Aiuto - Cerca - Utenti - Calendario
Versione completa: Gioco del GameBoy di cui non mi ricordo il titolo
OldGamesItalia > (Old)Games > Videogiochi
TreVolteC
Ciao;
Da tempo sto cercando il titolo di un gioco del GameBoy (il primo, quello in bianco e nero........); che ci ho giocato una ventina di anni fa (ma pure di più) di cui, credetemi, non riesco a trovare una cattura di schermata che sia una.
Vi dico i particolari che mi ricordo.
Il più importante è che c'era il soggetto che andava solo avanti in quattro direzioni, N, S, E, W, cioè, i quattro punti cardinali in inglese; e la lettera del punto cardinale corrispondente era in basso al centro bella grossa.
A volte non si vedeva quello che c'era di fronte; ma si vedeva la mappa dove c'era sempre il punto cardinale in basso; e il soggetto era rappresentato da una croce con un braccio più lungo e tre bracci più corti (appunto a simboleggiare la spada).
Poi.
In qualche modo si accedeva a un inventario (inventory in inglese).
E poi il terzo livello era più o meno uguale al primo.
Non penso di ricordarmi altro.
A voi vi viene in mente qualcosa?
Fatemi sapere.
Grazie.
Ciao
TheRuler
Visuale isometrica tipo così?


Grafica più o meno "bella" di questa?
TreVolteC
CITAZIONE (TheRuler @ 13 Sep 2017, 19:12) *
Visuale isometrica tipo così?


Grafica più o meno "bella" di questa?

La visuale isometrica (o meglio, ortogonale), sì, era più o meno così.
La grafica mi pare che fosse più "bella", ma non mi ricordo.
Ah, l'argomento, come sicuramente avete capito, è qualcosa tipo guerra, tipo medioevo.
Mi pare che c'era pure qualche dragone (ma non è che mi ricordo, eh).
DannyD
Final Fantasy Adventure



Gargoyle's Quest
( visto parlavi di draghi )



TreVolteC
CITAZIONE (DannyD @ 15 Sep 2017, 19:37) *
Final Fantasy Adventure



Gargoyle's Quest
( visto parlavi di draghi )


No, non è nessuno dei due.
Il punto cardinale in basso era tipo chiaro su fondo scuro.
E poi c'era qualche altra differenza nelle schermate sopra, che adesso sto pensando come descriverle.
DannyD
sicuro che era un rpg con visuale dall'alto?
TreVolteC
CITAZIONE (DannyD @ 15 Sep 2017, 19:48) *
sicuro che era un rpg con visuale dall'alto?

Che vuol dire rpg?
Comunque. La visuale dall'alto c'era, ma non sempre.
Quando non c'era era frontale in direzione del punto cardinale interessato.
In ogni caso, sia in vista frontale che quando si vedeva dall'alto il punto cardinale in basso c'era.
TreVolteC
Dato che la questione sembra molto complicata facciamo così.
A me mi piace fare i dolci e sono pure bravo.
Se qualcuno non troppo lontano da me (io sto a Viterbo) riesce a farmi ritrovare il gioco gli faccio qualche dolce di quelli buoni che non li avete mai mangiati.
Se siete lontani vedremo che si può fare.
TheRuler
CITAZIONE (TreVolteC @ 15 Sep 2017, 19:43) *
E poi c'era qualche altra differenza nelle schermate sopra, che adesso sto pensando come descriverle.

Magari prova a fare uno schizzo rudimentale con Paint.


La proposta del dolce è MOLTO allettante, ma vai tranquillo che qui non servono ricompense per farci "lavorare" ;-)Sono sfide che piacciono da queste parti e se non si risolve è perché la sfida è troppo difficile! ;-)


RPG sta per Role Playing Game, un gioco di ruolo. In soldoni un gioco in cui esiste un protagonista che con il procedere dell'avventura acquisisce poteri, abilità e capacità rappresentate da statistiche e caratteristiche; forza, agilità, punti ferita, magie eccetera.
TreVolteC
CITAZIONE (TheRuler @ 15 Sep 2017, 20:45) *
CITAZIONE (TreVolteC @ 15 Sep 2017, 19:43) *
E poi c'era qualche altra differenza nelle schermate sopra, che adesso sto pensando come descriverle.

Magari prova a fare uno schizzo rudimentale con Paint.


La proposta del dolce è MOLTO allettante, ma vai tranquillo che qui non servono ricompense per farci "lavorare" ;-)Sono sfide che piacciono da queste parti e se non si risolve è perché la sfida è troppo difficile! ;-)


RPG sta per Role Playing Game, un gioco di ruolo. In soldoni un gioco in cui esiste un protagonista che con il procedere dell'avventura acquisisce poteri, abilità e capacità rappresentate da statistiche e caratteristiche; forza, agilità, punti ferita, magie eccetera.

Quindi fammi capire se ho capito.
DynaBlaster è un gioco di ruolo perché a Dyna gli aumentano le bombe che può depositare tutte insieme e gli aumenta la potenza di ciascuna oltre ai bonus temporanei tipo il telecomando per l'esplosione, tipo la capacità di attraversare le bombe e/o i muri, ecc.
Prince of Persia pure è un gioco di ruolo perché al ragazzo gli aumentano le spadate che può sopportare prima di stirare le zampe.
Prehistorik invece no perché le capacità del coso sono sempre le stesse in tutti e sette i livelli.
Lode Runner uguale in tutti e 150 i livelli il ladro ha le stesse capacità (camminare, salire le scale, spostarsi sulle aste, e fare buchi), per cui non è un gioco di ruolo.
Ho capito bene?
Adesso provo a farti qualche schizzo a mano (il disegno non è il mio forte, per cui se già a mano è difficile figuriamoci con Paint).
TreVolteC
Comunque questi sono un paio di schizzi.
Il primo potrebbe essere del secondo livello.
Queli spazi scarabocchiati immaginali tutti di nero pieno.
Quella croce è una stilizzazione della spada e appunto è rivolta verso sud.
Il punto cardinale l'ho fatto bianco su sfondo nero a forma di cerchio ma non mi ricordo se era a forma di cerchio o no; e a destra e a sinistra (gli spazi indicati dalle frecce) non ricordo assolutamente cosa c'era (ma probabilmente erano neri anche quelli).
Appunto questo potrebbe essere il secondo livello perché erano (per quello che mi ricordo) labirinti al chiuso; ma il primo e il terzo livello (sempre per quello che mi ricordo) non erano al chiuso ma erano all'aperto e così non c'era tutto quel nero ma c'era bianco e cose tipo alberi visti sempre dall'alto.
Questa logicamente è la vista dall'alto. Ma c'era anche una vista frontale dove appunto la telecamera erano gli occhi del protagonista.
Poi il secondo schizzo riguarda l'inventario, in inglese inventory.
Ho un vago ricordo che era una schermata sempre nera (anche se l'ho disegnata bianca) con questa scritta con una croce sulla o di inventory; e sei caselle di qualcosa che (penso) si raccoglieva durante il gioco.
TreVolteC
Ah poi mi viene in mente un altro particolare.
Sia nella visualizzazione frontale che in quella dall'alto con le freccette a destra e a sinistra si gira; con quella in su si avanza; e con quella in giù si indietreggia.
TheRuler
CITAZIONE (TreVolteC @ 15 Sep 2017, 22:20) *
Quindi fammi capire se ho capito.
DynaBlaster è un gioco di ruolo perché a Dyna gli aumentano le bombe che può depositare tutte insieme e gli aumenta la potenza di ciascuna oltre ai bonus temporanei tipo il telecomando per l'esplosione, tipo la capacità di attraversare le bombe e/o i muri, ecc.
Prince of Persia pure è un gioco di ruolo perché al ragazzo gli aumentano le spadate che può sopportare prima di stirare le zampe.
Prehistorik invece no perché le capacità del coso sono sempre le stesse in tutti e sette i livelli.
Lode Runner uguale in tutti e 150 i livelli il ladro ha le stesse capacità (camminare, salire le scale, spostarsi sulle aste, e fare buchi), per cui non è un gioco di ruolo.
Ho capito bene?
Adesso provo a farti qualche schizzo a mano (il disegno non è il mio forte, per cui se già a mano è difficile figuriamoci con Paint).

No, ma probabilmente perché ho dato per scontato alcune cose.
Il gioco di ruolo nasce come gioco da tavolo, un gioco di interpretazione nel quale si impersona un personaggio di fantasia e con il quale ci si muove in mondi descrittivi, immaginari o reali, completando missioni e andando all'avventura.
Esistono ambientaziini di dutti i tuipi, quella più classica è quella fantasy, con draghi elfi e nani (il mondo di Tolkien per fare un esempio), ma sono state scritte anche ambientazioni contemporanee, prima guerra mondiale, futuristiche, vampiresche, spaziali, selvaggio west... qualunque storia immaginata e scritta dall'uomo insomma.
Il gioco di ruolo ha però delle regole ed ogni sistema le ha diverse.
Quasi tutti i sistemi condividono le caratteristiche dei personaggi quali forza, agilità, resistenza, abilità di combattimento e balistiche. Tutte accompagnate da valori che aumentano all'aumentare dell'esperienza. La cosa bella è che è il giocatore a decidere quale caratteristica aumentare di volta in volta, decidendo così la specializzazione del proprio personaggio anche detto alter-ego.

DIABLO è un action-RPG (ovvero più improntato alla azione che alla narrazione), Baldur's Gate e Planescape Torment sono RPG classici.

Qui puoi vedere una lista di alcuni famosi RPG per PC.

Al momento lo schizzo non mi dice nulla. Comunque bello schizzo!
TreVolteC
Allora no, non è un gioco di ruolo perché come quasi tutti i giochi del GameBoy ci si gioca da solo.
TheRuler
CITAZIONE (TreVolteC @ 15 Sep 2017, 23:48) *
Allora no, non è un gioco di ruolo perché come quasi tutti i giochi del GameBoy ci si gioca da solo.
non è quella la discriminante che identifica un gioco di ruolo.
TreVolteC
CITAZIONE (TheRuler @ 16 Sep 2017, 00:06) *
CITAZIONE (TreVolteC @ 15 Sep 2017, 23:48) *
Allora no, non è un gioco di ruolo perché come quasi tutti i giochi del GameBoy ci si gioca da solo.
non è quella la discriminante che identifica un gioco di ruolo.

Non è quella la discriminante? E allora quali giochi da tavolo esistono che ci si gioca da solo?
(però adesso stiamo andando fuori tema)
Max_R
CITAZIONE (TreVolteC @ 16 Sep 2017, 00:14) *
CITAZIONE (TheRuler @ 16 Sep 2017, 00:06) *
CITAZIONE (TreVolteC @ 15 Sep 2017, 23:48) *
Allora no, non è un gioco di ruolo perché come quasi tutti i giochi del GameBoy ci si gioca da solo.
non è quella la discriminante che identifica un gioco di ruolo.

Non è quella la discriminante? E allora quali giochi da tavolo esistono che ci si gioca da solo?
(però adesso stiamo andando fuori tema)

A quale gioco da tavolo si gioca da solo? biggrin2a.gif
I giochi di ruolo su "computer" sono nati proprio per permettere ai giocatori di "partecipare" anche in singolo, dove gli altri personaggi sono mossi dal computer stesso, piuttosto che da altri giocatori. Il gioco di ruolo, almeno imho, è quel gioco che ti permette di interpretare un personaggio e di farlo "crescere", lasciandoti scegliere come interpretarlo. Se il mondo di gioco risponde attivamente a questa interpretazione, adattandosi al tuo gioco ed agendo di conseguenza, allora è un gioco di ruolo.
Dopodichè, ormai è diventato difficile suddividere per generi i videogames.
Tornando ai giochi per il game boy, ero convinto che i due Ultima: Runes of Virtue rientrassero nel genere, invece su mobygames sono catalogati come puzzle games. Eppure interpreti un personaggio che puoi scegliere tra quattro avatar, hai un inventario..
In ogni caso, se c'è anche la visuale in soggettiva, abbiamo a che fare con un dungeon crawler, probabilmente. Che io sappia, hanno convertito sia Wizardry che Might and Magic per Game Boy, il secondo però non vantava la visuale in soggettiva.
La bussola me la ricordo in Arcana, però è uscito per SNES e tu dici che si trattava del solo punto cardinale.
DannyD
Da come ne parli mi sembrerebbe un rpg, anche per la mappa. Se ti ricordi :

1) quando combattevi dovevi pigiare i tasti o il combattimento era a turni?

2) C'erano dialoghi? Missioni?

3) La spada che simboleggiava il giocatore, era nella mappa o era proprio il gioco fatto così?

4) Sicuro che non fosse a colori?

5) Se ti ricordi, c'erano armi da fuoco o solo cappa e spada?

Metto un pò di link su ciò che riesco a trovare

Sword of Hope



Ultima: Runes of Virtue




Knight Quest



Sword of Hope 2



Dragon Heart





In Dragon Heart c'è la spada, c'è l'inventario, e il punto cardinale basso.
Qui sotto un gameplay di Dragon Heart, vedi se ti ricorda qualcosa
TreVolteC
CITAZIONE (DannyD @ 16 Sep 2017, 09:48) *
Da come ne parli mi sembrerebbe un rpg, anche per la mappa. Se ti ricordi :

1) quando combattevi dovevi pigiare i tasti o il combattimento era a turni?

2) C'erano dialoghi? Missioni?

3) La spada che simboleggiava il giocatore, era nella mappa o era proprio il gioco fatto così?

4) Sicuro che non fosse a colori?

5) Se ti ricordi, c'erano armi da fuoco o solo cappa e spada?

Metto un pò di link su ciò che riesco a trovare

Sword of Hope



Ultima: Runes of Virtue




Knight Quest



Sword of Hope 2



Dragon Heart





In Dragon Heart c'è la spada, c'è l'inventario, e il punto cardinale basso.
Qui sotto un gameplay di Dragon Heart, vedi se ti ricorda qualcosa

Mi sa che è Dragon Heart...........
TreVolteC
E appunto quella schermata lì dovrebbe essere del primo o del terzo livello.
E bravo DannyD.
In che zona d'Italia o del mondo abiti tu?
DannyD
CITAZIONE (TreVolteC @ 16 Sep 2017, 10:34) *
E appunto quella schermata lì dovrebbe essere del primo o del terzo livello.
E bravo DannyD.
In che zona d'Italia o del mondo abiti tu?



Liguria ma basta una torta " gif " fidati biggrin2a.gif

Come diceva TheRuler è la sfida che piace, e io adoro queste sfide!

Dovremmo farne un gioco a quiz sul forum!
TreVolteC
CITAZIONE (DannyD @ 16 Sep 2017, 11:30) *
CITAZIONE (TreVolteC @ 16 Sep 2017, 10:34) *
E appunto quella schermata lì dovrebbe essere del primo o del terzo livello.
E bravo DannyD.
In che zona d'Italia o del mondo abiti tu?



Liguria ma basta una torta " gif " fidati biggrin2a.gif

Come diceva TheRuler è la sfida che piace, e io adoro queste sfide!

Dovremmo farne un gioco a quiz sul forum!

Ti piacciono le sfide?
E allora vediamo se riconosci questa torta in che videogioco sta (e in che punto del videogioco).
Non barare usando i siti fatti apposta per barare, eh!
E comunque se bisogna fare un quiz, bisogna anche aggiungere un elemento di difficoltà che potrebbe essere questo.
Dato che io non sono molto esperto di videogiochi (per colpa dei miei che sono mooooooolto avari e quando ero piccolo non mi hanno permesso di approfondire l'argomento) allora io posso rendere il quiz difficile cucinando.
In che senso? Nel senso che a panza piena è più difficile ragionare.
Ci tengo a precisare che un quiz così non si può fare online perché online si cercano le risposte con Google.
Bisogna farlo dal vivo in modo tale che uno deve vincere solo con la propria memoria.
Per cui, prima di giocare (o anche durante) io sto ai fornelli e cucino ogni bendiddio tipo supplì, arancine, crocchette, mozzarellette fritte (a Viterbo c'è Cioffi...... Mmmm......), olive all'ascolana, minicalzoni (ah, e logicamente per friggere uso lo strutto ché è più buono), e poi anche bruschette, minipiadine, e questo è l'antipasto, e poi per primo carbonara, amatriciana, fettuccine, lasagne, cannelloni, e poi anche cacio e pepe e anche aglio e olio (queste ultime due per stare leggeri), e poi non dimentichiamoci il secondo, possiamo fare scaloppine, spezzatini vari, pollo e tacchino ripieno al forno con le patate, e poi anche salsicce (io compro la ciccia e gli aromi e poi la macino io e la insacco io), costarelle, ventresca e guanciale, ma anche braciole di manzo e di cavallo (lo conoscete il cavallo quant'è buono?), e poi perché no anche fettine panate, e poi patate fritte, purè di patate, insomma, un bel po' di contorni, e poi alla fine pure una bella insalatona per pulirsi la bocca.
Senza logicamente dimenticare i dolci, tipo tiramisù, crostate varie, torte varie, e anche gelato (perché io so fare anche il gelato eh), e poi, perché no, tanti bei bignè, magari al zabaione oppure misto zabaione e pistacchio son sopra tanto bel cioccolato per glassare.
Insomma, una bella magnata, in modo da rendere più difficile il quiz.
Che dici tu?
alaris_
Grande Danny!!!!

Ai tempi giocato a Ultima: Runes of Virtue, Sword of Hope, Final fantasy adventure e Gargoyle quest. Le cassettine dovrei averle ancora il primo gameboy penso di no...purtroppo
Festuceto
Per approfondire il discorso dei videgiochi di ruolo, se ti interessa, potresti seguire il podcast L'Occhio del Beholder col quale collaboriamo, nel primo episodio si parla proprio della definizione RPG.
http://www.occhiodelbeholder.it/1x01-le-regole-del-gioco/
Comunque con tutte quelle cose buone che hai descritto io sto sbavando! biggrin2a.gif
TreVolteC
CITAZIONE (Festuceto @ 16 Sep 2017, 17:17) *
Per approfondire il discorso dei videgiochi di ruolo, se ti interessa, potresti seguire il podcast L'Occhio del Beholder col quale collaboriamo, nel primo episodio si parla proprio della definizione RPG.
http://www.occhiodelbeholder.it/1x01-le-regole-del-gioco/
Comunque con tutte quelle cose buone che hai descritto io sto sbavando! biggrin2a.gif

Mah, guarda. Io questo periodo (che ormai dura da parecchio) sto riscoprendo tanti videogiochi della mia infanzia ma non è che abbia tanta voglia di scoprirne di nuovi (e per nuovi intendo sia giochi di tanti anni fa ma con cui non ho giocato che giochi nuovi proprio nuovi).
Comunque vedrò.
Ciao
DannyD
CITAZIONE (TreVolteC @ 16 Sep 2017, 17:49) *
CITAZIONE (Festuceto @ 16 Sep 2017, 17:17) *
Per approfondire il discorso dei videgiochi di ruolo, se ti interessa, potresti seguire il podcast L'Occhio del Beholder col quale collaboriamo, nel primo episodio si parla proprio della definizione RPG.
http://www.occhiodelbeholder.it/1x01-le-regole-del-gioco/
Comunque con tutte quelle cose buone che hai descritto io sto sbavando! biggrin2a.gif

Mah, guarda. Io questo periodo (che ormai dura da parecchio) sto riscoprendo tanti videogiochi della mia infanzia ma non è che abbia tanta voglia di scoprirne di nuovi (e per nuovi intendo sia giochi di tanti anni fa ma con cui non ho giocato che giochi nuovi proprio nuovi).
Comunque vedrò.
Ciao



Fidati, il retrogaming, è una figata. Sia retrogame hardware ( tipo riparere un Amiga ) che software ( il gioco che cercavi tu ma anche parlare proprio di vecchi giochi )

Il retrogaming, per me è molto più di una semplice serata in cui ti va di provarti quel gioco di 20 anni prima per tornare a provare le stesse emozioni e"ringiovanire" biggrin2a.gif ( che poi le stesse emozioni non è cosi scontato, almeno per me. )

Prima di tutto ti permette di capire da dove siamo arrivati, anzi no. Da dove siamo partiti, cosa manca oggi, oppure cosa proprio non potevi sopportare di ieri ( tipo i controlli di Darggerfall, uniti al suo totale menefreghismo nel farti capire cosa devi fare e dove devi andare ).

E poi ti permette di non perdere contatto con ciò che non dovremmo "dimenticare", tipo Ultima VII, Baldur's Gate, il primissimo Scudetto, Starflight 2, Master of Orion 2, e ce ne sono tantissimi altri che non devono essere dimenticati ( e non sto citando perle Amiga e Commodore perchè in quel campo sono zero visto che partii dal pc e non ho mai avuto ne uno ne l'altro, ma ti assicuro che ce ne sono diversi importanti ).

E poi... vuoi mettere l'orgoglio di rimettere su un gioco totalmente incompatibile con i sistemi attuali magari via dosbox ( quindi senza GoG, che comunque ha il merito di aver garantito un futuro a molte vecchie glorie anche se Blade Runner non l'hanno ancora messo ) ? Impagabile

Stessa cosa dicasi per gameboy e successivi, il retrogaming non ha confini.

Per quanto riguarda le torte, la distanza la vince. Però nulla ci vieta di giocare con a fianco un pezzo di qualcosa biggrin2a.gif
TreVolteC
CITAZIONE (DannyD @ 17 Sep 2017, 19:51) *
CITAZIONE (TreVolteC @ 16 Sep 2017, 17:49) *
CITAZIONE (Festuceto @ 16 Sep 2017, 17:17) *
Per approfondire il discorso dei videgiochi di ruolo, se ti interessa, potresti seguire il podcast L'Occhio del Beholder col quale collaboriamo, nel primo episodio si parla proprio della definizione RPG.
http://www.occhiodelbeholder.it/1x01-le-regole-del-gioco/
Comunque con tutte quelle cose buone che hai descritto io sto sbavando! biggrin2a.gif

Mah, guarda. Io questo periodo (che ormai dura da parecchio) sto riscoprendo tanti videogiochi della mia infanzia ma non è che abbia tanta voglia di scoprirne di nuovi (e per nuovi intendo sia giochi di tanti anni fa ma con cui non ho giocato che giochi nuovi proprio nuovi).
Comunque vedrò.
Ciao



Fidati, il retrogaming, è una figata. Sia retrogame hardware ( tipo riparere un Amiga ) che software ( il gioco che cercavi tu ma anche parlare proprio di vecchi giochi )

Il retrogaming, per me è molto più di una semplice serata in cui ti va di provarti quel gioco di 20 anni prima per tornare a provare le stesse emozioni e"ringiovanire" biggrin2a.gif ( che poi le stesse emozioni non è cosi scontato, almeno per me. )

Prima di tutto ti permette di capire da dove siamo arrivati, anzi no. Da dove siamo partiti, cosa manca oggi, oppure cosa proprio non potevi sopportare di ieri ( tipo i controlli di Darggerfall, uniti al suo totale menefreghismo nel farti capire cosa devi fare e dove devi andare ).

E poi ti permette di non perdere contatto con ciò che non dovremmo "dimenticare", tipo Ultima VII, Baldur's Gate, il primissimo Scudetto, Starflight 2, Master of Orion 2, e ce ne sono tantissimi altri che non devono essere dimenticati ( e non sto citando perle Amiga e Commodore perchè in quel campo sono zero visto che partii dal pc e non ho mai avuto ne uno ne l'altro, ma ti assicuro che ce ne sono diversi importanti ).

E poi... vuoi mettere l'orgoglio di rimettere su un gioco totalmente incompatibile con i sistemi attuali magari via dosbox ( quindi senza GoG, che comunque ha il merito di aver garantito un futuro a molte vecchie glorie anche se Blade Runner non l'hanno ancora messo ) ? Impagabile

Stessa cosa dicasi per gameboy e successivi, il retrogaming non ha confini.

Per quanto riguarda le torte, la distanza la vince. Però nulla ci vieta di giocare con a fianco un pezzo di qualcosa biggrin2a.gif

Guarda, capisco quello che vuoi dire, e lo so che i videogiochi degli anni '80 e '90 erano tutta un'altra cosa. Anche se io ne conoscevo pochi, insomma, quei pochi già mostrano quello che era quell'epoca.
Considera che io sono dell''87 e negli anni '90 giocavo sul computer, sul gameboy e sul megadrive.
Ma il computer che avevo io, data l'avarizia di mio padre, non era per niente un computer potente. Era un PS/2 con un processore 80286 che di audio aveva solo il vecchio beeper. E aveva 1024 kB di RAM e 30 MB di disco rigido. Per cronaca avevamo anche una stampante Epson LX-800 (e quanti striscioni mi ci sono divertito a stampare...). E già è tanto che la scheda grafica era VGA col monitor a colori.
Poi, la mattina del 24 dicembre del '98, finalmente arrivò un Pentium II a 350 MHz (considera che in quei giorni uscivano i Pentium III) il cui sistema operativo era Windows 95 craccato (figuriamoci se mio padre, avaro com'era, ci fa piazzare Windows 98), e mio padre non aveva voluto il modem, che solo un anno dopo ne ha rimediato uno a 33,6k che il proprietario non lo usava più (mica si possono buttare i soldi per comprare uno nuovo a 56k, che siamo matti?).
Ah, poi, non t'immagini le fatiche per fargli comprare floppy su cui farci copiare i giochi da amici e conoscenti (perché mica si possono buttare i soldi per comprarli).
Se ti stai chiedendo se mio padre e mia madre sono ricchi o poveri, beh, considera che con i soldi e le proprietà che hanno potrebbero pagare la vincita a uno che risponde giusto alla quindicesima domanda.
Comunque.
I giochi che io avevo sul primo computer (che in realtà era il terzo) erano (in ordine sparso) cose tipo Granprì, Pacman, Opper, Arcanoid (e avevo tutte e due le versioni, quella della Imagine, e quella della Taito), Alleicat (che piaceva tanto a mia sorella), Dyna, Prinz, Lemminz, Cellengovdeancientempairz (chiamato volgarmente Ssaprog, dato che il file era SSAPROG.EXE), Istoric, Tetris (di due tipi, quello comunista che però mancava il file in EGA e avevo solo quello in CGA, che lo chiamavo Ctetris sempre perché il file era CTETRIS.EXE; e quello in modalità testo), Volfied, Xonix, Bubblebbobble, Uinter (con qualche file di troppo che non ho mai capito qual era e con tutti quei file non mi entrava su un floppy), Pul (cioè biliardo), Tennis, poi c'era un altro Winter che chiamavo Winterg (sempre perché il file era WINTERG.EXE o . COM non mi ricordo, che però andò perduto in un periodo in cui mi ero beccato qualche virus).
Poi che altro avevo? Ambè, avevo Buscbuc (che poi forse si sarebbe dovuto chiamare Clintonbuc, Busciuniorbuc, Obamabuc e Trambuc) e poi avevo Cicles, avevo Straicher, poi c'era pure un flipper e poi qualcuno in Basic tipo il castello della IBM, tipo un golf, ah e poi avevo pure un altro golf che non era in Basic, ah e poi i classici inclusi nel Quick Basic del DOS, cioè nibbles, i gorilli e reversi.
Penso che li ho detti più o meno tutti. Per cui vedi bene che di giochi non ce ne avevo tanti.
Poi nel computer nuovo ho avuto mi pare solo Carmagheddon II (copiato) e Bugs Bunny lost in time.
Del GameBoy avevo solo Tetris (quello incluso) e Tom & Jerry frantic antics. Il mio amichetto invece aveva le Turtles III radical rescue, aveva il libro della giungla, aveva Dragonheart, e forse aveva anche qualche altra cosa che non mi ricordo.
Del Megadrive avevo tre giochi che non te li dico perché in uno di questi (CHE DEVI INDOVINARE) c'è quella torta. L'amichetto mio invece ce ne aveva parecchi.
Poi l'amichetto mio (anzi, non lui ma il fratello più grande perché era roba di quest'ultimo) ha venduto il megadrive per farsi il saturn prima e la playstation poi. E così quando aveva il saturn e la playstation e io andavo a casa sua ci sono state almeno due o tre volte che lui mi ha chiesto di portarmi il megadrive (e io l'ho accontentato) e così giocare a quei giochi anche a casa sua (che lui non ce l'aveva più).
Ecco.
Ti sto dicendo tutto questo perché in questo periodo sto riscoprendo tutto quello che era il mio passato (di cui appunto una delle cose che ho vissuto erano questi videogiochi) e lo sto andando a rivedere con occhi diversi, da adulto, proprio per rendermi conto di quella che è stata la mia vita, e anche, perché no, di quello che sarebbe potuta essere se solo mio padre e mia madre fossero stati meno avari (e non parlo solo di denaro, e non solo di videogiochi e di giochi), e insomma andare a riguardare il mio passato e così poterlo anche raccontare senza che mi facciano male tutte le brutte esperienze che ho avuto, tante per colpa dei miei (che non è bello da dire, ma purtroppo è la realtà).
Ho detto tutto questo perché potrebbe benissimo succedere che un domani mi venga la voglia di giochi nuovi.
Però c'è anche un'altra cosa.
Io ho parlato di questo mio amichetto. E appunto con lui condividevo questa passione per i videogiochi, condividevo la passione per i film di Badspenzer e Terenzil, condividevo la passione per la juve e anche per altre cose sportive, condividevo la passione per Elio e le storie tese iddefichis e poi per gli Articolo 31 così com'è (tra l'altro, i miei non mi hanno voluto portare al concerto che hanno fatto nel palazzetto dello sport a 50 metri da casa mia, sempre perché sono avari).
Tutto questo fino al '98. Nel '98 a giugno finivamo la quinta elementare (in due scuole diverse perché io a metà della seconda avevo cambiato).
Beh. Se ti ricordi in quel periodo s'erano sciolte le Spice Girls, ma continuavano a andare di moda, e poi c'erano gli Aqua.
Io vivevo una sensazione strana. Vivevo un cambiamento grosso dentro di me. E queste nuove cose che volevo vivere (tra l'altro considera che lui aveva già 11 anni perché è di aprile, io ancora no perché sono di ottobre, per cui, a quell'età, tanti cambiamenti sono normali, e anzi sarebbe anormale se non avvenissero) non sentivo di poterle condividere con lui.
Insomma io sentivo il bisogno di altro. E gli Aqua erano solo uno degli aspetti di questa nuova fase della mia vita che avrei voluto vivere (poi sempre per colpa dei miei, tante cose non ho potuto farle), e che non sentivo lui come la persona adatta con cui condividerle (anche se io una volta gli ho accennato questa cosa e lui mi ha detto che anche a lui gli Aqua gli piacevano).
Considera che io col megadrive ci avevo giocato sempre sul televisore vecchio. Poi col televisiore nuovo (comprato a agosto del '98) ci avrò giocato forse tre o quattro volte (di cui l'ultima forse nel 1999). E almeno una o due volte è stata perché era venuto a casa mia uno dei vecchi compagni delle elementari (non l'amichetto mio di cui sopra) che mi ha chiesto di accenderlo e rigiocare alle Turtles (non alle tartolz ma alle turtles) e io l'ho accontentato.
Ti ho raccontato tutto questo per dirti che il mio videogiocare è stato in qualche modo sempre legato a qualche altra persona, a qualche amichetto, a qualche compagno di scuola.
Attualmente, invece, non ho nessuno con cui condividere questa passione.
Tra l'altro, a me mi è sempre piaciuto stare in compagnia. E se ultimamente vivo in solitudine (per vari motivi), beh, non è una vita facile (anche se io lo so che arriverà il giorno che la mia solitudine finirà).
Comunque, non ho voglia di scoprire giochi nuovi anche perché sarebbe una cosa che farei da solo per me stesso.
Per cui non avrei gusto.
Ecco qua.
Adesso che ti ho raccontato un po' di cose della mia vita, INDOVINA DA DOVE VIENE QUELLA TORTA!!!!!!!!!!!!!!
Ciao!!!!
Questa è la versione 'lo-fi' del forum. Per visualizzare la versione completa con molte più informazioni, formattazione ed immagini, per favore clicca qui.
Invision Power Board © 2001-2017 Invision Power Services, Inc.