Benvenuto Visitatore(Log In|Registrati)

2 Pagine V  < 1 2  
Reply to this topicStart new topic
> Microsoft acquisisce Obsidian e inXe
Ravenloft
messaggio13 Nov 2018, 13:09
Messaggio #26



Gruppo icone

Gruppo: Founder
Messaggi: 5.141
Iscritto il: 3 November 03
Da: Barovia
Utente Nr.: 286
Lord of Mists

BGE System Shock 2
Playing Pillars of Eternity
SO Windows7

OGI Supporter




Francamente non ho idea di come si possa negare l'impatto del crowdfunding sul mondo dei videogiochi. Il problema sta naturalmente nella scarsa risposta del pubblico che, solitamente, non è in grado di vedere al di la del proprio naso o di uscire fuori dai gusti del branco. Questo impatto, ironicamente, si è concretizzato proprio con queste due acquisizioni, almeno mediaticamente parlando. In maniera duplice. Da un lato, abbiamo un grande publisher che acquisisce due sviluppatori indipendenti e fortemente legati a questa tipologia di finanziamento, il che andrebbe visto come un traguardo almeno per loro, significando stabilità economica; dall'altro lato avremo probabilmente un nuovo vuoto, a meno che qualcuno non rimpiazzi questi sviluppatori. Rimpiazzo che sarà molto difficile proprio perché, avendo "fallito" pur contando tra le loro fila alcuni padri del genere RPG, la gente non ha comprato i loro giochi e hanno continuato invece a spalare merda (penso a Star Citizen in particolare). Bene, ora che la ciccia è finita, magari saranno contenti. Oppure avverrà il miracolo, e altri, sconosciuti, prenderanno il loro posto, pur sperando un giorno di rientrare sotto l'ala protettrice della Microsoft di turno.

Per la cronaca, Microsoft ha acquisito anche Compulsional Games, autori di We Happy Few. Larian è stata aiutata da Namco (almeno per le versioni console), Harebrained Schemes è stata pubblicata da Paradox, Otherside Ent. sarà pubblicata da 505 games, OwlCat lo è stata da Deep Silver. Questo mentre grandi studi vengono chiusi da grandi publisher, mentre impazzano polemiche sulle condizioni di lavoro degli sviluppatori e, perché no, mentre si discute del futuro del medium, sempre più online, sempre più "d'azzardo" e sempre più uguale a se stesso. Viva il mercato tradizionale!


--------------------
 
Micartu
messaggio13 Nov 2018, 14:37
Messaggio #27



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 9.566
Iscritto il: 7 May 04
Da: Regione dell'Albero d'Oro
Utente Nr.: 1.400
BGE Elvira 1
SO WinXP




CITAZIONE
Francamente non ho idea di come si possa negare l'impatto del crowdfunding sul mondo dei videogiochi.


Sono d'accordissimo su questo, ma non tanto sulla parte successiva. Una forte influenza in meglio c'è stata, Microsoft se ne è accorta e li ha acquisiti di fatto.
Io però non apprezzo l'uso che si è fatto di kickstarter. Queste ditte come spiegavo ci si sono votate azzerando il rischio di impresa, è codardia. Passi il primo gioco per rilanciarti, ma dopo un POE dei finanziatori li trovi. C'è da dire che con kickstarter puoi essere indipendente nelle scelte creative, ma stai usando uno strumento che non ti può garantire di sopravvivere economicamente se sei una ditta. In effetti lo stipendio ai dipendenti se sei una ditta devi pagarlo 12 mesi su 12, non solo quando stanno lavorando a un gioco, quindi dopo diventi cmq schiavo dei dati di vendita. E se non vendi devi licenziare, se licenzi chiudi.

CITAZIONE
Il problema sta naturalmente nella scarsa risposta del pubblico che, solitamente, non è in grado di vedere al di la del proprio naso o di uscire fuori dai gusti del branco.


La scarsa risposta di pubblico c'era anche ai tempi della Black isle, dopo i primo due Baldur's Gate.
L'interesse ai tempi si era spostato sugli FPS, e gli rpg della ditta successivi ai due BG vennero realizzato in condizioni di pseudo-indigenza, uscirono quindi fuori rpg votati all'action fatti in fretta e al risparmio come Icewind (che io cmq ho apprezzato molto). Questo emerge da una recente intervista ad Avellone.
Effettivamente come dici molta parte del pubblico non apprezza, ma forse è proprio il genere a essere di nicchia. Certo vedere la deriva del genere con titoli come i TES o Fallout o Mass Effect, ci fa bestemmiare sapendo che hanno successo, mentre il vero rpg è altra cosa, ma forse è un cane che si morde la coda: l'rpg è per pochi ----> gli altri giocano rpg action ----> si propone di meglio ----> non ha successo ------> il vero rpg è per pochi.

CITAZIONE
Rimpiazzo che sarà molto difficile proprio perché, avendo "fallito" pur contando tra le loro fila alcuni padri del genere RPG, la gente non ha comprato i loro giochi e hanno continuato invece a spalare merda (penso a Star Citizen in particolare).


Sono d'accordo, Star Citizen che giustamente citi è il fallimento totale, è prendere kickstarter abusarne e buttarlo alla spazzatura. ora che ti ho letto ho preso la carica e mi sfogo, colpa tua XD (ti lovvo i tuoi post sono sempre molto intelligenti).
Star Citizen ha avviato le attività con Kickstarter, poi col culo sicuro, ha messo su un sito proprietario (lo fanno tutti) e ha vednuto e venduto e venduto facendo trilioni.
Kickstarter chiuso con 2 milioni e 134.000 $ e situazione attuale di budget a 200 milioni di dollari. Grand Theft Auto 5 che detiene il record di investimento privato è costato 200 milioni di dollari.
grand Theft Auto 5 è stato sviluppato in 5 anni, qui dopo 5 anni siamo in alto mare con una alfa a disposizione del gioco molto carina che è lontanissima dal completamento e un secondo gioco Squadron 42 in produzione.
Lasciamo perdere le tempistiche, si può aspettare c'è altro materiale da giocare nel frattempo, il problema è che Chris Roberts ricavando il 99% (calcolo esatto) della cifra di produzione da persone esterne a kickstarter ha deciso di fottersene bellamente di chi ha finanziato inizialmente il gioco. Manterrà le promesse fatte ai backers che come vantaggio avranno di poter accedere a edizioni boxate limited e potranno ottenere il tutto a cifre più basse di chi ha finanziato fuori dal kickstarter, ma tutto finisce lì.
Infatti se c'è da provare una alfa prima di darla al pubblico o altro, Roberts utilizza una squadra di utenti che gioca a Star Citizen attualmente e dei backers se ne fotte, e altre belle cosucce di questo tipo.
Il backers kickstarter di solito è abituato a essere un minimo coccolato dal creatore dei progetti e ad avere un ruolo importante nello sviluppo del gioco, in quanto primo finanziatore, qui si fa il contrario, l'importanza si è spostata ad alcuni gruppi di giocatori attuali. Non è un bel modo di comportarsi. Analizzando la situazione attuale, il gioco è diventato (ora come ora, poi sicuramente rivedranno i bilanciamenti), un pay for win. Cercando di fare sempre più soldi, Chris ha messo in vendita a cifre mostruose navette potentissime, tanto che chi se l'è comprate ora in gioco fa il bello e cattivo tempo.
Ci sono tantissimi utenti che lamentano di non riuscire a finire una missione perché entrando in gioco con la loro navettina, si trovano davanti uno star destroyer di Star Wars ogni 3x2 che li secca regolamente. E non c'è nemmeno il gioco finito e siamo a questi punti. Chi comprearà il gioco negli store e inizierà a giocare non riuscirà a mettere piede nello spazio, per via di questi utenti, a meno che Roberts conscio della situazione non trovi modo di metterci una pezza, ad un problema causato da lui.
In kickstarter aveva promesso a varie domande profetiche su quest'aspetto che non sarebbe accaduto, in quanto i giocatori per comprare navi potenti avrebbero dovuto giocare al gioco e guadagnare soldi virtuali all'interno del gioco stesso e usare quelli per potenziarsi. E aveva promesso che avrebbe fatto sì che cmq nel pvp le cose fossero bilanciate di modo che fosse il pilota più abile a spuntarla e non il possessore della Morte Nera. tutto disatteso ovviamente. Fallimento ideologico di un gioco ancora prima di uscire nei negozi.

Piccolo off topic chiuso.

CITAZIONE
Oppure avverrà il miracolo, e altri, sconosciuti, prenderanno il loro posto, pur sperando un giorno di rientrare sotto l'ala protettrice della Microsoft di turno.


Esattamente, infatti non esistono solo Obisidian e Inxile che obiettivamente hanno sfornato giochi mediamente belli, che noi giochiamo volentieri, ma nessun capolavoro (mi esento dal giudicare torment non avendo visto né video né avendoci fatto un giro).
Wasteland 2 non è un capolavoro, bard's Tale 4 è un mezzo pacco.
poe 1 e 2 non sono capolavori e nemmeno Tiranny.
al contrario Divinity 1,2 sono capolavori, Shadowrun è un capolavoro. Insomma io ho più fede negli altri sviluppatori che hanno imitato Obsidian e Inxile, non la vedo così nera.


--------------------
 
Gwenelan
messaggio13 Nov 2018, 15:34
Messaggio #28



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 13.733
Iscritto il: 8 October 12
Utente Nr.: 19.580
BGE Planescape: Torment
SO Windows7




CITAZIONE (Sambu @ 13 Nov 2018, 02:20) *
Se guardiamo nello specifico (soprattutto in casa obsidian) ci possono stare le critiche, sul troppo richiamarsi e non saper innovare nel genere (per giunta la cosa non ha pagato proprio la obsidian che tra tutte è quella rimasta più simil baldur's gate) ma se dobbiamo valutare cosa è stato influenza sul mercato occorre guardare con un prospettiva più ampia e generale.
una produzione così ampia di rpg non la si vedeva dalla fine degli anni novanta.... Anche perché ci stiamo dimenticando tante altre produzioni che hanno usufruito dello sforzo di Fargo e Urquhart di puntare forte in un certo modo sul mondo del crowfounding.

È stato un periodo che sicuramente sarà ricordato, forse è ormai tramontato. O forse cambierà gli attori ma la strada continuerà ad essere quella segnata su KS, o chissà che ora sia mutati i publisher e si sia ora liberi di far cose di qualità anche sotto contratto di un colosso.

Di nuovo quoto Sambu al 100%, ha riassunto bene la situazione... sono ancora tristissima ç_ç.

CITAZIONE
Ho comprato TUTTI i titoli rpg usciti tranne Pillars 2 e Original Sin 2 perché per ora hanno un costo esagerato.
A naso e istinto (solo questi perché ripeto non li ho ancora giocati), credo che le uniche cose che valga la pena giocare siano Wasteland 2 per i nostalgici del vero Fallout, Original Sin 1-2, Torment, i vari Shadowrun.

Pillars 1 l'ho comprato e anche Tiranny ma non mi ispirano molto.

Pillars 1 è molto carino, ma imho nn ti piacerebbe. Tyranny va giocato (nel tuo caso almeno) per ridere dell'idiozia della trama XD, lo giochiamo "insieme" se vuoi XD, come Arx fatalis.

Su KS però, non consideri che loro hanno sempre re-investito i loro fondi nei nuovi giochi. Sia inXile che Obsidian hanno pagato ovviamente la gente e re-investito tutto il resto nel gioco successivo, correggetemi Ravi e MIK0 se ricordo male. Il rischio ce l'hanno avuto anche loro e cmq appunto NESSUNO li paga per quello se non parte da loro, la cosa (infatti vedrai che col cazzo che Microfost gli farà fare le stesse cose...).


--------------------
Conformati.

What can change the nature of a man?
*My Youtube Channel*

La vita è dura e grama - e poi si muore.

Chi è intelligente per definizione non può avere qualcosa di negativo da dire contro lo studio e contro il buon senso.
- Duca


Tutti hanno opinioni: io le ho, tu le hai. E fin da quando abbiamo aperto gli occhi ci hanno detto che abbiamo diritto di avere nostre opinioni. Be’, è una stronzata, naturalmente. Non abbiamo diritto di avere opinioni, abbiamo diritto di avere opinioni informate. Senza studio, senza basi, senza comprensione, un’opinione non vale niente.
È solo un farfugliamento. È come una scoreggia nella galleria del vento, gente.

 
Ravenloft
messaggio13 Nov 2018, 19:21
Messaggio #29



Gruppo icone

Gruppo: Founder
Messaggi: 5.141
Iscritto il: 3 November 03
Da: Barovia
Utente Nr.: 286
Lord of Mists

BGE System Shock 2
Playing Pillars of Eternity
SO Windows7

OGI Supporter




CITAZIONE (Micartu @ 13 Nov 2018, 14:37) *
Io però non apprezzo l'uso che si è fatto di kickstarter.


CITAZIONE
La scarsa risposta di pubblico c'era anche ai tempi della Black isle, dopo i primo due Baldur's Gate.


Questo IMHO è l'uso che si deve fare di Kickstarter. Azzerare (o quasi) il rischio d'impresa su titoli rischiosi che altrimenti nessuno realizzerebbe. Loro si evitano i rischi, io mi becco un gioco che mai e poi mai potrei avere in altro modo. A me sembra che vinciamo tutti, non capisco l'accanimento su questo modello di business. Anzi, proprio alla luce di queste acquisizioni, risulta evidente che le vendite non sono eccellenti e dunque non hanno permesso introiti sufficienti per avere una indipendenza piena, ossia poter investire i loro capitali che, appunto, non possono che arrivare da buone vendite. Nemmeno con due milioni di copie piazzate del primo D:OS, Larian ha fatto quel passo. D'altra parte, non esistono praticamente più studi di sviluppo di medie dimensioni e ne falliscono ogni giorno di tutte le dimensioni. Anche di quelli a contratto coi publisher, che per di più non si ritrovano un'acca in mano, nemmeno l'IP che hanno eventualmente sviluppato (a differenza di quanto avviene su KS) e non resta che chiudere. Motivo per il quale oggi un GOG si sbatte solo per capire dove sono finiti i diritti di una certa IP.

Non sono nemmeno d'accordo sull'annosa questione: "ti finanzio dunque ti controllo". Il rispetto dei finanziatori, delle promesse, etc. è tanto facoltativo quanto a loro rischio e pericolo (è una comune legge di mercato). Si è venuta però a creare una situazione al limite del grottesco dove i finanziatori sono dei boia peggio del publisher che, normalmente, scusate il francesismo, ti tiene per le pa**e. Lo sviluppo di videogiochi è una roba complicata, sia dal punto di vista finanziario che creativo (vedasi le recenti polemiche sulle condizioni di lavoro in diversi studi di sviluppo, la "miliardaria" Rockstar compresa). Il finanziatore non deve mettere bocca sulle decisioni quando non richiesto. Se non piacciono le decisioni, o il risultato finale ovviamente, non finanzia la volta successiva. Alla luce di quanto accade nel "cuore" tradizionale dell'industria, non c'è "peccato" che uno sviluppatore indipendente finanziato su Kickstarter possa commettere neanche lontanamente paragonabile a quello che l'industria tradizionale ha già commesso. Più volte. Se non ci entra in testa questa roba qua… il futuro non può che essere ancora più nero per come la vedo io.



CITAZIONE
Sono d'accordo, Star Citizen che giustamente citi è il fallimento totale, è prendere kickstarter abusarne e buttarlo alla spazzatura.


Star Citizen è un argomento delicato su cui si è detto di tutto. Francamente aspetto in poltrona coi popcorn l'esito, dall'alto ovviamente dei miei ben 30$ investiti shocked.gif Sicuramente comunque hanno commesso diversi errori, ma la vera domanda è: ne sarà valsa la pena? Rischiano di uscire tanto con il più imponente videogame mai realizzato quanto con una ciofeca o addirittura di non uscire del tutto. Nel primo caso, avranno comunque ragione loro, nel secondo beh… la carriera di Chris Roberts in questa industria sarà finita. A lui l'onore di averci messo la faccia, che non è poco. Quello a cui mi riferivo io erano le menate sui soldi e i tempi di sviluppo. L'esempio di GTA V va bene, ma solo fino ad un certo punto: Star Citizen è molto, molto più complesso di così e, soprattutto, se venderà un decimo di GTA V (10 milioni di copie), mi vado a far prete. Voglio dire, prima di Star Citizen di "simulatori" spaziali non si parlava più da quanto? Penso sia stato EVE Online l'ultimo, e risale ad un 15 anni fa. Dopo il successo su Kickstarter comunque si è avuto lo sviluppo di altri titoli a tema spaziale, ironicamente pure già usciti (il nuovo Elite in prima posizione). Questo per dire che Rockstar ha investito 200 milioni sapendo di ricavarne molti di più. Qui ne hanno raccolti 200 senza sapere di avere un cavallo sicuramente vincente in mano come Rockstar. E, nonostante tutto, non lo sanno ancora se riusciranno davvero a monetizzare oltre, visto che gli MMO normalmente hanno un abbonamento che qui pare non ci sarà, a parità di costi di mantenimento dei server come tutti gli altri.

Sulle promesse, Kickstarter etc. è tutto vero quello che dici. Però è anche vero che grazie ai fondi aggiuntivi, coi miei 30$ se il gioco esce sarà immensamente migliore di quanto "promesso". Pensa che io ho investito quei 30$ perché volevo un nuovo Wing Commander. Online non ci gioco mica. Con Squadron 42 penso di ottenere molto più di quanto promesso ad un costo inferiore al suo valore. Ho però dovuto aspettare un bel po' di tempo durante il quale Chris sta cavalcando un proprio sogno, perché al di là di SC, credo proprio che Squadron 42 uscirà in tutti i casi.

Il problema del bilanciamento non so come sarà affrontato, d'altra parte ho giocato solo un paio di titoli online, e per poco tempo. Troppi bimbiminkia a rovinare l'atmosfera. Ho letto che tutto sarà acquistabile con moneta di gioco oltre che con quella sonante. Certo che anche così siamo sul pay-to-win più becero. Ma aspetterei prima che lo completino per davvero, prima di fare questo tipo di valutazione, anche se, come detto, mi interessa davvero poco la parte "online".



CITAZIONE
Esattamente, infatti non esistono solo Obisidian e Inxile che obiettivamente hanno sfornato giochi mediamente belli


Per tornare ad Obsidian e InXile, auguro loro di trovare sotto Microsoft quella serenità che evidentemente non hanno trovato col finanziamento dal basso. Ma soprattutto auguro loro di mantenere la propria libertà creativa, e che i capitali Microsoft servano solo alla suddetta serenità e a permettergli di fare giochi "migliori". Dubito fortemente, ma... gli voglio concedere il beneficio del dubbio. Vedremo.


--------------------
 
MIK0
messaggio13 Nov 2018, 19:39
Messaggio #30



Gruppo icone

Gruppo: OldGamer
Messaggi: 1.226
Iscritto il: 2 September 03
Utente Nr.: 74



Non so se fosse riferito a me il commento, ma non mi sembra si sia negato l'impatto del crowdfunding nel mondo dei videogiochi. La mia domanda era strettamente legata agli rpg di un certo tipo (quelli alla Baldur's gate, per capirci) e del reale impatto di InXile e Obsidian. Ha avuto davvero senso investire su di loro o forse è meglio aspettarsi qualcosa da degli studi sconosciuti (sentimento che mi pare sia emerso poco sopra)? Il crowdfunding è servito più a loro o più ai giocatori?

Per quanto riguarda il ridurre il rischio d'impresa, a mio avviso ci può anche stare, fa parte di uno dei motivi che impediva la produzione di certi titoli. Ovviamente non ne va abusato e soprattutto bisogna ricordarsi da dove si viene e chi ha reso le cose possibili, questione che spesso viene dimenticata. Mi sta bene che funzioni anche da mezzo preorder per pagare la gente che ci lavora.

Io eviterei però di dare sempre la colpa al pubblico che non capisce e "si diverte nel modo sbagliato" per dare una giustificazione alla carenza di vendite. Come giustamente fa notare Micartu, per quanto amata questa è una nicchia. Una nicchia che non può aspettarsi le vendite di un AAA e probabilmente sbaglia a fissare i prezzi di un AAA. Perché tutti questi titoli hanno una costante di prezzi alti e una divisione delle versioni a scaglioni pianificata che spesso va a scoraggiare l'utenza.
Poi se vogliamo abbiamo le magagne di InXile, che del crowdfunding forse si è approfittata fin troppo senza capirlo appieno. Almeno per me è questo che mi ha allontanato da loro, più del resto.
E poi le critiche a certi aspetti, alla scrittura, ect. Cose che si sommano e che allontanano.

Concordo su Harebrained Schemes, ma li ho abbandonati da quando sono passati a Paradox. Dovrò pensarci due volte in futuro se la cosa non cambia.

Gwen, sul reinvestimento dei fondi non ti saprei dire. Io ho sempre assunto fosse così, ma non ho alcun dato a riguardo. Mi sembra la cosa più sensata. Dato che non sappiamo nemmeno i costi reali di quanto realizzato direi che c'è poco di cui discutere.
Sappiamo che InXile ha dovuto tagliare alcune cose rispetto a quanto promesso (stretch goal ed edizioni fisiche, ricorderai la discussione), ma a parte questo non sappiamo altro su loro o eventuali partner.
 
Lief
messaggio13 Nov 2018, 19:52
Messaggio #31





Gruppo: Gamer
Messaggi: 343
Iscritto il: 29 November 16
Utente Nr.: 21.351
BGE Deus Ex 1
Playing Fallout New Vegas
SO Altro




Il problema è che si aspettavano di iniziare a vendere palate di giochi di nicchia.
Il crowdfunding invece serve e servirà in futuro a produrre giochi di nicchia che per forza di cose non possono avere grandi vendite nel breve periodo (sul lungo periodo è tutt'altro discorso) e che di conseguenza hanno bisogno di farsi finanziare da chi è interessato a tali giochi: i fan dei giochi stessi.
Visti i milioni raccolti nelle varie campagne è ovvio pensare che ci siano una quantità sufficiente di fan interessati alla produzione di tali giochi, non sono però così tanti da trasformare gli rpg isometrici in prodotti stile The Witcher/Skyrim ecc... che generano un sacco di profitto sul breve periodo perché la platea a cui si rivolgono è comunque una nicchia... e tale dovrebbe restare altrimenti si inquinano prodotti che diventano né carne né pesce e non piacciono davvero a nessuno.

Poi ci sono diverse nicchie nelle nicchie... c'è chi preferisce original sin, chi preferisce pillars. E a seconda della nicchia si vende di più o di meno... ma l'obbiettivo doveva essere fare giochi che, grazie al crowdfunding, comportassero un investimento a rischio zero che si ripagava con le vendite sul lungo periodo.
Se questo non era l'obbiettivo evidentemente non ci credevano poi così tanto come volevano far credere.

Insomma, non c'è nulla di sbagliato nelle vendite dei vari RPG derivati da crowdfunding. Sono tutti più o meno ottimi prodotti ma piacciono davvero solo alla propria nicchia di giocatori e questo è giusto (io ad esempio Pillars of Eternity 2 l'ho adorato, tranne per la pessima traduzione, mentre non amo molto lo stile Divinity Original Sin).
Non dovrebbe essere un problema la vendita di poche copie perché le copie necessarie alla creazione dovrebbero essere già state vendute in fase di crowdfunding.

La realtà è semplicemente che si sono venduti perché facevano crowdfunding per necessità, non perché ci credessero.
 
Gwenelan
messaggio13 Nov 2018, 20:03
Messaggio #32



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 13.733
Iscritto il: 8 October 12
Utente Nr.: 19.580
BGE Planescape: Torment
SO Windows7




CITAZIONE (MIK0 @ 13 Nov 2018, 19:39) *
Gwen, sul reinvestimento dei fondi non ti saprei dire. Io ho sempre assunto fosse così, ma non ho alcun dato a riguardo. Mi sembra la cosa più sensata. Dato che non sappiamo nemmeno i costi reali di quanto realizzato direi che c'è poco di cui discutere.
Sappiamo che InXile ha dovuto tagliare alcune cose rispetto a quanto promesso (stretch goal ed edizioni fisiche, ricorderai la discussione), ma a parte questo non sappiamo altro su loro o eventuali partner.

Mi riferisco a quello che hanno sempre detto loro, diciamo fino a prova contraria o almeno fino a un sospetto mi pare sensato credergli.


--------------------
Conformati.

What can change the nature of a man?
*My Youtube Channel*

La vita è dura e grama - e poi si muore.

Chi è intelligente per definizione non può avere qualcosa di negativo da dire contro lo studio e contro il buon senso.
- Duca


Tutti hanno opinioni: io le ho, tu le hai. E fin da quando abbiamo aperto gli occhi ci hanno detto che abbiamo diritto di avere nostre opinioni. Be’, è una stronzata, naturalmente. Non abbiamo diritto di avere opinioni, abbiamo diritto di avere opinioni informate. Senza studio, senza basi, senza comprensione, un’opinione non vale niente.
È solo un farfugliamento. È come una scoreggia nella galleria del vento, gente.

 
MIK0
messaggio13 Nov 2018, 20:33
Messaggio #33



Gruppo icone

Gruppo: OldGamer
Messaggi: 1.226
Iscritto il: 2 September 03
Utente Nr.: 74



CITAZIONE (Gwenelan @ 13 Nov 2018, 20:03) *
CITAZIONE (MIK0 @ 13 Nov 2018, 19:39) *
Gwen, sul reinvestimento dei fondi non ti saprei dire. Io ho sempre assunto fosse così, ma non ho alcun dato a riguardo. Mi sembra la cosa più sensata. Dato che non sappiamo nemmeno i costi reali di quanto realizzato direi che c'è poco di cui discutere.
Sappiamo che InXile ha dovuto tagliare alcune cose rispetto a quanto promesso (stretch goal ed edizioni fisiche, ricorderai la discussione), ma a parte questo non sappiamo altro su loro o eventuali partner.

Mi riferisco a quello che hanno sempre detto loro, diciamo fino a prova contraria o almeno fino a un sospetto mi pare sensato credergli.

Sì, quello che intendevo io. Anche se i loro pregressi non li rendono molto credibili :P

Non ci ho mai fatto troppo caso perché comunque se son lì a chiedere i soldi significa che non bastano. Però so che per PoE II lo sviluppo era già partito con i soldi ricavati da PoE, ma per il primo goal della campagna chiedevano 1 milione di dollari. Il resto sono stretch goal (4M e rotti).
Per InXile non è così chiaro. Considera che hanno avuto più progetti paralleli. Wasteland 3 forse è quello più chiaro, essendo l'ultimo in ordine e a detta loro i soldi arrivano un po' da tutte le vendite precedenti. Se si va a guardare la pagina della loro campagna stimavano al 40% i soldi che ci han messo loro, altrettanti dai backers ed il restante da partner misteriosi.
Per Torment qualcosa deve essere arrivato da Wasteland 2 uscito poco prima. E dai soldi non spesi per la traduzione italiana (giusto per non dimenticare :P).
Sarebbe da chiedere qualcuno che magari li ha seguiti costantemente sui forum e social media, io ho mollato un po' il colpo.

Messaggio modificato da MIK0 il 13 Nov 2018, 20:33
 
Gwenelan
messaggio13 Nov 2018, 20:40
Messaggio #34



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 13.733
Iscritto il: 8 October 12
Utente Nr.: 19.580
BGE Planescape: Torment
SO Windows7




CITAZIONE (MIK0 @ 13 Nov 2018, 20:33) *
CITAZIONE (Gwenelan @ 13 Nov 2018, 20:03) *
CITAZIONE (MIK0 @ 13 Nov 2018, 19:39) *
Gwen, sul reinvestimento dei fondi non ti saprei dire. Io ho sempre assunto fosse così, ma non ho alcun dato a riguardo. Mi sembra la cosa più sensata. Dato che non sappiamo nemmeno i costi reali di quanto realizzato direi che c'è poco di cui discutere.
Sappiamo che InXile ha dovuto tagliare alcune cose rispetto a quanto promesso (stretch goal ed edizioni fisiche, ricorderai la discussione), ma a parte questo non sappiamo altro su loro o eventuali partner.

Mi riferisco a quello che hanno sempre detto loro, diciamo fino a prova contraria o almeno fino a un sospetto mi pare sensato credergli.

Sì, quello che intendevo io. Anche se i loro pregressi non li rendono molto credibili :P

Non ci ho mai fatto troppo caso perché comunque se son lì a chiedere i soldi significa che non bastano. Però so che per PoE II lo sviluppo era già partito con i soldi ricavati da PoE, ma per il primo goal della campagna chiedevano 1 milione di dollari. Il resto sono stretch goal (4M e rotti).
Per InXile non è così chiaro. Considera che hanno avuto più progetti paralleli. Wasteland 3 forse è quello più chiaro, essendo l'ultimo in ordine e a detta loro i soldi arrivano un po' da tutte le vendite precedenti. Se si va a guardare la pagina della loro campagna stimavano al 40% i soldi che ci han messo loro, altrettanti dai backers ed il restante da partner misteriosi.
Per Torment qualcosa deve essere arrivato da Wasteland 2 uscito poco prima. E dai soldi non spesi per la traduzione italiana (giusto per non dimenticare :P).
Sarebbe da chiedere qualcuno che magari li ha seguiti costantemente sui forum e social media, io ho mollato un po' il colpo.

Esato, anche io ricordavo queste cose, mi sembra ovvio che i fondi dei primi giochi siano andati a coprire parte dei costi dei successivi - dopo le spese varie, of course. Mi sembra sensato a prescindere dalla loro condotta, peraltro è ovvio che si siano presi anche loro uno stipendio, non è che campano d'aria.


--------------------
Conformati.

What can change the nature of a man?
*My Youtube Channel*

La vita è dura e grama - e poi si muore.

Chi è intelligente per definizione non può avere qualcosa di negativo da dire contro lo studio e contro il buon senso.
- Duca


Tutti hanno opinioni: io le ho, tu le hai. E fin da quando abbiamo aperto gli occhi ci hanno detto che abbiamo diritto di avere nostre opinioni. Be’, è una stronzata, naturalmente. Non abbiamo diritto di avere opinioni, abbiamo diritto di avere opinioni informate. Senza studio, senza basi, senza comprensione, un’opinione non vale niente.
È solo un farfugliamento. È come una scoreggia nella galleria del vento, gente.

 
Sambu
messaggio13 Nov 2018, 22:16
Messaggio #35



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 3.070
Iscritto il: 20 February 12
Utente Nr.: 19.203
BGE Baldur's Gate
Fallout 2

Playing Divinity: Original Sin
SO Windows7




Ravi parla di scarsa risposta del pubblico, forse c'era troppa aspettativa nel potenziale; purtroppo il pubblico non si crea dal nulla. Se hai un pubblico ormai abituato per anni ad altro non puoi rieducarlo in poco tempo, siamo nel mondo della semplificazione e della banalizzazione, dell'odio per il complesso e dell'approfondito. C'è chi è stato più bravo a trovare nuove formule per intercettare anche il pubblico attuale, utilizzare la stessa formula di 20 anni fa non è bastato.
Bisogna fare azione di rieducazione e non è facile, ci vuole tempo; onore al merito di chi ci ha provato, a loro va cmq l'onore delle armi.

A Mica che dice che hanno approfittato di KS per non correre rischio di impresa, lo sai benissimo che purtroppo non è così, siamo realisti i KS coprivano sempre solo una parte del budget. Questi studios investono, chiedono cmq prestiti, cercano finanziamenti in tutti i modi per poter completare un progetto.

Per Mik0 se si chiede se è valso investire su di loro o era melgio puntare su altri, sbagli pensando che le cose sia indipendenti, si è potuto investire anche su altri più sconosciuti proprio perchè c'è chi ha investito su le faccie note di inXile e Obsidian. Il settore in generale degli RPG ne ha approffittato, in questi casi ci sono fenomeni di osmosi che non ci sarebbero stati se non ci fossero stati quei catalizzatori. Ora la domanda è: se non ci sono più questi catalizzatori la reazione rallenterà e si fermerà di nuovo?


--------------------
Un ottimista non rimarrà mai piacevolmente sorpreso
elogio di Coit-Murphy del pensiero negativo
 
MIK0
messaggio13 Nov 2018, 22:51
Messaggio #36



Gruppo icone

Gruppo: OldGamer
Messaggi: 1.226
Iscritto il: 2 September 03
Utente Nr.: 74



Sambu, purtroppo non lo sapremo mai. Trovo altrettanto sbagliato attribuire il merito di legami che non sappiamo se esistere davvero. Se dovessimo andare a guardare al grande fautore dell'esplosione di ks per i videogiochi, dovremmo andare addirittura su un altro genere con l'avventura di DoubleFine. Che però è nello stesso anno dei primi progetti sopra citati (e di poco antecedente) ad esclusione di Original Sin che è dell'anno seguente. Quindi queste correlazioni non mi sembrano molto forti, una campagna non la crei in un mese e probabilmente era già nell'aria qualcosa (e con il risultato della prima si sono rotti gli ulteriori indugi). Il mio punto è che per un investimento corposo su questi studi conosciuti, c'è un investimento in meno su altri progetti, i soldi in fondo quelli sono. Quindi la mia domanda era se darli a loro sia stata la mossa giusta e se ci sia bruciati altre possibilità. Questo perché magari non si stava riportando indietro un genere come si sperava, ma si stava soltanto tenendo in vita un vecchio studio (per quanto scoraggiante il pensiero possa sembrare).

Trovo anche sbagliato il discorso di rieducare il pubblico, sembra quasi si affermi che questo sbagli a prescindere per aver fatto scelte diverse. Magari intendevi qualcosa di diverso (però uscito male), nel senso di "riabituare al genere", su cui sono pienamente d'accordo. Perché alla fine bisogna far conoscere le alternative. Il fatto che ci sia chi ha provato strade diverse non è un male, anche se sono il primo a volere il more of the same di anni prima, che però in quanto tale alla fine non è certo più profondo: per chi fa questi titoli di fatto la banalizzazione e semplificazione è nel ripetere la formula che già conoscono, per loro è la parte "facile". Non mi sento di biasimare chi vuole qualcosa di più immediato e non è detto che questo pregiudichi sempre la qualità: non è detto che dopo aver letto chilometri di testo o aver seguito procedimenti macchinosi, abbia realmente guadagnato qualcosa in termini di esperienza.
 
Sambu
messaggio13 Nov 2018, 22:56
Messaggio #37



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 3.070
Iscritto il: 20 February 12
Utente Nr.: 19.203
BGE Baldur's Gate
Fallout 2

Playing Divinity: Original Sin
SO Windows7




Guarda con il tempo sto peggiorando nel mio parere sulla società, purtroppo più guardo la società e più vedo l'ignoranza portata a rango di valore, il dilettantismo premiato e il sapere umiliato. La cosa non può che riflettersi anche su quello che penso riguardo il mercato dei videogiochi.


--------------------
Un ottimista non rimarrà mai piacevolmente sorpreso
elogio di Coit-Murphy del pensiero negativo
 
Ravenloft
messaggio13 Nov 2018, 23:32
Messaggio #38



Gruppo icone

Gruppo: Founder
Messaggi: 5.141
Iscritto il: 3 November 03
Da: Barovia
Utente Nr.: 286
Lord of Mists

BGE System Shock 2
Playing Pillars of Eternity
SO Windows7

OGI Supporter




CITAZIONE (Sambu @ 13 Nov 2018, 22:16) *
Ravi parla di scarsa risposta del pubblico, forse c'era troppa aspettativa nel potenziale; purtroppo il pubblico non si crea dal nulla. Se hai un pubblico ormai abituato per anni ad altro non puoi rieducarlo in poco tempo, siamo nel mondo della semplificazione e della banalizzazione, dell'odio per il complesso e dell'approfondito. C'è chi è stato più bravo a trovare nuove formule per intercettare anche il pubblico attuale, utilizzare la stessa formula di 20 anni fa non è bastato.
Bisogna fare azione di rieducazione e non è facile, ci vuole tempo; onore al merito di chi ci ha provato, a loro va cmq l'onore delle armi.


Al di là di questo, che non mi aspetto succeda né nel breve né nel lungo periodo, quello che intendevo è che non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca. Se questi giochi avessero mercato, certamente sarebbero state Sony o Microsoft ad occuparsene. Appurato questo fatto, come possiamo pretendere che queste SH che si affidano a Kickstarter facciano abbastanza utili da diventare indipendenti dallo stesso sistema KS e reinvestire quegli utili? Una risposta può essere l'intuizione a la D:OS che, di fatto, è stata decisamente innovativa e, attraverso buone vendite, forse permetterà a Larian di creare un'altra IP con quei soldi, dunque senza ricorrere al crowdfunding, IP già annunciata e in lavorazione, vedremo cosa ne uscirà. Un'altra risposta può essere l'interessamento di publisher medio/piccoli (come sta effettivamente avvenendo) che non hanno una struttura aziendale tale da necessitare di ammortizzare i costi vendendo per forza milioni di copie ma che possono ampliare il mercato di riferimento pubblicando su console oppure investendo in pubblicità. In tutti i casi, niente e nessuno garantisce la loro sopravvivenza in un mercato così competitivo come quello dello sviluppo di videogiochi. Invece, dall'altro lato abbiamo finanziatori che pensano di "comandare" perdendo COMPLETAMENTE di vista il concetto di "uno a molti". Ogni backer pensa di avere un rapporto 1:1 con l'oggetto della loro donazione ma sfortunatamente così non è. Per la manciata di scontenti, finora non ho visto nessuno negare rimborsi.


CITAZIONE
Per Mik0 se si chiede se è valso investire su di loro o era melgio puntare su altri, sbagli pensando che le cose sia indipendenti, si è potuto investire anche su altri più sconosciuti proprio perchè c'è chi ha investito su le faccie note di inXile e Obsidian. Il settore in generale degli RPG ne ha approffittato, in questi casi ci sono fenomeni di osmosi che non ci sarebbero stati se non ci fossero stati quei catalizzatori. Ora la domanda è: se non ci sono più questi catalizzatori la reazione rallenterà e si fermerà di nuovo?


L'hai detto benissimo. Speriamo che il meccanismo non si fermi di nuovo. C'è sempre bisogno di pionieri. Ma se quei pionieri hanno una certa fama, penso sia meglio.


--------------------
 
Ravenloft
messaggio19 Nov 2018, 23:53
Messaggio #39



Gruppo icone

Gruppo: Founder
Messaggi: 5.141
Iscritto il: 3 November 03
Da: Barovia
Utente Nr.: 286
Lord of Mists

BGE System Shock 2
Playing Pillars of Eternity
SO Windows7

OGI Supporter




Intervista a Brian Fargo sulla recente acquisizione di InXile da parte di Microsoft.


--------------------
 
MIK0
messaggio20 Nov 2018, 00:16
Messaggio #40



Gruppo icone

Gruppo: OldGamer
Messaggi: 1.226
Iscritto il: 2 September 03
Utente Nr.: 74



Beh, che non useranno più il crowdfunding mi pareva il minimo, a Microsoft i soldi non mancano.
 

2 Pagine V  < 1 2
Reply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

Modalità di visualizzazione: Normale · Passa a: Lineare · Passa a: Outline


Versione Lo-Fi Oggi è il: 13th December 2018 - 14:15