Benvenuto Visitatore(Log In|Registrati)

3 Pagine V  < 1 2 3  
Closed TopicStart new topic
> Interludio n° 2, Fra l'Atto 1 e l'Atto 2
xarabas
messaggio28 Jan 2019, 13:37
Messaggio #51





Gruppo: Gamer
Messaggi: 223
Iscritto il: 3 May 17
Utente Nr.: 21.504
SO Sono un BOT, cancellami l'account




Dorothy - Tre chiamate per Travis.

Era passato un altro giorno senza che avessi notizia di Travis.
Non ero più soltanto preoccupata, un inquietante sensazione di pericolo ed impotenza mi assalivano ogni volta che il pensiero andava al mio caro amico.

Quella mattina mi chiamò Micah, lo avevo contattato il giorno precedente per chiedergli di andare a far visita a Travis nel suo appartamento di Manhattan.

"Ciao Regina" reggeva ancora il gioco, la sua premura era non mettermi in pericolo "Travis non era in casa. Il portiere mi ha detto che se n'era andato la sera precedente, con una valigia. Ho comunque provato a salire, ma nonostante sia stato più di venti minuti a suonare il campanello, nessuno ha risposto, in casa non c'era nessuno".
Poi, pensieroso: "Regina cosa sta accadendo? Cromwell mi ha fatto vedere la bozza del libro."
Lo tranquillizzai. Avevo bisogno che almeno lui mantenesse il suo solito ottimismo.
Ne avevo bisogno.
Avevo bisogno del suo sorriso e del suono della sua voce così come li ricordavo.
"Ci penso io, tu mantieniti in contatto con Cromwell nel caso Travis lo chiamasse".
Un attimo di silenzio: "Ciao fratellino".

---

Tu... Tu... Tu...
"Random House , buon giorno", la voce di Julia era sempre la stessa, impeccabile e professionale.
"Ciao Julia, c'è Travis?"
"Oh, ciao Dor..."
"Sono Elizabeth Queen" la interruppi.
Silenzio.
"Mmm, ok, come vuoi. Travis ti stava cercando, ma è partito, dovrebbe tornare tra qualche giorno"
"Partito?"
"Si gli ho prenotato un volo per Los Angeles ieri, è voluto partire in serata. Dovrebbe essere già arrivato"
"Los Angeles?" mi feci scappare un grido di sorpresa.
"Si, mi ha fatto fare delle ricerche sull'incidente del 21 novembre, per un paio di giorni ne hanno parlato tutti i giornali, l'avrai sentito?" ci pensò su qualche istante "A dire il vero, non ci avevo fatto caso, ma uno degli identikit della polizia assomigliava a t.."
"Dove alloggia a Los Angeles?" La interruppi di nuovo, parlava troppo, come sempre.
"Aspetta... controllo... " il fruscio dei fogli si confondeva con le interferenze della chiamata, in Messico, almeno qui a Tijuana, avevano delle pessime linee, "Si, ecco, al Biltmore Hotel, numero di telefono 55500789".
"Grazi julia" Agganciai la cornetta prima che potesse dire altre cose.

---

Tu... Tu... Tu...
"Biltmore hotel, cosa posso fare per lei?"
"Salve, vorrei parlare con il signor Travis McGrant, è ospite del vostro albergo, dovrebbe essere arrivato ieri sera tardi".
"Aspetti un attimo signorina che controllo" Una musica da camera gracchiante arrivava dall'altro capo della cornetta, ciò mi fece ripensare alla Luz Disco, cosa avremo scoperto in messico?
"Si, ecco signorina" di nuovo la voce mielosa della receptionist "Il signor McGrant non è in stanza"
"Non ci voleva proprio" inventai su di piedi "Sa, mio marito è dovuto partire per lavoro improvvisamente e gli volevo far sapere che l'operazione era andata bene"
"Oh" esclamò la ragazza "Ecco perchè era così turbato ieri quando è arrivato. Stanotte il servizio in camera gli ha consegnato 3 tazze di caffè, non ha mai dormito praticamente e stamani sembrava molto provato e stanco quando mi ha chiesto di trovargli un auto a noleggio"
"peccato, avrei voluto avvertirlo prima, ma dall'ospedale non mi hanno fatto chiamare"
"Non si preoccupi signora, ha chiesto le indicazioni per Hampstead Road, Pasadina, è a pochi chilometri da qui, sicuramente per pranzo sarà di nuovo in albergo" sembrava molto colpita e partecipe, dovevo approfittarne.
"Le posso chiedere una cosa, anche se so che non sarebbe il suo lavoro? potrebbe scrivergli un biglietto e farglielo trovare sul letto in camera al suo ritorno?"
"Con molto piacere, mi dica pure"

Caro Travis
E' andato tutto bene, sto benissimo, non ti preoccupare per me.
La convalescenza sarà lunga e difficile, ma insieme arriveremo a capo anche di questa brutta faccenda.
Sei la mia spalla ed il mio bastone, non lo dimenticare mai!
Ti aspetto qua per andare a festeggiare all'Oak Room del Plaza!
Tua Elizabeth


Secondo Travis non ero mai stata felice come quando andammo all' Oak Room del Plaza a festeggiare il mio primo Best Sellers. Fu una serata indimenticabile. Quante risate ci facemmo quando, ubriachi fradici, ci buttarono fuori dal locale perchè salii sul tavolo recitando l'incipit del mio romanzo.
Veramente indimenticabile.

Speravo che anche lui ricordasse.

Messaggio modificato da xarabas il 28 Jan 2019, 13:41
 
The Ancient One
messaggio28 Jan 2019, 16:47
Messaggio #52



Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 30.086
Iscritto il: 18 April 04
Da: Britannia
Utente Nr.: 1.377
pulley-in-the-middle

BGE Ultima 7
Playing Ultima 7: "Il Portale Oscuro" IN ITALIANO!

Dungeon Master 1 (PC - DosBox)
Sonic (Wii)
Runaway (PC)

SO WinXP




Come eri bella su quel tavolo, col tuo libro in mano. Come eri bella quando il proprietario ti prese in spalla come un sacco di patate e ti "accompagnò" alla porta.
Come ero bello io.

E ora? Cosa è rimasto di tutto quello? Cosa ti è successo, Dorothy?

Trevis si addormentò con l'appunto stretto in mano e la mano sul petto.
Il giorno dopo si risvegliò con Dorothy che lo accompagnava per mano in mezzo alla palude di sempre, con i piedi nel fango e nella melma, finché il terreno non si spalanca sotto di loro e l'acqua putrida comincia a scorrere nel foro che si è aperto. E quel foro è contornato da decine e decine di denti umani gialli e marci. Ma poi Dorothy, che ti precedeva, cade nella bocca e la bocca si serra di scatto. E poi, con tre tremendi morsi, la divide a metà. Dorothy lancia urla terrificanti, mentre il suo sangue sgorga dalla bocca. E anche la bocca, ormai colma di acqua e di sangue, sembra gorgogliare un grido.




--------------------
 
The Ancient One
messaggio29 Jan 2019, 10:22
Messaggio #53



Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 30.086
Iscritto il: 18 April 04
Da: Britannia
Utente Nr.: 1.377
pulley-in-the-middle

BGE Ultima 7
Playing Ultima 7: "Il Portale Oscuro" IN ITALIANO!

Dungeon Master 1 (PC - DosBox)
Sonic (Wii)
Runaway (PC)

SO WinXP




Attendo riposta xabaras per mandare avanti la scena.


--------------------
 
xarabas
messaggio30 Jan 2019, 00:05
Messaggio #54





Gruppo: Gamer
Messaggi: 223
Iscritto il: 3 May 17
Utente Nr.: 21.504
SO Sono un BOT, cancellami l'account




Dorothy

Non ero riuscita a comunicare direttamente con Travis. Questo mi lasciava addosso una persistente inquietudine.
Ero convinta nel profondo che qualcosa di quel che aveva letto nel mio dossier l'avesse colpito profondamente.
Non si era mai assentato a lungo da lavoro ed adesso quel viaggio a Los Angeles; non c'era altro motivo che cercare me.

Non ero l'unica del gruppo: anche altri mi avevano comunicato che erano preoccupati per la salute di persone care.

Che il male che ci circondava arrivasse ad influenzare anche loro? Non mi spiegavo il come, ma sentivo che era così.

Non potevo rischiare che per colpa mia fosse accaduto qualcosa di brutto a persone che per me erano più di amici fidati.

Allora, dopo aver parlato con l'hotel di Los Angeles, mi incamminai per la città. Arrivata in albergo chiesi ad Alfred di farmi una fotografia: ero sorridente e felice, gli occhi che guardavano all'orizzonte, mentre fogli di appunti ed uno dei ciondoli erano appoggiati sul tavolo di fronte a me. L'esaminai dopo averla stampata: era venuta bene, un pò sfocata, ma coglieva nel segno, non si poteva fare di più con l'attrezzatura a disposizione.

Scrissi una dedica sul retro, con la mia grafia confusionaria e quasi illeggibile, che tanto piaceva a Travis quando si trovava a decifrare i miei appunti preliminari per i romanzi.
"Spero che ti sia arrivato il mio messaggio. Non serve che mi cerchi, io non scappo, sono sempre qui e sarò sempre lì vicino a te. Quando le cose si saranno sistemate e le acque calmate tornerò. Tu credi sempre in me, ti prego.
P.S. Indossa questo ciondolo, l'ho fatto con le mie mani, come dicevi te, viaggia che si imparano un sacco di cose. Avevi ragione, quando tornerò ti racconterò la più bella avventura che tu abbia mai sentito o letto."


Preparai la busta con cura, ci misi dentro la fotografia, ed uno dei ciondoli protettivi che avevo fatto. Ancora non ero sicura della loro effettiva utilità, ma sicuramente sarebbe stato un segno tangibile di me, ero sicura che in quel ferro incurvato e legno intagliato avrebbe visto la mia mano dispettosa ed irrequieta.

Corsi per raggiungere la corriera che partiva per gli Stati Uniti: portava la posta dei locali per i parenti che avevano attraversato il confine, si sarebbe fermata per prima cosa a Los Angeles. Non ci avrebbe messo molto ad arrivare all'albergo. Sarebbe stata una bella sorpresa.

CITAZIONE
Servono alcuni giorni, ma Travis e Cromwell fanno il loro miracolo e ti dicono tramite telegramma che il nome "Donovan, Montgomery" compare almeno una volta nelle cronache dei quotidiani di Malta, come facoltoso benefattore (insieme alla moglie) del teatro de La Valetta.
Ti dicono che nell'articolo c'è anche una foto della coppia (bella e giovane), ma che ovviamente farla arrivare da La Valetta negli USA e da lì in Messico richiederebbe settimane, se non mesi.

Non hai certezza che sia il tuo Montgomery, ma almeno hai una pista confermata su Malta.


Cromwell, insieme a Travis avevano trovato notizie su quel Donovan, ma ancora mi frullava in testa la curiosità di sapere cosa era accaduto fra il 12 ed il 13 febbraio, quale sacrificio aveva fatto alzare così tanto la produzione di nettare.
Allora chiamai Micah e gli chiesi di farmi una ricerca in biblioteca: se una notizia c'era, quella sicuramente si sarebbe potuta trovare alla New York Public Library.
"Mi servono notizie su incidenti o fatti strani accaduti a Malta, probabilmente a La Valletta, a Febbraio, fra il 12 ed il 13 febbraio. Cerca notizie per una decina di giorni prima e dopo questa data, sia di quest'anno che dell'anno scorso, se hai tempo, arriva fino al 1924, richiamami all'albergo, chiedi di Elizabeth Queen".


 
The Ancient One
messaggio30 Jan 2019, 19:47
Messaggio #55



Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 30.086
Iscritto il: 18 April 04
Da: Britannia
Utente Nr.: 1.377
pulley-in-the-middle

BGE Ultima 7
Playing Ultima 7: "Il Portale Oscuro" IN ITALIANO!

Dungeon Master 1 (PC - DosBox)
Sonic (Wii)
Runaway (PC)

SO WinXP




Ho letto.

Non rispondo adesso perché deve passare un po' di tempo, perché la lettera con la foto e il ciondolo arrivi a destinazione.
Stesso discorso per le ricerche su Malta.


--------------------
 
count zero
messaggio31 Jan 2019, 16:16
Messaggio #56





Gruppo: Gamer
Messaggi: 186
Iscritto il: 26 November 18
Utente Nr.: 22.077
SO Altro




Nel buio della sala cinematografica la pellicola di “L’uomo ombra” si svelava agli occhi curiosi di Rebecca. Rannicchiata sulla poltroncina vicino a Simon, aveva appoggiato la testa sulla sua spalla. Si appisolò mentre osservava i coniugi-detective Charles che si lanciavano, con un pizzico di incoscienza, nelle loro indagini…

Rebecca è intrappolata in un lungo corridoio buio e stretto che sembra proseguire all’infinito. E’ nuda e vulnerabile. Dall’oscurità proviene un debole eco, simile ad un ronzio di mosche. Sotto i piedi avverte un viscido tocco, freddo come il ghiaccio dello spazio.
Qualcosa sta arrivando. Sente il lezzo del suo fiato spandersi nell’aria. Rebecca corre, sollevando un liquido scuro e vischioso che investe il suo corpo.
Una risata alle sue spalle. Un brusio. L’odore di sperma le riempie le narici. Corre a perdifiato senza voltarsi indietro ma sa che qualcosa è alle sue spalle.
Il corridoio termina repentinamente di fronte ad una porta chiusa. Rebecca sbatte con violenza. Afferra la maniglia, viscida e calda, la scuote, la spinge, la tira. La porta nera non si apre.
Un lezzo di morte e sudore la avvolge. Si aggrappa alla maniglia, la tira, la spinge, la scuote.
Urla. Un urlo silenzioso e irreale. Sente il calore di un corpo dietro di lei. Qualcosa la afferra per le spalle e la dondola. Rebecca si afferra alla maniglia come fosse l’ultima speranza di vita. La sbatte, la tira, la spinge.
La creatura nel buio scuote il suo corpo in un gelido abbraccio. La vagina di Rebecca è in fiamme e si apre al mostro, come se avesse una volontà propria.
Non ha speranze. Solo la porta. Scuote quella maniglia, viscida e calda…


Simon la svegliò scuotendola leggermente, impietrito dalla situazione. Nel buio del cinema Rebecca, come in trance, aveva tirato fuori il suo membro masturbandolo in pubblico.

Rebecca aveva il fallo di suo marito in mano, bollente e viscido di sperma. L’altra mano in mezzo alle gambe sul suo sesso caldo ed umido.
-Cosa ho fatto?- tremò guardandosi intorno. -Dio mio!-
 
The Ancient One
messaggio1 Feb 2019, 11:31
Messaggio #57



Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 30.086
Iscritto il: 18 April 04
Da: Britannia
Utente Nr.: 1.377
pulley-in-the-middle

BGE Ultima 7
Playing Ultima 7: "Il Portale Oscuro" IN ITALIANO!

Dungeon Master 1 (PC - DosBox)
Sonic (Wii)
Runaway (PC)

SO WinXP




Qui attendo la contro mossa di Ralph o di chi per lui.


--------------------
 
count zero
messaggio1 Feb 2019, 13:36
Messaggio #58





Gruppo: Gamer
Messaggi: 186
Iscritto il: 26 November 18
Utente Nr.: 22.077
SO Altro




Simon Haas:

Quando rientrarono a casa Rebecca parlava a malapena. Era moralmente distrutta da quello strano incubo e dai riflessi di quell'orrore nel mondo reale.

Simon non sapeva bene cosa pensare. Era una persona semplice e quando si trattava di cose soprannaturali tendeva sempre a minimizzare e razionalizzare.
Si prese cura di sua moglie con tutta la dolcezza e l'affetto che poteva darle.

Quella notte nessuno dei due riuscì a prendere sonno. Non fecero l'amore. Rimasero nel letto al buio ognuno oppresso dai propri pensieri.

La mattina Simon esordì dicendo: “Rebecca credo ti farebbe bene parlare dei tuoi sogni con qualcuno. Non c’è niente di sbagliato in te. Credo sia questa maledetta storia di Ralphie…”
Sua moglie lo osservava distaccata, come se tra loro si fosse spalancato un abisso che adesso li separava.
“Forse sarebbe meglio rivolgersi ad un analista. Non che tu sia pazza o altro… si tratta solo di parlare dei tuoi sogni”.

Rebecca era taciturna ma fece segno di “si” con la testa. Simon recuperò il giornale dove, giusto il giorno prima, aveva visto la pubblicità di uno di quegli analisti. Era la nuova moda newyorkese.
Chiamò ed ottenne un primo appuntamento per il pomeriggio.

Alle 16.00 Rebecca si trovava sdraiata sul lettino del Dottor Anderson, a tentare di confessare sogni e pulsioni inconfessabili.
Simon, in sala d'aspetto, si rifaceva gli occhi con le curve mozzafiato di Peggy, la segretaria.


Continua ad avere incubi? Peggiora? Migliora?


Messaggio modificato da count zero il 1 Feb 2019, 18:39
 
The Ancient One
messaggio1 Feb 2019, 18:50
Messaggio #59



Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 30.086
Iscritto il: 18 April 04
Da: Britannia
Utente Nr.: 1.377
pulley-in-the-middle

BGE Ultima 7
Playing Ultima 7: "Il Portale Oscuro" IN ITALIANO!

Dungeon Master 1 (PC - DosBox)
Sonic (Wii)
Runaway (PC)

SO WinXP




CITAZIONE
Continua ad avere incubi? Peggiora? Migliora?

A questa ti rispondo subito, per darti modo domani di mandare avanti la scena (se lo desideri).

La prima seduta non dà esiti. Rebecca non migliora, né peggiora.


--------------------
 
The Ancient One
messaggio2 Feb 2019, 19:29
Messaggio #60



Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 30.086
Iscritto il: 18 April 04
Da: Britannia
Utente Nr.: 1.377
pulley-in-the-middle

BGE Ultima 7
Playing Ultima 7: "Il Portale Oscuro" IN ITALIANO!

Dungeon Master 1 (PC - DosBox)
Sonic (Wii)
Runaway (PC)

SO WinXP




Qui attendo un tuo intervento.


--------------------
 
count zero
messaggio3 Feb 2019, 15:27
Messaggio #61





Gruppo: Gamer
Messaggi: 186
Iscritto il: 26 November 18
Utente Nr.: 22.077
SO Altro




Rebecca Allen in Haas:

Le prime sedute dal Dottor Anderson non le avevano offerto alcun giovamento. “Ci vuole tempo.” le aveva detto suo marito ma Rebecca sentiva che non era così semplice.
Quella notte aveva il terrore di addormentarsi. Si girava e rigirava nel letto in preda a una terribile ansia. Pian piano il leggero sonnifero prescritto dal Dottore fece il suo corso, facendola scivolare in un tormentato dormiveglia.

Il corpo nudo di Rebecca era stretto in un corridoio infinito, largo a malapena per contenere la sua sagoma. Il tetto del corridoio era un cielo nero costellato da astri senza nome. Le pareti altissime creavano una prospettiva assurda. Rebecca era una cavia umana in un labirinto astrale. Si sentiva incattivita e violenta.
Qualcosa attirò i suoi passi, un odore pungente, un richiamo inconscio, l’odore di sesso. Rebecca percorse quello stretto budello di corridoi seguendo il richiamo del godimento. Voleva scopare. Voleva picchiare. Voleva uccidere. Ne aveva bisogno.
Il suo corpo idealizzato, già fremeva nel buio. Molte voci gemevano e godevano nel vuoto oscuro tra stelle blasfeme. Rebecca voleva raggiungerle e lasciarsi andare al suo lato oscuro.
Qualcosa ansimava alle sue spalle, la spingeva con il suo alito fetido verso la perdizione.
Una massa di corpi si aprì al suo sesso. Copulavano come bestie, in branchi selvaggi dispersi in quegli astri. I loro corpi erano un indescrivibile ammasso di seni, peni, vagine e organi sessuali ibridi, assurdi ed alieni.
Rebecca si immerse in quel piacere, aprendo tutta se stessa a quella gioia, afferrando avidamente la perversione, violentando sessi alieni, picchiando, stuprando, violando e strangolando quel branco di falli mostruosi senza sosta…


Si svegliò. Cavalcava il membro di Simon mentre le sue mani stringevano la gola del marito che ormai respirava a malapena. Si lasciò cadere stremata e distrutta. Pianse implorando “Scusami Simon… mio Dio... che stavo facendo? “
 
count zero
messaggio3 Feb 2019, 16:13
Messaggio #62





Gruppo: Gamer
Messaggi: 186
Iscritto il: 26 November 18
Utente Nr.: 22.077
SO Altro




Ralph Haas:

Ralph chiamò a casa . Era preoccupato dopo ciò che aveva saputo da Sammy.
-Casa Haas, chi parla?-
Era la voce di sua madre ma sentì che era strana, scossa ed incerta. Ralph abbandonò ogni cautela.
“Mamma. Sono io, Ralph. Che cosa ti è accaduto? Ho saputo che sei stata male? Cosa c’è che non va?”
-Ralphie, amore mio. Non preoccuparti, sto bene…-
Conosceva quella voce distrutta e quel modo sbrigativo di esprimersi. Qualcosa di brutto era accaduto.
“Mamma. So che c’è qualcosa che non va. In questa indagine ho visto troppe cose assurde per credere in qualche coincidenza. Sono i tuoi sogni? Qualcosa ti tormenta?”
Singhiozzando, sua madre confessò di essere assillata dagli incubi, evitando di raccontare a suo figlio qualsiasi particolare. Raccontò anche i tentativi, per il momento fallimentari, fatti con il Dottor Anderson.
Ralph rifletteva e ascoltava in silenzio, poi esordì “Può darsi che non siano soltanto sogni. Forse non basta parlarne.” pensò che dove non arrivava la scienza poteva arrivare l’occulto.
Se quegli incubi fossero stati legati alla bocca e alla loro indagine?
“Ascoltami bene, madre. Prendi un taccuino per gli appunti ed annotati ciò che ti dico…” Ralph sapeva che sua madre credeva nell’occulto, a differenza di suo padre.
Dedicò un po di tempo dettando a sua madre alcune formule protettive che conosceva. Infine le spiegò come tracciare il simbolo protettivo di Henslowe. Avrebbe dovuto tracciarlo sotto il loro letto ed assicurarsi di rinnovarlo ogni giorno.
“Disegna questo simbolo anche su un oggetto da portare sempre con te. Ti proteggerà. Devi credere in me. Non lasciare che questa storia ti schiacci.“
“Ho bisogno di te, madre. Ti voglio bene!”
-Ti amo, Ralphie.-
 
The Ancient One
messaggio3 Feb 2019, 18:58
Messaggio #63



Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 30.086
Iscritto il: 18 April 04
Da: Britannia
Utente Nr.: 1.377
pulley-in-the-middle

BGE Ultima 7
Playing Ultima 7: "Il Portale Oscuro" IN ITALIANO!

Dungeon Master 1 (PC - DosBox)
Sonic (Wii)
Runaway (PC)

SO WinXP




CITAZIONE
Allora chiamai Micah e gli chiesi di farmi una ricerca in biblioteca: se una notizia c'era, quella sicuramente si sarebbe potuta trovare alla New York Public Library.
"Mi servono notizie su incidenti o fatti strani accaduti a Malta, probabilmente a La Valletta, a Febbraio, fra il 12 ed il 13 febbraio. Cerca notizie per una decina di giorni prima e dopo questa data, sia di quest'anno che dell'anno scorso, se hai tempo, arriva fino al 1924, richiamami all'albergo, chiedi di Elizabeth Queen".

La risposta arrivò tramite un telegramma:

Nessuna info rilevante in NYPB.
STOP.
Contattate fonti giornalistiche di Malta.
STOP.
Insolita reticenza.
STOP.
Un abbraccio. Bada a te stessa.
STOP



CITAZIONE (xarabas @ 30 Jan 2019, 00:05) *
Preparai la busta con cura, ci misi dentro la fotografia, ed uno dei ciondoli protettivi che avevo fatto. Ancora non ero sicura della loro effettiva utilità, ma sicuramente sarebbe stato un segno tangibile di me, ero sicura che in quel ferro incurvato e legno intagliato avrebbe visto la mia mano dispettosa ed irrequieta.

Quando Trevis aprì quella busta oramai le sue mani tremavano da giorni. Troppi giorni senza dormire. Troppi incubi ogni volta che chiudeva gli occhi. E in quegli incubi era morto mille volte senza mai morire.

[...] Sei morto mille volte senza mai morire.

[...]
Ahi Velasquez, com'è duro questo amore.
Mi pesa la notte prima di ricominciare:
E tante veglie, come soglie di un mistero,
Per arrivare sempre più vicino al vero...

Ahi Velasquez certe sere quanta voglia,
Fermare la vela e ritornare da mia moglie;
E tu mi dici: "Fatti scrivere", è normale,
Per te bisogna sempre scrivere e lottare.


Aveva girato tutta Los Angeles in cerca di li. Nel tentativo di ricostruire cosa fosse davvero successo quella notte del '34. Una carneficina. Una villa esplosa. Decine di morti. Cadaveri sepolti sotto quintali di macerie. E ancora: voci di riti oscuri, una setta forse, una droga, e lei in mezzo a tutto questo.

Mettere quel ciondolo al collo gli risultò quasi difficile: le mani tremavano, le forze gli mancavano.
Sapeva che sarebbe morto di lì a poco; morto "di stenti", si sarebbe lascito morire, senza mangiare, forse la morte sarebbe arrivata in sonno durante l'ennesimo incubo. E lui la voleva accogliere con quel ciondolo, l'ultimo ricordo di lei.

Ma la morte non arrivò. Non ci furono altri incubi dopo quello.



--------------------
 
The Ancient One
messaggio3 Feb 2019, 19:06
Messaggio #64



Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 30.086
Iscritto il: 18 April 04
Da: Britannia
Utente Nr.: 1.377
pulley-in-the-middle

BGE Ultima 7
Playing Ultima 7: "Il Portale Oscuro" IN ITALIANO!

Dungeon Master 1 (PC - DosBox)
Sonic (Wii)
Runaway (PC)

SO WinXP




CITAZIONE (count zero @ 3 Feb 2019, 16:13) *
“Ho bisogno di te, madre. Ti voglio bene!”
-Ti amo, Ralphie.-

Riagganciò la cornetta. Un brivido le corse lungo la schiena. Con la mano tremante richiuse il barattolo; non stasera. Stasera non avrebbe ingoiato tutte quelle pillole. Stasera avrebbe affrontato di nuovo gli incubi, perché... perché glielo aveva chiesto il suo Ralph.

Rigirò il materasso e tracciò quel simbolo, senza farsi vedere dal marito.

Poi, senza dire la buonanotte, si coricò.
E finalmente riuscì a dormire qualche ora.


--------------------
 
The Ancient One
messaggio3 Feb 2019, 19:13
Messaggio #65



Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 30.086
Iscritto il: 18 April 04
Da: Britannia
Utente Nr.: 1.377
pulley-in-the-middle

BGE Ultima 7
Playing Ultima 7: "Il Portale Oscuro" IN ITALIANO!

Dungeon Master 1 (PC - DosBox)
Sonic (Wii)
Runaway (PC)

SO WinXP




Sentì una voce. Era la voce di Carl. Sibilava parole in una lingua che lei non poteva comprendere, troppo ricca di vocali, troppo carente di consonanti. Sudava come non mai. La leggera maglia di cotone le scivolava in basso, lungo l'addome, mettendo in risalto i seni, come se qualcosa la spingesse all'interno del suo corpo. E poi era sempre più bagnata.Si alzò di scatto dal letto e tremando tirò via la maglietta fradicia. Sotto scoprì un'orrenda bocca che le si era aperta all'altezza dello stomaco, come uno squarcio che divideva in due la sua pancia. Una bocca grande e larga, con la lingua sporgente, che sbava pus misto a sangue. È la bocca ad avere la voce di Carl e con essa pronuncia parole aliene e quando lei tentò di chiedere aiuto si accorse che la sua bocca invece era muta. La sua bocca si era chiusa, serrata, contratta su sé stessa, ostruendo la lingua e seppellendo i denti nella nuda carne delle gengive. Non poteva respirare; non poteva espirare.

Quando si svegliò era sul punto di soffocare.
Corse nell'altra camera, ma il letto di suo fratello Carl era vuoto ormai da giorni.
Pianse per il resto della notte.


--------------------
 
Herman Rotwang
messaggio3 Feb 2019, 23:34
Messaggio #66





Gruppo: Gamer
Messaggi: 495
Iscritto il: 6 October 17
Da: Arkham
Utente Nr.: 21.638
BGE Secret of Monkey Island 2
SO Win98




Carl/Jessica

"Jessica? Buongiorno... Sono Henry Morrigan...."

Faccio pesare il mio nome finto. Ho appena lasciato il palazzo delle poste e da un telefono pubblico con una catasta di monete mi accingo a chiamare mia sorella.
Jessica è sveglia e capirà subito.
Infatti, nonostante il tono emozionato che non riesce a trattenere, la sua risposta è a tono.

"Henry! E' da molto che non ho sue notizie.. Ma come sta?? Quando pensa di tornare in città?"

"Vi sono ancora diverse...difficoltà in merito. Diversi impegni che mi attendono.
Le scrivo però in primo luogo per un paio di incombenze piuttosto serie. Pare che diversi....disturbi stiano colpendo numerose persone amiche.
Le chiederei di preparare un ordinativo di una certa quantità di scapolari. Pagamento a mezzo solito. Lo dica anche a quegli altri miei soliti clienti.
Ho scoperto che tali scapolari hanno un singolare effetto spirituale e psicologico. Possono acquietare diverse problematiche che altrimenti risulterebbero tormentanti..."

O almeno lo spero, penso fra me e me. E' un fatto che nonostante gli esperimenti tremendi, da quando indossiamo i simboli realizzati da Dorothy siamo decisamente calmi rispetto al passato e anche rispetto alla...bocca. O forse è semplicemente il fatto che la nostra mente si è chiusa dinanzi all'orrore.
Non lo so. In ogni caso non mi costa nulla. Descrivo punto per punto come è fatto il simbolo di Henslowe a Jessica che dovrà riprodurlo. Lo descrivo con il metodo dei quadretti: una fila di dieci quadretti verso l'alto, poi altri dieci posti a destra. Eccetera. In questo modo non si può sbagliare e la riproduzione sarà fedele. Jessica prende nota di tutto.
La Chiesa deve averne contezza dell'esistenza di questa...protezione (???) e dei suoi possibili effetti. I miei alleati a Boston sono stati allertati, ma devono sapere tutto.

Poi continuo a parlare nei panni di Henry.

"La seconda cosa di cui avrei bisogno è un consiglio personale Jessica.
Una cosa che si sentirebbe di suggerire a qualcuno di famiglia, come suo padre o un suo fratello. Sono un po' incerto e non so come regolarmi..."

Le racconto sotto la velatura di una storia romantica i miei sentimenti tormentati e quello che mi è successo quando l'amante (il nettare!) ha rifuggito le mie profferte e si è rifiutata di concedermisi (la conoscenza). Le racconto dei miei sentimenti di sdegno e di oscura vendetta e del mio rinnovato proposito di ritrovare la determinazione. Del mio sconforto e della mia sofferenza ai limiti della follia. Jessica sicuramente non capisce quello che è successo, ma mi apre il suo cuore e mi conforta esortandomi a confidare nella Luce e nel fatto che ogni prova reca in se il suo superamento se si conforta nel Signore.

"Se Lei fosse mio fratello, signore, non potrei esserle più vicina in questo momento. Faccia conto sul mio povero aiuto e sulle mie preghiere più fervide. E circa gli scapolari non si preoccupi. Mi metterò al lavoro e mentre li realizzerò le mie preghiere accompagneranno la realizzazione, si intesseranno con la decorazione e saranno tutte per e con lei."

******

La comunicazione si interrompe.
Jessica ha un brivido.
Non ha raccontato a suo fratello...a "Henry"... di quello che ha sognato.
Ma sente che le oscure allusioni, la sciocca storia dell'innamoramento dietro la quale si cela - lo sa - qualcosa di molto più sinistro sono legate a doppio filo con quello che le sta succedendo.
Cosa ha detto Carl?
"Mi raccomando!!! Desidero che tenga uno degli scapolari per lei! Non se ne separi mai, la scongiuro. Sa quanto le sono amico e questa malattia spirituale si sta diffondendo in maniera perniciosa, come se fosse fisica. Lo farà per me?"
Certo che lo avrebbe fatto...
Non sapeva cosa stava succedendo, ma se le oscure allusioni e visioni che la visitavano in sogno erano legate a quello che Carl stava vivendo a maggior ragione avrebbe seguito alla lettera le sue istruzioni.
Avrebbe passato la notte in bianco e sarebbe stato sicuramente meglio per lei....
Avrebbe realizzato questa...difesa? Contro chi sa che cosa.
Ne avrebbe fatta una per l'arcivescovo e per padre Simon. Una per la signora Sloane di sicuro. Sapeva certo quale affetto fraterno Carl provava per la donna.
Chi altri? Janet e Mark i suoi giovani assistenti. Qualcuno in più da fornire alla diocesi.
Ma il primo sarebbe stato per sè: Carl le aveva dato una missione e non lo avrebbe deluso.

Messaggio modificato da Herman Rotwang il 3 Feb 2019, 23:42
 
The Ancient One
messaggio4 Feb 2019, 16:55
Messaggio #67



Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 30.086
Iscritto il: 18 April 04
Da: Britannia
Utente Nr.: 1.377
pulley-in-the-middle

BGE Ultima 7
Playing Ultima 7: "Il Portale Oscuro" IN ITALIANO!

Dungeon Master 1 (PC - DosBox)
Sonic (Wii)
Runaway (PC)

SO WinXP




CITAZIONE (Herman Rotwang @ 3 Feb 2019, 23:34) *
Ma il primo sarebbe stato per sè: Carl le aveva dato una missione e non lo avrebbe deluso.

E anche quella volta Carl ebbe ragione. Padre Carl non sbagliava mai.
Lo scapolare le fece ritrovare la quiete di un tempo, anche se la mancanza di Carl si faceva ugualmente sentire.


--------------------
 
The Ancient One
messaggio4 Feb 2019, 16:55
Messaggio #68



Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 30.086
Iscritto il: 18 April 04
Da: Britannia
Utente Nr.: 1.377
pulley-in-the-middle

BGE Ultima 7
Playing Ultima 7: "Il Portale Oscuro" IN ITALIANO!

Dungeon Master 1 (PC - DosBox)
Sonic (Wii)
Runaway (PC)

SO WinXP




Chiudo.


--------------------
 

3 Pagine V  < 1 2 3
Closed TopicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

Modalità di visualizzazione: Normale · Passa a: Lineare · Passa a: Outline


Versione Lo-Fi Oggi è il: 19th February 2019 - 01:47