Benvenuto Visitatore(Log In|Registrati)

2 Pagine V   1 2 >  
Reply to this topicStart new topic
> Minirecensione di alcuni giochi Indie
Micartu
messaggio28 Nov 2016, 12:24
Messaggio #1



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 8.870
Iscritto il: 7 May 04
Da: Regione dell'Albero d'Oro
Utente Nr.: 1.400
BGE Elvira 1
SO WinXP




In questo periodo ho avuto molto tempo per provare giochi a casa, e ho pensato di tirarvi giù due conclusioni:



Teslagrad: un gioco molto carino dalla grafica molto particolare e bella, molto curata. Si tratta di un platform con backtracking praticamente inesistente. Il personaggio principale deve lottare contro un dittatore sfruttando dei poteri che gli derivano dall'elettricità... c'è la possibilità di creare degli scudi elettrici positivi e negativi e colpire con i pugni carichi nell'esatta maniera, o di teletrasportarsi oltre degli ostacoli sottili.
Le schermate sono dei minipuzzle e il gioco salverà non appena avrete oltrepassato il minischema. Sembra un po' Braid per certi versi. Sono presenti numerose boss fight con dei boss caratterizzati piuttosto bene e interessanti.



La boss fight non si riduce mai a "colpisci il mostro" ma si tratta di capire la debolezza del mostro per sfruttarla a nostro favore con l'ultimo potere scoperto e poi scappare e rifilare un nuovo colpo.
Alle volte biosgna combinare i poteri insieme per potergli recare danno. E' un gioco carino, ma ha un problema che lo mina profondamente: la difficoltà esagerata da metà gioco in poi.
La curva di apprendimento sale gradualmente e per quanto all'inizio vi divertirete con un giusto equilibrio di difficoltà, già arrivati al blocco di livello precedente al terzo boss, vi salirà la frustrazione.
Ieri sono incappato in una schermata che mi ha bloccato per 1 ora e mezza. Non che non avessi capito come risolverla, è che non riuscivo a mettere in atto la soluzione. O colpivo delle punte e il personaggio esplodeva o non si apriva un passaggio per tempo e dovevo rifare tutto, fatto sta che dopo averla finita non mi sentivo appagato per avercela fatta ma enormemente frustrato. La boss fight successiva era un mezzo delirio e dopo un paio di tentativi, ancora distrutto dalla schermata precedente, ho disinstallato il gioco dicendo "ma chi me lo fa fare? ho 'Inside' installato sul pc."
Non posso quantificarvi la durata del gioco, che di solito è la pecca dei giochi indie, anche se non fosse particolarmente lungo, vi terrà impegnati per un quantitativo di ore altissimo, vista la difficoltà di fondo di alcune schermate.
Il comparto audio non mi ha lasciato nulla, non l'ho nemmeno notato, e concludo dicendo che per giocarlo bisogna assolutamente utilizzare un gamepad.
Come nota di contorno aggiungo che è presente oltre che su GOG e Steam anche su tutte le console Sony compresa PSvita, Xbox One, Wiiu




Pro:
Grafica molto apprezzabile
Totale mancanza di bachi.
Presenta una buona curva di apprendimento

Contro:
la difficoltà anche se gradualmente sale troppo e diviene eccessiva e inevitabilmente la buona giocabilità viene sostituita dalla frustrazione che la spunta sulla soddisfazione provata nel risolvere le schermate più toste, non lasciando nulla di positivo al giocatore.

https://www.gog.com/game/teslagrad


--------------------
 
Micartu
messaggio28 Nov 2016, 13:06
Messaggio #2



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 8.870
Iscritto il: 7 May 04
Da: Regione dell'Albero d'Oro
Utente Nr.: 1.400
BGE Elvira 1
SO WinXP




E così sono passato a Inside.



Inside è il secondo gioco dei Playdead, gli autori del già acclamato Limbo. I loro giochi sono caratterizzati dal fatto di essere estremamente "ermetici" per quanto riguarda la trama e l'ambientazione, sono minimalisti. Già in Limbo ci veniva dato come presupposto di gioco solo questa frase: "Incerto del fato della sorella, un ragazzo entra nel LIMBO." e nient'altro, il personaggio non parlava e il finale lasciava spazio all'interpretazione del giocatore. E di interpretazioni ne sono nate molte, ne trovate un sacco di letture anche su youtube o in altri forum, e secondo me questo è quello che volevano gli autori: creare un'opera che facesse riflettere e trasmettesse qualcosa. Il persoanggio non parlava, non c'erano dialoghi, ma il gioco parlava al videogiocatore tramite scenari, musiche, azioni, e forte impatto visivo.
Perché un preambolo su Limbo? Perché Inside si comporta nello stesso modo: non ci sono dialoghi, non ci sono testi a schermo, i personaggi non parlano, fanno versi, si lamentano, urlano, e si esprimono al meglio quindi non esprimendosi a parole.
Le premesse sono questa volta: Solo e spaventato, un ragazzo si ritrova suo malgrado al centro di un progetto oscuro.
Il gioco è un arcade-platfrom a puzzle in 2.5D, Non ci sono colori è tutto bianco, nero e in scale di grigi, l'unico elemento di colore a schermo è quello del protagonista.



L'ambientazione è un futuro distopico dove alcuni elementi ne controllano totalmente altri, trattandoli come carne da macello e arrivando ad annientarli sia mentalmente che fisicamente. Le tinte sono forti e le tematiche pure, si parla di clonazione, macellazione delle persone, esperimenti in stile nazista, totale controllo della psiche e abusi. Insomma non è un gioco adatto ai bambini. In alcune fasi è come ricevere un bel pugno nello stomaco.
Essenzialmente si tratta di un arcade-platform dove dovremmo scappare da tutto e da tutti e non potremo in alcun modo difenderci, visto che il protagonista è un bambino disarmato.
Dovremo farci largo tra le schermate risolvendo enigmi e giocando anche fasi leggermente stealth e manipolando gli oggetti dello scenario per i nostri scopi.



Gli autori hanno creato due finali, uno semplice da sbloccare e uno più profondo nascosto molto bene all'interno del gioco. Per accedere ad esso dovrete trovare i classici segreti, ma questo non basterà perché dovrete anche risolvere un paio di puzzle molto complessi. I programmatori poi hanno nascosto all'interno del gioco delle citazioni a letteratura e musica del genere e elementi di crittografia numerica che portano ad altre scoperte interessanti. Ci sono dei videogiocatori che hanno iniziato a raccogliere questo materiale che troverete linkato nel forum di GOG.
Il gioco è stato distribuito inizialmente insieme al pessimo (per gli utenti) ma funzionalissimo (per le case di distribuzione) sistema anti-pirateria Denuvo, che effettivamente funziona, ma penalizza secondo me esageratamente chi poi il gioco è andato a comprarlo per davvero. Per fortuna che i porgrammatori con l'ultimo aggiornamento hanno deciso di rimuovere questa protezione, l'hanno lasciata solo per un periodo di tre o quattro mesi. Tanto di cappello per questa decisione, grazie alla quale ora lo potremo acquistare drm-free sul sito di GOG.
Che posso dire? La giocabilità è divertimento allo stato puro, la grafica è stupenda e crea un'atmosfera tetra e cupa al punto giusto, il gioco trasuda disperazione e la consapevolezza che non c'è rimedio alcuno alle disgrazie che stanno avvenendo, chje rimane solo la fuga. La musica non è esaltante ma è perfettamente coordinata e funzionale al gioco e anch'essa contribuisce a creare la giusta atmosfera.
I controlli sono perfetti, ma consiglio di giocare con un gamepad anche se penso che la tastiera possa bastare, volendo. La durata del gioco è l'unica pecca/non pecca. Io l'ho terminato in 3 orette perché mi sono bloccato su un paio di enigmi, se non fosse capitato l'avrei finito in 2 ore. Capiamoci, i programmatori volevano raccontare una storia, la loro storia, senza annoiare l'utente finale, e la loro storia prevede appunto di svolgersi in quelle due-tre ore, non posso vederlo come un punto negativo, ma qui ci scontriamo con la dura realtà: un gioco del genere per essere sviluppato richiede lacrime e sangue, e una volta terminato lo sviluppo non può essere venduto a meno di 15 euro su Steam e 19 euro su GOG (perché lì è appena arrivato). 2 ore di meravigliosa giocabilità per 15-20 euro, sta a voi decidere. Io con il senno di poi avrei aspettato dei saldi futuri, ma la passione e la fretta.... mi hanno fregato.
Comunque il mio giudizio è altamente positivo, uno dei migliori indie game del 2016. Terminato questo gioco ho reinstallato sul mio pc Waking Mars....

Pro
Ambientazione
Grafica
Giocabilità
Messaggio di fondo

Contro
Scarsa longevità
Costo elevato


--------------------
 
TheRuler
messaggio28 Nov 2016, 14:05
Messaggio #3



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 10.128
Iscritto il: 20 January 06
Da: Bologna
Utente Nr.: 2.653
Entropologo part-time

BGE AG: Indy3
Arcade: Silpheed
Free Roaming: Shadow of the Colossus
RTS: Praetorians

Playing Magari...
SO Windows7

OGI Supporter




Concordo in pieno con il pensiero su INSIDE, avevo scritto qualcosa. Oltre alla costante sensazione di peso sul petto ho apprezzato a dismisura lo stile grafico, di una pulizia disarmante.
Su GOG costa 19 ma secondo me li vale tutti. Come una serata al cinema a vedere un buon film.


--------------------
 
Micartu
messaggio28 Nov 2016, 15:30
Messaggio #4



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 8.870
Iscritto il: 7 May 04
Da: Regione dell'Albero d'Oro
Utente Nr.: 1.400
BGE Elvira 1
SO WinXP




E così terminato Inside, andavo in salotto a fare esercizi per rimettere in sesto il fisico, ascoltando musica, e guarda caso mi capita "Life on Mars?" di David Bowie. Tac! Mi viene in mente che sul mio
account GOG c'è Waking Mars, un titolo che avevo già giocato e terminato una volta. Mi torna voglia di giocarci, lo installo, ci gioco 2 orette e poi lo disinstallo. Tanto per ricordare com'era.



Waking Mars è un videogioco uscito per Ipad nel 2012 e realizzato da Tiger Style. Si tratta di una derivazione del classico stile metroid-vania, un videogioco dove manovreremo un astronauta all'interno di alcune caverne marziane, nel tentativo di salvarsi la vita e fuggire da lì. Per farlo dovremo riattivare l'ecosistema preistorico di quelle caverne, un gioco di equilibrio tra la nascita e crescita delle piante e il risveglio di animali che da esse traggono nutrimento e morendo le alimentano divenendo concime.
Il nostro protagonista, come dicevo prima, fa parte di un team di due persone sbarcato su Marte per effetturare indagini scientifiche, e a seguito di un incidente resta bloccato nelle caverne marziane.
Ogni sezione della caverna, tranne i punti di collegamento tra una sezione e l'altra è un mini-habitat che risponderà a regole differenti da quello precedente, e il nostro protagonista, muovendosi nello spazio grazie a un jet-pack, dovrà creare determinate condizioni ambientali per sbloccare l'accesso alla sezione successiva.



Saremo sempre in contatto con la nostra partner, rimasta alla base, che commenterà le nostre azioni e gli eventi a cui assisteremo, creando una sorta di storia di fondo molto carina.
Ogni scoperta scientifica, ogni pianta che risveglieremo o animale, compariranno nel nostro "diario" sottoforma di scheda che ce ne spiega il comportamento, la morfologia, gli utilizzi e ne fa approfondita analisi. Anche le nostre "armi" vanno via via migliorando. Ho messo tra virgolette perché in questo gioco non ci sono nemici da abbattere e non si spara un colpo, però mano mano che proseguiamo, il nostro personaggio acquisirà nuove skill e capacità sfruttando ciò che ha appena appreso.
Dicevo che per completare una stanza bisogna ricreare delle condizioni ben determinate, per farlo alle volte basta raggiungere un 80% o anche meno di perfezione del mini-ecosistema, ma se portiamo al 100% tutti i mini-ecosistemi assisteremo ad un finale segreto. Quindi è presente anche un buon backtracking ben studiato e mai noioso.



Il comparto grafico è molto carino e ben dettagliato e devo fare i complimenti al team di sviluppo per aver creato un porting tecnicamente così ben riuscito da Ipad a Pc.
I controlli sono perfetti, anche se l'utilizzo di un gamepad è una condizione essenziale per godersi appieno il gioco. L'unica pecca si nota nell'interfaccia di opzioni e "diario", dove la struttura tradisce l'origine touch del gioco.
Musiche interessanti, storia carina, puzzle affascinanti, lo consiglio a tutti a patto che accettiate di non sparare nemmeno un colpo.
Molto molto carino e spesso viene venduto su GOG a prezzi bassissimi. Un acquisto consigliato.
Ricordate però che il gioco non è disponibile in italiano, quindi per capire appieno la mini-storia di fondo dovrete conoscere un pochino la lingua inglese.

Pro
Comparto tecnico molto curato
Porting ben riuscito
Dinamiche di gioco ben calibrate
Difficoltà ben calibrata

Contro
Rimasugli della struttura touch dell'Ipad (non compromettono niente ma io sono un purista del PC)
Musica non proprio eccezionale


--------------------
 
Micartu
messaggio28 Nov 2016, 16:00
Messaggio #5



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 8.870
Iscritto il: 7 May 04
Da: Regione dell'Albero d'Oro
Utente Nr.: 1.400
BGE Elvira 1
SO WinXP




E poi a questo punto, purtroppo, e sottolineo terribilmente il purtroppo, sono passato a una serie di giochi pseudo-tripla A acquistati durante il 2016 durante vari saldi e offerte. Non si vive di soli Indie game d'altronde ma ahimé è difficile trovare dei bei giochi al giorno d'oggi.

Partiamo da questo:



Dying Light: The Following Enhanced Edition.
Io ho una passione per il parkour e dopo aver giocato Mirror Edge qualche anno fa, e su pc non c'è molto di questo genere. Mi sono procurato il reboot di Mirror Edge con scarse aspettative, e non ho ancora avuto modo di provarlo, Outlast che ho installato questa mattina e appunto Dying Light da GOG, che dovrebbe essere un survival Horror, con parkour, crafting, storia di fondo ricca e free-roaming.
Già da qui avrei dovuto capire che non si può mettere in un solo gioco tutte queste cose e aspettarsi che esca bene. Onestamente odio il crafting e le storie insipide.
Questo gioco è di un anonimo terrificante. La storia è insipida, anonima, una palla totale, il crafting è esagerato, una rottura di palle agghiacciante, i personaggi hanno il carisma di una banana e le missioni sono appassionanti quanto Marzullo a mezzanotte e la storia... sì sì mi ripeto... la storia è una chiavica. Soldi buttati nel cesso. Di buono c'era solo la ricostruzione della città e... e basta.
Non lo recensirò, dico solo che non vale la pena acquistarlo. Passate oltre. È stato una grande delusione, una stupenda occasione di unire parkour a zombie buttata al vento.



E quindi dopo 7 ore di test sono passato dopo una bella disinstallazione a Corpse Party acquistato da GOG. Dopo la mia infedeltà temporaneo sono tornato agli Indie.
E qui se ne riparla per dopodomani o più avanti.


--------------------
 
Gwenelan
messaggio3 Dec 2016, 12:29
Messaggio #6



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 11.445
Iscritto il: 8 October 12
Utente Nr.: 19.580
BGE Planescape: Torment
SO Windows7




Non ho giocato a nessuno dei giochi di cui parli e devo dire che nessuno mi ispira (forse ho provato walking Mars? Ricordo chr me ne avevi parlato all'epoca , ma non ricordo se poi lho giocato o meno).
Peccato specialmente per dying light , imho l'idea era fantastica.


--------------------
Conformati.

What can change the nature of a man?
*My Youtube Channel*

La vita è dura e grama - e poi si muore.

Chi è intelligente per definizione non può avere qualcosa di negativo da dire contro lo studio e contro il buon senso.
- Duca


Tutti hanno opinioni: io le ho, tu le hai. E fin da quando abbiamo aperto gli occhi ci hanno detto che abbiamo diritto di avere nostre opinioni. Be’, è una stronzata, naturalmente. Non abbiamo diritto di avere opinioni, abbiamo diritto di avere opinioni informate. Senza studio, senza basi, senza comprensione, un’opinione non vale niente.
È solo un farfugliamento. È come una scoreggia nella galleria del vento, gente.

 
Micartu
messaggio3 Dec 2016, 14:49
Messaggio #7



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 8.870
Iscritto il: 7 May 04
Da: Regione dell'Albero d'Oro
Utente Nr.: 1.400
BGE Elvira 1
SO WinXP




Inside è meraviglioso ma ti deve piacere il genere. Walking Mars è un metroidvania, e anche lì ti deve piacere il genere.


--------------------
 
Gwenelan
messaggio3 Dec 2016, 16:34
Messaggio #8



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 11.445
Iscritto il: 8 October 12
Utente Nr.: 19.580
BGE Planescape: Torment
SO Windows7




Insider ho paura che mi faccia paura ^^'.


--------------------
Conformati.

What can change the nature of a man?
*My Youtube Channel*

La vita è dura e grama - e poi si muore.

Chi è intelligente per definizione non può avere qualcosa di negativo da dire contro lo studio e contro il buon senso.
- Duca


Tutti hanno opinioni: io le ho, tu le hai. E fin da quando abbiamo aperto gli occhi ci hanno detto che abbiamo diritto di avere nostre opinioni. Be’, è una stronzata, naturalmente. Non abbiamo diritto di avere opinioni, abbiamo diritto di avere opinioni informate. Senza studio, senza basi, senza comprensione, un’opinione non vale niente.
È solo un farfugliamento. È come una scoreggia nella galleria del vento, gente.

 
TheRuler
messaggio3 Dec 2016, 16:54
Messaggio #9



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 10.128
Iscritto il: 20 January 06
Da: Bologna
Utente Nr.: 2.653
Entropologo part-time

BGE AG: Indy3
Arcade: Silpheed
Free Roaming: Shadow of the Colossus
RTS: Praetorians

Playing Magari...
SO Windows7

OGI Supporter




CITAZIONE (Gwenelan @ 3 Dec 2016, 16:34) *
Insider ho paura che mi faccia paura ^^'.

Paura no, ma la sensazione di #mainagioia è imponente


--------------------
 
Lief
messaggio3 Dec 2016, 17:05
Messaggio #10





Gruppo: Gamer
Messaggi: 145
Iscritto il: 29 November 16
Utente Nr.: 21.351
BGE Deus Ex 1
Playing Fallout 2
SO Mac OS




Queste mini-recensioni non sono male. Visto che ci sono aggiungo la mia di Anima Gate of Memories (che non è proprio mini ma forse sta meglio in questo topic piuttosto che in uno a parte):
http://www.oldgamesitalia.net/forum/index....showtopic=23758

Ho sentito parlare molto bene di Inside ma prima penso che finirò Limbo (che mi sta piacendo abbastanza anche se non è proprio il tipo di gioco che amo di più).

Messaggio modificato da Lief il 3 Dec 2016, 17:05
 
Gwenelan
messaggio13 Dec 2016, 06:50
Messaggio #11



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 11.445
Iscritto il: 8 October 12
Utente Nr.: 19.580
BGE Planescape: Torment
SO Windows7




Abbiamo riportato sul sito la prima mini-recensione, quella su Teslagrad, per chi non le avesse dato un'occhiata blush.gif!


--------------------
Conformati.

What can change the nature of a man?
*My Youtube Channel*

La vita è dura e grama - e poi si muore.

Chi è intelligente per definizione non può avere qualcosa di negativo da dire contro lo studio e contro il buon senso.
- Duca


Tutti hanno opinioni: io le ho, tu le hai. E fin da quando abbiamo aperto gli occhi ci hanno detto che abbiamo diritto di avere nostre opinioni. Be’, è una stronzata, naturalmente. Non abbiamo diritto di avere opinioni, abbiamo diritto di avere opinioni informate. Senza studio, senza basi, senza comprensione, un’opinione non vale niente.
È solo un farfugliamento. È come una scoreggia nella galleria del vento, gente.

 
Festuceto
messaggio13 Dec 2016, 23:22
Messaggio #12



Gruppo icone

Gruppo: Oldgame Editor
Messaggi: 1.302
Iscritto il: 4 February 14
Da: Napoli
Utente Nr.: 20.293
BGE The Secret of Monkey Island
SO Altro


Spolveratore (1)


A proposito di Teslagrad, ne parlava anche Gianluca Santilio https://youtu.be/NBBY49R5_hA



Micartu ho trovato un refuso dove parli delle boss battle. Comunque si vede che quando l'hai scritta eri incazzato eheh, posso capirti, anche io sono alle prese con Akane the Kunoichi, probabilmente meno frustrante di Teslagrad, ma comunque ispiratore di grandi e colorite bestemmie.
Se posso permettermi, potresti pensare di aggiungere qualche rigo sulla storia e l'ambientazione del gioco blush.gif


--------------------
La vita è un balocco!
 
Micartu
messaggio14 Dec 2016, 13:01
Messaggio #13



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 8.870
Iscritto il: 7 May 04
Da: Regione dell'Albero d'Oro
Utente Nr.: 1.400
BGE Elvira 1
SO WinXP




Grazie per la segnalazione e il consiglio.
In effetti non sono delle recensioni standard, non pensavo di mandarle in prima pagina, quindi non mi ero perso più di tanto con Teslagrad perché l'ho bocciato in pieno.
È stata postata come recensione ufficiale e qualcuno ho visto che ha sistemato la carenza sulla trama aggiungendo un paio di righe giustamente che fanno da cappello.

Il video che hai linkato affronta la situazione che ho vissuto io da un angolo differente, quello del "non mi diverte".
Se mi fossi fermato al livello 2 del gioco probabilmente avrei scritto la stessa cosa, ma poi andando avanti si è fatto strada un elemento più forte: quello della frustrazione eccessiva.
In questo gioco non ci sono punti in cui ti blocchi e non riesci più ad andare avanti, ma spesso incontri delle schermate che ti costringono a 1 ora di tentativi.
Quando le superi, non hai alcuna soddisfazione, non ti senti premiato ma soltanto frustrato a morte.
In un gioco di questo tipo ci sono tre elementi molto importanti:
dare un bel comparto grafico colorato o nel caso ci sia un gioco tetro una bella ambientazione di atmosfera: il gioco ci riesce a livello grafico ma l'atmosfera la percepisci solo nel primo livello.
creare una giocabilità divertente: come dice Santilio dopo un po' subentra la noia
non deve essere troppo frustrante: ti fa uscire di testa.
Considerando che io sono possessore della cartuccia SNES di Super Mario All Stars e che ho portato a termine tutti i suoi contenuti, posso tranquillamente dirti che non ho mai avuto problemi di rabbia giocandoci (e cavolo se i Mario sono difficili) ma qui ho veramente disinstallato il gioco non appena ho superato l'ultima schermata che mi aveva bloccato per 1 ora, e ormai ero al boss del terzo livello.

Quindi mi trovo d'accordo con Santilio su alcune cose, ma non su tutto. Per esempio secondo me, vista l'abbondanza di platform e metroidvania, un gioco per spiccare di questi tempi deve essere estremamente giocabile e divertente.
Se non arrivi a fare tuoi questi due punti, non meriti il giudizio di "buon lavoro".


--------------------
 
Festuceto
messaggio14 Dec 2016, 14:53
Messaggio #14



Gruppo icone

Gruppo: Oldgame Editor
Messaggi: 1.302
Iscritto il: 4 February 14
Da: Napoli
Utente Nr.: 20.293
BGE The Secret of Monkey Island
SO Altro


Spolveratore (1)


CITAZIONE (Micartu @ 14 Dec 2016, 13:01) *
Grazie per la segnalazione e il consiglio.
In effetti non sono delle recensioni standard, non pensavo di mandarle in prima pagina, quindi non mi ero perso più di tanto con Teslagrad perché l'ho bocciato in pieno.
È stata postata come recensione ufficiale e qualcuno ho visto che ha sistemato la carenza sulla trama aggiungendo un paio di righe giustamente che fanno da cappello.

Il video che hai linkato affronta la situazione che ho vissuto io da un angolo differente, quello del "non mi diverte".
Se mi fossi fermato al livello 2 del gioco probabilmente avrei scritto la stessa cosa, ma poi andando avanti si è fatto strada un elemento più forte: quello della frustrazione eccessiva.
In questo gioco non ci sono punti in cui ti blocchi e non riesci più ad andare avanti, ma spesso incontri delle schermate che ti costringono a 1 ora di tentativi.
Quando le superi, non hai alcuna soddisfazione, non ti senti premiato ma soltanto frustrato a morte.
In un gioco di questo tipo ci sono tre elementi molto importanti:
dare un bel comparto grafico colorato o nel caso ci sia un gioco tetro una bella ambientazione di atmosfera: il gioco ci riesce a livello grafico ma l'atmosfera la percepisci solo nel primo livello.
creare una giocabilità divertente: come dice Santilio dopo un po' subentra la noia
non deve essere troppo frustrante: ti fa uscire di testa.
Considerando che io sono possessore della cartuccia SNES di Super Mario All Stars e che ho portato a termine tutti i suoi contenuti, posso tranquillamente dirti che non ho mai avuto problemi di rabbia giocandoci (e cavolo se i Mario sono difficili) ma qui ho veramente disinstallato il gioco non appena ho superato l'ultima schermata che mi aveva bloccato per 1 ora, e ormai ero al boss del terzo livello.

Quindi mi trovo d'accordo con Santilio su alcune cose, ma non su tutto. Per esempio secondo me, vista l'abbondanza di platform e metroidvania, un gioco per spiccare di questi tempi deve essere estremamente giocabile e divertente.
Se non arrivi a fare tuoi questi due punti, non meriti il giudizio di "buon lavoro".



Mic credo sia molto soggettivo, non voglio rivalutare il gioco che peraltro non ho giocato e non credo lo prenderò se non in saldo (forse), ma bisogna ammettere che ognuno di noi ha una propria soglia di frustrazione, c'è chi resiste a lungo senza bestemmiare, chi subito getta la spugna e tutte le possibilità intermedie. Non escluderei ci sia qualcuno che dopo un'ora di tentativi provi una certa soddisfazione e un senso di appagamento. Certamente si tratta di un gioco non brillante e con un difetto macroscopico che può renderlo repellente per alcuni: un'occasione sprecata, anche perché le alternative valide non mancano.


--------------------
La vita è un balocco!
 
Lief
messaggio14 Dec 2016, 16:01
Messaggio #15





Gruppo: Gamer
Messaggi: 145
Iscritto il: 29 November 16
Utente Nr.: 21.351
BGE Deus Ex 1
Playing Fallout 2
SO Mac OS




secondo me ha ragione Festuceto, io ad esempio non abbandono mai i giochi perchè troppo difficili o per frustrazione.
però non mi piace la pixel art nei nuovi videogiochi e ho poca sopportazione per il 2D.
 
Micartu
messaggio14 Dec 2016, 16:53
Messaggio #16



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 8.870
Iscritto il: 7 May 04
Da: Regione dell'Albero d'Oro
Utente Nr.: 1.400
BGE Elvira 1
SO WinXP




Secondo me è un concetto più esteso: un gioco di base deve divertire. Se becchi qualcosa che ti ferma, e il gioco è bello e divertente, quando lo superi ti senti premiato. Super Mario 3 per esempio è fatto così. Ci sono vari modi in cui puoi giocare i livelli, a finire tutto (difficilissimo), a trovare l'uscita (più semplice) e a cercare di trovare l'uscita con un po' di esplorazione (mediamente difficile).
Ci sono dei punti che ti bloccano moltissimo, ma sei inscimmiato a proseguire, hai il controllo totale del personaggio e una grossa difficoltà davanti, ma non nasce frustrazione.
Al contrario in Teslagrad, il fatto di bloccarti per mezzora o un'ora su una singola schermata è parte del metodo di gioco. Non dipende dalla difficoltà, ma dai controlli che volutamente rispondono male.
Non puoi calcolare neppure approssimativamente le traiettorie e per esempio quando devi eseguire un balzo devi improvvisare in volo come seguirlo. Riassumiamo: sai cosa devi fare, sai come farlo, sai come eseguirlo, ma non riesci a farlo perché il comportamento dei tuoi poteri è casuale... non mi sembra un buon punto di partenza.
Questo è becero, è un modo distorto di concepire la parola giocabilità.
Non c'è premio nel finire una schermata, solo noia dopo mezzora che tenti.
E non ti arrabbi, ti stufi e basta.

facciamo un esempio, prendete questo walkthrough:



Il ragazzo che gioca è davvero esperto, quindi non dovete pensare che tutti gli errori che sta facendo li fa per inesperienza, tra l'altro a questo punto del gioco il videogiocatore sa come muovere il personaggio, siamo nel terzo blocco di gioco. Guardate quante volte crepa, e tutte le volte che crepa, ricordate che non sta sbagliando lui, ma i poteri non stanno rispondendo come dovrebbero.


Un gioco può essere difficile senza essere frustrante, ma prodotti come Teslagrad non hanno senso di esistere, quando ci sono almeno 200 giochi che si rivelano più divertenti ed immediati e magari presentano comunque un alto tasso di difficoltà. Limbo non è semplice per niente però è 8 spanne sopra a Teslagrad. Super mario 3 (vabbé è un capolavoro) è molto più difficile di Teslagrad ma è più giocabile, Demon's Crest è 8 spanne sopra eppure è difficilotto, tutti i Metroid sono più difficili di Teslagrad ma danno più soddisfazione e non danno frustrazione.

Come al solito chi rifila un bel voto a questo tipo di giochi, secondo me, non ha ben chiaro nella testa quale sia il tipo di giocabilità e intrattenimento che un platform dovrebbe offrire.
Non parlo di Santilio, che sega pure lui il gioco per motivazioni differenti, ma dei recensori che lo promuovono in giro per il web.
Anche studiare a memoria un elenco del telefono è un'azione che con un po' di impegno può essere fatta, ma chiediamoci: è divertente farlo?


--------------------
 
Festuceto
messaggio14 Dec 2016, 17:06
Messaggio #17



Gruppo icone

Gruppo: Oldgame Editor
Messaggi: 1.302
Iscritto il: 4 February 14
Da: Napoli
Utente Nr.: 20.293
BGE The Secret of Monkey Island
SO Altro


Spolveratore (1)


CITAZIONE (Micartu @ 14 Dec 2016, 16:53) *
Al contrario in Teslagrad, il fatto di bloccarti per mezzora o un'ora su una singola schermata è parte del metodo di gioco. Non dipende dalla difficoltà, ma dai controlli che volutamente rispondono male.
Non puoi calcolare neppure approssimativamente le traiettorie e per esempio quando devi eseguire un balzo devi improvvisare in volo come seguirlo. Riassumiamo: sai cosa devi fare, sai come farlo, sai come eseguirlo, ma non riesci a farlo perché il comportamento dei tuoi poteri è casuale... non mi sembra un buon punto di partenza.
Questo è becero, è un modo distorto di concepire la parola giocabilità.



Ok, ora ho capito meglio la situazione. Secondo me dovresti inserire queste considerazioni nella recensione o approfondirle. Il problema non è tanto l'impennata della difficoltà, ma il sistema di controllo bacato che uccide la giocabilità.


--------------------
La vita è un balocco!
 
Micartu
messaggio14 Dec 2016, 17:16
Messaggio #18



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 8.870
Iscritto il: 7 May 04
Da: Regione dell'Albero d'Oro
Utente Nr.: 1.400
BGE Elvira 1
SO WinXP




CITAZIONE
Ok, ora ho capito meglio la situazione. Secondo me dovresti inserire queste considerazioni nella recensione o approfondirle. Il problema non è tanto l'impennata della difficoltà, ma il sistema di controllo bacato che uccide la giocabilità.


No, no, non sono bacati i controlli, è voluto che sia così. L'impossibilità di controllare le traiettorie e le reazioni dei poteri, fa parte della struttura del gioco. La cosa è più sottile. Qui abbiamo un gruppo di programmatori che ha pensato che inserire questa impossibilità di controllo totale delle reazioni dei poteri sia una nota positiva alla giocabilità. E' un concetto molto più invasivo.
Sai che se ti carichi di potere blu il vortice rosso ti porta in alto, ma quando ci entri dentro non sai se arriverai in cima, in che modo e in che punto. E' una cosa ridicola.
Per esempio nel video che ho postato prima, prendiamo il secondo numero 8, l'autore della soluzione, ormai avezzo al gioco e ai comandi deve solo caricarsi di energia rossa e andare verso l'alto per poi teletrasportarsi a sinistra.
Un'azione molto semplice, basta tenere premuto un pulsante, rilasciarlo una volta in cima e premerne un altro. Niente di che.
Eppure... non ce la fa perché il potere dà un colpo di coda e lo sposta di qualche cm verso il basso.
Un salto di 8 m a destra? Dovrebbe essere possibile caricandosi di energia blu, ma... azz, no, l'energia blu mi ha sospinto un pelo di troppo in alto e ho colpito delle punte, via rifacciamo.
Altro esempio, devo fare l'acrobata per attivare un granchio che prema un pulsante e apra un passaggio. Primi 10 tentativi muoio nelle acrobazie. All'11 riesco a farcela scendo... ma il granchio decide di non andare ad aprire il passaggio XD Sono le situazioni che si affrontano in questo gioco, è questo il tipo di difficoltà pallosa.

Facciamo un altro esempio: PID. Ci avete mai giocato? Ok, Pid è un gioco dalla difficoltà terrificante, ed è voluto. Qui è voluto pure. La differenza tra PID e Teslagrad è che quest'ultimo non è altrettanto difficile e pena passarci un po' di tempo, si arriverà in fondo. Ma dopo un po' il try and try and try ti annoia, a fronte di una scena ricca di giochi di questo tipo, ma molto più divertenti.

CITAZIONE
Ieri sono incappato in una schermata che mi ha bloccato per 1 ora e mezza. Non che non avessi capito come risolverla, è che non riuscivo a mettere in atto la soluzione. O colpivo delle punte e il personaggio esplodeva o non si apriva un passaggio per tempo e dovevo rifare tutto, fatto sta che dopo averla finita non mi sentivo appagato per avercela fatta ma enormemente frustrato.


Questo nella recensione riassume il concetto senza entrare troppo nel dettaglio, non le ho concepite come delle recensioni ad ampio respiro, ma delle veloci infarinate.

Non buttateci dei soldi, io scommetto che questo qui non lo ha giocato quasi nessuno:



Perché spendere 9 euro per Teslagrad, quando posso giocare a questo capolavoro gratis?
Basta l'snes9x e la roms del gioco Supernintendo.

O al limite per andare sul più moderno c'è la mini-recensione di Inside sotto.


--------------------
 
Festuceto
messaggio14 Dec 2016, 18:38
Messaggio #19



Gruppo icone

Gruppo: Oldgame Editor
Messaggi: 1.302
Iscritto il: 4 February 14
Da: Napoli
Utente Nr.: 20.293
BGE The Secret of Monkey Island
SO Altro


Spolveratore (1)


Sei stato chiaro Mic! Comunque non li spenderei mai 9€ per Teslagrad, ma forse (e sottolineo forse) potrei prenderlo in saldo sotto i 2€ blush.gif


--------------------
La vita è un balocco!
 
Lief
messaggio14 Dec 2016, 18:53
Messaggio #20





Gruppo: Gamer
Messaggi: 145
Iscritto il: 29 November 16
Utente Nr.: 21.351
BGE Deus Ex 1
Playing Fallout 2
SO Mac OS




Ho giocato pochi anni fa Super Mario su virtual console (3ds) dopo molti anni e mi sono ritrovato ad usare la funzionalità di save state molto più spesso di quanto avrei voluto.
Ho visto il video del gioco e da quel che ho capito perlomeno in quel platform 2D non c'è gameover permanente (ossia non devi ricominciare da capo una volta finite le vite come in molti platform del passato)...
Non dico che sia un bel gioco (non è proprio il mio genere), ma da non amante del genere tra i titoli da te suggeriti e questo non vedo una grandissima differenza a livello di frustrazione.
Tra i pochi platform 2D rimasti impressi nel mio dna (grazie al fatto che è stato il mio primo videogioco in assoluto) c'è Aladdin della Disney. È un gioco in cui non c'è nessuna funzione di salvataggio, l'ho ricomprato di recente su gog e per finirlo ho dovuto utilizzare un trucco per evitare di perdere vite durante le numerosissime morti... è bastato un errore di digitazione nella schermata di pausa per tornare alla schermata iniziale ad un passo dall'ultimo boss del gioco.... e nonostante il gioco sia ingiusto, frustrante, difficile oltre ogni dire... mi ha divertito un sacco.
Può darsi che Teslagrad diverta un certo tipo di persone, nonostante tutto.

personalmente come platform moderno preferisco una serie come Trine 1-2 e anche il criticatissimo 3 (che è al contrario il mio preferito proprio perchè preferisco quasi sempre i giochi 3D).
 
Gwenelan
messaggio14 Dec 2016, 21:50
Messaggio #21



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 11.445
Iscritto il: 8 October 12
Utente Nr.: 19.580
BGE Planescape: Torment
SO Windows7




Mmm, anche io ho giocato Aladdin, da piccola, e lo ricordo difficile sì, ma non ingiusto. Ed è completabilissimo anche senza trucchi. Quel che Mica descrive è un gioco ingiusto, nel senso che non ti dà gli strumenti per vincere, per farlo hai bisogno di CULO. Poi, non ho giocato il gioco (e non penso che lo farò), ma le parole di Mica e il video mi sembrano chiare. Voglio dire:
CITAZIONE
Non puoi calcolare neppure approssimativamente le traiettorie e per esempio quando devi eseguire un balzo devi improvvisare in volo come seguirlo. Riassumiamo: sai cosa devi fare, sai come farlo, sai come eseguirlo, ma non riesci a farlo perché il comportamento dei tuoi poteri è casuale... non mi sembra un buon punto di partenza.

Wtf, prego?
Dando questo per buono, sì, il gioco potrà divertire qualcuno, ma non mi pare fatto bene.


--------------------
Conformati.

What can change the nature of a man?
*My Youtube Channel*

La vita è dura e grama - e poi si muore.

Chi è intelligente per definizione non può avere qualcosa di negativo da dire contro lo studio e contro il buon senso.
- Duca


Tutti hanno opinioni: io le ho, tu le hai. E fin da quando abbiamo aperto gli occhi ci hanno detto che abbiamo diritto di avere nostre opinioni. Be’, è una stronzata, naturalmente. Non abbiamo diritto di avere opinioni, abbiamo diritto di avere opinioni informate. Senza studio, senza basi, senza comprensione, un’opinione non vale niente.
È solo un farfugliamento. È come una scoreggia nella galleria del vento, gente.

 
Lief
messaggio14 Dec 2016, 22:52
Messaggio #22





Gruppo: Gamer
Messaggi: 145
Iscritto il: 29 November 16
Utente Nr.: 21.351
BGE Deus Ex 1
Playing Fallout 2
SO Mac OS




CITAZIONE (Gwenelan @ 14 Dec 2016, 21:50) *
Mmm, anche io ho giocato Aladdin, da piccola, e lo ricordo difficile sì, ma non ingiusto. Ed è completabilissimo anche senza trucchi.

hai giocato questo:
https://www.gog.com/game/disney_aladdin
giusto? nella sua versione DOS? (perchè già nella versione Genesis a quanto pare era diverso).
https://www.youtube.com/watch?v=x_jf6NAc-bo

dal minuto 23:35 inizia il livello della caverna delle meraviglie e da lì in poi basta un salto sbagliato per morire istantaneamente... si possono comprare dal mercante al massimo 9 vite e anche solo per il primo salto in quel livello ci possono volere molte più vite (bisogna infatti saltare in corsa in modo molto preciso)...
Oltretutto bisogna prima attivare una pietra a inizio livello saltandoci sopra altrimenti un pesce arriva e ti divora, quindi il trial & error è assolutamente necessario.
Ma quello non è il livello più difficile, infatti i salti in cui si muore istantaneamente sono pochi.

Il livello successivo, La Fuga, è 100 volte più difficile con tantissimi salti al limite dell'impossibile e con morte istantanea alla caduta. Inoltre in diversi punti non puoi neanche prenderti il tuo tempo visto che ci sono rocce che ti rincorrono.
Il livello dopo è tutto questione di memoria. Senza averlo fatto più e più volte non è praticamente possibile completarlo.

Solo dal livello ancora successivo (la lampada) c'è una tregua. Ma solo per un livello visto che i due livelli successivi sono nuovamente a livelli di difficoltà infernali (anche se più giusti rispetto ai livelli centrali).

Onestamente non credo che nessun gioco sia difficile come Aladdin (in particolare per il fatto che finite le 9 vite massime bisogna ricominciare da capo, difatti ho finito il gioco solo perchè morendo non perdevo vite)... tra i giochi più difficili e ingiusti Far Cry 1 negli ultimi livelli lo ricordo comunque più semplice di Aladdin.
Teslagrad sarà anche brutto e difficile ma non c'è il problema di dover ricominciare il gioco, il che lo rende quasi sicuramente più semplice.
Se davvero ritieni Aladdin semplice beh, ti faccio i miei complimenti per la bravura.

PS. senza contare che nel boss finale sei costretto a subire danni. quindi se non sei a piena vita è impossibile finire il gioco.

Messaggio modificato da Lief il 14 Dec 2016, 23:07
 
Gwenelan
messaggio14 Dec 2016, 23:32
Messaggio #23



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 11.445
Iscritto il: 8 October 12
Utente Nr.: 19.580
BGE Planescape: Torment
SO Windows7




Sì, ho giocato la versione DOS. Non è "semplice", infatti ho detto che lo ricordo difficile. Ma non è impossibile (vedi che il tizio nel video non muore e sbaglia più di un salto), anche nei commenti su GOG trovi di gente che l'ha finito. Aladdin era molto difficile, ma non ingiustamente frustrante. Tu controlli sempre benissimo Aladdin, se salti male sei tu che devi (e puoi) migliorare, non è il gioco che va a culo. Certo, non poter salvare rende tutto più faticoso, ma non rende di per sé le sequenze più difficili (plus, parliamo di un gioco vecchissimo che non ti faceva salvare per motivi legati all'epoca della creazione, non perché voleva torturarti). In Teslagrad, siccome tu non controlli bene il pg, allora sbagli e muori costantemente. Immagina quelle sequenze di Aladdin se tu, saltando, non sai dove ti finisce il pg. L'avremmo lanciato tutti contro un muro. Invece Aladdin è giusto. Difficile coi cazzi, ma hai sempre una chance leale.


--------------------
Conformati.

What can change the nature of a man?
*My Youtube Channel*

La vita è dura e grama - e poi si muore.

Chi è intelligente per definizione non può avere qualcosa di negativo da dire contro lo studio e contro il buon senso.
- Duca


Tutti hanno opinioni: io le ho, tu le hai. E fin da quando abbiamo aperto gli occhi ci hanno detto che abbiamo diritto di avere nostre opinioni. Be’, è una stronzata, naturalmente. Non abbiamo diritto di avere opinioni, abbiamo diritto di avere opinioni informate. Senza studio, senza basi, senza comprensione, un’opinione non vale niente.
È solo un farfugliamento. È come una scoreggia nella galleria del vento, gente.

 
Lief
messaggio15 Dec 2016, 00:51
Messaggio #24





Gruppo: Gamer
Messaggi: 145
Iscritto il: 29 November 16
Utente Nr.: 21.351
BGE Deus Ex 1
Playing Fallout 2
SO Mac OS




non so. non sono convinto. il tizio su youtube potrebbe essersi esecitato dei giorni... aver fatto un montaggio o semplicemente essere un dio dei giochi per quel che ne so. i commenti che leggo su gog sono solo di persone che volevano la versione genesis. se si vanno a leggere i commenti sotto il re leone (più o meno dello stesso periodo) ci sono diverse persone che dicono chiaramente di non averlo mai finito per la difficoltà davvero elevatissima e che bisogna necessariamente imparare i livelli a memoria per arrivare alla fine.
oltretutto durante il gioco mi è parso spesso che aladdin non saltasse come volevo io perchè i controlli lasciano molto a desiderare.
Senza contare che non essendoci il salvataggio bisogna giocare diverse ore di fila senza poter uscire dal gioco.
ovviamente è un gioco del '93 quindi capisco che ci fossero dei limiti, e il gioco mi piace comunque per questioni affettive.
ma dubito seriamente che Teslagrad sia più difficile... semplicemente più noioso, più brutto ecc..., ma più difficile lo credo poco.

E mi fido abbastanza del mio giudizio per quanto riguarda la difficoltà...
 
Gwenelan
messaggio15 Dec 2016, 01:29
Messaggio #25



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 11.445
Iscritto il: 8 October 12
Utente Nr.: 19.580
BGE Planescape: Torment
SO Windows7




CITAZIONE (Lief @ 15 Dec 2016, 00:51) *
non so. non sono convinto. il tizio su youtube potrebbe essersi esecitato dei giorni... aver fatto un montaggio o semplicemente essere un dio dei giochi per quel che ne so. i commenti che leggo su gog sono solo di persone che volevano la versione genesis. se si vanno a leggere i commenti sotto il re leone (più o meno dello stesso periodo) ci sono diverse persone che dicono chiaramente di non averlo mai finito per la difficoltà davvero elevatissima e che bisogna necessariamente imparare i livelli a memoria per arrivare alla fine.
oltretutto durante il gioco mi è parso spesso che aladdin non saltasse come volevo io perchè i controlli lasciano molto a desiderare.
Senza contare che non essendoci il salvataggio bisogna giocare diverse ore di fila senza poter uscire dal gioco.
ovviamente è un gioco del '93 quindi capisco che ci fossero dei limiti, e il gioco mi piace comunque per questioni affettive.
ma dubito seriamente che Teslagrad sia più difficile... semplicemente più noioso, più brutto ecc..., ma più difficile lo credo poco.

E mi fido abbastanza del mio giudizio per quanto riguarda la difficoltà...

Quoto dalla prima recensione GOg che becco:
CITAZIONE
i still haven't finished this yet(loser!) unlike my father, who instigated me by completing level by level(the only way to see the end).


Il punto non è se Aladdin sia più o meno difficile di Teslagrad: sarà pure più difficile, ma è anche fatto *meglio*. Un conto è un gioco volutamente e "lealmente" difficile, un conto è un gioco dalla difficoltà pompata dal fatto che deve andarti a culo il movimento. Che io ricordi, Aladdin si muoveva benissimo, ma se anche i controlli fossero stati imprecisi come dici, questo sarebbe un problema in Aladdin come in Teslagrad, a prescindere da quanto uno ci si diverta.


--------------------
Conformati.

What can change the nature of a man?
*My Youtube Channel*

La vita è dura e grama - e poi si muore.

Chi è intelligente per definizione non può avere qualcosa di negativo da dire contro lo studio e contro il buon senso.
- Duca


Tutti hanno opinioni: io le ho, tu le hai. E fin da quando abbiamo aperto gli occhi ci hanno detto che abbiamo diritto di avere nostre opinioni. Be’, è una stronzata, naturalmente. Non abbiamo diritto di avere opinioni, abbiamo diritto di avere opinioni informate. Senza studio, senza basi, senza comprensione, un’opinione non vale niente.
È solo un farfugliamento. È come una scoreggia nella galleria del vento, gente.

 

2 Pagine V   1 2 >
Reply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

Modalità di visualizzazione: Normale · Passa a: Lineare · Passa a: Outline


Versione Lo-Fi Oggi è il: 26th February 2017 - 17:47