Aiuto - Cerca - Utenti - Calendario
Versione completa: La Nonciclopedia
OldGamesItalia > OGI World > Bassifondi > World Wide Web
Tsam
Ecco la risorsa definitiva per la cultura italiana..e indovina chi l'ha creata???

http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Pagina_principale


ciao
tsam
iNiorante
Strano ero convinto di averla creata io. scratch.gif
Ma meglio non contraddire zio Chuck mecry.gif
Ciao wave.gif
Andrea
Tsam
Tutto nacque da qui..
http://uncyclopedia.org/wiki/Main_Page

ciao
tsam
TheRuler
Da un paio di giorni il sito ha chiuso.

Grazie di tutto, Sig. Rossi.


CITAZIONE
Di Vasco Rossi alla scoperta del web si parlava molto ultimamente: tutto merito del suo profilo ufficiale su Facebook, che il Blasco nazionale ha recentemente iniziato ad utilizzare come un verio diario. Le sue note "senza filtro" e i "clippini" sono diventati un cult per i suoi 2 milioni di fan.

Ma il mito di Vasco eroe della rete rischia di avere una battuta d'arresto, perché è notizia di oggi che Nonciclopedia chiude, proprio per colpa del cantante. Nonciclopedia è un sito satirico impostato sulla falsariga di Wikipedia: dunque tantissime voci, scritte a più mani, caratterizzate da uno stile assolutamente dissacrante.

Migliaia e migliaia di pagine dove praticamente ogni personaggio noto viene sbeffeggiato. Satira appunto, con una comicità più o meno riuscita ma assolutamente chiara nel suo intento scherzoso. Chi non l'ha presa a ridere è per l'appunto Vasco: i suoi legali avrebbero contattato (nel 2010) i responsabili del sito chiedendo la rimozione della pagina dedicata al cantante "poiché gravemente diffamatoria".

Secondo la ricostruzione fatta dai responsabili del sito, "Nonciclopedia risponde all'avvocato, spiegandogli brevemente cos'è Nonciclopedia, che non è in grado di fornire i dati degli utenti, mostrandosi infine disponibile a eliminare dalla pagina le parti diffamatorie che saranno indicate dallo stesso avvocato, come già successo in passato con altri personaggi che hanno segnalato la loro pagina".

Da quel momento, degli avvocati di Vasco nessuna traccia. Ma gli amministratori del sito sono stati convocati un paio di volte dalla polizia postale. Tanto è bastato per prendere la decisione di chiudere uno spazio libero di satira che stava diventando troppo complicato da gestire: "A seguito di questi fatti, gli amministratori hanno deciso di chiudere il sito a tempo indeterminato. Ringraziamo tutti coloro che hanno contribuito a questo meraviglioso e speciale sito, ma ancora di più ringraziamo tutti i nostri lettori per averci dedicato anche un solo minuto. Nonciclopedia chiude".

In attesa di capire come si svilupperà la faccenda, c'è da notare come gli amministratori del sito non perdano il sorriso e raccontino così i fatti: "Probabilmente si terrà un processo, al termine del quale quel brufoloso ragazzino quindicenne che ha scritto la pagina dopo essere stato picchiato dai suoi compagni di classe, adesso dovrà anche pagare gli alimenti al nullatenente Vasco Rossi".

Aggiornamento ore 15.00 - Sulla pagina ufficiale di Vasco Rossi interviene Tania Sachs dell'ufficio stampa del cantante, che spiega: "Nel febbraio 2010, abbiamo sporto querela per diffamazione nei confronti del sito Nonciclopedia che degli insulti contro Vasco Rossi aveva fatto la sua bandiera. Insulti quotidiani e gratuiti, insulti a tempo perso e senza alcun motivo". La Sachs spiega che "il magistrato in questi giorni ha riscontrato che gli elementi di reato per diffamazione esistono tutti e lo ha comunicato alle parti". E ancora: "Vasco non ha mai chiesto la chiusura del sito, ha molto semplicemente chiesto al suo avvocato di difenderlo in sede giudiziaria dalla diffamazione, persistente". Chiude l'ufficio stampa del Blasco: "Difendersi dagli insulti che piovono in maniera gratuita e non si sa per quale motivo, non è solo lecito, E' DOVEROSO: libertà di stampa non è libertà di offendere".


fonte.


non per innescare una polemica, ma secondo lui, puo' essere presa seriamente nonciclopedia? Che ci fossero cose offensive e' fuori discussione (e io una idea sul perche' e' stata realmente chiusa me la sono fatta), ma li' si offendeva TUTTO.
Quindi quando tutti sono offesi, nessuno e' offeso.

"Quando tutti saranno supereroi, nessuno lo sara' piu'..."
Sindrome.
Mnmric
Vabbè Vasco si professava dappertutto Profeta della libertà di parola.

Ergo: è un cazzaro (neanche fosse l'unico...), e pure parecchio rosicone.
Gharlic
Che a dirla tutta, quella pagina dedicata a vasco rossi era stata cancellata già da un pezzo. Che senso ha far chiudere tutto un sito? Questi vecchiacci maledetti sono davvero malati di mente.

EDIT: alla fine Nonciclopedia riaprirà, ma tutta questa storia rappresenta un brutto precedente.
TheRuler
Trovo pero' corretto chiudere tutto piuttosto che cancellare la sola pagina di Rossi (che e' quello che aveva poi chiesto lui). Anche se ci rimettono tutti i lettori.
Si puo' fare satira pesante su tutti TRANNE che su di lui. Ma chi si crede di essere?
Gharlic
Sono d'accordo con te. Questo non fa che giocare a sfavore della popstar di Zocca. Riporto l'appropriato tweet della Mannoia:
CITAZIONE
Gli artisti molto amati, come bambini viziati abituati all'adulazione, mal sopportano lo sberleffo. Brutto segno di debolezza!!!!

Grifen
CITAZIONE (TheRuler @ 4 Oct 2011, 16:36) *
Trovo pero' corretto chiudere tutto piuttosto che cancellare la sola pagina di Rossi (che e' quello che aveva poi chiesto lui). Anche se ci rimettono tutti i lettori.
Si puo' fare satira pesante su tutti TRANNE che su di lui. Ma chi si crede di essere?


Dico solo:

:/

Comunque la chiusura di Nonciclopedia dovrebbe essere temporanea, ma è abbastanza per fare da buona ripicca per la questione. E sembra stia essendo abbastanza efficacie.
TheRuler
praticamnete è stata chiusa 24 ore...


CITAZIONE
Nonciclopedia riapre i battenti

Cari lettori,

Ringraziandovi per il caloroso sostegno, vogliamo innanzitutto chiarire che ci dissociamo dalla violenza con cui il web ha reagito alla nostra decisione di oscurare il sito. Il nostro intento non è mai stato quello di incitare l'utenza contro Vasco, quanto quello di informarla dei fatti avvenuti.

Ci scusiamo se i contenuti della pagina di Vasco Rossi siano sembrati diffamatori, ma non c'è mai stata l'intenzione di offendere il cantante. Aggiungiamo che non abbiamo responsabilità su alcuni stralci della pagina di Vasco Rossi che circolano in rete (e che sono stati diffusi da alcuni TG) poiché non corretti, in quanto non sono mai stati presenti sul nostro sito.

Da entrambe le parti c'è una volontà di garantire umorismo di qualità, pertanto non escludiamo la possibilità futura che un giorno su Nonciclopedia tornerà ad esistere un articolo su Vasco Rossi che faccia ridere tutti quanti.
Tania Sachs, la portavoce ufficiale del rocker, ha assicurato che ritirerà la querela contro Nonciclopedia.



e la pagina di Fiasco Rossi è sparita...
ma per piacere. Hanno fatto proprio quello che ho sperato non facessero: piegarsi davanti ad un avvocato.
Gharlic
Epic Fail.
Scuotivento.it
CITAZIONE (TheRuler @ 4 Oct 2011, 21:21) *
ma per piacere. Hanno fatto proprio quello che ho sperato non facessero: piegarsi davanti ad un avvocato.


visto l'andazzo tra un po' non serve più nemmeno l'avvocato...

Andate a leggervi su wikipedia il rischio che correranno i siti web se dovesse passare il DDL intercettazioni nella attuale stesura..

http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Com..._4_ottobre_2011


Cara lettrice, caro lettore,
in queste ore Wikipedia in lingua italiana rischia di non poter più continuare a fornire quel servizio che nel corso degli anni ti è stato utile e che adesso, come al solito, stavi cercando. La pagina che volevi leggere esiste ed è solo nascosta, ma c'è il rischio che fra poco si sia costretti a cancellarla davvero.

Negli ultimi 10 anni, Wikipedia è entrata a far parte delle abitudini di milioni di utenti della Rete in cerca di un sapere neutrale, gratuito e soprattutto libero. Una nuova e immensa enciclopedia multilingue, che può essere consultata in qualunque momento senza spendere nulla.
Oggi, purtroppo, i pilastri di questo progetto — neutralità, libertà e verificabilità dei suoi contenuti — rischiano di essere fortemente compromessi dal comma 29 del cosiddetto DDL intercettazioni.
Tale proposta di riforma legislativa, che il Parlamento italiano sta discutendo in questi giorni, prevede, tra le altre cose, anche l'obbligo per tutti i siti web di pubblicare, entro 48 ore dalla richiesta e senza alcun commento, una rettifica su qualsiasi contenuto che il richiedente giudichi lesivo della propria immagine.
Purtroppo, la valutazione della "lesività" di detti contenuti non viene rimessa a un Giudice terzo e imparziale, ma unicamente all'opinione del soggetto che si presume danneggiato.
Quindi, in base al comma 29, chiunque si sentirà offeso da un contenuto presente su un blog, su una testata giornalistica on-line e, molto probabilmente, anche qui su Wikipedia, potrà arrogarsi il diritto — indipendentemente dalla veridicità delle informazioni ritenute offensive — di chiederne non solo la rimozione, ma anche la sostituzione con una sua "rettifica", volta a contraddire e smentire detti contenuti, anche a dispetto delle fonti presenti.
In questi anni, gli utenti di Wikipedia (ricordiamo ancora una volta che Wikipedia non ha una redazione) sono sempre stati disponibili a discutere e nel caso a correggere, ove verificato in base a fonti terze, ogni contenuto ritenuto lesivo del buon nome di chicchessia; tutto ciò senza che venissero mai meno le prerogative di neutralità e indipendenza del Progetto. Nei rarissimi casi in cui non è stato possibile trovare una soluzione, l'intera pagina è stata rimossa.

L'obbligo di pubblicare fra i nostri contenuti le smentite previste dal comma 29, senza poter addirittura entrare nel merito delle stesse e a prescindere da qualsiasi verifica, costituisce per Wikipedia una inaccettabile limitazione della propria libertà e indipendenza: tale limitazione snatura i principi alla base dell'Enciclopedia libera e ne paralizza la modalità orizzontale di accesso e contributo, ponendo di fatto fine alla sua esistenza come l'abbiamo conosciuta fino a oggi.
Sia ben chiaro: nessuno di noi vuole mettere in discussione le tutele poste a salvaguardia della reputazione, dell'onore e dell'immagine di ognuno. Si ricorda, tuttavia, che ogni cittadino italiano è già tutelato in tal senso dall'articolo 595 del codice penale, che punisce il reato di diffamazione.
Con questo comunicato, vogliamo mettere in guardia i lettori dai rischi che discendono dal lasciare all'arbitrio dei singoli la tutela della propria immagine e del proprio decoro invadendo la sfera di legittimi interessi altrui. In tali condizioni, gli utenti della Rete sarebbero indotti a smettere di occuparsi di determinati argomenti o personaggi, anche solo per "non avere problemi".
Vogliamo poter continuare a mantenere un'enciclopedia libera e aperta a tutti. La nostra voce è anche la tua voce: Wikipedia è già neutrale, perché neutralizzarla?
Gli utenti di Wikipedia


Il Disegno di legge - Norme in materia di intercettazioni telefoniche etc., p. 24, alla lettera a) recita:
«Per i siti informatici, ivi compresi i giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica, le dichiarazioni o le rettifiche sono pubblicate, entro quarantotto ore dalla richiesta, con le stesse caratteristiche grafiche, la stessa metodologia di accesso al sito e la stessa visibilità della notizia cui si riferiscono.»

Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo
Articolo 27
«Ogni individuo ha diritto di prendere parte liberamente alla vita culturale della comunità, di godere delle arti e di partecipare al progresso scientifico e ai suoi benefici.
Ogni individuo ha diritto alla protezione degli interessi morali e materiali derivanti da ogni produzione scientifica, letteraria e artistica di cui egli sia autore.»


Tsam
Io ho il minimo sospetto che sia tutta una trovata pubblicitaria..mi sbaglierò...
TheRuler
CITAZIONE (Tsam @ 4 Oct 2011, 23:20) *
Io ho il minimo sospetto che sia tutta una trovata pubblicitaria..mi sbaglierò...



Magari lo fosse, tsam. Magari.
Tsam
Dico così per quello che ho letto in giro per la rete.. partendo da nonciclepedia a scendere.

Sono molto più preoccupato per la questione wikipedia.. ciao
tsam
Scuotivento.it
La buona notizia è che Vasco Rossi ha ritirato a denuncia e dalle pagine di http://nonciclopedia.wikia.com possiamo leggere il comunicato in cui il sito annuncia la riapertura.

CITAZIONE
Nonciclopedia riapre i battenti
Cari lettori,
Ringraziandovi per il caloroso sostegno, vogliamo innanzitutto chiarire che ci dissociamo dalla violenza con cui il web ha reagito alla nostra decisione di oscurare il sito. Il nostro intento non è mai stato quello di incitare l'utenza contro Vasco, quanto quello di informarla dei fatti avvenuti.
Ci scusiamo se i contenuti della pagina di Vasco Rossi siano sembrati diffamatori, ma non c'è mai stata l'intenzione di offendere il cantante. Aggiungiamo che non abbiamo responsabilità su alcuni stralci della pagina di Vasco Rossi che circolano in rete (e che sono stati diffusi da alcuni TG) poiché non corretti, in quanto non sono mai stati presenti sul nostro sito.
Da entrambe le parti c'è una volontà di garantire umorismo di qualità, pertanto non escludiamo la possibilità futura che un giorno su Nonciclopedia tornerà ad esistere un articolo su Vasco Rossi che faccia ridere tutti quanti.
Tania Sachs, la portavoce ufficiale del rocker, ha assicurato che ritirerà la querela contro Nonciclopedia.


Alla fine la pagina relativa a Vasco Rossi rimane cancellata..
CITAZIONE
14:19, set 1, 2011 Pfenner (Discussione | contributi) ha calciorotato "Vasco Rossi" ‎ (Pagina eliminata poiché risulta offensiva nei confronti di Vasco Rossi.)


Da notare il modo in cui nel suo inconfondibile stile nonciclopedia parla della autocensura di protesta di wikipedia. smilies3.gif

Internet - Wikipedia, la sorella diversamente culturale di Nonciclopedia, oggi ha deciso di chiudere per ferie per protestare contro la Legge bavaglio che, stando a quanto scrivono i puzzoni comunistacci, rischia di mettere un gigantesco dildo rosa nell'ano a tutti i liberi contributori del world wide web. Atteggiamento condivisibile, se non fosse per il fatto che plagia in modo plateale lo sciopero appena concluso da Nonciclopedia! Ed è subito scontro!
"Cara lettrice, caro lettore", inizia così la lunga e noiosissima lettera che si presenta in tutte le pagine del sito (chi ha fatto il copia e incolla sulle centinaia di migliaia di pagine doveva avere proprio un bel po' di tempo libero, non credete?) e che illustra nel dettaglio con disegnini e battute alla Pippo Franco il famigerato Comma 29 del nuovo DDL Intercettazioni. Ma questo incipit non vi ricorda forse qualcosa? Certo: è la copia spudorata dell'incipit del nostro comunicato. Ma come fa notare un nostro assiduo lettore, l'onorevole Capezzone, il plagio non si limita a questo.
"È il metodo terroristico adottato da Wikipedia" si è espresso il simpaticissimo politico "a ricalcare fedelmente l'azione intrapresa nei giorni scorsi dai nonciclopediani. Il DDL non ha mai chiesto la chiusura completa del sito, ma solo la rimozione di una singola pagina... alla volta. Del resto, vista la mole di contributi, sarebbe impossibile chiedere lo smantellamento completo di Wikipedia in quattro e quattrordici."
Dato il palese plagio, Nonciclopedia è subita ricorsa alle vie legali per far rimuovere il blocco della sorella sgorbia e far ritornare così l'equilibrio naturale tra le due testate. "È nostro parere che il vero motivo del blocco è da ricercare nell'invidia che da sempre gli amministratori di Wikipedia nutrono nei nostri confronti." ha commentato il consiglio direttivo di Nonciclopedia durante l'annuale sabba satanico nella villa di Arcore "Invidia che è esplosa nel momento in cui il nostro amato sito ha fatto il suo debutto ufficiale su Studio Aperto. Non osiamo immaginare cosa faranno quando verranno a sapere da dove arrivano le notizie che legge ogni sera Emilio Fede."
Una nuova sfida quindi per il sito più amato dai detrattori del rock italiano, che sicuramente porterà all'ennesima vittoria sulle forze del male che popolano la rete.
Scuotivento.it
Vasco rilancia dalla sua pagina facebook:
CITAZIONE
andatevela a vedere, prima di parlare, questa nonciclopedia! e piantatela di fare commenti superficiali senza conoscere direttamente quello di cui parlate! non sopporto i pressapochismi! Nonciclopedia E' una idea "stupida volgare vergognosa ignorante e ipocrita"! Non si può scrivere che Anna Frank se l'è voluta perchè ebrea!! questa non è ironia! questa è porcheria da due soldi volgare e vergognosa! ....altro ke ridere


A supporto della sua tesi pubblica in seguito un riferimento alla pagina di Pietro Taricone e in cui compare una foto in cui si vedono un carabiniere e un vigile del fuoco che guardano sotto un lenzuolo bianco disteso su un prato
CITAZIONE
E questo è ciò che scrivono sulla morte:
l 28 giugno 2010, dopo 10 anni di nulla, Pietro torna a far parlare di sé: si getta da un aereo con lo zaino degli snack al posto del paracadute, convinto del fatto che i suoi muscoli l'avrebbero aiutato a spiccare il volo. Si pensa l'abbia fatto di proposito per riemergere dal dimenticatoio o per imitare il suo super-eroe preferito Capitan Mutanda, ma queste sono solo ipotesi. L'unica cosa certa è il nome della Red Bull, scritto sul libro degli indagati, accusata di non avergli messo le ali. D'altronde si sa, i muscoli non servono a volare. Sospetti anche sulla stessa polizia, secondo molti colpevole di non aver arrestato la caduta del povero Pietro. Comunque, nella sua biografia ufficiale, uscita ad un anno quarto d'ora di distanza dal tragico evento, sulle cause della morte si afferma che "quasi con certezza sembra che sia caduto dalle nuvole".
Pietro lascia una figlia e una moglie bellissima, ma non vi preoccupate per lei, le ho già chiesto di uscire con me il giorno dopo.
- Lei: “Ma domani c'è il funerale!”
- Io: “Lascia perdere, tanto nemmeno lui verrà al tuo!”
La prematura scomparsa di Pietro Taricone lascia un vuoto incolmabile: come farà adesso Studio Aperto a riempire i servizi d'apertura?


Di sicuro possiamo parlare di cattivo gusto in alcuni articoli su Nonciclopedia. Ma è giusto limitare la satira? E ammettendo che sia giusto chi ha il diritto di stabilire su cosa si possa scherzare o su cosa no? E tutto il casino che ha scatenato Vasco non avrà solo fatto aumentare la visibilità di Nonciclopedia che lui stesso definisce "un idea stupida volgare vergognosa ignorante e ipocrita"?
TheRuler
CITAZIONE (Scuotivento.it @ 10 Oct 2011, 13:58) *
E tutto il casino che ha scatenato Vasco non avrà solo fatto aumentare la visibilità di Nonciclopedia che lui stesso definisce "un idea stupida volgare vergognosa ignorante e ipocrita"?


Garantito.


In un paese civile, la satira e' sacrosanta. Per difendersi da una satira soggettivamente o anche oggettivamente troppo spinta esistono due armi legali che si chiamano Querela e Denuncia.
Gharlic
Io trovo che la musica di Vasco sia stupida, volgare, vergognosa, ignorante e ipocrita. Bada un po'. E lo dico anche da prima che Nonciclopedia aprisse i battenti.
TheRuler
Perfetto. adesso gli avvocati del signor Rossi chiuderanno anche ogi.
Gharlic
Scioperiamo? biggrin2a.gif
TheRuler
CITAZIONE (Gharlic @ 10 Oct 2011, 20:20) *
Scioperiamo? biggrin2a.gif


A ciccio! ecchessei dei COBAS?! tiri il sasso e proponi lo sciopero?!?!





















così mi piaci. Vai Gharlic. SMARGIASSO!



Yak
Io la musica di Vasco la vedo come apologia di reato.

E' pur vero che egli stesso oggi giorno è diventanto un tale rincoglionito da rappresentare un deterrente vivente al consumo prolungato di droghe.

I contesti son tutti.

Se io chiamo una mia ipotetica compagna , col sorriso in faccia, "Brutta Vacca!" poichè c'è intesa e sa benissimo che scherzo, lei non si arrabbia. E' cosa ben diversa dal farlo "SERIAMENTE" in un contesto diverso, dove si presume si debbano usare altri toni.

Nonciclopedia è un contesto ben preciso. Scorretto. Dove si sa benissimo che NON si è seri. Se non apprezzi l'ironia e il sarcasmo, anche quando è facile non è il sarcasmo in se che è problematico, sei tu.

Se io vado su un sito porno, non mi posso lamentare che ci sono donne nude che scopano.

Se vado su nonciclopedia e ci sono scritte cazzate immani, scorrette e, perchè no, anche volgari (nel senso che sfruttano argomenti facili) , non deve essere un problema, perchè si capisce molto bene che genere di portale sia.

Questo tipo di atteggiamenti sono quelli delle persone ottuse e bigotte (o in mala fede) che non concepiscono e accettano alcuni fenomeni e vogliono cancellarli.

Un po' come chi non accetta l'omosessualità e vorrebbe eradicarla. E' lo stesso concetto, non sopporto qualcosa, deve sparire.

Se io vado in parlamento e si parla di figame e troiume, allora si, li è un problema perchè si presuma che in quel contesto di debba parlare d'altro.
TheRuler
quando il contesto è tutto:

CITAZIONE (Yak @ 10 Oct 2011, 20:24) *
Se io chiamo una mia ipotetica compagna , col sorriso in faccia, "Brutta Vacca!"



Sei il mio idolo, Yak. ;-)


Yak
Ti odio Rullo, riesci a smontarmi il pathos, maledettooooo n7.gif

biggrin2a.gif biggrin2a.gif biggrin2a.gif

Comunque, cose serie a parte, in almeno due occasioni mi è capitato di dover perdere ore a spiegare senso ed intenzioni di un'esclamazione spiritosa e maliziosa divenuta poi infelice.

Il problema è che le donne, pure quelle intelligenti, il sarcasmo, l'ironia e il sense of humor non li hanno sempre pronti... noi insuperabili cazzari invece si, riusciamo a ridere sulle minchiate anche se un attimo prima eravamo incazzati come coccodrilli in svizzera... solo che, personalmente, a volte mi dimentico che non son tutti come me e...sorgono...problemi.

P.S il fatto che in un post si e uno no , scrivo sgrammaticato come un dislessico mi spaventa...
TheRuler
Ti capisco, Yak. Posso affermare che a me in ben più di due occasioni ho dovuto dare fondo alla mia abilità nella disciplina olimpionica matrimoniale del Mirror climbing. Ore per spiegare una vaccata mi hanno costretto ad imparare la seconda più importante disciplina, quella del Tongue Biting.


HAi toccato un fiume di argomenti interessanti, Yak. E mi trovi completamente in accordo.
Scuotivento.it
Continua la polemica contro nonciclopedia. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la sequenza di battute sulla pagina di Marco Simoncelli (attualmente oscurata).
Le più criticate sono state “Ennesima caduta per Marco Simoncelli. Ma ha promesso che è l’ultima” e Valentino Rossi dopo l’incidente di Sepang si fa coraggio: “È dura ma bisogna passarci sopra”.

Come era prevedibile, vista anche la tempistica delle battute che compaiono a pochi giorni dalla morte di un ragazzo così amato, non sono mancate le critiche verso il sito in questione.
Dalla sua pagina Facebook Vasco richiama le qli interventi di Fiorello e Facchinetti e annuncia interventi legali.

CITAZIONE
I furbetti brufolosi ragazzi non sanno di avere trovato un vero nemico che ha solo tempo e denaro da spendere per andare fino in fondo a questa faccenda. Se è satira o diffamazione lo deciderà un tribunale. dopodichè i danni che chiederò (da devolvere in beneficenza) saranno molto alti. perchè i ragazzi(di nocupedia sono arroganti e perseveranti... nell'errore. qualcuno deve fermarli.

(si tratta solo di accettare di cambiare sottotitolo alla piattaforma!)


TOGLIERE SATIRA E METTERE VOMITO TOGLIERE IRONIA E METTERE ESISTENZIALE


CITAZIONE
BENVENUTI a Fiorello e Facchinetti sulla sponda giusta! LEcco i pensieri di FIORELLO e FRANCESCO FACCHINETTI su quel sito la, quello "ironico"...
FIORELLO: «Mi piacerebbe molto vedere la faccia del vigliacco di nonciclopedia , che ha digitato quella battuta infame. Metti la foto! merda! E chi ha parlato di chiusura! Saro ' libero di insultarli??? O no!!!».
Francesco Facchinetti: «#nonciclopediamerda. #Vasco aveva ragione e gli siamo andati tutti contro. L'infame che ha scritto quella cosa sul #SIC dov'è? #nonciclopediadimerda punto e basta, niente scuse. Se hai un sito come quello, devi controllare i contenuti. Ragazzi devo andare a letto, fate in modo che quello schifo venga tolto da #nonciclopediadimerda, non so come ma facciamolo. Grazie di cuore»......FINALMENTE ARRIVANO ANCHE GLI ALTRI sulla sponda ...scomoda
!!


Ora sinceramente pur condividendo le parole di Fiorello, mi chiedo quali siano le effettive responsabilità dei gestori considerando che gli interventi non sono scritti da una redazione, ma da singoli utenti.
Yak
Dj Francesco non ha abbastanza neuroni per poter discernere l'uso delle parole in italiano.

A vasco si sta sciogliendo il cervelletto, che è l'ultima parte di sistema nervoso che gli rimane, non commento nemmeno.

Bello l'intervento di fiorello invece.

Che poi a me sta vicenda di "SIC" (o di chiunque di famoso che muore ultimamente) ha veramente rotto i coglioni.

Il Buonismo mi da la nausea. TUtti a piangere, a dire che era un grande, chi ha usato (anche giornali) il termine "EROE", manco fosse il fratello. E' morto un ragazzo di 24 anni qua..tragedia di la..

Oh, è morto in un incidente un PROFESSIONISTA del motociclismo, che lo faceva per fama, soldi e passione.
Sfreccia 300 all'ora su un guscio di metallo... non è bello che la gente muoia ma credo conoscesse bene i rischi. A Momenti dopo Santo Steve Jobs fanno Beato Sic.
TheRuler


E Tomizawa che e' morto qualche mese fa? non mi pare abbia avuto lo stesso trattamento.
A me pare uno scenario molto simile a quando morirono Senna e Ratzembergher.

Tutti i morti sono uguali. punto.

Non puoi indignarti perche' prendono in giro Simoncelli solo perche' lo senti piu' vicino e non indignarti perche' definiscono Auschwitz un parco a tema.
Sono d'accordo anche io con Fiorello, ma il concetto di nonciclopedia si basa su quello di wiki. Mi piacerebbe avere davanti il personaggio che scrive su nonciclopedia, ma solo per chiedergli come gli e' venuto in mente di scrivere certe cose, e non sarebbe una domanda retorica. Vorrei proprio saperlo.

Uno sa cosa trova se va su nonciclopedia; non ci vada, se so che Minzolino dice pu**anate, non lo guardo, se non mi piaccioni i Vanzina, non li guardo, se penso che Libero sia l'equivalente di una pila di carta straccia, non lo compero! Non per questo pero' chi scrive o dice cose su quei media e' esonerato dalle proprie responsabilita'!
Con questo voglio dire che tutto quello che si dice intorno a questi argomenti (il mio post compreso) e' solo fuffa.
Chi ha sbagliato paghera'.
Gharlic
D'accordissimo con voi. Io tra l'altro su fb leggevo i commenti sotto la battuta. Erano del tipo:"sulla morte non si scherza, speriamo che la mamma di quello che ha scritto quella roba venga stuprata a sangue..." ecc. ecc.. Ora, se Vasco ha trovato la sua nuova ragione di vita in distruggere Nonciclopedia anziché nell'attesa di un nipotino, beh, la scelta è sua. Però io in tutto questo vedo una grossa violenza e non perché difenda a spada tratta Nonciclopedia (che è un immondezzaio per molti versi al pari dei filmini del Blasco), ma solamente perché Simoncelli era un ragazzo di 24 anni a lavoro. Il fatto che sia morto "inseguendo il suo sogno", e che lo si rimarchi a ingigantire il vuoto che lascia, non solo in chi lo conosce, né negli sportivi (di striscio), ma in tutta l'umanità, la dice lunga sulla deformazione della realtà che tale evento riesce a provocare negli idioti; come a dire che se uno muore "non inseguendo il proprio sogno" vale meno/fa meno pena. Chi entra in una cisterna e ne muore soffocato è sicuramente prima di tutto un coglione, "non aveva a entrarci" immagino molti a dirlo, e soltanto dopo un padre di famiglia. E ancora: io continuo a non capire perché, ammesso che la vita sia un valore, per chi lo professa, molte vite valgono di più di altre o tutte non hanno lo stesso valore.
Quando Spinoza scrisse "In Niger muore un bambino ogni quattro secondi. Del resto si sa che i negri hanno il ritmo nel sangue" molti si scandalizzarono, ma il sig. Vasco se ne rimase zitto zitto. Muore Simoncelli: un solo individuo, si fa una battutaccia simile e vien giù il mondo. Non mi piace questo modo di imporre la giustizia. Non sono mai riuscito a tollerarlo. Parlare allo stomaco delle persone sta alla base di tutti i fascismi.
Il vero tizio fuori posto qua è solo quello che si incazza e mette mano agli avvocati. Poi, ovviamente la battuta di Nonci era pesante e anche loro c'hanno ricamato troppo sopra.
Capo
Libertà, sempre.
Scuotivento.it
CITAZIONE (Gharlic @ 25 Oct 2011, 17:00) *
Il fatto che sia morto "inseguendo il suo sogno", e che lo si rimarchi a ingigantire il vuoto che lascia, non solo in chi lo conosce, né negli sportivi (di striscio), ma in tutta l'umanità, la dice lunga sulla deformazione della realtà che tale evento riesce a provocare negli idioti; come a dire che se uno muore "non inseguendo il proprio sogno" vale meno/fa meno pena. Chi entra in una cisterna e ne muore soffocato è sicuramente prima di tutto un coglione, "non aveva a entrarci" immagino molti a dirlo, e soltanto dopo un padre di famiglia. E ancora: io continuo a non capire perché, ammesso che la vita sia un valore, per chi lo professa, molte vite valgono di più di altre o tutte non hanno lo stesso valore.

E' inevitabile che quando viene a mancare un conoscente la sua morte ci lasci un vuoto. Per i personaggi famosi capita qualcosa di analogo, in quanto grazie ai media entrano prepotentemente nelle nostre vite. Non è che la vita dell'operaio valga di meno, solamente non abbiamo avuto modo di conoscerlo, nemmeno indirettamente tramite la televisione, e quindi ci "tocca" di meno perché la sua morte non ha ripercussioni sulla nostra vita.

CITAZIONE (Gharlic @ 25 Oct 2011, 17:00) *
Quando Spinoza scrisse "In Niger muore un bambino ogni quattro secondi. Del resto si sa che i negri hanno il ritmo nel sangue" molti si scandalizzarono, ma il sig. Vasco se ne rimase zitto zitto. Muore Simoncelli: un solo individuo, si fa una battutaccia simile e vien giù il mondo.

Dipende molto se la battuta è fine a se stessa o se c'è un fine di sensibilizzazione dietro. Ad esempio l'ironia di Giobbe Covatta non è volta a denigrare qualcuno, ma piuttosto vuole essere una denuncia su varie tematiche su cui è molto impegnato. Non so se fosse quello il fine, ma la battuta da te citata da Spinoza pone dei punti di riflessione sulla drammaticità delle condizioni di vita in alcune parti del mondo e a mio avviso il luogo comune serve a sottolineare l'indifferenza con cui la parte più ricca affronta il problema. La battuta di nonciclopedia è invece gratuita e irrispettosa nei confronti dei familiari che hanno da poco subito un lutto.

P.S. giusto per completezza aggiungo che anche spinoza è stato al centro di diverse critiche per alcune battute scritte dai suoi utenti sempre in occasione della morte di Simoncelli.
Gharlic
CITAZIONE
E' inevitabile che quando viene a mancare un conoscente la sua morte ci lasci un vuoto. Per i personaggi famosi capita qualcosa di analogo, in quanto grazie ai media entrano prepotentemente nelle nostre vite. Non è che la vita dell'operaio valga di meno, solamente non abbiamo avuto modo di conoscerlo, nemmeno indirettamente tramite la televisione, e quindi ci "tocca" di meno perché la sua morte non ha ripercussioni sulla nostra vita.

Questo è comprensibile. Ma io critico il comportamento di coloro che insultavano la battutaccia di Nonciclopedia e poi quando un "aperto" faceva loro notare che mentre uno moriva in Malesia in Turchia ne morivano migliaia si è sentito rispondere, cito, "Fottesega, loro non erano famosi, Simoncelli sì". Che molti di loro siano dei troll? Non c'è dubbio, ma che tantissimi si siano accodati a questo modo scemo di indignarsi, a questa forma di protesta del "m'incazzo solo quando mi pizzicano forte forte sulla pancia" promuovendo il rispetto della morte e contemporaneamente augurando la stessa agli autori e alle famiglie degli autori di Nonciclopedia, è allo stesso modo senza dubbio. Di tutta 'sta faccenda, alla fine, la battutaccia di Nonciclopedia è la cosa che mi ha disturbato meno. È stata di nuovo la reazione del popolino a farmi ribrezzo, una reazione dissennata e aggressiva, come se i ragazzi di Nonciclopedia avessero tutti i mali del mondo sul groppone. Il risentimento di Fiorello è l'unica misura giusta per chiedere confronto e allo stesso modo dimostrare il proprio sdegno: qua non si vieta di insultare un sito come quello, non è Famiglia Cristiana, però non si può chiedere rispetto per la morte di uno al prezzo della morte di un altro.

TheRuler
A proposito di ipocrisia mi viene in mente la collega di un amico che lavora in un ospedale: da quando è diventata fondamentalista cristiana ha cominciato a boicottare tutti gli aborti.


Se la gente che si è indignata per nonciclopedia scoprisse 4Chan cosa succederebbe?
Yak
Non tocchiamo la religione e i medici obiettori, che per quelli veramente ci vorrebbe la legge del taglione.

Il punto in comune però si può facilmente trarre.

Sono tutte persone che vogliono imporre il proprio punto di vista, direttamente o indirettamente, a tutti gli altri. Questo lo trovo intollerabile.

La battuta su nonciclopedia la trovo forte, ma in sincerità, ho anche riso. Non mi sconvolge. La mancanza di rispetto può esserci al più per i familiari e gli amici stretti, non certo per i "FAN".

Inutile rimarcarlo, i fan "CONOSCONO" il personaggio pubblico, non la persona, per tanto dovrebbero "omaggiare e ricordare" il personaggio pubblico, invece si indignano e lo fanno cercando di trattarlo come un familiare, cosa che non è e non sarà mai.
Non potrò MAI piangere per la morte di una persona che ho visto solo in TV o di uno sconosciuto in un paese che nemmeno conosco COME ho pianto per la morte di mio padre, e non ci sono santi è così e basta. Non è cinismo. Non è mancanza di rispetto.

Per il resto mi trovo d'accordissimo con gli interventi precedenti.
Scuotivento.it
CITAZIONE (Gharlic @ 25 Oct 2011, 18:51) *
Il risentimento di Fiorello è l'unica misura giusta per chiedere confronto e allo stesso modo dimostrare il proprio sdegno: qua non si vieta di insultare un sito come quello, non è Famiglia Cristiana, però non si può chiedere rispetto per la morte di uno al prezzo della morte di un altro.

Diciamo che tra Vasco, Facchinetti e Fiorello non mi stupisce che il commento più condivisibile sia quello di Fiorello.

Sul discorso dell'ipocrisia e del finto moralismo di alcuni commenti sono d'accordo con te.

CITAZIONE (TheRuler @ 25 Oct 2011, 19:31) *
A proposito di ipocrisia mi viene in mente la collega di un amico che lavora in un ospedale: da quando è diventata fondamentalista cristiana ha cominciato a boicottare tutti gli aborti.

Quello da te sollevato è un tema che meriterebbe un approfondimento maggiore.
In italia esiste una legge la famosa 194 che regola l'aborto e tra le altre cose permette ai medici di dichiararsi o meno obiettori in rispetto alle loro credenze religiose.
Leggevo su internet qualche giorno fa la denuncia di alcuni ginecologi che segnalavano come i medici che praticassero aborti venissero discriminati anche dai colleghi e che avessero difficoltà a fare carriera. A questo si aggiungono turni massacranti e impossibilità ad andare in ferie. A peggiorare il quadro alcun ospedali soprattutto nel sud Italia sono privi di reparti che ricorrano all'interruzione di gravidanza e nelle scuole di specializzazione sembra non insegnino più come ricorrere a queste pratiche.
In lombardia in cui da diversi anni il governatore è un esponente di comunione e liberazione è quasi impossibile trovare un medico abortista.
In sostanza per un ginecologo nel nostro paese conviene dichiararsi obiettore alla faccia della presunta laicità dello stato...
TheRuler
CL, hai detto tutto.
Gharlic
CITAZIONE
Se la gente che si è indignata per nonciclopedia scoprisse 4Chan cosa succederebbe?

Esatto, è proprio questo il punto. Si è sollevata un'"ondata popolare" di cospicue dimensioni per una, diciamocelo, cavolata. Mentre, d'altra parte, non solo nient'altro ci tange, ma sembriamo non accorgerci neanche. O forse a ragion veduta lo ignoriamo.
Ma tanto chi se ne frega: il fatto è che dalla prossima settimana Simoncelli inizierà a marcire e quella folla, dopo aver rimosso la foto dalla propria immagine profilo, tornerà nel cantuccio in attesa del prossimo illustre morto infamato dalla "satira" internettiana. Fare tanto puzzo per nulla, forse, e dico forse, è ancora più svilente.
Questa è la versione 'lo-fi' del forum. Per visualizzare la versione completa con molte più informazioni, formattazione ed immagini, per favore clicca qui.
Invision Power Board © 2001-2019 Invision Power Services, Inc.