Benvenuto Visitatore(Log In|Registrati)

 
Reply to this topicStart new topic
> Black Mirror: Bandersnatch - Il Film ispirato ai Librogame, Un film interattivo ispirato ai librogame
riobros76
messaggio17 Jan 2019, 12:16
Messaggio #1





Gruppo: Gamer
Messaggi: 52
Iscritto il: 23 December 04
Utente Nr.: 1.623
BGE SILENT HILL
SO Linux




Ciao a tutta la community,
su Netflix è uscito un film (Black Mirror: Bandersnatch) che si basa sulle "scelte" come avveniva esattamente con i Librogame.

In pratica si possono fare delle scelte durante la visione del film che portano a diversi finali. Tra le altre cose è stato utilizzato anche Twine il software che conosciamo e di cui Leo ha fatto anche una serie di video in cui spiegava come utilizzarlo.

Maggiori informazioni, approfondimenti e suggerimenti possono essere trovati qui:

https://news.google.com/articles/CAIiELMWm8...mp;ceid=IT%3Ait


Spero di aver fatto cosa gradita e vi auguro un buona giornata.

Best Regards.


--------------------
Il problema non è stato entrare, ma e' quello di uscire.
Nick su Quantica
 
Capo
messaggio18 Jan 2019, 00:37
Messaggio #2



Gruppo icone

Gruppo: OldGamer
Messaggi: 1.641
Iscritto il: 10 December 03
Utente Nr.: 571
SO WinXP




Notare che il tema sono anche i videogiochi anni 80, quindi qua dentro dovrebbe interessare


--------------------
 
TheRuler
messaggio18 Jan 2019, 10:44
Messaggio #3



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 11.311
Iscritto il: 20 January 06
Da: Bologna
Utente Nr.: 2.653
Entropologo part-time

BGE AG: Indy3
Arcade: Silpheed
Free Roaming: Shadow of the Colossus
RTS: Praetorians

Playing Magari...
SO Windows7

OGI Supporter




Non l'ho ancora visto ma ho letto del programmino in basic che appare sullo Spectrum dal protagonista. Funziona davvero ma si tratta di un easter egg/enigma visto che mancano le prime 10-15 righe del programma e se lo si vuole veder funzionare bisogna scriversele.
Qualcuno c'è ovviamente già riuscito.
http://www.retrocampus.com/2019/01/06/band...g-non-nascosto/

E c'è anche il "sito ufficiale": https://tuckersoft.net/ealing20541/


--------------------
 
ilbak
messaggio18 Jan 2019, 12:30
Messaggio #4





Gruppo: Gamer
Messaggi: 8
Iscritto il: 25 November 18
Utente Nr.: 22.076
SO Linux




Esperimento interessante... Credo che l'utenza "da divano" e quella dei videogiochi siano destinate ad incontrarsi in un futuro...
...La televisione rimane media di assoluto svago e spesso anche "di sottofondo" quindi non penso che diventerà tutto necessariamente interattivo ma che ci siano queste incursioni perché no? biggrin.gif
 
QLmagic
messaggio18 Jan 2019, 17:04
Messaggio #5





Gruppo: Gamer
Messaggi: 10
Iscritto il: 2 April 17
Da: Imperia
Utente Nr.: 21.476
SO Altro




CITAZIONE (Capo @ 18 Jan 2019, 00:37) *
Notare che il tema sono anche i videogiochi anni 80, quindi qua dentro dovrebbe interessare



É meno conosciuta, ma anche in una puntata della seconda serie di Legion (serie TV dedicata a dei supereroi Marvel) viene citata un avventura testuale. I protagonisti per liberare la loro amica Melanie, entrano nella sua mente e si ritrovano in una stanza nera di un labirinto...

EDIT:
Si tratta della terza puntata della seconda serie.
È una sequenza fantastica [LINK] dove vediamo il testo di un AT apparire davanti ai protagonisti e trasformarsi in opere d'arte. Molto simpatico, per tutti quelli che conoscono il genere di gioco, osservare i protagonisti gridarsi suggerimenti l'un l'altro: "scendi giù per la scala" o "no, guardati intorno prima".
Devono digitare la soluzione sula tastiera di un computer... ma non ci metteranno molto a perdere il gioco... ;)



Messaggio modificato da QLmagic il 21 Jan 2019, 09:11
 
Ravenloft
messaggio18 Jan 2019, 23:29
Messaggio #6



Gruppo icone

Gruppo: Founder
Messaggi: 5.252
Iscritto il: 3 November 03
Da: Barovia
Utente Nr.: 286
Lord of Mists

BGE System Shock 2
Playing Spycraft
SO Windows7

OGI Supporter




Come "film" in sé non vale molto. Come "videogioco" nemmeno, chiaramente: le scelte sono di per sé un solo elemento di "gameplay" dei tanti possibili. Quindi è poco videogioco, dunque non un buon videogioco. Come film-game è chiaramente "qualcosa di più" di un "semplice" film (comunque non vuole essere un film-game), ma non di un videogioco "completo". Tutto il pacchetto però, è una genialata pazzesca per me. Praticamente uno "spot", il migliore che abbia mai visto, probabilmente. E il più lungo, direi.

Sfonda la quarta parete in modi che non ho mai visto prima, pieno di riferimenti (anche ovviamente a Black Mirror) ma soprattutto molto rispettoso: la storia parte infatti da un libro-game per finire all'auto-referenzialità (leit motiv dell'intera produzione, a dire il vero), rispettando tutte le tappe che le "scelte" hanno fatto tra i vari media (letteratura -> videogiochi -> cinema) in ordine cronologico (nel VERO senso della parola eheh, tenendo presente che il film è ambientato nel 1984 e nemmeno questo è un caso). Tra i riferimenti più curiosi per noi videogiocatori, il fatto che la storia trova parallelismi con una software house realmente esistita (la Imagine Software, dopo varie peripezie diventata la mitica Psygnosis che, guarda caso, potremmo tradurre come "conoscenza della mente"), oppure che Bandersnatch è un videogioco realmente esistito ma mai terminato, almeno non da Imagine Software, e nella sua incarnazione definitiva (chiamato Brataccas) è stato il primo gioco pubblicato da Psygnosis.

Naturalmente, ci sono dei tocchi di classe assoluta a cui solo la visione può rendere giustizia, alcuni dei quali sarebbe impossibile riportare senza spoiler.


--------------------
 
QLmagic
messaggio19 Jan 2019, 11:43
Messaggio #7





Gruppo: Gamer
Messaggi: 10
Iscritto il: 2 April 17
Da: Imperia
Utente Nr.: 21.476
SO Altro




CITAZIONE (Ravenloft @ 18 Jan 2019, 23:29) *
Psygnosis


Leggevo un articolo che vede il telefilm dal punto di vista musicale. L'autore critica da questo punto di vista le scelte fatte per Bandersnatch, partendo dal fatto che nell'episodio non compare quel disagio elettronico o quella speranza malinconica che permeava gli anni '80. Anni nei quali la tecnologia a basso costo, nel mondo degli strumenti musicali (con la comparsa di nuovi strumenti come sintetizzatori, batterie elettroniche e campionatori) fecero proprio quel linguaggio originale e innovativo diffusosi e sviluppatosi con i videogiochi e scandito, per forza di cose, dalle limitazioni tecniche delle schede audio degli inizi degli anni 80. Un mondo sonoro a sé che, partendo da rielaborazioni di elementi della musica classica e della musica popolare (funk, folk, reggae e mille altre cose semplici e circolari), era giunto ai ragazzi fino a modificarne la loro sensibilità e i loro gusti musicali.

A parte questo, ricollegandomi a quanto diceva Ravenloft, l'autore dell'articolo si sofferma su uno dei bivi che vengono proposti al telespettatore, la scelta tra 2 dischi: Phaedra dei Tangerine Dream e The Bermuda Triangle di Isao Tomita.
A parte tutte le digressioni musicali, che credo poco interessino in questa sede, si fa notare come l’album dei Tangerine Dream (caposaldo della psichedelia tedesca degli anni '70) uscì per l'ettichetta Virgin, casa discografica per la quale lavorava come disegnatore Roger Dean, storico illustratore inglese che aveva realizzato loghi e copertine di albun di band storiche come gli Yes e Uriah Heep, ma che illustrò anche le cover dei videogiochi della Imagine, divenuta poi Psygnosis.
Forse più interessante però c’è un dettaglio non da poco riguardo all'album di Isao Tomita (autore Giapponese che, dai primi ascolti, mi risulta dalla vena creativa alquanto folle...). Sul disco è presente una traccia audio di codici, che se interfacciati con uno ZX Spectrum, tira fuori una schermata interessante e infondate informazioni sul triangolo delle Bermuda.
Credo il codice del programma sia quello che compare a 0:58 ... del disco: https://youtu.be/vjFKQY2IjZc


Link all'articolo LINK

Messaggio modificato da QLmagic il 19 Jan 2019, 19:55
 
QLmagic
messaggio19 Jan 2019, 12:09
Messaggio #8





Gruppo: Gamer
Messaggi: 10
Iscritto il: 2 April 17
Da: Imperia
Utente Nr.: 21.476
SO Altro




Inoltre c'è un easter egg ... hanno trovato nascosto nel telefilm un videogioco:
People have found a hidden video game in Bandersnatch

Messaggio modificato da QLmagic il 19 Jan 2019, 12:09
 
Rob
messaggio23 Jan 2019, 19:14
Messaggio #9





Gruppo: Gamer
Messaggi: 312
Iscritto il: 1 March 14
Da: cusano milanino
Utente Nr.: 20.323
BGE Broken Sword II
Playing "Manca solo un verso a quella poesia","Amerzone",Slenderman l'incubo,Phantasmagoria (dos)
SO Windows7




CITAZIONE (riobros76 @ 17 Jan 2019, 12:16) *
Ciao a tutta la community,
su Netflix è uscito un film (Black Mirror: Bandersnatch) che si basa sulle "scelte" come avveniva esattamente con i Librogame.

In pratica si possono fare delle scelte durante la visione del film che portano a diversi finali. Tra le altre cose è stato utilizzato anche Twine il software che conosciamo e di cui Leo ha fatto anche una serie di video in cui spiegava come utilizzarlo.

Maggiori informazioni, approfondimenti e suggerimenti possono essere trovati qui:

https://news.google.com/articles/CAIiELMWm8...mp;ceid=IT%3Ait


Spero di aver fatto cosa gradita e vi auguro un buona giornata.

Best Regards.


A dir poco "illuminante" (nonostante gli oggettivi limiti) , ma e' solo l'inizio di qualcosa dal potenziale imprevedibile.
Un po angosciante per la verita' ma denso di ricordi di cose vissute.
La scena sull'autobus ad esempio...
Dopo averlo visto ho deciso di cambiare le cinghie del mio Walkman Sony TPS-L2.... metal.gif


--------------------
Rob01b
 
Gwenelan
messaggio6 Feb 2019, 21:04
Messaggio #10



Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 14.478
Iscritto il: 8 October 12
Utente Nr.: 19.580
BGE Planescape: Torment
SO Windows7






--------------------
Conformati.

What can change the nature of a man?
*My Youtube Channel*

La vita è dura e grama - e poi si muore.

Chi è intelligente per definizione non può avere qualcosa di negativo da dire contro lo studio e contro il buon senso.
- Duca


Tutti hanno opinioni: io le ho, tu le hai. E fin da quando abbiamo aperto gli occhi ci hanno detto che abbiamo diritto di avere nostre opinioni. Be’, è una stronzata, naturalmente. Non abbiamo diritto di avere opinioni, abbiamo diritto di avere opinioni informate. Senza studio, senza basi, senza comprensione, un’opinione non vale niente.
È solo un farfugliamento. È come una scoreggia nella galleria del vento, gente.

 

Fast ReplyReply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

Modalità di visualizzazione: Normale · Passa a: Lineare · Passa a: Outline


Versione Lo-Fi Oggi è il: 19th October 2019 - 23:35