Benvenuto Visitatore(Log In|Registrati)

2 Pagine V  < 1 2  
Reply to this topicStart new topic
> [pc] Il Nuovo King's Quest
Max_R
messaggio1 Aug 2015, 09:12
Messaggio #26



Gruppo icone

Gruppo: OldGamer
Messaggi: 2.508
Iscritto il: 30 April 07
Utente Nr.: 6.995
SO Linux




Lo prenderò (tutto) al primo sconto veramente interessante. Non voglio dover rinunciare ad un gioco potenzialmente buono solo perchè è qualcoda di diverso da quello che ci si aspetterebbe. Pure Mask of Eternity non è stato facile, eppure mi è piaciuto.
ps
Aborro Tell Tale, non fosse per Back to the Future.
 
Micartu
messaggio1 Aug 2015, 10:59
Messaggio #27



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 9.971
Iscritto il: 7 May 04
Da: Regione dell'Albero d'Oro
Utente Nr.: 1.400
BGE Elvira 1
SO WinXP




la differenza tra "nuovo ma in linea col passato" e "nuovo ma non c'entra una mazza" è per la prima categoria prince of persia e le sabbie del tempo, il primo prince moderno, che ha mantenuto lo spirito, la giocabilità e lo stile, per la seconda categoria invece è appunto king's quest. una persona può anche trovarlo piacevole, ma con king's quest non c'entra nulla. al posto del titolo king's quest poteva stare scritto anche "fantasy quest", il gioco sarebbe stato piacevole e non avrebbe fatto storcere il naso agli amanti delle sierra. qui e là ci sono piacevoli citazioni e rimandi al passato, ma poi finisce lì. è come prendere alone in the dark e farci un puzzle game divertente, quale sarebbe il nesso con il vecchio gioco?


--------------------
 
Max_R
messaggio1 Aug 2015, 11:19
Messaggio #28



Gruppo icone

Gruppo: OldGamer
Messaggi: 2.508
Iscritto il: 30 April 07
Utente Nr.: 6.995
SO Linux




CITAZIONE (Micartu @ 1 Aug 2015, 11:59) *
è come prendere alone in the dark e farci un puzzle game divertente, quale sarebbe il nesso con il vecchio gioco?

Visti i risultati degli alone in the dark uno spin-off sarebbe stato più gradito. Certo siamo d'accordo che avrebbero potuto semplicemente cambiare il nome al gioco, come sarebbe dovuto essere in anti altri casi, ma alla fine chissene importa. Il gioco è onesto? Bene. Non lo è? Non lo si compra.
 
Diduz
messaggio1 Aug 2015, 12:40
Messaggio #29



Gruppo icone

Gruppo: Oldgame Editor
Messaggi: 1.482
Iscritto il: 4 April 02
Utente Nr.: 2.089
SO Linux




Dai, faccio una cosa più approfondita. blush.gif

Mi son piaciuti:

1) Storia, atmosfera, dialoghi, sceneggiatura. Quando si passa, come diceva Mic, a un taglio moderno da un'impostazione MOLTO vecchio stile dell'ag, diciamo pararuolistica, c'è una bella gatta da pelare, cioè capire come caratterizzare i personaggi, i rapporti tra di loro e i dialoghi. Secondo me gli Odd Gentlemen ci sono riusciti. Non che si rida a crepapelle o si versino lacrime copiose, ma il tono equilibrato tra humor gentile, ottimismo, etica e programmatica ingenuità da fiaba rimane costante, ritoccato con una presa in giro che non svacca mai: l'idea di far raccontare le storie al vecchio Graham, che tortura volutamente la nipote con giochi di parole cretini, stempera il rischio di sdolcinature ma non demolisce l'epica. Anche Graham parte come giovane entusiasta e stupidotto, ma durante l'episodio cresce, per alcune cose che gli succedono. Bisogna vedere dove hanno intenzione di andare a parare nelle puntate successive. Generalmente è buona la caratterizzazione dei comprimari, cosa che non posso dire di molte avventure umoristiche.

2) La varietà e la flessibilità del gameplay. Leggero, d'accordo, ma quasi tutte le forme che ha preso mi sono sembrate coerenti con quello che accadeva. Ansia con i quicktime event, minigiochi essenziali di destrezza con le frecce, un gioco da tavolo, esplorazione di un'area piuttosto vasta per un gioco episodico. Numerosi enigmi, semplici o meno, hanno soluzioni diverse, il che ti spinge a farti un altro giro: Mic mi dirà che Quest for Glory è su altro pianeta, ed è chiaro, ma capita di rado nelle avventure odierne, è un gran pregio nel contesto in cui il prodotto effettivamente gioca. Io ho finito l'episodio col 31% dei trofei, per dire, e non tutte erano azioni meccaniche. Ho trovato molto centrata l'idea di lasciare al giocatore la responsabilità di far compiere qualche fetentata a Graham, così il gameplay si connette alla caratterizzazione del personaggio e al registro etico "alto" che la Williams ha sempre voluto per la serie. Fare il protagonista bastardo e chiuderla lì è la via più semplice in un adventure, perché giustifica senza patemi i puzzle ai danni degli altri personaggi: gli Odd Gentlemen si sono posti il problema di rendere le azioni compatibili con la personalità del protagonista, aiutandosi con le azioni facoltative. Apprezzo questa cosa.
A volte il quick time event si allenta in sequenze in loop leggermente più meditate, più lucasiane che sierresche (addico cose come lo scontro con LeChuck alla fine di Monkey 1): a me ha ricordato molto quel gioiellino lontano e sottovalutato che fu il secondo Bone dei Telltale, The Great Cow Race.

3) La longevità. A me è durato sei ore. E' un singolo episodio di una serie, sei ore per una produzione di questo livello a 10 euro lo trovo buono. E' il triplo di un episodio attuale dei Telltale (che però ora realizzano film interattivi senza pause, fanno proprio un'altra cosa, quindi il paragone lascia il tempo che trova). Se la serie andasse avanti così, 6x5=30 ore. Azz. Se collegano narrativamente gli episodi-flashback con personaggi e temi, mica male direi.

4) Il doppiaggio e le animazioni. Voci perfette, in alcuni casi riescono a potenziare lo humor dei dialoghi più deboli, e lo stesso vale per i movimenti e le espressioni.

Non mi son piaciuti:

1) La grafica, anche se bisogna fare un distinguo. Registicamente è ottima, in quello ha preso dai Telltale il meglio, un 3D così per me fa bene alle avventure in termini di dinamismo visivo, ma questo lo dico dai tempi dei primi Sam & Max a episodi. I problemi sono direzione artistica e tecnica: è vero che ho giocato in 1280x720 sulla PS3, ma il cel shading mi pare confuso negli ambienti, le frasche son texture slavate, e texture slavate mi sono apparse anche altrove. Ripeto, sarà un problema della versione PS3, ma l'uso del colore è sempre quello in tutte le versioni e non mi convince tanto. Si sentono anche limiti di motore in alcune inquadrature e scene, ogni tanto c'è clipping.

2) Il riciclaggio dell'ambiente del prologo in un'altra sezione più avanti.

3) I caricamenti frequenti (non è questione di PS3, ho letto che è così anche su Xbox One, per dire).

4) Qualche sequenza non interattiva leggermente troppo lunga: capisco che Gwendolyn per ora non possiamo controllarla e che vogliono presentarcela, però...

5) Ho trovato l'essenzialissima interfaccia a controllo diretto molto comoda per un pad, ma immagino già che chi gioca su un PC con tastiera potrebbe trovarla macchinosa. Per non dire semplicistica, con un unico comando preprogrammato per ogni hotspot, ma questo rientra nel discorso generale dell'approccio. Io ci sono abituato, chi invece vuole la morte di qualunque developer osi pensare una cosa del genere, continuerà a meditare attentati. ghgh.gif Ricordando i primi tre/quattro episodi del KQ canonico, il controllo diretto qui però a me piace.

6) Il trailer contiene essenzialmente scene alla Dragon's Lair del prologo-tutorial. E' un cavallo di Troia per poi rifilare un ritmo da vera avventura grafica (o per gli oltranzisti: da vera avventura contemporanea), dato che le parti calme sono di gran lunga il piatto forte del gioco. Per questo però la promozione è anche confusa: è fatta così per fare da deterrente agli oldgamer veraci? Se è così è un errore, perchè ne sottovaluta il masochismo polemico. smilies3.gif E' fatta così per arruffianarsi il giocatore casual? Secondo me quello si arena, non c'è nemmeno un sistema di aiuti!

Domande: incasserà abbastanza il primo episodio da garantire episodi successivi altrettanto corposi? E se non dovesse farlo, quale strategia s'imboccherà? Accorciamoli e pubblichiamoli senza trascinarci troppo, oppure prendiamoci il tempo che serve e andiamo avanti per un anno-un anno e mezzo? Oddgentlemen+Activision è una combinazione nuova nell'episodico, uno dei motivi per cui con cautela ho comprato per ora solo il primo atto.

E, per finire, una considerazione che butto lì: limitando il discorso a King's Quest, è il caso di considerare un approccio così come spurio? Come saga capostipite dell'avventura grafica in terza persona, è stato a controllo diretto col parser testuale, poi punta e clicca a icone, esplorativo (i primi) e anche limitato a capitoli (KQ7), si è persino mutato in un action-rpg (KQ8)! Ha senso fare i puristi se la stessa Roberta Williams nel 1999 si vantava che Mask of Eternity aveva asfaltato in vendite Grim Fandango perché era più attuale? Concentrandosi su una sola delle incarnazioni si può considerare questo King's Quest degli Odd Gentlemen più o meno fedele a quella che si è scelto di prendere come riferimento per i propri gusti, ma se invece l'omaggio a una saga così non consistesse davvero di volta in volta nell'attualizzarla, rendendola testimone di una sintesi del mercato in cui di volta in volta sceglie di giocare? Non la trovate affascinante questa cosa? No? Oh, io c'ho provato. wink.gif

P.S.: Il miglior King's Quest per me è il terzo nel remake degli AGDI. E' anche una delle avventure più belle che abbia mai giocato, per la cronaca.

Messaggio modificato da Diduz il 1 Aug 2015, 12:44


--------------------
"Fare una cacata è già abbastanza difficile, è il 75% del lavoro. Mi pare una follia non fare quel 25% di sforzo in più per darsi l'occasione di creare qualcosa di speciale." - Nick Herman, capo-progetto di Tales from the Borderlands (Telltale, 2014-2015)
 
Myloch
messaggio1 Aug 2015, 14:51
Messaggio #30





Gruppo: Gamer
Messaggi: 653
Iscritto il: 23 June 08
Utente Nr.: 13.792
SO WinXP




A volte siamo più ortodossi noi di Roberta Williams, Jane Jensen e Al Lowe...


--------------------
 
Gharlic
messaggio1 Aug 2015, 14:58
Messaggio #31


Il Grafobrancio
Gruppo icone

Gruppo: UST Member
Messaggi: 6.609
Iscritto il: 11 February 03
Utente Nr.: 2.151
SO Win2000


Archeologo professionista (50)


CITAZIONE
Ha senso fare i puristi se la stessa Roberta Williams

Non ha senso. L'ho detto anche qua. Non c'è da fare nemmeno paragoni col passato, dato che King's Quest ha attraversato gran parte delle evoluzioni del videogioco incarnandone sempre aspetti molto tipici (dal punto di vista tecnico e progettuale).


--------------------

«Io ritengo, senza ombra di dubbio, che l'UST sia il miglior gruppo di traduzioni amatoriali che l'Italia abbia avuto negli ultimi 150 anni.» S.B.
 
Gwenelan
messaggio1 Aug 2015, 15:27
Messaggio #32



Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 14.549
Iscritto il: 8 October 12
Utente Nr.: 19.580
BGE Planescape: Torment
SO Windows7




CITAZIONE (Micartu @ 1 Aug 2015, 07:18) *
allora... non è un platform, non è un'avventura grafica, non è king's quest.

si tratta di un gioco in stile telltale, dove ci muoviamo su un binario unico predeterminato veramente limitante. ogni tanto c'è un enigma, ma visto che la zona visitabile è di 10 metri quadri, la soluzione è immediata e quindi non si può parlare di enigmi veri e propri. ogni tanto c'è il auick time event. la longevità è pari a zero, la difficoltà è pari a zero.
ora analizziamo quello che dovrebbe essere il punto forte: storia e ambientazione.
devo essere sincero i vecchi king's quest erano delle belle ag, ma a livello di enigmi e atmosfere, nonostante otto capitoli non avevano mai accumulato un gran background storico a dire la verità. si trattava della storia di graham e di come diveniva re e delle disavventure vissute in seguito da lui e dai suoi figli per: ritrovare familiari rapiti, ricongiungersi con l'amore perduto, salvare daventry dal cattivo di turno. al contrario quest for glory aveva costruito un background storico più ricco e curato. questa scarsezza di background ha permesso nel remake ai gentleman di sbizzarrirsi come volevano e in effetti hanno ricreato una bella atmosfera e una storia simpatica.

ma questo non toglie che questo non è un king's quest in linea col passato e se cercate u. erede dovete buttarvi sui giochi degli AGdi.
come gioco in sé non è uno schifo ma il panorama offre di molto meglio.

Wow, sei ancora in forma umana e nn mannara, pensavo molto, molto peggio XDDD.

@Diduz: grazie della tua analisi più approfondita. Non ho ancora grande curiosità verso il titolo, ma ho una domanda.

CITAZIONE
che tortura volutamente la nipote con giochi di parole cretini

Ehm, wtf XD? Tipo?


--------------------
Conformati.

What can change the nature of a man?
*My Youtube Channel*

La vita è dura e grama - e poi si muore.

Chi è intelligente per definizione non può avere qualcosa di negativo da dire contro lo studio e contro il buon senso.
- Duca


Tutti hanno opinioni: io le ho, tu le hai. E fin da quando abbiamo aperto gli occhi ci hanno detto che abbiamo diritto di avere nostre opinioni. Be’, è una stronzata, naturalmente. Non abbiamo diritto di avere opinioni, abbiamo diritto di avere opinioni informate. Senza studio, senza basi, senza comprensione, un’opinione non vale niente.
È solo un farfugliamento. È come una scoreggia nella galleria del vento, gente.

 
Diduz
messaggio1 Aug 2015, 15:48
Messaggio #33



Gruppo icone

Gruppo: Oldgame Editor
Messaggi: 1.482
Iscritto il: 4 April 02
Utente Nr.: 2.089
SO Linux




CITAZIONE (Gwenelan @ 1 Aug 2015, 18:27) *
CITAZIONE
che tortura volutamente la nipote con giochi di parole cretini

Ehm, wtf XD? Tipo?

Eh, non te li so ripetere. Però Graham all'inizio li fa spontaneamente, e Gwendolyn s'arrabbia perché son scemi. A quel punto ci prova gusto e alza il tiro, solo per farla innervorsire. Assicuro che la cosa è simpatica, specie perché Christopher Lloyd doppia il vecchio ed è un grande. blush.gif

Per la faccenda del purismo, ci tengo a sottolineare che stavo circoscrivendo il discorso alla questione King's Quest in particolare, e a Roberta Williams un po' più in generale, non oltre (si potrebbe andare oltre, però deragliamo). E non l'intendevo in senso per forza negativo, come invece mi sembra che suggerisca Gharlic.

Messaggio modificato da Diduz il 1 Aug 2015, 15:51


--------------------
"Fare una cacata è già abbastanza difficile, è il 75% del lavoro. Mi pare una follia non fare quel 25% di sforzo in più per darsi l'occasione di creare qualcosa di speciale." - Nick Herman, capo-progetto di Tales from the Borderlands (Telltale, 2014-2015)
 
Gharlic
messaggio1 Aug 2015, 17:16
Messaggio #34


Il Grafobrancio
Gruppo icone

Gruppo: UST Member
Messaggi: 6.609
Iscritto il: 11 February 03
Utente Nr.: 2.151
SO Win2000


Archeologo professionista (50)


CITAZIONE
E non l'intendevo in senso per forza negativo, come invece mi sembra che suggerisca Gharlic.

Non lo intendo in senso negativo. So che lo sport preferito del tizio navigato è far notare quanto fatto in passato sia migliore di quanto remeccato nel presente. È divertente, sano e spesso vero. Ma King's Quest è una saga particolare, molto eterogenea al suo interno. Per questo non ha senso fare il purista. Per dire, se possiamo riconoscere dei canoni precisi e ricorrenti in saghe come Monkey Island (e in genere in tutta la produzione Lucas) o Broken Sword o, per esulare, in Tomb Raider tali per cui ha senso fare paragoni col loro passato, è evidente che con King's Quest non abbia senso farlo perché manca il metro di paragone che li accomuna e li caratterizzi.
La stessa Roberta Williams ha innovato e assorbito moltissimo durante la sua produzione, tant'è che i suoi giochi sono invecchiati generalmente male o molto male rispetto ad altre produzioni. Ancora una volta non ha senso fare paragoni anche perché sono d'accordo con chi dice che se avesse fatto lei un nuovo King's Quest, probabilmente sarebbe stato come quello degli Odd Gentlemen.


--------------------

«Io ritengo, senza ombra di dubbio, che l'UST sia il miglior gruppo di traduzioni amatoriali che l'Italia abbia avuto negli ultimi 150 anni.» S.B.
 
Gharlic
messaggio12 Aug 2015, 21:50
Messaggio #35


Il Grafobrancio
Gruppo icone

Gruppo: UST Member
Messaggi: 6.609
Iscritto il: 11 February 03
Utente Nr.: 2.151
SO Win2000


Archeologo professionista (50)


Il primo episodio è uscito il 28 di luglio. I primi di agosto è stata annunciato l'avvio della traduzione amatoriale. Se vi paiono cose normali... un'etica completamente spazzata via.


--------------------

«Io ritengo, senza ombra di dubbio, che l'UST sia il miglior gruppo di traduzioni amatoriali che l'Italia abbia avuto negli ultimi 150 anni.» S.B.
 
Max_R
messaggio4 Sep 2015, 08:13
Messaggio #36



Gruppo icone

Gruppo: OldGamer
Messaggi: 2.508
Iscritto il: 30 April 07
Utente Nr.: 6.995
SO Linux




CITAZIONE (Max_R @ 1 Aug 2015, 10:12) *
Lo prenderò (tutto) al primo sconto veramente interessante. Non voglio dover rinunciare ad un gioco potenzialmente buono solo perchè è qualcoda di diverso da quello che ci si aspetterebbe. Pure Mask of Eternity non è stato facile, eppure mi è piaciuto.
ps
Aborro Tell Tale, non fosse per Back to the Future.

Ritiro tutto: devo prendere atto che la mia delusione data da Jurassic Park è un caso singolo. Ho giocato a The Wolf Among Us ed è davvero bellissimo!
 
marcocio
messaggio28 Aug 2019, 23:56
Messaggio #37



Gruppo icone

Gruppo: IAGTG Member
Messaggi: 892
Iscritto il: 2 January 13
Da: Roma
Utente Nr.: 19.706
SO Windows7




Finalmente l'ho recuperato, l'ho giocato e l'ho completato.
Non avendo mai giocato ai capitoli vecchi non mi inoltrerò in pipponi fini a se stessi sulla coerenza o meno col passato o se sia stato giusto farlo così e bla bla bla, ma rivelerò solamente le mie sensazioni.

A me personalmente è piaciuto, mi sono divertito, mi sono impegnato, ogni tanto mi sono incastrato e alla fine mi sono anche commosso. I personaggi sono simpatici, graficamente è piacevole se gradite lo stile cartoonesco, gli enigmi sono ben strutturati e mai troppo difficili, anche se in alcuni casi sono rognosi perché è un continuo prova e riprova
(un esempio su tutti, il dover sistemare le valigie in carrozza)

Mi è piaciuta la divisione in episodi che raccontano la crescita come persona di Graham, la sua vita, la sua famiglia, le sue insicurezze, il suo regno. Ho odiato con tutto me stesso il quarto episodio, quello del palazzo di ghiaccio per intenderci, quello potevano tranquillamente risparmiarselo.

Detto questo, lo conisglio a chi ancora non l'ha provato, potrebbe ricevere una bella sorpresa.
 

2 Pagine V  < 1 2
Reply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

Modalità di visualizzazione: Normale · Passa a: Lineare · Passa a: Outline


Versione Lo-Fi Oggi è il: 22nd November 2019 - 21:53