Benvenuto Visitatore(Log In|Registrati)

 
Reply to this topicStart new topic
> Remake e reboot al cinema
Gharlic
messaggio8 Jan 2017, 18:15
Messaggio #1


Il Grafobrancio
Gruppo icone

Gruppo: UST Member
Messaggi: 6.484
Iscritto il: 11 February 03
Utente Nr.: 2.151
SO Win2000


Archeologo professionista (50)


Mi fa sempre più piacere che il mio atteggiamento verso i remake/reboot, che a prima superficiale vista potrebbe sembrare snob, sia sempre valido. Si contano sulle dita di una mano i remake/reboot che hanno valso qualcosa. Il 95% è inferiore all'originale/inutile. Si dirà che è per via dell'idealizzazione che abbiamo di questo o quel film, ma in realtà non è così e continuo ad avere ragione io.

Evviva lo snobismo. Abbasso i remake/reboot. Ridateci i bei vecchi tempi. Ci vediamo in Parlamento.


--------------------

«Io ritengo, senza ombra di dubbio, che l'UST sia il miglior gruppo di traduzioni amatoriali che l'Italia abbia avuto negli ultimi 150 anni.» S.B.
 
vinnie
messaggio8 Jan 2017, 18:46
Messaggio #2





Gruppo: Gamer
Messaggi: 236
Iscritto il: 23 September 07
Utente Nr.: 9.435
SO Linux




È sempre una questione di principio. Partiamo dal presupposto che chi produce un opera, soprattutto se conosce anche i canali dove finirà, vuole venderla.
Se fai un film partendo da zero, magari non sei neanche un regista conosciuto, allora ti spremi le meningi, in più non dovendoti basare su un film già uscito puoi cercare di scrivere quello che ti è più congeniale.
Se invece sai che la tua opera si deve basare su una licenza già esistente allora parti prevenuto, intanto il film venderà solo per l'effetto nostalgia, quindi se ti riesce una cosa buona bene, altrimenti chissenefrega, e la stessa cosa se anche il cast è più o meno famoso, poi aggiungici che magari il regista non è molto ispirato e che magari non è neanche un genere che tratta con disinvoltura.
Ecco la formula per le schifezze che il cinema continua a riproporre continuamente.

Messaggio modificato da vinnie il 8 Jan 2017, 18:47
 
asterix777
messaggio8 Jan 2017, 20:09
Messaggio #3



Gruppo icone

Gruppo: OldGamer
Messaggi: 1.166
Iscritto il: 30 September 08
Utente Nr.: 14.775
BGE 1. Monkey Island 2
2. The Dig
3. Grim Fandango

SO WinXP


Spolveratore (1)


Il punto è che se hai un brand di richiamo di puoi permettere di produrre menate, tanto le andranno a vedere comunque.
Poi se è una ciofeca si rifaranno con il sequel. Se è andato troppo male parleranno di reboot (lo fanno da tempo con i supereroi, tipo l'Uomo Ragno e i F4).
Male proprio che vada hanno guadagnato due soldi dal primo remake e croce sopra (non so poi se vadano realmente in perdita, cioè non incassino neanche la spesa, la vedrei difficile quando sono titoli di richiamo).
Ormai ho paura quando sento "Indy", "Blade runner" e simili. Mentre su quest'ultimo hanno avuto la saggezza di affiancare Gosling a Ford, per Indy non sappiamo come andranno le cose, ma spero seguano una strada analoga, lasciando a Ford il ruolo di Indy ma accompagnandogli qualcuno un attimo più giovane su cui concentrare l'azione.


--------------------




"Trattasi di oggetto COMPLETAMENTE inutile!" (Sam)
 
vinnie
messaggio8 Jan 2017, 21:41
Messaggio #4





Gruppo: Gamer
Messaggi: 236
Iscritto il: 23 September 07
Utente Nr.: 9.435
SO Linux




Secondo me, trama permettendo, puoi anche permetterti di fare film con personaggi anziani, ovviamente se è un film d'azione ti devi inventare qualcosa altrimenti non funziona. Se dovessi scegliere fra un indy solo azione e uno dove c'è mistero, una bella trama e ambientazione ma il protagonista è paraplegico preferirei il secondo. Invece per blade runner preferirei nessun seguito.
 
TheRuler
messaggio8 Jan 2017, 22:08
Messaggio #5



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 10.096
Iscritto il: 20 January 06
Da: Bologna
Utente Nr.: 2.653
Entropologo part-time

BGE AG: Indy3
Arcade: Silpheed
Free Roaming: Shadow of the Colossus
RTS: Praetorians

Playing Magari...
SO Windows7

OGI Supporter




CITAZIONE (vinnie @ 8 Jan 2017, 21:41) *
Secondo me, trama permettendo, puoi anche permetterti di fare film con personaggi anziani, ovviamente se è un film d'azione ti devi inventare qualcosa altrimenti non funziona. Se dovessi scegliere fra un indy solo azione e uno dove c'è mistero, una bella trama e ambientazione ma il protagonista è paraplegico preferirei il secondo. Invece per blade runner preferirei nessun seguito.


Anche perché sappiamo tutti che Deckard non invecchia.

E vogliamo parlare dei remake che brillano per il semplice fatto che l'originale era una schifezza? Tipo, a caso, Stusky e Hutch o Hazard? Due filmetti mediocri ma paragonati al soggetto delle serie originali...

Al momento, tra i remake/reboot che mi sento di promuovere con la sufficienza mi viene in mente solo il primo Star Trek e Terminator Salvation.
Mentre IL remake per eccellenza che ha sempre messo pace a tutte le discussioni è Batttlestar Galactica. Capolavoro sotto tutti i punti di vista.


--------------------
 
vinnie
messaggio8 Jan 2017, 23:56
Messaggio #6





Gruppo: Gamer
Messaggi: 236
Iscritto il: 23 September 07
Utente Nr.: 9.435
SO Linux




CITAZIONE (TheRuler @ 8 Jan 2017, 22:08) *
Anche perché sappiamo tutti che Deckard non invecchia.


Mi sono dovuto documentare per capirla :P
Boh, a me irrita un po' quando le trasposizioni non sono fedeli, però alla fine il film blade runner era un bel film e non cambiava troppe cose, solo che se facessero un seguito dovrebbero inventare tutto di sanapianta e immagino già dick rivoltarsi nella tomba.
Diciamo che accetterei il film con la premessa di "liberamente ispirato a" piuttosto che "seguito di"
 
asterix777
messaggio9 Jan 2017, 00:55
Messaggio #7



Gruppo icone

Gruppo: OldGamer
Messaggi: 1.166
Iscritto il: 30 September 08
Utente Nr.: 14.775
BGE 1. Monkey Island 2
2. The Dig
3. Grim Fandango

SO WinXP


Spolveratore (1)


CITAZIONE (vinnie @ 8 Jan 2017, 21:41) *
Secondo me, trama permettendo, puoi anche permetterti di fare film con personaggi anziani, ovviamente se è un film d'azione ti devi inventare qualcosa altrimenti non funziona. Se dovessi scegliere fra un indy solo azione e uno dove c'è mistero, una bella trama e ambientazione ma il protagonista è paraplegico preferirei il secondo

Non hai tutti i torti, il problema è quando hanno fatto Indy 4 non hanno seguito la tua teoria, preferendo un Ford protagonista d'azione anche se non più all'altezza di certe scene ed immerso in una trama risibile.
Mi sta bene che Ford interpreti ancora Indy ma magari in qualità di mentore di qualche giovane virgulto, che però non dovrebbe mai essere Shia Labeouf. Anche perchè Indy senza azione diventa la Signora in Giallo e buonanotte.
Circa il nuovo corso cinematografico di Star Trek, ho cominciato ad accettarlo, ma sempre sul presupposto che si tratti di una linea dimensionale alternativa e che quelli - salvo Spock e con le dovute cautele - NON possono mai essere Kirk & soci da giovani, perchè non dimostrano i tratti caratteristici che si dovrebbero poi ritrovare nella serie classica. Parlavo di cautela per Spock perchè l'interpretazione di Quinto è apprezzabile, ma l'accentuazione del lato emotivo snatura il personaggio. Ma parliamo appunto di un universo alternativo.


--------------------




"Trattasi di oggetto COMPLETAMENTE inutile!" (Sam)
 
DK
messaggio9 Jan 2017, 11:09
Messaggio #8



Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 2.372
Iscritto il: 27 August 04
Utente Nr.: 1.509
BGE Indy and The Last Crusade
SO Windows7

OGI Supporter




Io di solito non parto prevenuto, anche se, ad oggi, molti remake/reboot son fatti principalmente perché si vuol andare sul "sicuro" piuttosto che avventurarsi in nuovi territori, questo lo conferma anche il fatto dei millemila sequel, quindi, chi investe, la maggior parte delle volte vuole essere sicuro di avere un buon ritorno.
Aggiungi anche che le idee un po' scarseggiano - è anche vero che molto è stato già esplorato, e, gira che rigira, comincia ad esser difficile essere molto originali e innovativi.
Comunque ci sono diversi remake/reboot che non sono male, poi ci sono anche le rivisitazioni in chiave hollywoodiana di film esteri, in particolare di film asiatici (ma anche europei), a volte esce "un'americanata" a volte invece è un buon prodotto; es. The Departed, non è come l'originale "Infernal Affairs", ma è un bel filmone.
Non dimentichiamoci anche delle versioni live di animazioni, es. Cenerentola, la Bella e la Bestia ecc.
Non parlo del filone dei supererori, tanto quelli hanno remake/reboot già anche sul cartaceo, quindi direi che è normale.
Riguardo i prossimi in uscita, il nuovo alien ha un po' rotto le scatole, Indy... ci vedrei bene un cross Indy - Lara Croft biggrin2a.gif, Blade Runner, il trailer ispira, non che ce ne fosse bisogno, ma potrebbe uscire un bel film, Star Trek, aspetto di vedere la nuova serie TV.
Secondo me, stanno innovando di più con le serie tv, che ce ne sono diverse estremamente interessanti (e originali).
 
Ravenloft
messaggio10 Jan 2017, 00:38
Messaggio #9



Gruppo icone

Gruppo: Founder
Messaggi: 4.760
Iscritto il: 3 November 03
Da: Barovia
Utente Nr.: 286
Lord of Mists

BGE System Shock 2
Playing Pillars of Eternity
SO Windows7

OGI Supporter




CITAZIONE (asterix777 @ 9 Jan 2017, 00:55) *
Mi sta bene che Ford interpreti ancora Indy ma magari in qualità di mentore di qualche giovane virgulto


Questo significherebbe però lasciare il periodo nazista, oltre che uno dei più fulgidi per l'archeologia. Indy funzionava anche per quello. Si dovrebbero inventare uno studente del Barnett che lo affianchi (il sogno sarebbe ripescare una giovane Sophia da Fate of Atlantis oppure Wan Li direttamente da Il Tempio Maledetto), senza invecchiare troppo o del tutto Indy.


--------------------
"I've slain many harder foes" - Apollo Diomedes
 
asterix777
messaggio10 Jan 2017, 13:55
Messaggio #10



Gruppo icone

Gruppo: OldGamer
Messaggi: 1.166
Iscritto il: 30 September 08
Utente Nr.: 14.775
BGE 1. Monkey Island 2
2. The Dig
3. Grim Fandango

SO WinXP


Spolveratore (1)


CITAZIONE (Ravenloft @ 10 Jan 2017, 00:38) *
Questo significherebbe però lasciare il periodo nazista, oltre che uno dei più fulgidi per l'archeologia. Indy funzionava anche per quello. Si dovrebbero inventare uno studente del Barnett che lo affianchi (il sogno sarebbe ripescare una giovane Sophia da Fate of Atlantis oppure Wan Li direttamente da Il Tempio Maledetto), senza invecchiare troppo o del tutto Indy.

Ma questo è già successo col teschio di cristallo, dove gli antagonisti erano i russi con ambientazione nel 1957, quindi direi che il periodo nazista ormai è andato.
Spero Spielberg & co. facciano tesoro delle critiche rivolte all'ultimo inguardabile capitolo, a partire dalla ridicola trama con gli E.T.. E non paga aggrapparsi a tutti i costi ai fasti e alle nostalgie del passato, puntando sugli stessi attori e assegnando loro gli stessi ruoli in pellicole che fanno anche dell'azione il punto di forza (ripeto, sempre su una trama brillante e appassionante, altrimenti l'action è fine a se stesso). Non si può in questo genere prescindere dal protagonista giovane, magari anche lui spaccone e per questo erede di Ford/Indy, anche in vista delle produzioni future. Cioè sarebbe bello proprio un (questo sì, nostalgico!) passaggio di consegne dall'anziano al nuovo Indy, interrompendo idealmente la soluzione di continuità tra vecchio e nuovo corso e creando quel punto di contatto che, se ben reso, credo i fans amerebbero.
Meditate produttori, meditate...


--------------------




"Trattasi di oggetto COMPLETAMENTE inutile!" (Sam)
 
TheRuler
messaggio10 Jan 2017, 15:16
Messaggio #11



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 10.096
Iscritto il: 20 January 06
Da: Bologna
Utente Nr.: 2.653
Entropologo part-time

BGE AG: Indy3
Arcade: Silpheed
Free Roaming: Shadow of the Colossus
RTS: Praetorians

Playing Magari...
SO Windows7

OGI Supporter




personalmente non ho trovato, nel soggetto del quarto Indy, che fossero gli ET il problema, piuttosto che l'oggetto centrale della storia fosse il falso storico del teschio di cristallo.


--------------------
 
Ravenloft
messaggio10 Jan 2017, 15:45
Messaggio #12



Gruppo icone

Gruppo: Founder
Messaggi: 4.760
Iscritto il: 3 November 03
Da: Barovia
Utente Nr.: 286
Lord of Mists

BGE System Shock 2
Playing Pillars of Eternity
SO Windows7

OGI Supporter




CITAZIONE (asterix777 @ 10 Jan 2017, 13:55) *
Ma questo è già successo col teschio di cristallo, dove gli antagonisti erano i russi con ambientazione nel 1957, quindi direi che il periodo nazista ormai è andato.


Esiste un quarto Indiana Jones? shocked.gif

ghgh.gif


--------------------
"I've slain many harder foes" - Apollo Diomedes
 
asterix777
messaggio10 Jan 2017, 16:03
Messaggio #13



Gruppo icone

Gruppo: OldGamer
Messaggi: 1.166
Iscritto il: 30 September 08
Utente Nr.: 14.775
BGE 1. Monkey Island 2
2. The Dig
3. Grim Fandango

SO WinXP


Spolveratore (1)


CITAZIONE (TheRuler @ 10 Jan 2017, 15:16) *
personalmente non ho trovato, nel soggetto del quarto Indy, che fossero gli ET il problema, piuttosto che l'oggetto centrale della storia fosse il falso storico del teschio di cristallo.

Be', un po' tutte le avventure di Indy riguardano oggetti circondati da un alone di mistero, che è proprio ciò che li rende affascinanti: l'arca dell'alleanza con le sue folgori, le pietre voodoo del tempio maledetto e il santo Graal con l'eterna giovinezza o la morte. Il teschio di cristallo è anch'esso un mito ricondotto alle civiltà precolombiane, anche se non ci sono riscontri, e anzi è proprio un vero reperto storico, cui alcuni hanno tuttavia attribuito ipotetici poteri. Penso che una buona trama ricamata sopra, con la sapiente combinazione di indizi e coincidenze storiche (leggi: buona sceneggiatura, supportata da un team di esperti), avrebbe portato a qualcosa di altrettanto affascinante.
Certo è che ciò che accomuna i primi 3 film è l'aura mistico-religiosa: i manufatti del 1° e 3° film riguardano il cristianesimo, nel 2° si ha comunque a che fare con delle divinità. Da questo punto di vista il 4° capitolo esce abbastanza fuori traccia, ma la causa dell'insuccesso va ricercata nella pochezza della trama imbastita. Sapendo ben poco di questi teschi di cristallo tanto si sarebbe potuto inventare creando gli opportuni appigli storici e qualcosa di mistico si sarebbe potuto trarre anche da questi manufatti, proprio perchè sconosciuti.
E pensare che l'idea di un 4° capitolo esisteva già all'uscita del 3° e ci hanno messo circa 20 anni per partorire quest'obbrobrio.

CITAZIONE (Ravenloft @ 10 Jan 2017, 15:45) *
Esiste un quarto Indiana Jones? shocked.gif

ghgh.gif

Right. I film di Indy sono solo 3.

Messaggio modificato da asterix777 il 10 Jan 2017, 16:04


--------------------




"Trattasi di oggetto COMPLETAMENTE inutile!" (Sam)
 
Diduz
messaggio11 Jan 2017, 15:58
Messaggio #14



Gruppo icone

Gruppo: Oldgame Editor
Messaggi: 1.281
Iscritto il: 4 April 02
Utente Nr.: 2.089
SO Linux




Sto seguendo la questione Indy 5, che giustamente preoccupa molti, me in primis.
Di sicuro si sa solo che: 1) Uscirà nel luglio del 2019; 2) Ci sarà Harrison Ford; 3) Lo dirigerà Spielberg; 4) Almeno la prima stesura la sta facendo David Koepp; 5) La Disney non sa esattamente che pesci pigliare per riavviare la saga.
Su quest'ultimo punto, a giugno pubblicai per lavoro una news con questa dichiarazione del presidente Disney Bob Iger. Copio e incollo:

"Non diventerà un universo come Star Wars, no. Ma speriamo che... ora come ora ci stiamo concentrando su un reboot, o meglio una continuazione e poi un reboot di qualche tipo. Cioè, tornerà Harrison Ford, poi dovremo capire cosa verrà dopo. Ecco cosa voglio dire. Non è proprio un reboot, è un... boot? Non lo so. Harrison Ford è Indiana Jones nel film, ma la direzione generale qual è? Ne abbiamo discusso, ma ora non voglio approfondire."

Il crash di sistema qui secondo me arriva da un problema fondamentale. Nessuna major oggigiorno, men che mai la Disney, si lancia in un blockbuster se non lo può serializzare. Vedasi le "fasi" Marvel o il ritmo episodi/spin-off di SW. Quindi non si tratta di parlare solo di Indy 5, ma di come lavorare su Indiana Jones a partire da Indy 5 in poi. Indy 5 dovrà già contenere il trampolino per i film successivi. La Disney ha anche speso fior di milioni per comprarsi dalla Paramount la quota di Indy che avevano: non sono operazioni che fai solo per un film. Indiana Jones, a differenza di Star Wars, ha due scomode caratteristiche: il suo interprete è ultrasettantenne e il marchio porta il nome del personaggio principale. n7.gif Non dimentichiamoci che una major vende innanzitutto il marchio. "Star Wars" significa "Guerre tra le stelle". Chi le fa 'ste guerre? Si può decidere. "Indiana Jones" significa che ci dev'essere Indiana Jones. Ci può essere qualcun altro? No, perché il franchise si chiama "Indiana Jones". Se lo ribattezzi "I predatori degli artifatti perduti", non se lo fila nessuno. lookaround.gif
Vi dirò, forse vi sembrerò pazzo, ma io in questo specifico caso (non in generale o in altri casi), avrei preferito un reboot con attore e autori diversi. shocked.gif Il mio timore è che sia stato Ford a trascinarsi Spielberg in questa quinta impresa: giravano voci che avesse detto alla Disney che accettava di riprendere Han Solo soltanto in cambio dell'assicurazione di riprendere Indiana Jones. E Ford stesso ha detto che non avrebbe mai fatto un Indy senza essere diretto da Spielberg. Quando c'è stato l'annuncio sono rimasto un po' stupito, perché Spielberg è comunque molto amico di Lucas, e continuo a non vederlo molto a fare Indy con Lucas che ha mollato la Lucasfilm.
LaBeouf non solo credo non sarà mai più in un Indy, ma penso pure che non si avvicinerà mai più alla famiglia Disney / Lucasfilm: ha tirato diverse frecciate contro Spielberg, scusandosi goffamente poco dopo, dà i numeri sui red carpet, si autoriprende in performance deliranti, ha recitato in Nymphomaniac di Von Trier. E quando parlò male di Indy 4, dicendo che anche Ford era deluso, Ford se la prese a morte, con parole non molto gentili. Per me è bruciato a prescindere in quell'ambiente, ormai.
So di ripetermi, ma io non riesco a vedere altra soluzione se non quella di incastrare una storia con un Indy giovane in una cornice con l'Indy anziano, ovviamente meno patetica di quella della serie tv, un Indy anziano più attivo, eh. smilies3.gif

Messaggio modificato da Diduz il 11 Jan 2017, 16:01


--------------------
"Tutte le imprese degne di questo nome sono costituite dal 90% di lavoro e dal 10% di amore. Ma si dovrebbe vedere solo l'amore." - Chuck Jones
 
vinnie
messaggio11 Jan 2017, 19:43
Messaggio #15





Gruppo: Gamer
Messaggi: 236
Iscritto il: 23 September 07
Utente Nr.: 9.435
SO Linux




Non lo so, alla fine creare un nuovo indy è una buona soluzione a livello di trama ma secondo me non troppo buona a livello di fanatismo, anche perché non stiamo parlando di batman che lascia la sua tuta da pipistrello a qualcun'altro, non avrebbe molto senso un personaggio che prenda in tutto e per tutto le sembianze e le faccende di indy e se invece lo fai diverso perché dovrebbe essere meglio di creare un nuovo personaggio da 0 ?
Non lo so ma vedo la situazione sempre più infognata biggrin2a.gif
 
asterix777
messaggio14 Jan 2017, 01:03
Messaggio #16



Gruppo icone

Gruppo: OldGamer
Messaggi: 1.166
Iscritto il: 30 September 08
Utente Nr.: 14.775
BGE 1. Monkey Island 2
2. The Dig
3. Grim Fandango

SO WinXP


Spolveratore (1)


Peraltro ricordiamo che 'Indiana' è un nomignolo, ben affibbiabile a qualcun altro, magari qualche giovane 'omonimo' di Indy che si improvvisa archeologo e poi si scopre che... Oh, ma devo scrivere tutto io?!? megaball.gif


--------------------




"Trattasi di oggetto COMPLETAMENTE inutile!" (Sam)
 
vinnie
messaggio14 Jan 2017, 13:35
Messaggio #17





Gruppo: Gamer
Messaggi: 236
Iscritto il: 23 September 07
Utente Nr.: 9.435
SO Linux




Ok, ma mi sfugge perché uno dovrebbe farsi chiamare indiana, mica è un supereroe che ci sono persone che vogliono imitarlo, e non mi sembra neanche lasciato intendere che sia una persona famosa e con la dovuta visibilità
 
asterix777
messaggio15 Jan 2017, 01:35
Messaggio #18



Gruppo icone

Gruppo: OldGamer
Messaggi: 1.166
Iscritto il: 30 September 08
Utente Nr.: 14.775
BGE 1. Monkey Island 2
2. The Dig
3. Grim Fandango

SO WinXP


Spolveratore (1)


Be' Jones è un professore universitario le cui imprese archeologiche sono note (tant'è che nel 3° film affidano espressamente a lui la ricerca del Santo Graal), quindi non sarebbe così remota l'idea di un giovane seguace che aspiri ad ereditarne gesta ed appellativo.


--------------------




"Trattasi di oggetto COMPLETAMENTE inutile!" (Sam)
 
Gharlic
messaggio15 Jan 2017, 18:30
Messaggio #19


Il Grafobrancio
Gruppo icone

Gruppo: UST Member
Messaggi: 6.484
Iscritto il: 11 February 03
Utente Nr.: 2.151
SO Win2000


Archeologo professionista (50)


CITAZIONE (asterix777 @ 15 Jan 2017, 01:35) *
Be' Jones è un professore universitario le cui imprese archeologiche sono note (tant'è che nel 3° film affidano espressamente a lui la ricerca del Santo Graal), quindi non sarebbe così remota l'idea di un giovane seguace che aspiri ad ereditarne gesta ed appellativo.

In ambito videoludico è una ben nota deformazione fisiognomico-temporale denominata come Paradosso di Edward Carnby.


--------------------

«Io ritengo, senza ombra di dubbio, che l'UST sia il miglior gruppo di traduzioni amatoriali che l'Italia abbia avuto negli ultimi 150 anni.» S.B.
 
asterix777
messaggio16 Jan 2017, 11:17
Messaggio #20



Gruppo icone

Gruppo: OldGamer
Messaggi: 1.166
Iscritto il: 30 September 08
Utente Nr.: 14.775
BGE 1. Monkey Island 2
2. The Dig
3. Grim Fandango

SO WinXP


Spolveratore (1)


CITAZIONE (Gharlic @ 15 Jan 2017, 18:30) *
In ambito videoludico è una ben nota deformazione fisiognomico-temporale denominata come Paradosso di Edward Carnby.

Magari per il momento ci basterà un'unica deformazione ma buona e duratura. dry.gif


--------------------




"Trattasi di oggetto COMPLETAMENTE inutile!" (Sam)
 

Reply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

Modalità di visualizzazione: Normale · Passa a: Lineare · Passa a: Outline


Versione Lo-Fi Oggi è il: 23rd January 2017 - 11:35