Benvenuto Visitatore(Log In|Registrati)

5 Pagine V   1 2 3 > »   
Reply to this topicStart new topic
> The Walking Dead [PC, Mac, PS3, Xbox 360]
Diduz
messaggio18 May 2012, 09:01
Messaggio #1



Gruppo icone

Gruppo: Oldgame Editor
Messaggi: 1.414
Iscritto il: 4 April 02
Utente Nr.: 2.089
SO Linux




Embe'? biggrin2a.gif
Vedo che a diverse settimane di distanza nessuno parla della nuova ottima fatica dei Telltale.
Posso capire che qualcuno li avesse dati per spacciati dopo Back to the Future e Jurassic Park (personalmente Law & Order manco lo conto), ma The Walking Dead sembra tutto quello che doveva essere Jurassic Park.
Ok, non è un'avventura grafica, non è old-school, ma TWD sembra il primo vero tassello di ciò che volevano ottenere con i loro capitomboli dell'anno scorso. Invece di fare marcia indietro sono andati avanti a testa bassa, la critica ha apprezzato e hanno venduto un milione di copie del primo episodio.
Si stanno persino prendendo del tempo in più e faranno uscire il secondo atto a giugno invece che questo mese.
Insomma, l'hardcore gamer non li considera più e forse ha anche ragione, ma ora giocano finalmente a carte scoperte ("Tim Schafer sta facendo un'avventura, Al Lowe pure, il genere non ha più bisogno di noi").
C'è spazio per discutere se cominciamo a ragionare in termini di Heavy Rain, Dear Esther e di The Path, di esperienze narrative e interattive oltre la sfida. E anche l'avventuriero hardcore penso possa prenderli in considerazione in modo più chiaro se la smettono di tenere goffamente due piedi in una scarpa con cose come Back to the Future...
E Falzone sta pure traducendo! icon_salut.gif


--------------------
"Fare una cacata è già abbastanza difficile, è il 75% del lavoro. Mi pare una follia non fare quel 25% di sforzo in più per darsi l'occasione di creare qualcosa di speciale." - Nick Herman, capo-progetto di Tales from the Borderlands (Telltale, 2014-2015)
 
Ravenloft
messaggio18 May 2012, 09:07
Messaggio #2



Gruppo icone

Gruppo: Founder
Messaggi: 5.056
Iscritto il: 3 November 03
Da: Barovia
Utente Nr.: 286
Lord of Mists

BGE System Shock 2
Playing Pillars of Eternity
SO Windows7

OGI Supporter




CITAZIONE (Diduz @ 18 May 2012, 10:01) *
Ok, non è un'avventura grafica, non è old-school



Aggiungerei che non è un videogioco... forse per questo qui nessuno ne parlava.


--------------------
"I've slain many harder foes" - Apollo Diomedes
 
Diduz
messaggio18 May 2012, 09:42
Messaggio #3



Gruppo icone

Gruppo: Oldgame Editor
Messaggi: 1.414
Iscritto il: 4 April 02
Utente Nr.: 2.089
SO Linux




CITAZIONE (Ravenloft @ 18 May 2012, 11:07) *
CITAZIONE (Diduz @ 18 May 2012, 10:01) *
Ok, non è un'avventura grafica, non è old-school



Aggiungerei che non è un videogioco... forse per questo qui nessuno ne parlava.


Ci sono thread dedicati a Heavy Rain, The Path e Dear Esther... se The Walking Dead non lo è, allora non dovrebbero esserci nemmeno questi.

Messaggio modificato da Diduz il 18 May 2012, 09:43


--------------------
"Fare una cacata è già abbastanza difficile, è il 75% del lavoro. Mi pare una follia non fare quel 25% di sforzo in più per darsi l'occasione di creare qualcosa di speciale." - Nick Herman, capo-progetto di Tales from the Borderlands (Telltale, 2014-2015)
 
Ravenloft
messaggio18 May 2012, 09:59
Messaggio #4



Gruppo icone

Gruppo: Founder
Messaggi: 5.056
Iscritto il: 3 November 03
Da: Barovia
Utente Nr.: 286
Lord of Mists

BGE System Shock 2
Playing Pillars of Eternity
SO Windows7

OGI Supporter




Parlo solo per Heavy Rain, beh a mio modo di vedere è una esperienza, ma di certo non un videogioco. I QTE erano noiosi ai tempi dei laser game e lo sono tutt'ora. Se voglio ambientazione, storia e caratterizzazione dei personaggi, guardo un film (o leggo il fumetto, in questo specifico caso).

Detto ciò, dalle recensioni che ho letto, a parte voti alti (che francamente non comprendo, se non per sudditanza), vedo che nessuno ha apprezzato il gameplay. Esempio, Gamespot gli da 8 però nei contro leggo "gameplay insignificante/insoddisfacente". Scusatemi, forse sono l'unico a pensare che in un videogioco venga prima il gameplay... altrimenti IMHO non è un videogioco rolleyes.gif o almeno si parte dal 6 in giù, numericamente, cioè "insufficiente". Mi pareva che la "mania" dei "film (poco) interattivi" fosse stata, da noi videogiocatori, bocciata nella seconda metà dei '90. Evidentemente le nuove generazioni apprezzano il "non giocare", personalmente però non gradisco.


--------------------
"I've slain many harder foes" - Apollo Diomedes
 
Diduz
messaggio18 May 2012, 10:31
Messaggio #5



Gruppo icone

Gruppo: Oldgame Editor
Messaggi: 1.414
Iscritto il: 4 April 02
Utente Nr.: 2.089
SO Linux




CITAZIONE (Ravenloft @ 18 May 2012, 12:59) *
Parlo solo per Heavy Rain, beh a mio modo di vedere è una esperienza, ma di certo non un videogioco. I QTE erano noiosi ai tempi dei laser game e lo sono tutt'ora. Se voglio ambientazione, storia e caratterizzazione dei personaggi, guardo un film (o leggo il fumetto, in questo specifico caso).
[...] Mi pareva che la "mania" dei "film (poco) interattivi" fosse stata, da noi videogiocatori, bocciata nella seconda metà dei '90. Evidentemente le nuove generazioni apprezzano il "non giocare", personalmente però non gradisco.


Okay, volevo "stanarti" biggrin2a.gif con un discorso più articolato. wink.gif
Io non credo che sia una questione di nuove generazioni, ma della nascita di un'utenza parallela. Negli anni '90 non esisteva quest'utenza, o al massimo confluiva nel giocare un'avventura grafica con soluzione alla mano, giusto perché era stupita da ciò che vedeva ("Guarda cosa fa il computer!"). Il grosso dell'utenza erano i giocatori e basta, e loro ci rimanevano male. Ora l'utenza esiste, ed è un discorso che va oltre i QTE (che poi in TWD sono pochissimi, molti di meno che in Heavy Rain), e non so se l'interazione che questi titoli pur richiedono sia davvero così superflua. Ho visto la serie tv di The Walking Dead e il titolo dei Telltale non è una rimasticatura con interruzioni, ma usa alcune convenzioni del videogioco (selezione punta & clicca, movimento del personaggio e della camera, qualche QTE, un inventario, azioni a tempo, bivi) per farti immedesimare nella storia, pur non ponendoti ostacoli. Non c'è una sfida ma si gioca, e almeno io non penso si giochi sempre per una sfida.
Non credo che per me abbracciare l'efficacia di una cosa del genere sia negare il mio essere giocatore, ma solo... esplorarne un altro aspetto, ecco.
Giusto per completare il discorso, degli esperimenti da me citati Heavy Rain e Dear Esther mi sono piaciuti, The Path meno.

CITAZIONE (Ravenloft @ 18 May 2012, 12:59) *
Detto ciò, dalle recensioni che ho letto, a parte voti alti (che francamente non comprendo, se non per sudditanza),

Vuoi dire "sudditanza" al marchio di The Walking Dead. Perché la sudditanza ai Telltale dopo Jurassic Park... ghgh:


--------------------
"Fare una cacata è già abbastanza difficile, è il 75% del lavoro. Mi pare una follia non fare quel 25% di sforzo in più per darsi l'occasione di creare qualcosa di speciale." - Nick Herman, capo-progetto di Tales from the Borderlands (Telltale, 2014-2015)
 
Ravenloft
messaggio18 May 2012, 12:19
Messaggio #6



Gruppo icone

Gruppo: Founder
Messaggi: 5.056
Iscritto il: 3 November 03
Da: Barovia
Utente Nr.: 286
Lord of Mists

BGE System Shock 2
Playing Pillars of Eternity
SO Windows7

OGI Supporter




Capisco il tuo punto di vista, ma ritengo questi espedienti di cui parli troppo "passivi" rispetto alla mia idea di videogioco. Come un libro game è un nuovo modo di leggere un libro, trovo questi elementi un nuovo modo di guardare un film, e la cosa per me non è accettabile. Assoggettare la peculiarità unica del videogioco e metterla al servizio di altre "arti" è contro la mia filosofia "videoludica". Dal mio punto di vista i videogiochi non si emanciperanno mai ad arte maggiore in questo modo.

Certamente a qualcuno piacciono questo tipo di esperienze, considerando il milione di download raggiunti. Spero non siano tutti fan della serie tv/fumetto.


Il tuo discorso sull'utenza parallela è molto interessante e probabilmente veritiero. Se è così, personalmente non acquisterò prodotti creati per questo tipo d'utenza oppure lo farò a prezzi scontati biggrin.gif e saremo tutti felici e contenti, d'altra parte tutte le "arti" hanno visto nella massificazione anche il loro snaturarsi a favore della globalizzazione, suppongo che oggi più che mai i tempi siano maturi. Vedo in Kickstarter la piccola casa discografica o i film-maker indie contrapposti alle Major.


--------------------
"I've slain many harder foes" - Apollo Diomedes
 
Diduz
messaggio18 May 2012, 13:37
Messaggio #7



Gruppo icone

Gruppo: Oldgame Editor
Messaggi: 1.414
Iscritto il: 4 April 02
Utente Nr.: 2.089
SO Linux




CITAZIONE (Ravenloft @ 18 May 2012, 14:19) *
Vedo in Kickstarter la piccola casa discografica o i film-maker indie contrapposti alle Major.


Kickstarter in questo mi sembra nodale. Dal mio osservatorio "lucasdelirante" su Telltale, Double Fine e compagnia, mi sembra che abbia avuto un primo effetto tangibile, seppur indiretto, almeno sul team di Connors.
Con KS il pubblico sta in sostanza dichiarando, soldi alla mano, che una concezione "vecchio" stile di alcuni generi è tutt'altro che morta, che non si vuole rassegnare. A questo punto chi come i Telltale ha spinto per "un'evoluzione" dell'avventura grafica in quel senso più casual è costretto a riconsiderare ciò che si propone, dovendo scegliere chiaramente da che parte stare.
Questa cosa sta accadendo, anche se il valore positivo o negativo che può avere dipende dai punti di vista. Posso dire che la strada intrapresa da Back to the Future era preoccupante, ho capito dove volevano arrivare con Jurassic Park ma non ci sono arrivati per diverse ragioni, ergo ero molto dispiaciuto. Post-Kickstarter adesso dicono "Le avventure grafiche devono cambiare? Forse no." e parlano di un "genere Telltale". Sia una resa o una doverosa presa di coscienza, fatto sta che The Walking Dead ha una sicurezza che i precedenti non avevano.
Che Kickstarter porti a una polarizzazione definitiva delle due utenze (sempre meno parallele, quindi ghgh.gif ) ?
Domando, eh. Forse è troppo presto per avere una risposta definitiva, ma la sensazione ce l'ho.


--------------------
"Fare una cacata è già abbastanza difficile, è il 75% del lavoro. Mi pare una follia non fare quel 25% di sforzo in più per darsi l'occasione di creare qualcosa di speciale." - Nick Herman, capo-progetto di Tales from the Borderlands (Telltale, 2014-2015)
 
Ravenloft
messaggio18 May 2012, 17:20
Messaggio #8



Gruppo icone

Gruppo: Founder
Messaggi: 5.056
Iscritto il: 3 November 03
Da: Barovia
Utente Nr.: 286
Lord of Mists

BGE System Shock 2
Playing Pillars of Eternity
SO Windows7

OGI Supporter




La polarizzazione di cui parli, figlia del sempreverde duello PC vs Console, è in atto da tempo, e posso dire di stare dalla parte che ha perso la guerra. Molti generi sono morti, altri stanno morendo, e il piattume generale è piuttosto disarmante.

La "nuova" formula Telltale si scontra, fortunatamente, col vento "nuovo", old fino al midollo, di alcuni game designers che hanno visto in KS una possibilità di cambiamento, che però temo durerà solo fintantoché noi vecchi giocatori, essendo in possesso dei dindi (in teoria dovremmo essere un po' tutti 30enni in carriera), potremo sostenere finanziariamente le nostre idee. Mi chiedo e vi chiedo, cosa succederà dopo?

Non ti nascondo che ho paura. Passino i remake, ma soprattutto Schafer e Gilbert non possono sbagliare, sarebbe una catastrofe. Potranno mai re-inventare la ruota, parlando strettamente di avventure grafiche? Quale strada delle due da te "visionate" sceglieranno? Mi pare scontato (nevvero?) che i backers fossero oldgamers dunque la risposta non può che essere una.

La strada intrapresa da Telltale, considerando quelli che sembrano la summa delle due "vie", ossia il gioco del topic e il più classico Sam & Max, spero serva solo al loro sostentamento monetario, e non sia invece una scelta definitiva.

Credo che tu sia la persona giusta a cui chiedere oltre ad essere l'unico ad essere intervenuto biggrin.gif


--------------------
"I've slain many harder foes" - Apollo Diomedes
 
Diduz
messaggio19 May 2012, 14:45
Messaggio #9



Gruppo icone

Gruppo: Oldgame Editor
Messaggi: 1.414
Iscritto il: 4 April 02
Utente Nr.: 2.089
SO Linux




CITAZIONE (Ravenloft @ 18 May 2012, 20:20) *
Non ti nascondo che ho paura. Passino i remake, ma soprattutto Schafer e Gilbert non possono sbagliare, sarebbe una catastrofe. Potranno mai re-inventare la ruota, parlando strettamente di avventure grafiche? Quale strada delle due da te "visionate" sceglieranno? Mi pare scontato (nevvero?) che i backers fossero oldgamers dunque la risposta non può che essere una.

Allora, come impostazione, da quello che sto vedendo sul forum per i backers della Double Fine, siamo sulle linee del punta & clicca classico. Chiaramente per ora è impossibile capire il taglio della difficoltà e il registro specifico del gameplay. Schafer è stato quello del criticato (in questo aspetto) Full Throttle, ma anche quello di Grim Fandango. Al di là delle tendenze attuali, lui ha proprio all'interno di sè come autore approcci diversi. Ultimamente cita in continuazione Machinarium, e a tale proposito ho aperto un thread proprio per comunicare che se incomincia a schiaffare nel gioco i minigiochi fuori contesto me la prendo. azz.gif
Gilbert collabora soltanto, l'avventura Kickstarter è un progetto del solo Schafer.

CITAZIONE (Ravenloft @ 18 May 2012, 20:20) *
La strada intrapresa da Telltale, considerando quelli che sembrano la summa delle due "vie", ossia il gioco del topic e il più classico Sam & Max, spero serva solo al loro sostentamento monetario, e non sia invece una scelta definitiva.

In quel caso penso di avere brutte notizie.
Se guardiamo alla loro nascita nel 2005 con Bone : Out From Boneville, per me The Walking Dead è proprio ciò a cui miravano sin dall'inizio: rendere interattiva una licenza con modalità di gioco varie e ultraleggere. Bone non tirava come le licenze che hanno acquisito dopo, e visto che avevano come pubblico essenzialmente i delusi dalla debacle LucasArts, per non collassare subito hanno puntato su Sam & Max e hanno fatto marcia indietro tornando sulle avventure grafiche che conoscevano. In America nel mercato adventure non avevano praticamente concorrenza: se consideriamo che 1) Il Kickstarter sta riproponendo quella concorrenza blasonata in modo deciso; 2) Loro hanno sparato dal 2006 a oggi una trentina di episodi delle loro avventure e da varie modifiche alla struttura si capiva che sentivano la formula stretta; 3) The Walking Dead sta andando a bestia consacrando quella visione originale... 4) L'unica avventura pura rilasciata da loro nell'ultimo anno è stata Hector, che hanno solo pubblicato e non realizzato; beh, io propenderei per il "definitiva", con un solo punto interrogativo.
King's Quest.
Lo faranno sul serio alla fine? In un'ultima intervista Connors ha detto:
I think the LucasArts experience [that we had with Monkey Island] was a good one, so we thought it would be similar.
Mi ha fatto pensare l'uso del passato in questa risposta, quasi ci stessero ripensando.
E ammesso che lo facciano sul serio, come verrebbe? So che hanno parlato con Roberta Williams, ma non è una garanzia, considerando la direzione in cui lei stessa portò il franchise con il settimo e ancor di più l'ottavo, all'epoca dando per spacciato il genere classico ( http://betax1.justadventure.com/Interviews...nterview_3.shtm , poco dopo la metà).
Per me la vera risposta definitiva verte molto su Graham & famiglia.Ti consiglio quindi di usare il destino di quell'operazione come cartina al tornasole delle loro intenzioni future.


--------------------
"Fare una cacata è già abbastanza difficile, è il 75% del lavoro. Mi pare una follia non fare quel 25% di sforzo in più per darsi l'occasione di creare qualcosa di speciale." - Nick Herman, capo-progetto di Tales from the Borderlands (Telltale, 2014-2015)
 
LargoLagrande
messaggio6 Jun 2012, 15:30
Messaggio #10



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 2.671
Iscritto il: 21 January 11
Da: Bari
Utente Nr.: 18.333
BGE The Secret of Monkey Island
Playing Papers, Please!
SO WinVista




Mi inserisco nell'interessante discussione, poichè qualche giorno fa ho provato per una decina di minuti il primo episodio di TWD.

Da una parte capisco perfettamente le motivazioni e le preoccupazioni di Ravenloft, che sono un po' quelle di tutti noi appassionati o simpatizzanti del genere avventura grafica e delle sue eventuali evoluzioni o reinterpretazioni. Capisco anche quando diche che "non è un videogioco" o quando parla di passività. Come darti torto. Forse però aggiungerei che non è un videogioco per come siamo abituati a concepirlo, a conoscerlo e non è un'avventura grafica (ma questa è un'altra storia di cui abbiamo parlato abbondantemente in passato), è solo un'esperienza di gioco diversa. Parliamo di narrazioni interattive nelle quali l'aspetto ludico nel senso classico è limitato, e dove si prova a conquistare il videogiocatore, o come volete chiamarlo, in altro modo, giocando sulle sensazioni.

Nonostante questo però non posso non essere d'accordo anche con quanto dice Diduz. Perdonatemi lo sfogo, ma sono troppo provato per essere solo "old school" , ho visto e giocato troppe avventure mediocri in questi ultimi anni per potermi chiudere e non valutare altre soluzioni che per quanto possano destabilizzare sono a volte molto interessanti e regalano un briciolo di speranza. In un'altra discussione ho detto che sono aperto a queste forme di narrazione alternativa, che sia criptica come nel caso Tot o che sia più diretta ed esplicita (dunque commerciale) come nel caso Telltale.

La storia della Telltale poi è particolarmente interessante. Avrebbero potuto accontentarsi di rimanere la piccola software house che fa giochi classici con risultati peraltro convincenti e invece hanno deciso di intraprendere una strada diversa, con coraggio, con lo spirito dei pionieri, ma sempre con uno sguardo rivolto al mercato, con i piedi ben ancorati a terra, pratici. Con il passare del tempo si sono creati e coccolati (con delle buone politiche di familiarizzazione) una propria clientela e tra ottimi prodotti e tentativi meno felici hanno di fatto preso per mano i propri aficionados portandoli dall'avventura grafica classica ad altre forme analoghe (dal puzzle game di Puzzle agent fino alla narrazione dinamica di TWD). Questo percorso non è stato facile e non lo è tuttora, in molti si sono persi per strada, sentendosi traditi, delusi. Nel mio caso la creatività di casa Telltale è stata una garanzia sufficiente (non sempre, ma molto spesso), tanto da portarmi ad esplorare titoli che con ogni probabilità non avrei mai neanche degnato di una chance. Sbagliando.

Paradossalmente il team californiano mi ha convinto di più quando ha preso una posizione precisa al riguardo, nel bene e nel male, rispetto ai tentennamenti e alle ambiguità di BTTF. Tornando al discorso iniziale, non ho giocato abbastanza al primo episodio di Walking Dead, però l'impostazione mi è sembrata già migliore rispetto al titolo precedente, l'esperienza di gioco più ricca. Ma io non faccio testo , perchè nonostante le tante critiche avevo già apprezzato Jurassic Park e questo tipo di narrazione (non ho mai giocato a Heavy Rain ma credo che mi sarebbe piaciuto parecchio).

Messaggio modificato da LargoLagrande il 6 Jun 2012, 15:55


--------------------
Old Games Italia presenta INDIEtro Tutta - La rubrica settimanale dedicata al mondo videoludico indipendente. Seguici su Twitter e Facebook

"Ambition is a poor excuse for not having sense enough to be lazy" (E. Bergen)
 
Ravenloft
messaggio6 Jun 2012, 22:42
Messaggio #11



Gruppo icone

Gruppo: Founder
Messaggi: 5.056
Iscritto il: 3 November 03
Da: Barovia
Utente Nr.: 286
Lord of Mists

BGE System Shock 2
Playing Pillars of Eternity
SO Windows7

OGI Supporter




CITAZIONE (LargoLagrande @ 6 Jun 2012, 16:30) *
Da una parte capisco perfettamente le motivazioni e le preoccupazioni di Ravenloft, che sono un po' quelle di tutti noi appassionati o simpatizzanti del genere avventura grafica e delle sue eventuali evoluzioni o reinterpretazioni. Capisco anche quando diche che "non è un videogioco" o quando parla di passività. Come darti torto. Forse però aggiungerei che non è un videogioco per come siamo abituati a concepirlo, a conoscerlo e non è un'avventura grafica (ma questa è un'altra storia di cui abbiamo parlato abbondantemente in passato), è solo un'esperienza di gioco diversa. Parliamo di narrazioni interattive nelle quali l'aspetto ludico nel senso classico è limitato, e dove si prova a conquistare il videogiocatore, o come volete chiamarlo, in altro modo, giocando sulle sensazioni.


Ci tenevo a rispondere al tuo interessante intervento, cercando di espandere e/o chiarire alcuni concetti, oltre che per il puro piacere della dialettica.

Innanzitutto, vorrei dire che ho provato (solo) Heavy Rain. L'idea di fondo è interessantissima, ma dopo un po' mi è venuto a noia...è un mio problema, evidentemente. Mi aspettavo qualche enigma e puzzle, cosa che a mio modesto parere sarebbe la via da percorrere affinché possa digerire questo tipo di esperienza. Non è stato così. La seconda cosa da precisare, anche se potrebbe sembrar strano visto quanto ho scritto poc'anzi, è che la mia posizione non è "rispetto" alle avventure grafiche, ma rispetto ai videogiochi. Una posizione ideologica, se così vogliamo chiamarla: non posso sopportare che un media che ha la sua peculiarità nell'interazione sia "sminuito" e reso "cinema" (quindi esperienza passiva). In particolare qui in questa community, nata (anche) per perorare la famosa causa del videogioco quale arte, giusto? Se qualcuno non è d'accordo che questa contaminazione sia uno sminuire il videogioco, visto il forte sbilanciamento verso la componente emotiva propria del cinema, converrete sia quantomeno una forte diluizione e quindi un passaggio in secondo piano del nostro media preferito. In altre parole, siamo di fronte all'evoluzione del cinema, non del videogioco. Di conseguenza dovremmo essere nell'involuzione del videogioco. Spero di non essere profeta in patria.

Premesso questo, a me piacerebbe che il videogioco venga considerato arte a tutti gli effetti, con intatta la sua peculiarità ma d'altra parte è chiara la convergenza verso il cinema. Altro punto: mi piacerebbe vedere l'evoluzione del gameplay, mentre stiamo vivendo un'epoca in cui sta involvendo e tornando alle meccaniche complesse di...pacman (o, per tornare al topic, dei laser game)? Considerando la staticità di certe meccaniche, quali proprio quelle delle avventure grafiche, ripeto, vedevo nei "quick time event" un modo per svecchiarle, premesso che elementi propri del cinema quale trama e atmosfera devono comunque essere di un certo livello. Così facendo però torniamo ad un punto critico, la commistione. Per come la vedo io, c'è bisogno di maggiore equilibrio nella formula videogioco/cinema per permettere l'evoluzione di entrambi. Questo non solo nelle avventure grafiche, ma anche in altri generi come i miei carissimi RPG. Prendiamo le ultime produzioni BioWare. La costruzione forzosa di "scene cinematografiche" attorno ad un gameplay povero ma collaudato (le tipiche meccaniche da third person shooter di Mass Effect ad esempio) hanno creato "meraviglia" rispetto alle semplici meccaniche di "puro" gameplay alla Gears of War (che pure è essenziale esponente dei TPS), prova che le componenti cinematografiche sono molto apprezzate e a dirla tutta essenziale parte dell'esperienza globale. Spero però che questo "equilibrio" da me auspicato venga trovato in modo "fisiologico" negli anni a venire e che questa tendenza hollywoodiana sia una parentesi in esaurimento, che comunque però ha purtroppo alzato l'asticella d'ingresso in questo mondo causa costi esorbitanti, uccidendo così una moltitudine di generi "minori" dal gameplay più spiccatamente...giocoso e meno cinamatografico (Kickstarter è un banco di prova in questo senso...).

Spero di essermi espresso correttamente e non avervi annoiato troppo. Passo e chiudo. Buona notte a tutti gmorning.gif


--------------------
"I've slain many harder foes" - Apollo Diomedes
 
LargoLagrande
messaggio7 Jun 2012, 12:05
Messaggio #12



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 2.671
Iscritto il: 21 January 11
Da: Bari
Utente Nr.: 18.333
BGE The Secret of Monkey Island
Playing Papers, Please!
SO WinVista




CITAZIONE (Ravenloft @ 6 Jun 2012, 23:42) *
la mia posizione non è "rispetto" alle avventure grafiche, ma rispetto ai videogiochi. Una posizione ideologica, se così vogliamo chiamarla: non posso sopportare che un media che ha la sua peculiarità nell'interazione sia "sminuito" e reso "cinema" (quindi esperienza passiva). In particolare qui in questa community, nata (anche) per perorare la famosa causa del videogioco quale arte, giusto? Se qualcuno non è d'accordo che questa contaminazione sia uno sminuire il videogioco, visto il forte sbilanciamento verso la componente emotiva propria del cinema, converrete sia quantomeno una forte diluizione e quindi un passaggio in secondo piano del nostro media preferito. In altre parole, siamo di fronte all'evoluzione del cinema, non del videogioco. Di conseguenza dovremmo essere nell'involuzione del videogioco.


Raven quanto dici è condivisibile, peraltro acquisto pochissimo prodotti extra-adventure (in realtà, purtroppo per me, ultimamente gioco poco in generale) e avendo poca familiarità con prodotti per console (non ne sono un fortunato possessore) potrei darti un'opinione molto generalista e poco approfondita sul "videogioco" nel suo complesso. Da profano, fino a qualche tempo fa, ero anzi convinto che gli altri generi vivessero un momento felice, e parlo di RPG, FPS, Action-adventure, poi leggendo sia su OGI che su altri siti ho scoperto che non è tutto oro quello che luccica e che dissapori e malumori serpeggiano anche tra gli appassionati di questi prodotti. Condivido anche il tuo appello in favore del videogioco inteso come forma d'arte , in passato ho affrontato questo discorso su altri siti per poi lasciar perdere perchè pare che toccare questo tasto urti la sensibilità di chi adotta il facile binomio "arte = noia"(ho visto gente rifuggire all'argomento manco stessimo parlando della peste bubbonica), il che secondo me porta il videogioco stesso ad escludere alcune forme di evoluzione interessanti. Per quello che ho giochicchiato (e mi riferisco ai vari Mass Effect, Bioware, che ho provato a casa di un amico) non pensavo che il comparto ludico fosse così deficitario, ma ripeto è un'impressione molto superficiale, sicuramente la tua analisi è più completa.

Vedo il videogioco moderno più che come un'evoluzione del cinema e dell'osservazione passiva (anche se in alcuni aspetti hai ragione da vendere, penso a quei lunghi dialoghi, ai filmati e gli intermezzi che vanno oltre i 5 minuti, alla tendenza a rendere sempre tutto estremamente esplicito), come un'evoluzione della forma di narrazione, elemento fondamentale perchè ormai quasi tutti i prodotti videoludici hanno una forte impostazione narrativa (molto di più rispetto al passato). Inoltre è cambiato il modo stesso in cui vai ad incidere sulla storia, le strutture dei gameplay classici sono state in molti casi stravolte o quantomeno ripensate (non sempre in modo originale perchè come giustamente sottolineavi tu i QTE sono vecchie idee del passato riprese dai cassetti impolverati e rimessi in gioco dopo una mano di vernice). In alcuni casi il risultato è piacevole (prendo Jurassic Park che, non me ne vergogno, mi è piaciuto!, oppure TWD). Certo capisco che il modo in cui questo avviene possa far inarcare le sopracciglia ai videogiocatori "hardcore", soprattutto coloro che sono cresciuti con dei canoni diversi, ma questo è un momento di transizione e di cambiamento in tanti ambiti, cambiano le abitudini di vita, cambiano le abitudini di gioco, cambiano gli approcci, cambia l'utenza di questi prodotti che non sono più riservati ad una cerchia ristretta di persone ma anche ad un pubblico casual. Non ti nascondo che in alcuni casi penso abbia fatto del bene, ma son d'accordo con te, non sempre. Credo però che anche al mondo dei videogiochi tocchi fare i conti con tutto questo, indietro è difficile tornare.

Messaggio modificato da LargoLagrande il 7 Jun 2012, 12:08


--------------------
Old Games Italia presenta INDIEtro Tutta - La rubrica settimanale dedicata al mondo videoludico indipendente. Seguici su Twitter e Facebook

"Ambition is a poor excuse for not having sense enough to be lazy" (E. Bergen)
 
LargoLagrande
messaggio6 Jul 2012, 15:54
Messaggio #13



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 2.671
Iscritto il: 21 January 11
Da: Bari
Utente Nr.: 18.333
BGE The Secret of Monkey Island
Playing Papers, Please!
SO WinVista




E intanto è stato rilasciato il secondo episodio di The Walking Dead, dal titolo " Starved for Help "

Per i più curiosi qui su IGN trovate una piccola pre-recensione in inglese.

QUI invece trovate il trailer ufficiale.



--------------------
Old Games Italia presenta INDIEtro Tutta - La rubrica settimanale dedicata al mondo videoludico indipendente. Seguici su Twitter e Facebook

"Ambition is a poor excuse for not having sense enough to be lazy" (E. Bergen)
 
The Ancient One
messaggio6 Jul 2012, 16:47
Messaggio #14



Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 29.484
Iscritto il: 18 April 04
Da: Britannia
Utente Nr.: 1.377
pulley-in-the-middle

BGE Ultima 7
Playing Ultima 7: "Il Portale Oscuro" IN ITALIANO!

Dungeon Master 1 (PC - DosBox)
Sonic (Wii)
Runaway (PC)

SO WinXP




Grazie della segnalazione, Largo.

Intanto io mi sono guardato i trailer (sul PSN).
Stasera mi leggo questa vostra conversazione e poi (forse) mi prendo il primo capitolo.


--------------------
 
Ravenloft
messaggio7 Jul 2012, 17:22
Messaggio #15



Gruppo icone

Gruppo: Founder
Messaggi: 5.056
Iscritto il: 3 November 03
Da: Barovia
Utente Nr.: 286
Lord of Mists

BGE System Shock 2
Playing Pillars of Eternity
SO Windows7

OGI Supporter




Recensione IGN UK del secondo episodio:

Voto: 8.5

Gameplay: "Still no real puzzles, more of an interactive graphic novel".

Per me è tutto...


--------------------
"I've slain many harder foes" - Apollo Diomedes
 
Diduz
messaggio8 Jul 2012, 09:19
Messaggio #16



Gruppo icone

Gruppo: Oldgame Editor
Messaggi: 1.414
Iscritto il: 4 April 02
Utente Nr.: 2.089
SO Linux




CITAZIONE (Ravenloft @ 7 Jul 2012, 19:22) *
Recensione IGN UK del secondo episodio:

Voto: 8.5

Gameplay: "Still no real puzzles, more of an interactive graphic novel".

Come "still"? Cioè al recensore sembra un'avventura grafica e aspetterà ogni mese "gli enigmi"? In bocca al lupo! ghgh.gif


--------------------
"Fare una cacata è già abbastanza difficile, è il 75% del lavoro. Mi pare una follia non fare quel 25% di sforzo in più per darsi l'occasione di creare qualcosa di speciale." - Nick Herman, capo-progetto di Tales from the Borderlands (Telltale, 2014-2015)
 
LargoLagrande
messaggio8 Jul 2012, 15:33
Messaggio #17



Gruppo icone

Gruppo: SMod
Messaggi: 2.671
Iscritto il: 21 January 11
Da: Bari
Utente Nr.: 18.333
BGE The Secret of Monkey Island
Playing Papers, Please!
SO WinVista




CITAZIONE (Diduz @ 8 Jul 2012, 10:19) *
CITAZIONE (Ravenloft @ 7 Jul 2012, 19:22) *
Recensione IGN UK del secondo episodio:

Voto: 8.5

Gameplay: "Still no real puzzles, more of an interactive graphic novel".

Come "still"? Cioè al recensore sembra un'avventura grafica e aspetterà ogni mese "gli enigmi"? In bocca al lupo! ghgh.gif


Credo che l'impostazione di The Walking Dead sia defintivamente questa , stile graphic novel con QTE , direi che è inutile aspettare l'episodio seguente
nell'attesa che ci siano enigmi classici da avventura grafica o rimarcarne l'assenza nelle recensioni.

Da quello che ho letto non mancheranno però le emozioni e l'adrenalina, essendo un "suspense thriller", solo che ci si può emozionare anche grazie a meccanismi diversi, che vadano oltre lo sparare a tutto spiano o risolvere l'enigma a cui siamo abituati.

Insomma parliamo di una naturale evoluzione di un progetto attraverso il quale la TellTale ha buttato le basi con Jurassic Park per qualcosa di diverso,
più complesso, magari più simile a Heavy Rain , lo scopriremo solo giocando.

Messaggio modificato da LargoLagrande il 8 Jul 2012, 15:34


--------------------
Old Games Italia presenta INDIEtro Tutta - La rubrica settimanale dedicata al mondo videoludico indipendente. Seguici su Twitter e Facebook

"Ambition is a poor excuse for not having sense enough to be lazy" (E. Bergen)
 
Ravenloft
messaggio8 Jul 2012, 19:03
Messaggio #18



Gruppo icone

Gruppo: Founder
Messaggi: 5.056
Iscritto il: 3 November 03
Da: Barovia
Utente Nr.: 286
Lord of Mists

BGE System Shock 2
Playing Pillars of Eternity
SO Windows7

OGI Supporter




Non è che non ci saranno, se ho ben capito ci sono ma non sono "real puzzles" appunto, non vogliamo per caso che l'utente si distolga dalla visione? L'impostazione è chiara, stanno copiandola dal fumetto. La definizione di "interactive graphic novel" (visto anche lo stile grafico) calza a pennello.


--------------------
"I've slain many harder foes" - Apollo Diomedes
 
Joe_Slap
messaggio9 Jul 2012, 16:04
Messaggio #19





Gruppo: Gamer
Messaggi: 30
Iscritto il: 6 June 04
Da: Catania
Utente Nr.: 2.342
BGE Monkey Island 2: Le Chuck's Revenge
Playing Metal Gear Solid V
SO Windows7




Io non sono un conoscitore del fumetto o della serie TV, ma ho deciso di dare una chance al demo del primo episodio rimanendone più che coinvolto. Ho comprato subito (gravissimo sbaglio) l'intera stagione su PS3 (approfittando dello sconto di 5 euro) aspettando con ansia l'uscita del secondo capitolo, che non è mai più uscito.

Mi sento un pirla, perché quasi non ricordo più che cosa ho fatto nel primo episodio. Ho pure letto su lucasdelirium dei bug allucinanti nelle versioni rilasciate sulle altre piattaforme (e pure su PS3 USA), a questo punto spero di avere una versione almeno riveduta e corretta. TTG sta collezionando brutte figure da troppo tempo ormai. Sigh.
 
Diduz
messaggio9 Jul 2012, 17:23
Messaggio #20



Gruppo icone

Gruppo: Oldgame Editor
Messaggi: 1.414
Iscritto il: 4 April 02
Utente Nr.: 2.089
SO Linux




CITAZIONE (Joe_Slap @ 9 Jul 2012, 18:04) *
Io non sono un conoscitore del fumetto o della serie TV, ma ho deciso di dare una chance al demo del primo episodio rimanendone più che coinvolto. Ho comprato subito (gravissimo sbaglio) l'intera stagione su PS3 (approfittando dello sconto di 5 euro) aspettando con ansia l'uscita del secondo capitolo, che non è mai più uscito.


Guarda che sul PSN EU mi risulta che il secondo capitolo sia uscito due-tre giorni fa!


--------------------
"Fare una cacata è già abbastanza difficile, è il 75% del lavoro. Mi pare una follia non fare quel 25% di sforzo in più per darsi l'occasione di creare qualcosa di speciale." - Nick Herman, capo-progetto di Tales from the Borderlands (Telltale, 2014-2015)
 
Joe_Slap
messaggio10 Jul 2012, 08:52
Messaggio #21





Gruppo: Gamer
Messaggi: 30
Iscritto il: 6 June 04
Da: Catania
Utente Nr.: 2.342
BGE Monkey Island 2: Le Chuck's Revenge
Playing Metal Gear Solid V
SO Windows7




CITAZIONE (Diduz @ 9 Jul 2012, 17:23) *
CITAZIONE (Joe_Slap @ 9 Jul 2012, 18:04) *
Io non sono un conoscitore del fumetto o della serie TV, ma ho deciso di dare una chance al demo del primo episodio rimanendone più che coinvolto. Ho comprato subito (gravissimo sbaglio) l'intera stagione su PS3 (approfittando dello sconto di 5 euro) aspettando con ansia l'uscita del secondo capitolo, che non è mai più uscito.


Guarda che sul PSN EU mi risulta che il secondo capitolo sia uscito due-tre giorni fa!


Ho controllato anche ieri sera, c'è scritto "COMING SOON".
 
Diduz
messaggio10 Jul 2012, 13:11
Messaggio #22



Gruppo icone

Gruppo: Oldgame Editor
Messaggi: 1.414
Iscritto il: 4 April 02
Utente Nr.: 2.089
SO Linux




CITAZIONE (Joe_Slap @ 10 Jul 2012, 10:52) *
CITAZIONE (Diduz @ 9 Jul 2012, 17:23) *
[quote name='Joe_Slap' post='257305' date='9 Jul 2012, Guarda che sul PSN EU mi risulta che il secondo capitolo sia uscito due-tre giorni fa!


Ho controllato anche ieri sera, c'è scritto "COMING SOON".


E' uno dei problemi, guarda l'ultima risposta del primo post qui:

http://www.telltalegames.com/forums/showthread.php?t=29368


--------------------
"Fare una cacata è già abbastanza difficile, è il 75% del lavoro. Mi pare una follia non fare quel 25% di sforzo in più per darsi l'occasione di creare qualcosa di speciale." - Nick Herman, capo-progetto di Tales from the Borderlands (Telltale, 2014-2015)
 
Joe_Slap
messaggio10 Jul 2012, 14:27
Messaggio #23





Gruppo: Gamer
Messaggi: 30
Iscritto il: 6 June 04
Da: Catania
Utente Nr.: 2.342
BGE Monkey Island 2: Le Chuck's Revenge
Playing Metal Gear Solid V
SO Windows7




CITAZIONE (Diduz @ 10 Jul 2012, 13:11) *
E' uno dei problemi, guarda l'ultima risposta del primo post qui:

http://www.telltalegames.com/forums/showthread.php?t=29368


Grazie Dom!

comunque no comment.
 
Bloody Eugene
messaggio29 Jul 2012, 16:28
Messaggio #24





Gruppo: Gamer
Messaggi: 2
Iscritto il: 29 July 12
Utente Nr.: 19.483
SO Sono un BOT, cancellami l'account




In realtà la TT sta inventando un genere proprio, proprio come si era prefissata: episodico, di facile fruizione, con una sceneggiatura rilevante e basata sui dialoghi.
Riguardo The Walking Dead è interessante la visione di Chuck Jordan (qui), realizzatore di alcuni fantastici episodi per la TT stessa. Da contrapporre forse a quella di Thomas Grip dei Frictional Games (qui), sempre positiva ma da un'altra angolazione.

A mio parere TWD è un gioco emotivamente impressionante, e non è vero che non c'è gameplay. La difficoltà non è più nel trovare la logica di come aprire una cassaforte, ma nel capire come relazionarsi con gli altri personaggi - e neanche Heavy Rain c'è riuscito così bene. Ogni risposta viene memorizzata dal gioco, ed ognuno costruisce il suo protagonista semplicemente giocando. E sentirsi dare dell'indeciso, o guardati male per il resto del gioco perchè si è presa una decisione frettolosa, aggiunge un livello di empatia e difficoltà DIVERSA. E' la difficoltà che è a dimensione quasi quotidiana, quando chessò, due amici litigano tra loro: la cosa può diventare estremamente complicata, e proprio per questo in TWD è facile relazionarsi.

Personalmente trovo stimolante e nuovo questo approccio, senza assolutamente nulla togliere alle capacità logico-deduttive delle vecchie avventure.



 
The Ancient One
messaggio30 Jul 2012, 09:19
Messaggio #25



Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 29.484
Iscritto il: 18 April 04
Da: Britannia
Utente Nr.: 1.377
pulley-in-the-middle

BGE Ultima 7
Playing Ultima 7: "Il Portale Oscuro" IN ITALIANO!

Dungeon Master 1 (PC - DosBox)
Sonic (Wii)
Runaway (PC)

SO WinXP




Mi devo ancora leggere questa discussione e devo ancora provare (ma prometto di farlo) questa nuova saga dei TT, però volevo dare il benvenuto su OldGamesItalia a Bloody Eugene! n5.gif

Be Careful with That Axe, Eugene!


--------------------
 

5 Pagine V   1 2 3 > » 
Reply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

Modalità di visualizzazione: Normale · Passa a: Lineare · Passa a: Outline


Versione Lo-Fi Oggi è il: 20th May 2018 - 22:43