Aiuto - Cerca - Utenti - Calendario
Versione completa: L'interessometro
OldGamesItalia > (Old)Games > Osservatorio
Pagine: 1, 2, 3
Tsam
Nè recensione nè articolo, l'interressometro si prefigura di provare a delineare quello che è il grado di interesse di un gioco, andando a "vedere" le carte di quello che i titoli veramente offrono.

Eccovi il primo appuntamento (di speriamo molti) dedicato a Mafia 2: http://www.oldgamesitalia.net/content/lint...sometro-mafia-2

alla penna il prode Gnupick! Buona lettura!
simone_pizzi
ma la valutazione di interessometria si basa su una valutazione a conti fatti, ossia gioco uscito e giocato?
Perché se è così condivido il tasso dell'articolo... magari forse mezzo punto in piu.
Tsam
Gioco giocato blush.gif
Capo
Perche mafia 2 ? non è old ed è pure brutto :\
Tsam
Il soggetto del gioco è a scelta del buon Gnupick e mi sembra che infatti a fine articolo anche lui lo bolli con una valutazione bassa e credo che su questo punto siate concordi.

I riferimenti che fa invece vanno a pescare nella parte old della storia videoludica (il primo mafia) quindi anche questo è un punto a favore per un pezzo di questo genere.

Imho of course biggrin2a.gif
ildbm
A prima vista vedendo che in home ci stava Vito e Joe ho creduto di aver sbagliato a selezionare tra i miei siti preferiti infatti mai mi sarei aspettato qualcosa di simile.
Complimenti all'autore del pezzo per quanto mi riguarda ogni volta che vedo e leggo qualcosa di questo secondo capitolo mi prende un nodo alla gola per il fatto di ciò che poteva essere ma che alla fine non è stato.
Il punto centrale che GNUPICK focalizza benissimo è il fatto della sceneggiatura che non riesce in pieno ad inserire il personaggio nel contesto con tante famiglie e personaggi che fanno la loro apparizione e spariscono nel nulla e dei buchi nella storyboard evidenti che vista la qualita del primo sotto questo aspetto sono convinto che volontà dei programmatori era tutt'altra vista la carne al fuoco di locations e features non utilizzate nel gioco finito: la stamperia completa al 95% e non inserita; l'hotel parzialmente finito; Diamond Motor inaccessibile; uso di armi bianche con relative mosse di combattimento disabilitate e tantissimi script non utilizzati per non parlare della porcata degli add-on che spiegano il motivo della Empire Bay bella da vedere ma poco sfruttata.

Concludo dicendo che nonostante il travagliato sviluppo che ha avuto il gioco mi trovo d'accordo con Simone che un mezzo punto in più lo merita e mi auguro che il prossimo capitolo si chiami in tutto altro modo se deve avere tutti sti guai !!! biggrin.gif
Gnupick
Quello che sto cercando fare con l'Interessometro è di mettermi un po' nei panni dello 'studioso' (parolone) e seguire un approccio in qualche modo 'didattico' verso il gioco trattato. Per dirla diversamente, si tratta di scovare gli elementi degni di interesse, cercare di comprendere l'incidenza delle innovazioni, l'evoluzione del linguaggio, l'importanza storica, il grado di personalità. Si valuta la percentuale di 'interesse', di 'importanza' nel mondo videoludico: non è nè un voto nè una vera e propria valutazione qualitativa. Si può trattare sinteticamente una produzione antichissima o anche l'ultimo titolo sul mercato, a patto che si contestualizzi in base all'approccio adottato.

Mafia 2 è un gioco davvero poco 'interessante', perchè non aggiunge nè perfeziona praticamente niente. E' un downgrade del predecessore, non possiede nessuna vera novità sul fronte gameplay e la narrazione è priva di carattere. E' un titolo che difficilmente farà scuola o che resterà impresso. La qualità generale del prodotto la trovo piuttosto alta (infatti per me è al di sopra della sufficienza) ma ciò influenza davvero poco l'Interessometro, che resta invece assai bassino blush.gif .
Un gioco probabilmente da 4-5 stelle è Dear Esther, per esempio. A me non è piaciuto per niente, ma è estremamente interessante per tanti fattori.

Spero di aver chiarito un po' meglio il senso della rubrica blush.gif: se la rubrica andrà avanti penso che riuscirò a focalizzarlo ancor meglio!


P.S. I mezzi punteggi non sono contemplati! :P

P.P.S. Grazissime per i complimenti!
Tsam
SE la rubrica andrà avanti? biggrin2a.gif

Occhio a quello che dici blush.gif

Eliminati i dubbi, concordo nel ritenere Mafia 2 una vera e propria occasione mancata e se dovesse fare scuola, lo farà proprio per questi motivi, anche perchè quel poco che c'è, riesce anche a convincere (parlo a livello di gameplay). Sarebbe interessante capire che fine hanno fatto tutti quegli assets già creati..


Ps grazie Gnupick biggrin2a.gif
ildbm
Bene Gnupick sei stato chiarissimo.

ps Tsam parte di quegli assets sono stati tolti con l'update (meno male che esiste la parola BACKUP smilies3.gif ) e la restante parte basta mettere mano al codice... ci vediamo tra 10 anni per parlare sul terzo capitolo va !!! megaball.gif
Tsam
Torna l'interessometro, con questa volta protagonista Winterbottom! http://www.oldgamesitalia.net/content/lint...pb-winterbottom
Gharlic
M'avete fatto venire voglia di comprarlo. Sta a soli 3,99€ su Steam, tanto per dire.
LargoLagrande
CITAZIONE (Gharlic @ 14 Sep 2012, 17:34) *
M'avete fatto venire voglia di comprarlo. Sta a soli 3,99€ su Steam, tanto per dire.


In effetti... Inoltre l'idea di base di questo "interessometro" è molto affascinante, è bello analizzare
giochi non necessariamente "belli" nel loro complesso ma che presentano comunque alcuni spunti di discussione
e particolari interessanti o innovativi sui quali valga la pena soffermarsi.
The Ancient One
CITAZIONE (LargoLagrande @ 14 Sep 2012, 23:54) *
CITAZIONE (Gharlic @ 14 Sep 2012, 17:34) *
M'avete fatto venire voglia di comprarlo. Sta a soli 3,99€ su Steam, tanto per dire.


In effetti... Inoltre l'idea di base di questo "interessometro" è molto affascinante, è bello analizzare
giochi non necessariamente "belli" nel loro complesso ma che presentano comunque alcuni spunti di discussione
e particolari interessanti o innovativi sui quali valga la pena soffermarsi.

Concordo con Largo.
Del resto l'interesse per un gioco può essere concetto diverso dal valore oggettivo dello stesso (in qualunque senso lo si intenda).

Gnupic, ha trovato due fan della tua rubrica! n5.gif
Gnupick
Grazie ragazzi blush.gif . Il prossimo articolo riguarderà qualcosa di più... 'old', e forse a qualcuno non piacerà! biggrin2a.gif

Riguardo al prezzo di Winterbottom, quando l'ho acquistato io era perfino più basso (era in promozione). Interessometro o meno, i 4 euro li vale, ma se si vuole spendere meno basta aspettare una qualsiasi promozione Steam così lo si becca a metà prezzo.
The Ancient One
Più old, eh?
Mhm... Così ci incuriosisci!!!

Non è syberia, vero?!?

smilies3.gif smilies3.gif
Gharlic
CITAZIONE
Non è syberia

Dieci anni di battute su Syberia! L'Antico: più ripetitivo di Panariello. smilies3.gif

Io invecie spero ke Gnupick fa un'articolo su Monkei Island!!!1!!!11!!!
LargoLagrande
CITAZIONE (Gharlic @ 15 Sep 2012, 16:17) *
CITAZIONE
Non è syberia

Dieci anni di battute su Syberia! L'Antico: più ripetitivo di Panariello. smilies3.gif

Io invecie spero ke Gnupick fa un'articolo su Monkei Island!!!1!!!11!!!


Al di là del personale gradimento o della classificazione del gioco in generi diversi,
un altro titolo che forse meriterebbe qualche spunto di riflessione per la particolarità
di alcuni meccanismi e dinamiche di gioco è Stacking (ma si potrebbe anche dire di Deathspank) .

Ad ogni modo aspettiamo curiosi il prossimo articolo dell'interessometro.
Gnupick
I titoli proposti sono tutti ottimi candidati (sì, perfino Monchei Ailaend!): Syberia mi piacerebbe trattarlo perchè con le sue contraddizioni è un titolo perfetto per la rubrica, di Stacking forse ne parlerò più approfonditamente sul mio sito e l'Interessometro su DeathSpank probabilmente lo farò presto.
In realtà la scelta è abbastanza casuale, dipende molto da cosa sto giocando o RIgiocando. Ma penso che sia giusto così, perchè se andassi a cercarmi dei candidati col lanternino si finirebbe per sbilanciare (in 'troppo interessante' o 'troppo poco interessante') e si perderebbe un po' il senso della rubrica, quindi finchè Tsam me lo permetterà continuerò a pescare nel mucchio, classici compresi!
The Ancient One
Concordo, Gnupick!

E poi altrimenti dove andrebbe a finire il toto-interessometro?

BTW, si vede il marsupio?!? smilies3.gif
Tsam
Credo che il senso di questa rubrica sia proprio di scoperta, quindi il tuo fiuto è lasciato libero di galoppare felice per le praterie biggrin2a.gif

Per Winterbottom non ho mai trovato la voglia di provarlo a causa della sindrome "Braid" per la quale alla fine il mio cervello non riesce ad essere sufficientemente elastico per capire che bisognai mpegnarsi anche in un platform biggrin2a.gif; a parte gli scherzi sono fra quelli che ha adorato questo tipo di stile grafico e spero venga ripreso da qualche titolo prima o poi.

Grazie Gnupick!
Gharlic
Solo qualche parola. Winterbottom lo trovo divertente a tratti. Mancando il fascino di Braid, evidentemente, questa tipologia di platform enigmatico risente moltissimo della propria struttura: rischio di elevata monotonia (pur nella molteplicità tendente all'infinito di modi diversi per risolvere un enigma). Alla fine, un gioco da 4 dollari e niente più. Per come la vedo, questa grafica "stilosa" (originale un cavolo, tra parentesi, anche questo stile dolcemente gotico sta veramente stufando), queste filastrocche ingarbugliate e questi protagonisti muti e privi di personalità rendano la fruizione di questa tipologia di prodotti qualcosa di lievemente apprezzabile (a livello di impatto emotivo). Insomma, tendono a tenere a debita distanza il giocatore, senza creare nessuno o limitato coinvolgimento, tant'è che non c'è veramente un motivo per cui uno dovrebbe mettersi a risolvere questi enigmi, se eccettuiamo la soddisfazione di aver risolto l'enigma stesso.
Mi mancano tanto i platform veramente gratificanti e coinvolgenti: da Turrican ad Another World, da Flashback ad Oddworld, da Symphony Of The Night a Heart Of Darkness e via discorrendo.
The Ancient One
CITAZIONE
Insomma, tendono a tenere a debita distanza il giocatore, senza creare nessuno o limitato coinvolgimento, tant'è che non c'è veramente un motivo per cui uno dovrebbe mettersi a risolvere questi enigmi, se eccettuiamo la soddisfazione di aver risolto l'enigma stesso.

Lei è sempre molto acuto, Sig. Gharlic.

Condivido questa riflessione, anche se non ero riuscita ad elaborarla fino in fondo da solo.
Ed infatti spesso mi chiedevo perché (terminato Braid) ho sempre evitato titoli simili.



CITAZIONE
da Turrican ad Another World, da Flashback ad Oddworld, da Symphony Of The Night a Heart Of Darkness e via discorrendo.

Hai detto niente!!!
E hai dimenticato almeno Prince of Persia. :-)
Sono tutti capolavori assoluti e indimenticabili (di cui mi manca da giocare Oddworld, però)


Altri titoli simili che potremmo esserci persi?
(e non mi dire il seguito di Another World!!!!!)


In compenso i platform "duri e puri" stanno vivendo una nuova giovinezza, grazie alle nuove tecnologie.
Di recente ho giocato Mario Galaxy, New Super Mario 1, e Rayman Origins.
Tre giochi diversi, tre platform bellissimi.


Gharlic
CITAZIONE
e non mi dire il seguito di Another World!!!!!

Non ti è piaciuto Hearth of the alien?
Comunque, tra quelli che non ho citato ci sarebbe anche Blackthorne per SNES, come tipologia di platform enigmistico simil stealth, che all'epoca mi scappò ma che poi ho prontamente recuperato; chessò, anche lost vicking per certi versi. Poi ce ne sono sicuramente molti altri, ma diciamo che quelli che abbiamo citato ne sono un buon paradigma.
Per quel che riguarda i platform moderni, io purtroppo non possedendo console sono del tutto tagliato fuori. Ho giocato a qualche titolo su NDS, tra cui New Super Mario Bros e tutti e tre i Castlevania usciti. Che dire... è come quando si parla di seconda giovinezza delle AG... io la chiamerei più una prima vecchiaia.
Tsam
Interessometro con il botto che va a toccare uno dei mostri sacri dell'oldgamer, Fallout: http://www.oldgamesitalia.net/content/lint...sometro-fallout

Speriamo che Ragfox sia lontano biggrin2a.gif
The Ancient One
Il "nostro" mi ha proprio stupito con questa scelta!!!

Poi ho visto il valore che ha toccato l'interessometro... lookaround.gif
Stasera mi leggo il pezzo, ma siamo a rischio scintille!!!!

smilies3.gif
Max_R
Io trovo i due Fallout semplicemente perfetti, che se ne dica... Sono i due giochi che mi hanno fatto capire che ero totalmente assuefatto, a tal punto da spaventarmi...
Capo
Articolo talmente brutto che è quasi insultante per il lettore.
TheRuler
CITAZIONE (Capo @ 28 Sep 2012, 18:05) *
Articolo talmente brutto che è quasi insultante per il lettore.


Articolo letto. Non mi sono sentito offeso.
Comunque i gusti non si discutono.
Tsam
CITAZIONE (Capo @ 28 Sep 2012, 18:05) *
Articolo talmente brutto che è quasi insultante per il lettore.

Posso chiederti il perchè?
Diduz
Non entro nel merito del gioco non avendolo mai provato (è acquistato da GOG e attende tra i to-play), ma a quanto ho capito "L'interessometro" non è una recensione, bensì una possibilità di riflettere sul posto storico di alcuni giochi, sulla loro capacità di mantenerlo o perderlo in questo o quell'altro aspetto. Può essere una bella occasione anche per tornare a valutare le qualità del gioco attivamente. Molti mostri sacri alla fine vengono difesi di default, una piccola provocazione può vivificare le motivazioni. wink.gif
The Ancient One
Concordo con Diduz come ho commentto sul sito.

Domani, a mente fresca, scriverò altro.
Nemmeno io mi sono sentito offeso, anzi.

Ho iniziato a riflettere sull'obsolescenza dei classici, tanti anni fa con la traduzione di Ultima 7.
Passato ad Elaine, neofita degli Rpg, mi faceva notare che... L'interfaccia era ostica!!!!
E non fu l'unica.

Non potevo crederci.






Grazie del pezzo, Gnupick.
Capo
CITAZIONE (Tsam @ 28 Sep 2012, 19:46) *
CITAZIONE (Capo @ 28 Sep 2012, 18:05) *
Articolo talmente brutto che è quasi insultante per il lettore.

Posso chiederti il perchè?


E' come andare su un forum di cinema e leggere che Quarto Potere è superato perche il bianco nero è brutto, perche il tema è sorpassato e perche la profondità di campo non vale niente visto che adesso c'è il tredi'.

Follia
Blasfemia
Ingoranza
The Ancient One
CITAZIONE (Capo @ 29 Sep 2012, 03:45) *
Follia
Blasfemia
Ingoranza

Prendo questo tris come una battuta simpatica da OldGamer.
Dico bene? :-)




CITAZIONE
E' come andare su un forum di cinema e leggere che Quarto Potere è superato perche il bianco nero è brutto, perche il tema è sorpassato e perche la profondità di campo non vale niente visto che adesso c'è il tredi'.

Questo invece è (per me) molto interessante.
È del resto un argomento di cui qualche hanno fa abbiamo discusso a lungo (insieme ad altri temi fra cui: abandonware su OGI?, una sezione dedicata a solo AG?, solo PC o anche console?, ecc.).

OGI si occupa di tutti i videogiochi, per tutte le piattaforme e... di tutte le età.
Se il vg ha un valore culturale (se non addirittura artistico) non ha senso fare distinzioni.

Ecco che, se questa è la base "ideologica" di OGI, ne segue anche un certo modo di analizzare i giochi.

Ecco che di solito, parliamo di:

- VALORE STORICO = Nel momento in cui è uscito, un gioco poteva essere altamente rivoluzionario.
Prendi Dungeon Master è una pietra miliare assoluta.

- VALORE ODIERNO = Quanto un gioco ha ancora oggi da dire.
Dungeon Master su tante cose è superato, ma su altre forse ha ancora qualcosa da dire.

- INTERESSOMETRO
Beh, anche per questo c'è spazio. Ed è probabilmente il giudizio che ci dice quanto un titolo sia giocabile, interessante, per il giocatore odierno.



Per me Fallout ha:
- un valore storico incommensurabile. È nell'olimpo dei giochi
- un valore odierno immenso. Magari ci fossero oggi giochi che sfiorano la sua profondità
- un interessomentro di... 3 su 5. Perché condivido le osservazioni negative di Gnupick. Non è un offesa al gioco, è una costatazione.

A suo tempo io ho amato Ultima 6. E l'ho giocato svariate volte.
Però, diciamoci la verità, di rigiocarlo oggi non ne ho troppa voglia, perché quell'interfaccia mi è troppo d'ostacolo.



Quindi, capisco benissimo la tua posizione, Capo.
E la rispetto in modo assoluto.
Credo che anche la mia però sia assolutamente difendibile, no?
E lo stesso vale per il pezzo di Gnupick.
Diduz
CITAZIONE (Capo @ 29 Sep 2012, 05:45) *
E' come andare su un forum di cinema e leggere che Quarto Potere è superato perche il bianco nero è brutto, perche il tema è sorpassato e perche la profondità di campo non vale niente visto che adesso c'è il tredi'.

Ma con uno spunto così ci si può costruire un saggio! Magari chi lo scrive è un (incauto) flamer, ma la risposta a una considerazione del genere sarebbe comunque una goduria unica, di quelle che ti attivano il cervello e ti fanno sentire vivo. Non sto scherzando. Per rispondere a uno così dovresti: riflettere sul bianco e nero e sul colore nei primissimi anni Quaranta, sull'attualità del tema e sul confronto profondità di campo / 3D! "Non ne vale la pena con uno così?" Forse, però... tu rispondi, lui forse se la ride, ma nel frattempo venti lurker e dieci utenti ne sanno qualcosa di più.

Max_R
Il sistema di gioco, condito di S.P.E.C.I.A.L. probabilmente sarà sempre attuale perchè rasente la perfezione. Ho sentito poi criticare l'inventario ma non ho mai avuto grossi problemi, idem per i "seguaci" che ho sempre evitato e per i bug che nelle tante partite non ho mai riscontrato. Forse può sembrare legnoso, grazie anche alla grafica ed alle risoluzioni limitate, ma dopo pochi minuti di gioco non ci si può che passare sopra. Fallout non è trama, è meccanica di gioco e sopravvivenza. Non c'è da stupirsi nel trovare ostico uno scenario post-atomico!
LargoLagrande
Ho giocato a Fallout circa un anno fa e pur non essendo un vero appassionato di RPG ho da subito capito di avere tra le mani uno di quei giochi che nel bene e nel male "entrano nella storia". Personalmente mi ha colpito per la vastità delle situazioni e dei meccanismi di gioco, per l'ambientazione e
l'universo post-apocalittico così abilmente costruito, per la varietà di dettagli secondari che arricchiscono il plot di base che apparentemente può sembrare molto minimale.

Quanto detto nell'articolo è vero, da conoscitore modesto di questo genere io stesso ho vissuto in prima persona la complessità di alcuni momenti di gioco, non nascondo che il gameplay mi sia sembrato leggermente frustrante in alcuni frangenti, nelle scene di combattimento, nella comprensione dell'utilizzo dell'inventario, cosa che però avevo ben preventivato prima di approcciarmi ad un videogioco che comunque per quanto possa rimanere moderno e giocabilissimo ancora oggi, è pur sempre del 1997. Tuttavia queste difficoltà non hanno minato in modo determinante la mia esperienza di gioco che è rimasta
complessivamente gradevole e non avrei alcun ripensamento nell'ammettere che Fallout è un titolo che ricordo ancora oggi con estremo piacere e che definirei tra i più interessanti che abbia mai giocato. Per me alcune delle regole fondamentali per una corretta interpretazione di un gioco realizzato molti anni prima, con un'altra tecnologia e un modus operandi completamente diverso, sono quelle della "contestualizzazione" del gioco e della "consapevolezza" del giocatore. E' un "patto" dal quale non si può prescindere.

A mio modo di vedere, è inconcepibile giudicare un videogioco senza tener conto del preciso momento storico durante il quale è stato realizzato e ritengo poco utile sottolineare quello che è ormai abbondantemente superato a livello tecnico come una nota negativa per un gioco. Vecchio. Ovviamente so che in molti non saranno d'accordo con questa mia teoria, ho sentito gente sminuire il valore di AG classiche di tutto rispetto perchè ritenute oggi "scomode" nel gameplay, tuttavia mi piace pensare che chi si avvicina ad un titolo di parecchi anni prima faccia volentieri lo sforzo di adattarsi ad una metodologia di gioco differente da quella alla quale è abituato oggi e che sia disposto anche a tollerare una maggiore difficoltà tenendo presente che alcuni aspetti conservano intatti la loro bellezza e altri mostreranno, come è naturale che sia, il passare degli anni.


Ritornando alla logica che regge questa rubrica, il senso non è dare un voto ad un titolo, non si vuole bollarlo o sminuirlo o celebrarlo,
ma solo soffermarsi su alcuni elementi di gioco in qualche modo innovativi o più semplicemente particolarmente interessanti che possono esserci
sia in un titolo storico come Fallout che in un gioco ampiamente dimenticabile come Winterbottom

Io capisco il risentimento di Capo e capisco anche il principio che regge l'analisi dell'autore, sono due approcci diversi che difficilmente
potranno coincidere, da una parte l'opinione dell'appassionato che ha vissuto pienamente il gioco, dall'altra l'analisi fredda e comunque abbondantemente "a posteriori" di un esperto. Ritengo sia inevitabile, in questo articolo più che mai, anche perchè probabilmente non sempre gli elementi di interesse di un gioco con i suoi bei anni sul groppone possono rimanere anche attuali e moderni, anzi diciamo che succede molto raramente soprattutto quando un gioco è complesso e importante.
TheRuler
CITAZIONE (Capo @ 29 Sep 2012, 03:45) *
Follia
Blasfemia
Ingoranza


Non c'era bisogno di scomodare l'FBI.

L'analisi di Largo condivide molto del mio pensiero. "Quarto potere" rimarrà sempre uno dei 100 film migliori di sempre, cosi' come fallout nella sua categoria. Non puoi dirti un appassionato di cinema se non hai visto il primo, né un appassionato di videogames se non hai giocato il secondo; questo la recensione di gnupick lo esprime in maniera cristallina.
The Ancient One
Tanto di cappello.

Leggere questo forum è per me ogni giorno più bello e gratificante.
E imparo sempre un sacco di cose nuove.

Grazie mille ragazzi!
(Anche a Capo, comunque!)
Capo
CITAZIONE (TheRuler @ 29 Sep 2012, 23:23) *
CITAZIONE (Capo @ 29 Sep 2012, 03:45) *
Follia
Blasfemia
Ingoranza


Non c'era bisogno di scomodare l'FBI.

L'analisi di Largo condivide molto del mio pensiero. "Quarto potere" rimarrà sempre uno dei 100 film migliori di sempre, cosi' come fallout nella sua categoria. Non puoi dirti un appassionato di cinema se non hai visto il primo, né un appassionato di videogames se non hai giocato il secondo; questo la recensione di gnupick lo esprime in maniera cristallina.


Giocare e vedere non è abbastanza, bisogna avere la cultura, l'intelligenza e la sensibilità per capire e sentire cosa si sta giocando e cosa si sta vedendo.

Tutto imho.
Gnupick
Eccomi qua! Beh, dopo due articoli di ‘rodaggio’, parlare di Fallout in modo diverso in un covo di oldgamer è puro autolesionismo, me la sono andata a cercare! biggrin2a.gif

Scherzi a parte, molti di voi hanno compreso il senso dell’articolo, ma a scanso di equivoci vorrei cercare di spiegarmi meglio.
Penso che siamo tutti d’accordo che quel numerino in basso non indica la qualità del gioco (non a caso il pezzo non è finito nel listone delle recensioni) e no, non dirò ‘che voto assegnerei’ perché vorrei cercare di non entrare nel merito (non in questa rubrica, intendo) e concentrarmi sul punto principale.

Immaginate un ‘osservatore’ che (e sottolineo) OGGI cerchi di indagare su dove stava andando / dove va / dove andrà il mondo videoludico. Questo studioso non predilige nessun genere particolare e non ha necessariamente la percezione completa dell’universo videoludico. Si avvicina quindi al titolo chiedendosi ‘Cosa è importante sapere OGGI sul gioco XYZ?’.
Dunque, secondo questo approccio, Winterbottom – gioco appena carino – è molto interessante perché ci permette di conoscere le armi di quel mercato indie che ultimamente sta prendendo molto spazio, raccogliendo consensi in ogni dove. Nel caso del titolo preso in esame, quelle armi possono essere la sperimentazione stilistica, lo stile rètro o il puro effetto simpatia.

Arriviamo a Fallout. Contestualizzando nel modo in cui ho spiegato, cosa può offrire? Diversi elementi che, però, sono concentrati quasi esclusivamente nelle prime ore di gioco. Gli oggettivi difetti (perlopiù di anzianità) sono in qualche misura accettati per una fetta dell’esperienza , ma successivamente – quando cioè i punti di interesse sono oramai stati percepiti e assimilati – diventano preponderanti e rischiano di stuzzicare poco l’osservatore. Quindi, se si aggiunge anche la scarsa progressione del gioco (in termini narrativi e di gameplay), durante la seconda metà (e oltre) di Fallout c’è ben poco da annotare.
Per dirla in modo assai banale è semplificato: Fallout è un titolo cruciale che deve essere conosciuto, ma non è necessario portarlo a termine per comprenderne l’importanza.

Spero di aver chiarito un po’ meglio blush.gif .
Tsam
Finalmente riesco a trovare il tempo per rispondere con tutti i crismi del caso.

Faccio una premessa: dal mio punto di vista anche il solo parlarne è un successo per la rubrica e un punto a favore dell'opera di Gnupick; essere in accordo o in disaccordo è una naturale conseguenza di un discorso portato avanti con passione e competenza e come tale sono stato davvero felice di leggere gli interventi di diversi di voi.

Mi collego quindi con quanto detto da Capo e del paragone fra cinema e videogiochi che risulta interessante per diverse considerazioni:
- La differenza delle esperienze: mentre il cinema rimane pressochè identico nella fruizione e nei meccanismi visivi (occhio che non sto parlando di tecnica di ripresa, ma solo dal punto di vista dell'osservatore nudo e puro), il videogioco ha una velocità di mutazione delle sue meccaniche alquanto elevata; osservate il gameplay di un gioco anche solo di tre, quattro anni fa e confrontatelo con quello di oggi e vedrete una differenza abissale. Guardate un film di dieci anni fa e un film di oggi e vedrete sì delle differenze (soprattutto nelle grandi produzioni) ma potreste fare fatica a distinguere quale dei due è stato fatto prima.

- L'accessibilità: sia cinema che videogiochi stanno intraprendendo un percorso di semplificazione della fruizione così da diminuire le barriere all'ingresso: se i gdr (visto che parliamo di Fallout) tendono a essere maggiormente semplificati nelle meccaniche di fruizione e nelle interfacce, il cinema sta operando un percorso di eliminazione dei "sottotesti", lasciando molte delle sue cartucce nello "spiegato" piuttosto che nell'interpretazione. Vogliamo chiamarla maggiore attenzione agli effetti speciali? Non lo so, quello che di certo ora è che entrambi i prodotti sono più alla portata di tutti, ma forse sono un po' meno ricchi dal punto di vista dei contenuti che lasciano al fruitore. Ovviamente sto ragionando per macrocategorie..gli esempi opposti in entrambi campi ci sono e sono molto validi.

- Il contesto: quarto potere e Fallout sono figli del loro tempo, fatti e creati per una platea che aveva delle chiavi di accesso all'opera sicuramente legate al vissuto di quegli anni: valutare questi come opere fondanti perchè venute prima rischia di essere il classico errore di chi vuole adattare le stesse metodologie di lettura per ogni prodotto. Sicuramente sono state importanti, sicuramente fanno parte della storia, ma lo sono nel momento in cui si considera che ogni epoca ha i suoi perni che ne designano un percorso di crescita e cambiamento lineare e che come tali devono essere rispettati.
Credo che il bello dell'interessometro sia proprio la dichiarazione esplicita di utilizzare le chiavi attuali per aprire le porte, sia di un'epoca diversa, sia che attuale e di dare una lettura "attuale": lo sforzo dello studioso (concedetemi il termine) deve essere quello di analizzare i vari fenomeni riconoscendo i filtri che implicitamente o esplicitamente utilizza; ci tengono infine a ribadire che questa non è una difesa della rubrica, anzi, quanto il frutto delle considerazioni nate grazie agli interventi di tutti, Capo in primis, e per questo vi ringrazio.

Mi fermo qui, non volevo scrivere un saggio, ma condividere con voi quello che la mia piccola mente ha partorito blush.gif
Tsam
Dopo aver creato il vuoto con il mio post, vi annuncio che è pronto un altro interessometro, a tema Another World: http://www.oldgamesitalia.net/content/lint...o-another-world

Buona lettura!
Diduz
CITAZIONE (Tsam @ 12 Oct 2012, 11:05) *
Dopo aver creato il vuoto con il mio post, vi annuncio che è pronto un altro interessometro, a tema Another World: http://www.oldgamesitalia.net/content/lint...o-another-world


Solo una correzione tecnica. Da un recente post-mortem (letto non ricordo dove, pardon), Chahi disse che alla fine il rotoscoping lo usò soltanto in una o due scene, una di sicuro è quella della lattina. Per il resto si tratta di animazioni assemblate manualmente, con la particolarità di aver usato grafica poligonale inquadrata in 2D. Una soluzione che permise tante animazioni, di cui tante a tutto schermo, in soli due dischi sull'Amiga, macchina su cui il gioco fu in origine sviluppato.
Gnupick
CITAZIONE (Diduz @ 12 Oct 2012, 10:28) *
Solo una correzione tecnica. Da un recente post-mortem (letto non ricordo dove, pardon), Chahi disse che alla fine il rotoscoping lo usò soltanto in una o due scene, una di sicuro è quella della lattina.


In realtà, almeno secondo questo documentario ( http://www.youtube.com/watch?v=PPDN-tE7vQ0...;feature=relmfu minuto 4:00 più o meno), la tecnica è stata usata per diverse animazioni del protagonista, oltre che per alcune cutscene, come la famosa scena della lattina, la camminata fuori dall'ascensore, lo zoom sui piedi e lo zoom sulla pistola quando la raccoglie. In ogni caso, sicuramente nelle cutscene è più 'appariscente', io ai tempi restai a bocca aperta per quel mezzo secondo della lattina biggrin2a.gif .
LargoLagrande
Articolo interessante che analizza molti degli elementi grafici e strutturali che hanno reso Another World un gioco assolutamente originale nel suo genere, che vale la pena di ricordare ancora oggi. Un esperimento interessante per alcuni addirittura considerato destabilizzante e di rottura rispetto alla tradizione e a quello che eravamo abituati a giocare. Ricordo che quando ci giocavo su Amiga, molti dei miei amici erano confusi da questo tentativo di fondere tipologie di giochi diverse, a metà tra le dinamiche platform alla Prince of Persia , che tanto successo riscuoteva all'epoca e pillole di interazione con gli oggetti e l'ambiente da avventura grafica (genere che la Delphine Software conosceva bene) , questo non toglie che il risultato finale fosse assolutamente impressionante. Tralasciando per un attimo la trama sci-fi davvero ben strutturata e coinvolgente, l'articolo si sofferma giustamente sia sul rotoscope che sugli intermezzi cinematici, qualcosa di assolutamente innovativo per noi giovani videogiocatori degli anni 90 (il tutto senza decine di dischetti e decine di minuti di attesa). Fondamentale poi l'introduzione dei "checkpoint" per ogni sequenza-livello che ti permettevano di ricominciare dal punto più vicino in caso di morte, dettagli ripresi in seguito e che hanno fatto scuola e influenzato anche alcuni giochi action moderni. Inoltre anche per me sia Another World che Flashback, (non il suo sequel ma sicuramente il degno erede naturale) sono titoli che hanno superato egregiamente il passare del tempo, molto più di altri giochi realizzati nello stesso periodo. Ho "retrogiocato" recentemente ad entrambi e posso assicurarvi che il fascino è rimasto immutato. A differenza di quanto riportato nell'articolo però ho sempre trovato questi due giochi abbastanza difficili per me, li ho portati a termine ma non sarei molto d'accordo che "l'abilità nei controlli sono richiesti solo in una manciata di occasioni", e sebbene l'elemento adventure fosse evidente in tutti e due questi prodotti ritengo che le dinamiche platform-action fossero molto incisive e non proprio secondarie o semplicissime, in molti casi era richiesto una precisione negli spostamenti non indifferente (senza dimenticare che non tutti i joystick di allora avevano lo stesso livello di sensibilità) e in alcuni frangenti una certa velocità di riflessione sul da farsi che poteva risultare determinante. In poche parole erano anche giochi "tosti", opinione personale ovviamente .
Merengue
Mi piace questa rubrica. Me ne sono accorto solo ora...solita volpe io... poppante.gif
Tsam
Sono passate già due settimane ed ecco tornare l'interessometro, con un'illuminante disamina su binsing of isaac, un vero gioco per old hardcore gamer biggrin2a.gif E voi lo siete?

http://www.oldgamesitalia.net/content/lint...o-binding-isaac
Merengue
Mi piace questo interessometro. Ancora! eheh
Il gioco in sè invece non fa per me. Evidentemente non sono un Hardcore gamer. Tuttavia la trattazione del gioco nell'articolo l'ho trovata godibile ed accurata. Ecco perchè non ho bisogno di giocarlo per sapere che non fa per me..
The Ancient One
CITAZIONE (Tsam @ 26 Oct 2012, 09:59) *
Sono passate già due settimane ed ecco tornare l'interessometro, con un'illuminante disamina su binsing of isaac, un vero gioco per old hardcore gamer biggrin2a.gif E voi lo siete?

http://www.oldgamesitalia.net/content/lint...o-binding-isaac

Cazzarola, sono in ritardo!
Io devo ancora leggermi il vecchio su Another World (uno dei miei giochi preferiti di sempre)!!!

Sono scandalosoooooo!
Merengue
CITAZIONE (The Ancient One @ 26 Oct 2012, 18:38) *
CITAZIONE (Tsam @ 26 Oct 2012, 09:59) *
Sono passate già due settimane ed ecco tornare l'interessometro, con un'illuminante disamina su binsing of isaac, un vero gioco per old hardcore gamer biggrin2a.gif E voi lo siete?

http://www.oldgamesitalia.net/content/lint...o-binding-isaac

Cazzarola, sono in ritardo!
Io devo ancora leggermi il vecchio su Another World (uno dei miei giochi preferiti di sempre)!!!

Sono scandalosoooooo!


Spero che almeno dipenda dal fatto che tu stia giocando ad Alundra... ! ! !
Questa è la versione 'lo-fi' del forum. Per visualizzare la versione completa con molte più informazioni, formattazione ed immagini, per favore clicca qui.
Invision Power Board © 2001-2018 Invision Power Services, Inc.