Benvenuto Visitatore(Log In|Registrati)

> Regolamento in breve

Leggi il nuovo regolamento completo

  1. Formato discussione: si consiglia di aprire un unico topic per le vendite e per le compere da aggiornare di volta in volta per mantenere più ordinata la sezione. Non sono graditi titoli strombazzanti come «Offertissima», «Grande affare» e simili.
  2. Prezzo: Includere sempre un prezzo di vendita indicativo. Il prezzo può essere trattabile a discrezione del venditore, ma si evitino meccanismi di rilancio al rialzo tipici delle aste.
  3. Foto: essendo spesso richieste, si consiglia di inserire le foto negli annunci di vendita.
  4. Link a siti esterni: i link a siti esterni non sono graditi, ma si deve dichiarare se gli oggetti siano in vendita in contemporanea anche altrove.
  5. Valutazioni: se avete dubbi sul valore di un gioco potete chiederne la valutazione (occhio alle tre regole).
  6. Acquisto: seguendo l'ordine di chi esprime interesse nell'acquisto si forma la coda. Il venditore deve vendere al primo della coda se questi non esprime chiaramente il desiderio di lasciare il posto all'interessato successivo. Non è ammesso scavalcare la coda.
  7. Contatti privati: si sconsiglia decisamente il contatto privato (messaggistica privata, indirizzi mail ecc.) tra le parti per gli acquisti, gli scambi e le offerte. Al di là della scorrettezza nei confronti degli altri interessati, se gli acquisti sono fatti pubblicamente si è più riparati da eventuali fregature.
  8. Scambi: gli scambi sono consigliati e preferiti alle vendite. Si lascia alle parti interessate il compito di trovare un accordo, ricordando nuovamente di evitare la messaggistica privata.
  9. Spedizione e pagamento: si consiglia di stabilire da subito prezzi per le spedizioni e i metodi preferiti per i pagamenti. È vietato, in modo assoluto, la pubblicazione di dati sensibili quali numero di carte di credito, coordinate bancarie, ecc.
  10. Terminazione della vendita: al termine di una compravendita entrambe le parti sono invitate a scrivere nel topic di acquisto un breve feedback sull'esperienza.

 
Reply to this topicStart new topic
> Il collezionismo e la morale
Ifride
messaggio10 Aug 2022, 10:11
Messaggio #1





Gruppo: Gamer
Messaggi: 133
Iscritto il: 21 May 13
Da: Gravedona ed Uniti
Utente Nr.: 19.902
BGE Super Mario 3, Chrono Trigger, Final Fantasy 6, Monkey Island 2, Zelda Breath of the Wild
SO Altro




Capisco che il titolo della discussione sia abbastanza "forte" e altisonante ma mi sembrava adeguato per la riflessione, ma anche sfogo che cercherò di spiegare blush.gif

La molla che mi ha fatto riflettere ancora di più di quanto già non avessi fatto in precedenza è questa:
https://multiplayer.it/articoli/lultima-gra...r-computer.html

Notizia ormai abbastanza diffusa a livello mondiale, ed è strano infatti che qui (a meno che non mi sia sfuggita la discussione) non se ne sia parlato.
Per andare al sodo: ma come è possibile che per del vil denaro si possa perdere così tanto una dignità morale nei confronti non solo di altre persone che condividono con noi la stessa passione, ma anche addirittura con amici/amiche?
Ora, nel caso particolare della notizia stiamo parlando di cifre elevate (sempre relativamente), ma il discorso non cambia, l'etica dovrebbe essere sempre il faro di ogni comportamento umano.
Non prendetemi per un ingenuo, anzi, ogni giorno ho la dimostrazione di come l'egoismo delle gente possa portare a infischiarsene di qualsiasi comportamento corretto nei confronti del prossimo, ma qui parliamo di giochi...di oggetti che nella maggior parte dei casi costano relativamente poco.
Eppure...eppure nei vari mercatini o su ebay si riescono a mettere descrizioni di giochi che non rispecchiano la vera condizione dell'oggetto (condizioni top, perfette!! E poi ci sono tagli, graffi, etc... NO, non è relativa la percezione di perfezione o meno che abbiamo rispetto a un oggetto), sparare cifre enormi cercando di aspettare chi ci possa cascare e fare di tutto per raggiungere il proprio obbiettivo anche nei confronti di persone che conosciamo o comunque abbiamo rapporti tranquilli o addirittura di amicizia (virtuale o meno).

Può mai essere questa l'etica di una persona di fronte a cifre così modeste?
Sinceramente nella mia pur modesta vita da collezionista se trovo qualcosa che ho già o non m'interessa il primo pensiero è sempre stato quello di avvertire qualcuno che conoscessi e a cui avrebbe potuto fare piacere avere quella tal cosa...

Se mando un pm per chiedere informazioni mi aspetto una risposta così come farei io.
L'indifferenza non è solo cattiva educazione ma indice di un menefreghismo che non dovrebbe esistere in un ambito, ripeto, che ci accomuna nella medesima passione.

Come ogni ambito umano ci dobbiamo scontrare con le persone che cercano di massimizzare il loro profitto a scapito del prossimo, ma, lo ripeto per l'ennesima volta (stiamo attenti è sempre da condannare questo comportamento anche se sei ci sono in ballo fantastiliardi), nella maggior parte dei casi qui parliamo di cifre modeste o relativamente modeste.
A mio parere se si cerca di fare i furbi, di ingannare il collezionista tuo pari o di non tenerne in considerazione la voce bisognerebbe solo vergognarsi.

Non solo si è fatto un torto al prossimo, ma lo si è fatto per un gioco.

Scusate per lo sfogo/riflessione, ma qualora ce ne fosse bisogno (no purtroppo, non ce n'è) queste situazioni mi fanno fortemente intristire e perdere quella poco fiducia che ho nel prossimo.

 
utdefault
messaggio12 Aug 2022, 19:03
Messaggio #2



Gruppo icone

Gruppo: OldGamer
Messaggi: 468
Iscritto il: 28 December 13
Utente Nr.: 20.235
SO Altro




Crowdhacking che al danno economico lega la perdita di fiducia nel settore. Come quella della valutazione da parte delle case d'aste digitali: tanto quella storica legata ad Ebay sui generi commerciali, quanto quella emblematica collegata a Wata sui retrogiochi.
Neanche il mondo degli NFT ne è immune (come il caso di Frosties), visto che dovrebbero rappresentare un certificato di autenticità che dia garanzia dell'acquisto - valevole, oggigiorno, per far rinascere il mercato dell'usato digitale.

Dati gli inghippi e sempre che non siano frutto di scelte commerciali legati alle proprie disponibilità, per ora, non si può che lodare la scelta della casa distributrice di Return to Mokey Island di voler rilasciare l'imminente gioco solamente in formato digitale.
 
Myloch
messaggio13 Aug 2022, 14:05
Messaggio #3





Gruppo: Gamer
Messaggi: 698
Iscritto il: 23 June 08
Utente Nr.: 13.792
SO WinXP




Domanda spinoff: premettendo la soggettività della cosa, che valutazione del valore pecuniario di un gioco per pc considerate etico e oltre quale cifra no?
Ho visto anche sul topic di ebay che molti qui sono più di manica stretta rispetto a me, meno tolleranti. Per me fino ai 100/150€ per un gioco raro e condizioni eccellenti (difetti risibili) lo accetto, per me ci può stare. All'ingiù spazierei su ogni cifra, a seconda di vari fattori. Da un minimo di 5-10€ (esclusa spedizione) del gioco diffuso, magari edizione edicola/budget oppure in condizioni pessime o senza scatola. Purtroppo le piattaforme di vendita spesso applicano delle tariffe di inserzione o alla vendita che non possono permettere ai venditori di fare cifre troppo basse (i giochi che valgono 2€ e non di più venduti però su Vinted per capirci).

Messaggio modificato da Myloch il 13 Aug 2022, 14:06


--------------------
 
redice
messaggio15 Aug 2022, 19:16
Messaggio #4



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 6.992
Iscritto il: 19 August 10
Utente Nr.: 17.671
BGE Day of the Tentacle
SO WinXP


Direttore (58)


Sai che questa notizia mi era totalmente sfuggita?
Scusa se divago un po dal focus del topic ma mi interessa capire che cosa ha girato negli anni, soprattuto se i falsi sono solo di giochi "semplici" (cioè un foglietto e dischetto, come akalabeth) o anche veri e propri scatolati...

Secondo l'articolo la portata della faccenda è importante, ma non capisco come possa essere durata anni in un gruppo facebook di collezionisti, dove immagino che le comparazioni si potessero fare spesso.


--------------------
Il muto non si fa capire dal lama, il lama non si fa capire dal muto, il muto prova allora con una tromba, il lama invece perde la pazienza e comincia a prenderlo a sassate, il muto scappa e non sa cosa succede, voleva solo dire al lama che era muto, allora perchè il lama ha reagito così? Forse perchè in questa storia manca qualcosa, e questo qualcosa devi dirmelo tu.
 
Ifride
messaggio15 Aug 2022, 19:49
Messaggio #5





Gruppo: Gamer
Messaggi: 133
Iscritto il: 21 May 13
Da: Gravedona ed Uniti
Utente Nr.: 19.902
BGE Super Mario 3, Chrono Trigger, Final Fantasy 6, Monkey Island 2, Zelda Breath of the Wild
SO Altro




Immagino perchè da una parte lui fosse una persona così fidata e di riferimento che magari non veniva neanche in mente che poteva fare cose di questo genere, e in più mettici anche la competenza dovuta al suo lavoro che gli ha permesso di creare dei falsi molto credibili.
 
Alpobemp
messaggio15 Aug 2022, 21:00
Messaggio #6



Gruppo icone

Gruppo: IAGTG Member
Messaggi: 2.638
Iscritto il: 1 June 05
Da: Roma
Utente Nr.: 1.733
SO Altro

OGI Supporter


Spolveratore (2)


Il "lavoro" del falsario è ormai di lunga data; in un paese votato da sempre all'arte, poi, figuriamoci.

Circa le motivazioni, su cui alcuni di voi si dilungano in toni piuttosto indignati, può essere utile ricordare uno dei falsari più emblematici, Icilio Federico Joni, specializzato in tavole di legno di soggetto sacro, che siglava i suoi falsi in un angolino con l'acronimo in caratteri minuscoli "PAICAP".

Esso stesso teorizzava di fare del bene e non del danno al collezionismo e all'arte, autodenunciandosi ed esponendo i propri primi lavori mostrando i tratti caratteristici del proprio lavoro che potevano far distinguere l'autentico dal falso.

E' significativo puntualizzare che l'acronimo PAICAP stava per "Per Andare In Culo Al Prossimo".
Ovviamente, Icilio Federico Joni era toscano.

Ciao,
Alberto


--------------------
 
ltpitt
messaggio18 Aug 2022, 14:07
Messaggio #7





Gruppo: Gamer
Messaggi: 4
Iscritto il: 8 August 22
Utente Nr.: 23.055
SO Altro




CITAZIONE (Ifride @ 10 Aug 2022, 11:11) *
Capisco che il titolo della discussione sia abbastanza "forte" e altisonante ma mi sembrava adeguato per la riflessione, ma anche sfogo che cercherò di spiegare blush.gif

La molla che mi ha fatto riflettere ancora di più di quanto già non avessi fatto in precedenza è questa:
https://multiplayer.it/articoli/lultima-gra...r-computer.html

Notizia ormai abbastanza diffusa a livello mondiale, ed è strano infatti che qui (a meno che non mi sia sfuggita la discussione) non se ne sia parlato.
Per andare al sodo: ma come è possibile che per del vil denaro si possa perdere così tanto una dignità morale nei confronti non solo di altre persone che condividono con noi la stessa passione, ma anche addirittura con amici/amiche?
Ora, nel caso particolare della notizia stiamo parlando di cifre elevate (sempre relativamente), ma il discorso non cambia, l'etica dovrebbe essere sempre il faro di ogni comportamento umano.
Non prendetemi per un ingenuo, anzi, ogni giorno ho la dimostrazione di come l'egoismo delle gente possa portare a infischiarsene di qualsiasi comportamento corretto nei confronti del prossimo, ma qui parliamo di giochi...di oggetti che nella maggior parte dei casi costano relativamente poco.
Eppure...eppure nei vari mercatini o su ebay si riescono a mettere descrizioni di giochi che non rispecchiano la vera condizione dell'oggetto (condizioni top, perfette!! E poi ci sono tagli, graffi, etc... NO, non è relativa la percezione di perfezione o meno che abbiamo rispetto a un oggetto), sparare cifre enormi cercando di aspettare chi ci possa cascare e fare di tutto per raggiungere il proprio obbiettivo anche nei confronti di persone che conosciamo o comunque abbiamo rapporti tranquilli o addirittura di amicizia (virtuale o meno).

Può mai essere questa l'etica di una persona di fronte a cifre così modeste?
Sinceramente nella mia pur modesta vita da collezionista se trovo qualcosa che ho già o non m'interessa il primo pensiero è sempre stato quello di avvertire qualcuno che conoscessi e a cui avrebbe potuto fare piacere avere quella tal cosa...

Se mando un pm per chiedere informazioni mi aspetto una risposta così come farei io.
L'indifferenza non è solo cattiva educazione ma indice di un menefreghismo che non dovrebbe esistere in un ambito, ripeto, che ci accomuna nella medesima passione.

Come ogni ambito umano ci dobbiamo scontrare con le persone che cercano di massimizzare il loro profitto a scapito del prossimo, ma, lo ripeto per l'ennesima volta (stiamo attenti è sempre da condannare questo comportamento anche se sei ci sono in ballo fantastiliardi), nella maggior parte dei casi qui parliamo di cifre modeste o relativamente modeste.
A mio parere se si cerca di fare i furbi, di ingannare il collezionista tuo pari o di non tenerne in considerazione la voce bisognerebbe solo vergognarsi.

Non solo si è fatto un torto al prossimo, ma lo si è fatto per un gioco.

Scusate per lo sfogo/riflessione, ma qualora ce ne fosse bisogno (no purtroppo, non ce n'è) queste situazioni mi fanno fortemente intristire e perdere quella poco fiducia che ho nel prossimo.


Il tema e' scottante ed interessante.
A mio avviso i falsi e le riproduzioni sono vecchi quanto l'uomo...
Impossibile pensare di salvarsi da questi orrori: io li considero parte stessa del viaggio.
Certo mi fa comunque inorridire vedere - controllavo ultimamente - persone vendere adventure games come originali (e a prezzi paragonabili) quando non si sono presi neanche la briga di mettere nella scatola 3 floppy dello stesso colore ed i manuali sono costituiti da fotocopie di qualita' orripilante.

Sta ai veri amatori educarsi ed educare, tenere la guardia alta ed amare il bello (non parlo d'arte altrimenti si scatena quasi sicuramente un flame biggrin2a.gif).
Altro discorso, a mio avviso, e' per una riproduzione.
Una riproduzione (che ha secondo me senso principalmente a livello artigianale, come lettera d'amore all'originale purtroppo ormai scomparso o con costi irraggiungibili), se mostrata come tale ha una sua piccola dignita' e rappresenta un viaggio che puo' essere a suo modo e nella sua modestia interessante.

Vendere una riproduzione e' gia' per lo meno discutibile, venderla come originale e' anatema.

Se poi la tua domanda e' piu' relativa al come si possa essere cosi' disonesti e malvagi...
Purtroppo l'umanita' ha fatto anche molto di peggio :(
 
Ifride
messaggio20 Aug 2022, 10:40
Messaggio #8





Gruppo: Gamer
Messaggi: 133
Iscritto il: 21 May 13
Da: Gravedona ed Uniti
Utente Nr.: 19.902
BGE Super Mario 3, Chrono Trigger, Final Fantasy 6, Monkey Island 2, Zelda Breath of the Wild
SO Altro




CITAZIONE (ltpitt @ 18 Aug 2022, 15:07) *
Se poi la tua domanda e' piu' relativa al come si possa essere cosi' disonesti e malvagi...
Purtroppo l'umanita' ha fatto anche molto di peggio :(


Quello di cui mi sorprendo (nel post ho detto che non mi illudo della meschinità insita in molti comportamenti) è che si possono avere questi atteggiamenti per un correspettivo di poche centinaia di euro nella maggior parte dei casi. Cioè, bisogna essere proprio bassa morale per farlo per così poco.
 
Gharlic
messaggio23 Aug 2022, 09:42
Messaggio #9


Il Grafobrancio
Gruppo icone

Gruppo: UST Member
Messaggi: 6.690
Iscritto il: 11 February 03
Utente Nr.: 2.151
SO Win2000


Archeologo professionista (50)


La cosa che sorprende (o dovrebbe o avrebbe dovuto sorprendere, e sì, è facile dirlo ex post) è che il personaggio avesse questa disponibilità di titoli che in genere sono rarissimi oltre ogni immaginazione. Comprendo il fenomeno di qualche tempo fa che vide, a seguito della crescente domanda di edizioni originali di retrogames, spuntare come sparuti funghetti titoli fino a quel momento visti con cadenza da cometa di Halley. Di fatti, mi sembra sia questa la situazione odierna, passato lo "svuotacantine" adesso siamo di nuovo in condizioni di stasi. Non si trova più 'na cippa (di titoli meno blasonati, soprattutto).

Andando Off-Topic, di recente ho preso l'abitudine di fare un salto in tutti i Gamestop che trovo girando per l'Italia. Vado sempre a vedere la sezione PC: 10 titoli, praticamente inesistente. Mi ha provocato questa riflessione: con l'avvento del Digital Delivery, di cui il mondo videogame per PC si è molto avvantaggiato, si è verificata l'estinzione dell'edizione retail. In pratica non esiste più. L'"epoca retail" che va dalle zip-lock bag ai DVD case è allora ben delimitata e circoscritta, via via viene storicizzata e sta assumendo valore storico/popolare sempre crescente come l'epoca dei vinili. Il PC peraltro è l'unico superstite della gloriosa epoca dell'home computer.
Collezionismo e fenomeno Abandonware prima, Digital Delivery adesso hanno permesso al videogame di non perdersi nella memoria. Questo per dire che l'attenzione di cui gode in questo momento storico il retrogame o retrocomputing non l'ho mai vista in precedenza.

Vedo personaggi in rete che spazzolano via tutto ciò che trovano, comprando quintali e quintali di retro-roba. E anche questo lo trovo poco etico. Ma è sicuramente figlio di questa mania che sta facendo pulizia delle copie rimaste in circolazione di tutto e che per anni lascerà a secco i collezionisti meno fortunati... questa gente ci lavora col retrogame.



--------------------

«Io ritengo, senza ombra di dubbio, che l'UST sia il miglior gruppo di traduzioni amatoriali che l'Italia abbia avuto negli ultimi 150 anni.» S.B.
 
ander2712
messaggio23 Aug 2022, 12:00
Messaggio #10



Gruppo icone

Gruppo: OGI Museum
Messaggi: 304
Iscritto il: 4 December 15
Da: Tuscany
Utente Nr.: 20.992
BGE Cool Croc Twins
Playing Prince of Persia
SO DOS




CITAZIONE (Gharlic @ 23 Aug 2022, 09:42) *
[...]
Vedo personaggi in rete che spazzolano via tutto ciò che trovano, comprando quintali e quintali di retro-roba. E anche questo lo trovo poco etico. Ma è sicuramente figlio di questa mania che sta facendo pulizia delle copie rimaste in circolazione di tutto e che per anni lascerà a secco i collezionisti meno fortunati... questa gente ci lavora col retrogame.


Esatto, contribuisce anche la forbice ricchi-poveri che si è aperta ulteriormente in questi ultimi due anni: i collezionisti veri (quelli "sentimentali" intendo e non solo quelli che hanno soldi da buttar via) farebbe meglio a tenersi stretti i titoli old2.gif


--------------------
 
Gharlic
messaggio23 Aug 2022, 13:26
Messaggio #11


Il Grafobrancio
Gruppo icone

Gruppo: UST Member
Messaggi: 6.690
Iscritto il: 11 February 03
Utente Nr.: 2.151
SO Win2000


Archeologo professionista (50)


Contribuisce anche il fatto che un'avventura serie bianca della CTO la trovi a 50€ (vabè, soliti discorsi fatti mille volte ormai).

Ciao Ander!!! biggrin2a.gif


--------------------

«Io ritengo, senza ombra di dubbio, che l'UST sia il miglior gruppo di traduzioni amatoriali che l'Italia abbia avuto negli ultimi 150 anni.» S.B.
 

Reply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

Modalità di visualizzazione: Normale · Passa a: Lineare · Passa a: Outline


Versione Lo-Fi Oggi è il: 2nd October 2022 - 10:14