo grande computer

Il ps/1 286, modello 2011, è veramente un computer speciale e diverso da tutti gli altri.
Siccome i primi esemplari uscirono dalle fabbriche di IBM nel 1990, facendo due calcoli scopriamo che quest'anno compie ben ventidue anni.
In occasione di una simile ricorrenza (?), OGI non poteva lasciarsi scappare l'occasione di dedicargli un bell'articolo commemorativo. E infatti, eccoci qua.

Ciò che rende il ps/1 286 diverso dai soliti preassemblati che venivano venduti in quel periodo è in primo luogo il suo design essenziale e funzionale. Una caratteristica, questa, ben incarnata dal monitor che contiene anche l'alimentatore necessario per far funzionare l'unità centrale; di conseguenza, le forme di questa macchina risultano essere "ben quadrate" e compatte, conferendo al ps/1 286 un aspetto serio e al tempo stesso piacevole. Io personalmente non ho mai trovato in nessun altro computer o monitor un design così elegante. Il monitor include anche i regolatori di contrasto, luminosità e... volume. Esatto, volume: il ps/1 286 può infatti contare su un altoparlante mono incorporato azionato dalla sua ps/1 sound card, una scheda audio "a 3 voci" basata su un hardware proprietario (purtroppo sfruttata da pochissimi produttori di videogiochi, tra i quali Sierra) che suonava esattamente come la TANDY e che non sfigurava completamente davanti ad una Adlib. Una curiosità: la scheda è equipaggiata con una sola porta game, con la possibilità di acquistare un semplice cavo ad Y per "sdoppiarla" e consentire l'attacco di un secondo Joystick: peccato che un simile accessorio non sia MAI stato trovato in commercio.
A completare il comparto hardware, all'interno dello chassis trovano spazio una CPU Intel 80286 da 10Mhz, accompagnata da 512KB di RAM (espandibile tramite modulini esterni proprietari sino a 2MB), un disco rigido da 30/40MB e l'immancabile lettore di floppy. È persino previsto un case di espansione da montare sotto lo chassis che permette l'alloggiamento di un drive da 5 e 1/4.

         

Da notare che i modelli americani di questo pc hanno anche un modem di serie, che già all'epoca dell'uscita permetteva di collegarsi alla rete. Una necessità probabilmente poco sentita nella vecchia Europa (figuriamoci in Italia), tant'è vero che le versioni nostrane furono distribuite senza questo (in)utile add-on.
Per garantire il corretto funzionamento della macchina è oggi necessario sostituire il chip Dallas DS1287, poiché dopo 22 anni la batteria presente al suo interno si sarà sicuramente esaurita. È possibile usare il ps/1 anche senza sostituire la batteria, ma così facendo non sarà possibile impostare correttamente l'unità floppy, che risulterà inutilizzabile. Anche la data e l'ora verranno perse al momento dello spegnimento della macchina. Nell'OGI Forum si possono trovare informazioni su come reperire un chip sostitutivo.

Una nuova batteria è necessaria anche nel caso in cui si voglia installare un altro sistema operativo (per esempio FREEDOS) al posto dell'IBM PC-DOS 4.01 installato di serie nella memoria di sola lettura denominata romshell che si trova sulla scheda madre (altra caratteristica unica).
Senza batteria interna, infatti, il ps/1 286 (che sarà anche potente, ma non onnipotente) non può mantenere le impostazioni del BIOS, nemmeno riavviando la macchina tramite la combinazione ctrl-alt-canc. Ad ogni avvio vedremmo sempre i mitici 4 quadranti del sistema operativo preinstallato (il quale, essendo ospitato in una ROM, è immune alla mancanza di energia).

Tra i software forniti insieme al pc, ricordiamo:
PC Globe, una mappa virtuale del mondo dove puoi vedere tutte le informazioni dettagliate su ogni nazione e addirittura ascoltare gli inni nazionali. Utilissimo per le relazioni a scuola, quando ancora non c'era Google.
Bush Buck, un gioco istruttivo dal punto di vista geografico che consiste nel trovare dei tesori sparsi per il mondo viaggiando con l'aereo da una città all'altra.
World Class Chess, un gioco degli scacchi con grafica molto dettagliata e IA notevole.
Sylpheed, un gioco innovativo in cui si deve pilotare un'astronave nello spazio sparando alle astronavi nemiche, è invece incluso nella confezione del joystick acquistabile separatamente.

Considero questa macchina come una macchina del tempo.
Ti siedi, lo accendi, appaiono i 4 quadranti e ti senti in un'altra epoca, i primi anni '90.
Muovi il mouse, selezioni il quadrante "software utente" in basso a sinistra e vedi il contenuto dell'hard disk, scegli il tuo programma e con due click lo avvii. Più semplice di così!

Buon compleanno, ps/1.

a cura di Andrea "avocado29"

Discussione sull'OGI Forum

Emanuele Cecconello scrive:10/02/2016 - 17:04

Ottimo pc per chi era agli inizi,soprattutto per via del sistema operativo su rom mi ha parato il sedere un sacco di volte.(non sapete quanti danni può fare un bimbo di 10 anni)
Purtroppo una volta imparato come funzionava il tutto come sistema era diventato stetto, anche per causa della sua quasi inesistente espandibilità
Un paio d'anni dopo i miei genitori mi comprarono un 486dx2 66 con svga da 2MB ed sound blaster :-)

Io ce l'ho e me lo tengo stretto!! scrive:27/01/2016 - 12:05

Fiero di avere per le mani ancora questo modello! Ogni tanto lo accendo per evitare il suo degrado! Ottimo!

Bender scrive:29/03/2012 - 12:41

Splendido articolo, complimenti! Io possiedo un favoloso 2121 con 2MB di ram. Se qualcuno fosse interessato all'acquisto mi faccia sapere.

Bender scrive:29/03/2012 - 12:38

Splendido articolo, complimenti! Io possiedo un favoloso 2121 con 2MB di ram. Se qualcuno fosse interessato all'acquisto mi faccia sapere.

Andrea Avocado29 scrive:11/02/2012 - 21:05

Viva il ps/1 286,computer fantastico e unico. Buon compleanno.

Anonimo scrive:11/02/2012 - 21:02

non è obbligatorio usare il menu con i 4 quadranti,lo puoi disattivare configurando il bios con customiz.exe

Devil Master scrive:02/02/2012 - 17:36

Il PS/1 è il peggior computer IBM mai costruito. L'alimentatore del computer sta all'interno del monitor, allo scopo di obbligare l'utente a comprare monitor prodotti dalla IBM stessa.
A causa della lentezza del suo processore (80286) e della poca RAM (da 512 KB a 1 MB), il prezzo è sempre stato troppo elevato per le sue prestazioni: qualsiasi assemblato dell'epoca aveva prestazioni maggiori a un costo minore del PS/1, anche quando questo era appena uscito. E' rimasto in vendita fino al 1994, un'inutile immondizia venduta quando anche il più scarso degli assemblati aveva un processore 80486 e una scheda grafica VGA. Il feticcio che cancella la razionalità dei fanatici alla vista di questo computer è un menu grafico con quattro quadranti che regalano un'illusione di user-friendliness, senza vantaggi reali e con lo svantaggio di ridurre le già ridicole prestazioni di questo computer. Il suddetto menu, infatti, è un'applicazione eseguita dal sistema operativo proprietario IBM's PC-DOS che resta sempre residente in memoria, sottraendo RAM ai veri programmi. L'opzione "IBM DOS" che dà accesso al prompt dei comandi è ancora peggio, infatti apre una shell testuale che gira su una shell grafica che gira su un sistema operativo testuale.
In conclusione, il PS/1 è spazzatura, e anche costosa, perchè gli sfortunati proprietari dovranno pagare gli smaltitori di rifiuti ingombranti perchè glielo portino via.

myloch scrive:24/04/2016 - 00:23

"Ma anche no" riguardo tutto quello che hai scritto. All'epoca era una figata di computer, altro che spazzatura!

Luigi scrive:31/08/2013 - 01:59

hai il dente avvelenato.Sono alquanto in disaccordo con quanto hai scritto.

Anonimo scrive:25/10/2012 - 18:56

non mi spiego tanta acrimonia verso questo computer, che nel mio caso personale é stato di grande utilità a tutta la famiglia: io l'ho usato con soddisfazione per la mia attività personale e i mie figli si sono divertiti molto iniziando a "smanettare" con i programmi di gioco. Non si nasconde forse un pò di invidia per non averlo posseduto? io lo tengo nel suo imballo originale, completo di tutto e anche con la stampante ad aghi dedicata. Forse un giorno, chissà.....

Anonimo scrive:08/02/2012 - 21:28

vorrei avere io un pò di questa spazzatura

Luc scrive:02/02/2012 - 09:02

Amiga gli faceva pelo e contropelo. Era una generazione avanti (coprocessori grafici & co).

Luca Ferrario scrive:01/02/2012 - 21:12

Bhe che dire... è il PC per eccellenza!!

Peppe "Prof. Jones" Scaletta scrive:01/02/2012 - 08:16

Il PS/1 è stato il mio primo PC, e ne ho un ricordo affascinante.

Invia nuovo commento
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
      _           ____     __ 
__| | _ __ | ___| / _|
/ _` | | '_ \ |___ \ | |_
| (_| | | |_) | ___) | | _|
\__,_| | .__/ |____/ |_|
|_|
Enter the code depicted in ASCII art style.