Benvenuto Visitatore(Log In|Registrati)

4 Pagine V   1 2 3 > »   
Reply to this topicStart new topic
> Atto 1 - Scena 53, Irruzione nella villa
The Ancient One
messaggio28 Dec 2018, 10:44
Messaggio #1



Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 29.891
Iscritto il: 18 April 04
Da: Britannia
Utente Nr.: 1.377
pulley-in-the-middle

BGE Ultima 7
Playing Ultima 7: "Il Portale Oscuro" IN ITALIANO!

Dungeon Master 1 (PC - DosBox)
Sonic (Wii)
Runaway (PC)

SO WinXP




Inizia in Scena 50


-----


21 Novembre 1934, ore 02:05 AM
La villa di Trammel

Per trasparenza e poiché comunque i vostri Investigatori hanno tutti i motivi per intuirlo da soli, adesso parte un timer, legato a certi eventi che potrebbero verificarsi alla scadenza di tale timer.



CITAZIONE (xarabas @ 27 Dec 2018, 19:28) *
C'era un auto all'interno, non mi ci volle molto a capire che le chiavi che aveva trovato Ralph erano di quell'auto. Udko stava sistemando su un tavolo delle armi che aveva trovato all'interno. Facile supporre che quella fosse proprio la "tana" di Walker, che non fosse contento di stare troppo all'interno della casa?

Sì, Walker è diverso da Trammel. Walker non usa il Nettare. Walker è -anzi, era- in questa faccenda per tutt'altri motivi.

CITAZIONE
Per vedere se la macchina fotografica non avesse subito danni durante il conflitto a fuoco, mi affaccia leggermente fuori dalla rimessa, e scattai una foto alla villa.

Funziona!

CITAZIONE (Herman Rotwang @ 27 Dec 2018, 20:17) *
[Spendo un punto di primo soccorso per dare due punti salute a Ralph, ne spendo due per dare quattro punti salute a Dorothy]

ok!

CITAZIONE
Allora uscimmo e ci dirigemmo verso la villa come angeli della vendetta su un campo di battaglia, passo sicuro ed armi in pugno, calpestando il prato bruciato dalle esplosioni da cui ancora si alzava un grigio fumo acre, le nostre sagome illuminate da una pallida luna timida.
Ci guardammo negli occhi, avevamo deciso, non ci saremo più fermati.


CITAZIONE (count zero @ 27 Dec 2018, 23:10) *
Giunti alla porta, provò nella serratura le chiavi che aveva adocchiato, finché…

Click!

Attraversate il giardino di corsa. Sono circa 45 secondi in campo aperto. 45 secondi di paura. Ma stavolta, per fortuna, nessuno vi spara addosso.

Con le chiavi di Trammel aprite con facilità la porta sul retro, quella da cui era uscito l'inserviente barbaramente ucciso da Rakph due giorni prima.
Armi spianate, fate irruzione dentro.

File Allegato  Villa_Trammel_mappa2_1.jpg ( 18.29k ) Numero di download: 0


Vi ritrovate in una gigantesca cucina attrezzata di tutto punto.
La cucina è vuota. Le porte a nord sono aperte e da esse, nel silenzio surreale della villa, sentite dei passi che scendono di corsa dei gradini.
C'è una porta che conduce ad una dispensa.


--------------------
 
Herman Rotwang
messaggio28 Dec 2018, 18:16
Messaggio #2





Gruppo: Gamer
Messaggi: 444
Iscritto il: 6 October 17
Da: Arkham
Utente Nr.: 21.638
BGE Secret of Monkey Island 2
SO Win98




Udko /fantasmi taciturni

Siamo dentro....
Non lo avrei mai creduto possibile ma siamo dentro e siamo ancora vivi.
L'ambiente è quello di una vasta cucina apparentemente deserta.
Dobbiamo perlustrare la villa e dobbiamo darci anche una mossa.
L'unica è che restiamo sempre a tiro l'uno dell'altro, ma nel contemo che ciascuno esamini a fondo un ambiente cercando prove, indizi, abomini...chissà Dio o Diavolo che cosa....

"OK gente. Teniamoci a tiro, a ognuno un ambiente di esplorazione. Io guardo dietro quella porta."

Decido di dare un'occhiata dietro alla porta della dispensa e se è il caso di raccogliere qualche prova.
 
xarabas
messaggio28 Dec 2018, 18:39
Messaggio #3





Gruppo: Gamer
Messaggi: 191
Iscritto il: 3 May 17
Utente Nr.: 21.504
SO Sono un BOT, cancellami l'account




Dorothy

Siamo dentro.
Intorno a noi silenzio.
Anche all'interno sono evidenti i segni dei colpi che abbiamo sparato: pareti bucherellate come groviera, suppellettili distrutte, sedie ribaltate; camminando calpestiamo vetri infranti e schegge di legno ed intonaco, come un nuovo tappeto di morte per i pavimenti di questa casa dell'orrore.

Tendiamo le orecchie in cerca di suoni e rumori, odoriamo l'aria come cani con una preda, ci guardiamo intorno spaventati da qualcuno che potrebbe uscire da dietro una porta per ucciderci.

Clomp... Clomp Clomp Clomp

Passi!!

Indico agli altri la porticina del sottoscala, Udko si muove sicuro verso di essa e si affaccia all'interno.

Io prima mi guardo intorno, in cerca di eventuali tracce di presenze recenti in cucina [ad esempio resti di cibo sul tavolo o in cottura, tavole apparecchiate, etc.]
Poi mi sposto verso la porta a Nord-Est e mantenendomi dietro la parete cerco di sbirciare nella stanza al di là della porta accostata.

[uso FIUTARE GUAI (se serve ho anche diversi punti da spendere), inoltre uso ARCHITETTURA, voglio capire come potrebbe essere la composizione di questa casa, se è normale quella scala, etc (anche in questo caso ho punti da spendere)]

Messaggio modificato da xarabas il 28 Dec 2018, 18:40
 
count zero
messaggio28 Dec 2018, 19:27
Messaggio #4





Gruppo: Gamer
Messaggi: 117
Iscritto il: 26 November 18
Utente Nr.: 22.077
SO Altro




Ralph Haas:


Ralph si guardò intorno con un misto di terrore e eccitazione. Era la sua prima effrazione. Chissà se ci avrebbe preso gusto come con gli omicidi? [“Naaaa! Gli omicidi sono molto meglio. Trova qualcuno e UCCIDI!”]

Scosse la testa come a scacciare quel BEL pensiero. Dorothy si mosse verso la porta nord con quel suo culetto sballonzolante. [“Bella!”]
Il Dottor Udko controllava già l'ipotetica dispensa.
Atteggiandosi da gradasso con il suo elmetto appuntito in testa, Ralph estrasse il manganello e la pistola sosia di Anubi. {“Sosia un CAZZO! MUORI Ralphie!”}
Sì guardò intorno furtivo ed iniziò a salire quelle scale di servizio che dalla cucina conducevano chissà dove.
Non si allontanò troppo, come il buon Dottore gli aveva ordinato. [“Ordinato? Nessuno ti dà ordini. Suggerito…”]
Solo lo stretto necessario per vedere dove portavano.
Prima di scomparire alla vista lanciò un bacio alla sua donna. Lei ricambiò. (“Te lo sei immaginato, bello mio!”)

Uso FURTIVITA e FIUTARE GUAI.

 
The Ancient One
messaggio29 Dec 2018, 15:22
Messaggio #5



Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 29.891
Iscritto il: 18 April 04
Da: Britannia
Utente Nr.: 1.377
pulley-in-the-middle

BGE Ultima 7
Playing Ultima 7: "Il Portale Oscuro" IN ITALIANO!

Dungeon Master 1 (PC - DosBox)
Sonic (Wii)
Runaway (PC)

SO WinXP




CITAZIONE (xarabas @ 28 Dec 2018, 18:39) *
Io prima mi guardo intorno, in cerca di eventuali tracce di presenze recenti in cucina [ad esempio resti di cibo sul tavolo o in cottura, tavole apparecchiate, etc.]

La cucina è evidentemente molto usata, ma viene tenuta con cura. Essendo il cuore della notte, la cucina è stata evidentemente ripulita e riordinata dopo la cena di diverse ore fa.

CITAZIONE
[uso FIUTARE GUAI (se serve ho anche diversi punti da spendere), inoltre uso ARCHITETTURA, voglio capire come potrebbe essere la composizione di questa casa, se è normale quella scala, etc (anche in questo caso ho punti da spendere)]

Non serve che spendi punti, almeno che tu non lo voglia esplicitamente (nel qual caso avrai sempre e comunque un vantaggio quando spendi punti nelle abilità investigative)

Immagini che la villa sia apparentemente molto classica. Al piano terra il salone per i ricevimenti, con le cucine, lo studio di rappresentanza del padrone di casa, e qualche altro vano accessorio.
Al primo piano le camere da letto e le stanze più private, divise fra l'ala della servitù e l'appartamento padronale, che include certamente il salotto privato e la sala da pranzo privata.


CITAZIONE
Poi mi sposto verso la porta a Nord-Est e mantenendomi dietro la parete cerco di sbirciare nella stanza al di là della porta accostata.

Oltre la porta scorgi un'ampio salone da ballo, probabilmente il vano principale del piano terra. Il salone è aperto su un imponente atrio dal pavimento in marmo, su cui affacciano due maestose scalinate aperte che scendono dal piano superiore. Tutto l'ambiente è arredato come fosse un gigantesco salotto, con divani, poltrone, e piante in vaso altissime. Lo spettacolo per chi entra deve essere di grande imponenza.

Dai un corpo ai rumori che sentivi in cucina: una figura con un'arma a tracolla sta scendendo con aria circospetta le scale, guardandosi intorno come chi teme un agguato.



CITAZIONE (Herman Rotwang @ 28 Dec 2018, 18:16) *
Decido di dare un'occhiata dietro alla porta della dispensa e se è il caso di raccogliere qualche prova.

Apri la porta della dispensa e riveli le umide scale che danno evidentemente accesso ad una cantina. Dal basso sale un fastidioso odore di carbone e di carne bruciata.

Ti fai coraggio e, arma spianata, scendi verso il basso.

Ti ritrovi in un grandissimo ambiente sotterraneo. In un angolo c'è la gigantesca caldaia a carbone della casa. Lì accanto c'è la brandina del servo ce deve occuparsi di alimentarla, proprio accanto al cumulo del carbone. In piedi, in abiti sporchi di fuliggine, c'è un giovanissimo inserviente. Brandisce una pala da carbone come fosse un'arma. Lo vedi tremare, la caldaia alle spalle, come un topo in gabbia.
Lui ti vede appena metti piede nella stanza.

Per il resto la grandissima stanza sotterranea è stracolma di vivere e di casse di cibo.

Nella stanza ci sono due uscite sulla parete est.

"N-n-non ti avvicinare!"



CITAZIONE (count zero @ 28 Dec 2018, 19:27) *
Sì guardò intorno furtivo ed iniziò a salire quelle scale di servizio che dalla cucina conducevano chissà dove.

Sali al piano di sopra col mitra puntato davanti a te. Un lungo corridoio scarsamente illuminato: probabilmente riservato alla servitù. Apri qualche porta: un bagno, una lavanderia per la biancheria, e numerose camere degli ospiti.

Oh, mio Dio! Che cavolo è successo qui?
In una delle stanze per la servitù, la terza che hai aperto, è successo un massacro. Una finestra aperta e completamente imbrattata di sangue. fa entrare il vento notturno che accarezza il cadavere di una donna giovanissima, sdraia seminuda sul letto, con un enorme buco nella pancia. Il sangue è fluito ovunque e ha impregnato il materasso di paglia. Un odore rivoltante impregna la stanza.


File Allegato  Villa_2_parte_2.jpg ( 218.23k ) Numero di download: 3


--------------------
 
Herman Rotwang
messaggio29 Dec 2018, 19:09
Messaggio #6





Gruppo: Gamer
Messaggi: 444
Iscritto il: 6 October 17
Da: Arkham
Utente Nr.: 21.638
BGE Secret of Monkey Island 2
SO Win98




Udko-fantasmi

CITAZIONE
Apri la porta della dispensa e riveli le umide scale che danno evidentemente accesso ad una cantina. Dal basso sale un fastidioso odore di carbone e di carne bruciata.

Ti fai coraggio e, arma spianata, scendi verso il basso.

Ti ritrovi in un grandissimo ambiente sotterraneo. In un angolo c'è la gigantesca caldaia a carbone della casa. Lì accanto c'è la brandina del servo ce deve occuparsi di alimentarla, proprio accanto al cumulo del carbone. In piedi, in abiti sporchi di fuliggine, c'è un giovanissimo inserviente. Brandisce una pala da carbone come fosse un'arma. Lo vedi tremare, la caldaia alle spalle, come un topo in gabbia.
Lui ti vede appena metti piede nella stanza.

Per il resto la grandissima stanza sotterranea è stracolma di vivere e di casse di cibo.

Nella stanza ci sono due uscite sulla parete est.

"N-n-non ti avvicinare!"



Scendendo le scale mi ritrovo nel locale caldaie dove un'immensa struttura di ferro nero arde. Il calore è intenso e vicino ad essa vedo un servo tremebondo con una pala in mano.
Un pericolo tremebondo ma pur sempre un pericolo.
Spiano il mitra verso di lui con fare minaccioso.
Mi sembra solo un ragazzo e non mi sembra possa essere un pericolo per noi. Così decido di lasciarlo andare, se non mi procurerà problemi.
Mi rivolgo a lui con parole dure e decise.

"Non ho intenzione di farti del male, ragazzo. Ma prova soltanto a fare qualche scherzo e ti ritroverai pieno di piombo in men che non si dica. Adesso imbocca queste scale, sali e sparisci dalla villa prima che cambi idea. Bada che sono dietro di te se solo proverai a fare il furbo."

La decisione di Udko mi sconcerta.
Un sibilo mi sfugge dalle labbra e il ruggito dietro di me mi fa capire che anche Karl è tutt'altro che contento.

"No! Udko...Uccidilo... Anche lui è un servo del Demonio. Tutto in questa villa è impregnato di dolore e di malvagità... Non lasciarlo andare via: a morte!"

Ma Udko non ci ascolta. Maledetto testone. Se mai tornerò nel mio corpo gliene dirò quattro.
Una cosa giusta la fa però: esplorare i sotterranei da solo sarebbe un suicidio. Per cui corre velocissimo dietro il ragazzo fino a sbucare di nuovo in cucina. Poi si ritrova nelle altre stanze....Intravede Dorothy che sta esplorando il salone. Dopo averle fatto un cenno corre oltre proseguendo in quello che ha tutta l'aria di essere uno studio.


Lo studio del padrone di casa. Sicuramente qui deve esserci qualcosa di molto importante per i nostri fini.
Ma il tempo sfugge. Devo perlustrare velocemente e impossessarmi di ogni cosa che possa essere utile.

[Uso FIUTARE GUAI, RACCOGLIERE PROVE e qualsiasi cosa possa essere utile a indagare.]

 
count zero
messaggio29 Dec 2018, 22:02
Messaggio #7





Gruppo: Gamer
Messaggi: 117
Iscritto il: 26 November 18
Utente Nr.: 22.077
SO Altro




Ralph Haas:

Le piccole stanze della servitù si svelavano, una dopo l’altra, agli inquieti occhi di Ralph, finché...

CITAZIONE (The Ancient One @ 29 Dec 2018, 15:22) *
Oh, mio Dio! Che cavolo è successo qui?
In una delle stanze per la servitù, la terza che hai aperto, è successo un massacro. Una finestra aperta e completamente imbrattata di sangue. fa entrare il vento notturno che accarezza il cadavere di una donna giovanissima, sdraia seminuda sul letto, con un enorme buco nella pancia. Il sangue è fluito ovunque e ha impregnato il materasso di paglia. Un odore rivoltante impregna la stanza.


Ralphie, si guardò in giro, inquieto. Arma in pugno, si voltava come una banderuola al vento, sovraeccitato da quel sangue. Sembrava un grottesco squalo che ha avvertito vicino a lui una sanguinosa mattanza.

La solitudine, il silenzio, il sangue, il buco in pancia, il lenzuolo impregnato di scuro icore. Tutto ciò lo catapultò con la mente in albergo, dove “sacco di merda” e “pelo di culo” avevano trovato il loro degno finale. [“Trova qualcuno ed UCCIDI!”] (“Ralphie, NO! Pensa a Dorothy. Odore di biscott…”) [“Taci! UCCIDI!”]

Si era spinto molto oltre. Era da solo. Il Dottor Udko aveva detto di non allontanarsi. [“Fanculo allo strizzacervelli! TU. SEI. SOLO. UCCIDI!”]

Si mosse come un lupo famelico dando una rapida occhiata alla stanza insanguinata ma intuì che poteva essere il logico finale di ciò che aveva udito all’esterno della villa.

Non indugiò oltre il necessario. Decise di andare avanti oltre l’ala della servitù cercando le stanze private che avrebbero potuto contenere indizi o documenti importanti per le loro indagini.
Se avesse incontrato qualcuno lo avrebbe ucciso... (“Sei pazzo, Ralphie? Pensi che Dorothy appr…”) [“Taci! Cazzo! Capisci la parola TACI?!? T.A.C.I.!!!”]

Uso FURTIVITA’, FIUTARE GUAI e RACCOGLIERE PROVE se trovo qualcosa di interessante.


Messaggio modificato da count zero il 29 Dec 2018, 22:04
 
xarabas
messaggio30 Dec 2018, 00:55
Messaggio #8





Gruppo: Gamer
Messaggi: 191
Iscritto il: 3 May 17
Utente Nr.: 21.504
SO Sono un BOT, cancellami l'account




Dorothy

Aspetto un attimo, nascosta dietro la porta, osservando con attenzione i passi dell'uomo armato che stava scendendo dalle scale.

"tu!" non urlo, ma uso una voce ferma e convinta, chiara nel silenzio della casa "non vogliamo farti del male, non avremo voluto farne a nessuno, vattene da questa casa, e non ti accadrà niente".
Rimango nascosta, vedo il volto dell'uomo, sembra provato, schizzi di sangue gli imbrattato i vestiti e la faccia, ha un passo lento e cadenzato, pensieroso. Stringe l'arma in pugno, ma guarda verso il basso, solo ogni tanto lo sguardo si rivolge con circospezione intorno a lui, sembra preoccupato, ma non solo per la sua incolumità.

Vedo che su dirige verso la porta della villa puntando il mitra verso di me, verso la voce al di là della porta, ma non sembra voler sparare.
"trammel! Sai dov'è trammel?"

[Attendo la sua risposta e che esca di casa]

Con attenzione mi guardo intorno, lo faccio con attenzione, ma dubito di trovare qui informazioni utili a noi, questa è una stanza di rappresentanza, non certo il luogo adatto a nascondere documenti compromettenti. Se ci sono fotografie, le voglio osservare con attenzione magari ci sono persone che conosciamo.

[uso FURTIVITÀ per muovermi, magari cerco di tenermi sempre coperta con i mobili della sala, uso BIBLIOTECONOMIA per vedere se c i fossero libri o documenti importanti, magari luoghi dove potrebbero essere nascosti, tipo scrittoi.]


Messaggio modificato da xarabas il 30 Dec 2018, 17:24
 
The Ancient One
messaggio30 Dec 2018, 22:02
Messaggio #9



Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 29.891
Iscritto il: 18 April 04
Da: Britannia
Utente Nr.: 1.377
pulley-in-the-middle

BGE Ultima 7
Playing Ultima 7: "Il Portale Oscuro" IN ITALIANO!

Dungeon Master 1 (PC - DosBox)
Sonic (Wii)
Runaway (PC)

SO WinXP




CITAZIONE (xarabas @ 30 Dec 2018, 00:55) *
"trammel! Sai dov'è trammel?"

[Attendo la sua risposta e che esca di casa]

”Non so chi cazzo siete voi... Ma di certo siete dei pazzi. Ma la cosa non mi riguarda più ormai. Non c’è l’ho con voi, voglio solo andarmene.
E se ammazzate quel Trammel, tanto meglio: non rischierò che mi venga a cercare per aver abbandonato il campo.
Lo trovate di sotto, in una stanza segreta a cui si accede da un passaggio celato nella cantina dei vini.
Riempitelo di piombo anche per me! Ma state attenti: non so se siete preparati per ciò che troverete là sotto...


Con uno scatto sparisce in giardino, di corsa.

CITAZIONE
[uso FURTIVITÀ per muovermi, magari cerco di tenermi sempre coperta con i mobili della sala, uso BIBLIOTECONOMIA per vedere se c i fossero libri o documenti importanti, magari luoghi dove potrebbero essere nascosti, tipo scrittoi.] [/color]

Non hai tempo di frugare ogni angolo, ma è chiaro che qui non troverai niente di interessante.

Noti solo vistose macchie sui bei divani che riempiono la stanza. Come fossero... macchie organiche. Sì, proprio quel genere di macchie organiche maschili. Ma... così tante???


--------------------
 
The Ancient One
messaggio30 Dec 2018, 22:20
Messaggio #10



Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 29.891
Iscritto il: 18 April 04
Da: Britannia
Utente Nr.: 1.377
pulley-in-the-middle

BGE Ultima 7
Playing Ultima 7: "Il Portale Oscuro" IN ITALIANO!

Dungeon Master 1 (PC - DosBox)
Sonic (Wii)
Runaway (PC)

SO WinXP




CITAZIONE (Herman Rotwang @ 29 Dec 2018, 19:09) *
"Non ho intenzione di farti del male, ragazzo. Ma prova soltanto a fare qualche scherzo e ti ritroverai pieno di piombo in men che non si dica. Adesso imbocca queste scale, sali e sparisci dalla villa prima che cambi idea. Bada che sono dietro di te se solo proverai a fare il furbo."

Fino all’ultimo Udko resta col fiato sospeso. È solo un garzoncello, ma potrebbe creare guai. Per fortuna il suo intuito di abile conoscente dell’animo umano non lo tradisce nemmeno stavolta.
Il ragazzo scappa di corsa sulle scale.

Probabile che fra il Nettare, le scene di sesso e di violenzadi Trammel, la paura di Walker, e le bombe di poco fa, tutti qui siano sull’orlo di una crisi di nervi.

Tu compreso, che senti le voci nella testa!

CITAZIONE
Lo studio del padrone di casa. Sicuramente qui deve esserci qualcosa di molto importante per i nostri fini.
Ma il tempo sfugge. Devo perlustrare velocemente e impossessarmi di ogni cosa che possa essere utile.

[Uso FIUTARE GUAI, RACCOGLIERE PROVE e qualsiasi cosa possa essere utile a indagare.]

Soddisfatto di esserti liberato del ragazzino (che è uscito piangendo dalla porta della cucina) e sollevato per esserti allontanato dalla macabra cantina, entri in una delle porte del grande salone. Una vale l’altra, ma tu sei fortunato: becchi subito un grosso studio.

Un grande studio, le cui pareti sono completamente tappezzate da una grandissima libreria in legno di frassino, completamente stipata di libri.
L'unica parete libera ospita una meravigliosa scrivania in stile Luigi XVI, che da sola deve valere una fortuna. Sopra la scrivania, come fosse una finestra aperta sull'estero, c'è un grosso quadro che raffigura un cielo stellato. In un angolo un piccolo mobiletto, probabilmente sempre un Luigi XVI, ospita sopra di sé un elegante grammofono, e sotto una raccolta di vinili. Due porte, o,tre a quella da cui sei entrato ad ovest, consentono di uscire dalla stanza a sud e a est. La porta a est è rinforzata (questo tipo di portelechiamano “blindate”).



--------------------
 
The Ancient One
messaggio30 Dec 2018, 22:35
Messaggio #11



Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 29.891
Iscritto il: 18 April 04
Da: Britannia
Utente Nr.: 1.377
pulley-in-the-middle

BGE Ultima 7
Playing Ultima 7: "Il Portale Oscuro" IN ITALIANO!

Dungeon Master 1 (PC - DosBox)
Sonic (Wii)
Runaway (PC)

SO WinXP




CITAZIONE (count zero @ 29 Dec 2018, 22:02) *
Non indugiò oltre il necessario. Decise di andare avanti oltre l’ala della servitù cercando le stanze private che avrebbero potuto contenere indizi o documenti importanti per le loro indagini.
Se avesse incontrato qualcuno lo avrebbe ucciso... (“Sei pazzo, Ralphie? Pensi che Dorothy appr…”) [“Taci! Cazzo! Capisci la parola TACI?!? T.A.C.I.!!!”]

Uso FURTIVITA’, FIUTARE GUAI e RACCOGLIERE PROVE se trovo qualcosa di interessante.

Giri l’angolo. Le luci sono spente. Le avevano spente ai primi colpi di pistola. La luce però non quella della luna di L.A. che entra dalle grandi finestre.
Silenzio, ma i tuoi passi scricchiolano sul pavimento. E il loro rumore rimbomba. E tu, con l’arma in mano e il sapore del sangue in bocca, ti senti un gigante. E ti crogioli in quella sensazione.

Trovi altre stanze di servizio ma abbastanza insignificanti: una stanza degli ospiti, la camera da letto del maggiordomo, una sala da pranzo... le attraversi velocemente, sentendoti un po’ il nuovo padrone della villa, il cavaliere che ha conquistato la tana del drago, il principe azzurro chiamato in soccorso della principessa.

Un pensiero ti sfiora; ti chiedi cosa direbbe Rebecc se ti vedesse ora. E... Simon?

Altre porte ancora. Trovi un salotto, che conduce ad un altro salotto, e... eccoli lì!
Tutta la servitù riunita in una stanza, spalle al muro, dietro ilmaggiordomo cheimbraccia un vecchio fucile da caccia.
Come chi vuole scacciare un cane con la sua presenza fa la voce grossa e si gonfia, così il maggiordomo ti si rivolge senza alcun rispetto: “TI SPAROOOOO!”


--------------------
 
The Ancient One
messaggio30 Dec 2018, 22:40
Messaggio #12



Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 29.891
Iscritto il: 18 April 04
Da: Britannia
Utente Nr.: 1.377
pulley-in-the-middle

BGE Ultima 7
Playing Ultima 7: "Il Portale Oscuro" IN ITALIANO!

Dungeon Master 1 (PC - DosBox)
Sonic (Wii)
Runaway (PC)

SO WinXP






File Allegato  6D22F2D6_165C_4C4E_AAF3_42DA35CCBE8B.jpeg ( 512.9k ) Numero di download: 4




--------------------
 
Herman Rotwang
messaggio31 Dec 2018, 01:40
Messaggio #13





Gruppo: Gamer
Messaggi: 444
Iscritto il: 6 October 17
Da: Arkham
Utente Nr.: 21.638
BGE Secret of Monkey Island 2
SO Win98




Udko / fantasmi

CITAZIONE
Un grande studio, le cui pareti sono completamente tappezzate da una grandissima libreria in legno di frassino, completamente stipata di libri.
L'unica parete libera ospita una meravigliosa scrivania in stile Luigi XVI, che da sola deve valere una fortuna. Sopra la scrivania, come fosse una finestra aperta sull'estero, c'è un grosso quadro che raffigura un cielo stellato. In un angolo un piccolo mobiletto, probabilmente sempre un Luigi XVI, ospita sopra di sé un elegante grammofono, e sotto una raccolta di vinili. Due porte, o,tre a quella da cui sei entrato ad ovest, consentono di uscire dalla stanza a sud e a est. La porta a est è rinforzata (questo tipo di portelechiamano “blindate”).


"Rapidamente Udko! Qualcosa mi dice che se non vi muovete alla svelta le cose finiranno in tragedia!"

Nonostante le cose nella villa stiano andando piuttosto lisce non posso non essere pervaso da un'ansia che fa rabbrividire persino il mio spirito incorporeo.
Che sia la preoccupazione per il mio corpo mortale? O che si tratti del senso di pericolo circa il Male incombente?
Qualunque sia la ragione mi aggrappo con dita adunche da fantasma al mio ospite esortandono a non tralasciare nulla.

Il mio antenato Meinhard decide di farsi vivo proprio in quel momento. Per così dire...


"Ricordo quella mattina presso il lago Tannenberg... Era proprio così. O voi che ho la ventura di guidare, non desistete e non deponete il coraggio. Come allora l'abisso dell'Orrore si deve ancora spalancare. Quando ciò accadrà a nulla varranno altri interventi umani. Tutti sarete fagocitati se non vi opporrete a qualunque cosa con la giusta ferocia. Siate lucidi! Come per l'esercito di creature vampiro che debellammo, così anche qui occorre il giusto paletto. Padre Carl aveva la fede...il suo spirito la mantiene e la comunica.... Paul Udko, sarai tu all'altezza?????"

La voce roca dello spettro non viene udita consciamente da Udko, ma rafforza la sua vitalità sicchè il dottore rinnova i propri sforzi con recuperato impulso.


Ok... c'è un sacco di roba qui!
Dubito che la libreria ospiti volumi esoterici in bella vista, ma do una veloce scorsa ai titoli cercando qualcosa di strano. Quando vedo qualche libro particolare lo sposto un attimo per esaminare dentro e dietro. E' un lavoro raffazzonato, ma la catalogazione Dewey aiuta a procedere con ordine.

[Se posso uso BIBLIOTECONOMIA all'uopo. Se posso spendo punti, ma non essendo un'abilità generica non credo, nevvero?]

Poi passo alla scrivania ed esamino con attenzione il tutto: carte carte carte... Che ci sia qualcosa anche nei cassetti?

[Se serve uso SCASSINARE]


In terzo luogo passo ai vinili e al mobiletto del grammofono. Qualcosa mi dice che sto perdendo tempo, ma conoscere i gusti musicali del tuo nemico può essere qualcosa di molto interessante e meritare che si perda qualche minuto per questo.

[Anche qui se serve uso BIBLIOTECONOMIA e SCASSINARE]

Infine ho un'intuizione. Banale! Ma che sia davvero così semplice? Allontano lo sguardo dal moto vorticante del cielo stellato che mi ipnotizza e guardo dietro al quadro. Chissà che non ci sia la solita buona vecchia cassaforte?

[Se c'è la cassaforte SCASSINO, ma in tal caso credo proprio che mi manterrai nella stanza. Usare dinamite non è proprio il caso, nevvero?]

Dopo aver esaminato tutto saggio con prudenza le due porte gettando un occhio dietro lo spiraglio. Prima socchiudo quella a sud, poi tento con quella ad est.

[Credo di aver fatto parecchie azioni, in base a quello che mi farai vedere procedo biggrin2a.gif]

Messaggio modificato da Herman Rotwang il 31 Dec 2018, 01:41
 
count zero
messaggio31 Dec 2018, 13:00
Messaggio #14





Gruppo: Gamer
Messaggi: 117
Iscritto il: 26 November 18
Utente Nr.: 22.077
SO Altro




Ralph Haas:

CITAZIONE (The Ancient One @ 30 Dec 2018, 22:35) *
...E tu, con l’arma in mano e il sapore del sangue in bocca, ti senti un gigante...
...Tutta la servitù riunita in una stanza, spalle al muro, dietro il maggiordomo che imbraccia un vecchio fucile da caccia…
...“TI SPAROOOOO!”


Ralph si sentì come John Wayne ne “Il grande sentiero”.
[“Finalmente! UCCIDI!”]
Osservò quella disparata servitù. Lì in mezzo c’erano ragazze, donne e uomini di ogni età ed estrazione. Nient’altro che lavoratori. Servi. Schiavi di Trammell. La sua brama lo avrebbe spinto veramente ad uccidere quel gregge inerme?
[“SI! UCCIDI quel fottuto gregge e quello stronzo del cane pastore!”]
Nella semioscurità il maggiordomo e gli altri non potevano leggere nello sguardo di Ralph la sua brama sanguinaria. Se avessero potuto sarebbero fuggiti. Negli occhi aveva solo una parola: MORTE.

In pochi attimi, sospeso in quel “duello”, Ralph scandagliò con lo sguardo quella massa di umanità, fantasticando su di loro. (“Hai ancora un briciolo di umanità, Ralphie?”)

Vide la cameriera che Trammell aveva sodomizzato nel giardino d’inverno. Una troia. La sua camicia da notte succinta non lasciava molto spazio all’immaginazione. [“Una lurida puttana! UCCIDILA!”]

Quegli inservienti, valletti o quel che diavolo erano, gli ricordarono lo stronzo “mano callosa” che aveva cercato di fotterlo in giardino. Erano veramente tutti così depravati in questo luogo? [“Non vedi le macchie di sperama sui loro pigiami? Sei cieco? UCCIDI!”]

In mezzo al gruppo di ragazze una giovane adolescente, lo catapultò indietro ai tempi della sua giovinezza. Assomigliava a Molly, la puttana che suo padre aveva pagato per fargli perdere la verginità. Aveva uno sguardo da gatta in calore. La odiava! Odiava Molly! Odiava quella sosia di Molly! [“Uccidi questa troietta! UCCIDI!”]

Una signora anziana, che dal fisico avrebbe potuto essere una cuoca, gli ricordò sua madre Rebecca. Non tanto per l’aspetto, quanto per lo sguardo, a suo modo materno. Forse l’anziana donna aveva dei figli? (“Hai il coraggio di uccidere una madre?”) [“Non è tua madre! La sua vestaglia è impregnata di sperma! Chissà che cazzo stava facendo questa vecchia bagascia?”]

Ralph estrasse una granata con la rapidità di un prestigiatore e…
[“SI! FALLI SALTARE! DISTRUGGILI!”]

Il maggiordomo, allarmato dalla bomba a mano, sparò un colpo di fucile.
SBADABUUUM!
Mancò di un soffio l’elmetto tedesco di Ralph ed iniziò a ricaricare il fucile, in preda al panico.
L’eroico Ralph si erse sopra i malvagi, fece saltare via la spoletta della granata con una lieve pressione delle dita e lanciò quel congegno benedetto da Padre Carl. Il volo della granata verso il “gregge” fu accompagnato da un coro angelico e dal suono cristallino di trombe.
BOOOOOOOOM!
La granata esplose in mezzo al “gregge” con il fragore di una cacofonia demoniaca. Brandelli di carne, arti, sangue, ossa, teste; tutta l’umanità del gregge si sparpagliò in un nuovo schema prestabilito dalla volontà di Ralph.
Tutto quel caos di sangue, viscere e parti umane era adesso in perfetto ordine.


... la sua allucinazione svanì con l'arrivo della voce di Dorothy. Proveniva dallo scalone… distante… appena udibile... ma scoppiò nella mente di Ralph come una bomba. [“...”]

CITAZIONE (xarabas @ 30 Dec 2018, 00:55) *
"non vogliamo farti del male, non avremo voluto farne a nessuno, vattene da questa casa, e non ti accadrà niente".


(“Dorothy… ascolta. Non uccidere. Non distruggere la tua umanità insieme alla loro!”) [“...”]
Il cauto Ralph si ritrovò a parlare a quel gregge come un buon pastore. Un pastore con un mitra in una mano ed una granata nell’altra.
La voce uscì roca ed impastata “Non voglio uccidervi! Gettate qualsiasi arma ed andatevene da questa villa o morirete! ”


Non so se vuoi che faccia qualche prova o se va bene mandare avanti. Se devo fare prove oppure accade altro tutto si può fermare qui.
Altrimenti procedo in questo modo.


Il maggiordomo gettò l’arma a terra senza dire una parola. In silenzio quel gregge umano imboccò lo scalone ed in fretta si precipitò fuori dall’ingresso principale della villa.

Ralph tirò un sospiro di sollievo ma una parte di lui soffriva per quella mancata mattanza. [“Sei un debole, Ralphie! Non mi piaci!”]
Dopo che il gregge fu svanito, allentò il dito dal grilletto, ripose la granata e sistemò ripetutamente gli occhiali.

Accese la luce rischiarando quel ricco salotto. Guardandosi intorno, il folle sanguinario si acquietò pian piano, per fare spazio al mite antiquario.
Il salotto era in disordine, almeno secondo i suoi schemi mentali. Riordinò maniacalmente la stanza, toccando, valutando e spostando ogni oggetto, ninnolo e soprammobile.

La sua mente cercava avidamente indizi e manufatti legati a tutto ciò che era connesso alle loro indagini. Aveva bisogno di quell’ordine per scacciare via il caos del sangue e delle uccisioni.
[“Perché vuoi allontarmi?”]

Quando ebbe terminato con il salotto si inoltrò alla ricerca delle stanze private di Trammell.
Era solo ma sapeva che Dorothy era sempre al suo fianco.

EDIT IN ARANCIONE

Uso STORIA e OCCULTISMO per identificare oggetti antichi, collegati alle nostre indagini. Alla mattonella del 24, alla bocca, all'etiopia, etc.
Se nel salotto ci sono libri uso BIBLIOTECONOMIA sempre con lo stesso principio dei manufatti.
Visto che ho girato un po'su questo piano se noto cose strane con ARCHITETTURA tipo passaggio segreto nicchia ecc


Messaggio modificato da count zero il 31 Dec 2018, 15:33
 
The Ancient One
messaggio31 Dec 2018, 21:18
Messaggio #15



Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 29.891
Iscritto il: 18 April 04
Da: Britannia
Utente Nr.: 1.377
pulley-in-the-middle

BGE Ultima 7
Playing Ultima 7: "Il Portale Oscuro" IN ITALIANO!

Dungeon Master 1 (PC - DosBox)
Sonic (Wii)
Runaway (PC)

SO WinXP




CITAZIONE (Herman Rotwang @ 31 Dec 2018, 01:40) *
Dubito che la libreria ospiti volumi esoterici in bella vista, ma do una veloce scorsa ai titoli cercando qualcosa di strano. Quando vedo qualche libro particolare lo sposto un attimo per esaminare dentro e dietro. E' un lavoro raffazzonato, ma la catalogazione Dewey aiuta a procedere con ordine.

[Se posso uso BIBLIOTECONOMIA all'uopo. Se posso spendo punti, ma non essendo un'abilità generica non credo, nevvero?]

Dai un’occhiata veloce, molto veloce. Ci sono davvero tanti tomi, tutti con copertine diverse.
In realtà, anche se sembra incredibile per una libreria tanto vasta, non è stata applicata la la classificazione decimale Dewey; delle due, l’una: o il proprietario non consulta mai questa sua libreria e non ha nessuna necessità di ritrovare un volume specifico al suo interno, oppure ha una memoria di ferro che lo orienta in questo caos assurdo. Apparentemente i libri sono ordinati senza nessun criterio. Come se fossero stati messi a casaccio.

Di certo adesso, con la polizia che potrebbe arrivare in ogni momento, non puoi dedicare ulteriore tempo a questa ricerca. Oppure sì?


CITAZIONE
Poi passo alla scrivania ed esamino con attenzione il tutto: carte carte carte... Che ci sia qualcosa anche nei cassetti?

[Se serve uso SCASSINARE]

Il cumulo di carte è impressionante: ricevute, atti notarili, bollette, resoconti bancari, e molte altre scartoffie simili. Certo, passando ore a leggerle forse qualcosa in più su Trammel potresti anche impararlo, ma... avrebbe una qualche rilevanza in questo momento? in fondo fra pochi minuti Trammel potrebbe essere morto, oppure potreste essere morti voi nel tentativo di ucciderlo.
Perché dedicare la quieta prima della tempesta a queste scartoffie che sono al limite la prova spicciola di un impero decadente costruito intorno al Nettare?

Però... che diavolo è quello? Qualcuno ha inserito un lucchetto moderno e rinforzato ad un cassetto di una elegantissima scrivania Luigia XIV. Se Ralph vedesse uno “stupro” del genere come minimo sverrebbe.
Però lì qualcosa di importante c’è di certo.
Ti avvicini e, senza fare troppi complimenti forzi la serratura, spaccando anche un bel pezzo di tavolo in legno. Non hai tempo per le sottigliezze adesso.

Il cassetto si apre e... mamma mia, cosa diavolo è questo odore schifoso?!? Un misto di sperma secco e odore di feci si sprigiona dal cassetto. L’interno è completamente rivestito di materia organica indistinta (sangue? Forse. Sperma? certamente e in grande quantità. Forse piscio. Forse sputi. Chi può dirlo cosa ci sia lì dentro?!?) e ammuffita. Una colonia di viscidume e batteri al cui centro è accomodato un diario bavoso e disgustoso.
Riesci a leggerne il titolo, sotto quella melma appiccicosa e fetente che lo ricopre. E il titolo ti dà un brivido.

“Testimonianza sulle Suppurazioni delle Bocche Bavose”



CITAZIONE
In terzo luogo passo ai vinili e al mobiletto del grammofono. Qualcosa mi dice che sto perdendo tempo, ma conoscere i gusti musicali del tuo nemico può essere qualcosa di molto interessante e meritare che si perda qualche minuto per questo.

[Anche qui se serve uso BIBLIOTECONOMIA e SCASSINARE]

Anche qui è difficile cavarne qualcosa. Il grammofono è molto bello, con una puntina di quelle preziose. Di certo restituisce un suono pulitissimo.
Sotto c’è un sacco di dischi, di ogni genere. Saranno almeno 50. Li sfogli, ma non sei un intenditore e nel poco tempo che hai a disposizione nessuno ti colpisce in modo particolare.

CITAZIONE
Infine ho un'intuizione. Banale! Ma che sia davvero così semplice? Allontano lo sguardo dal moto vorticante del cielo stellato che mi ipnotizza e guardo dietro al quadro. Chissà che non ci sia la solita buona vecchia cassaforte?

[Se c'è la cassaforte SCASSINO, ma in tal caso credo proprio che mi manterrai nella stanza. Usare dinamite non è proprio il caso, nevvero?]

Il quadro è davvero enorme, con una cornice pesante e preziosa, intagliata a mano nel legno, come si fa per le opere d’arte. Il cielo che vi è raffigurato è veramente molto bello, ma il quadro non è sicuramente un’opera di valore artistico.

File Allegato  93BEB7EE_4D2A_4472_821A_ED6A6375CF17.jpeg ( 130.41k ) Numero di download: 1


È a quel. punto che hai un'illuminazione: tu quel quadro lo hai già visto... Ma, certo! Era nella villa di Ramon Echavarria. Compare anche in una delle foto che avete trovato nella cassetta di sicurezza nascosta da Henslowe!
Che stranezza...

Comunque dietro non c'è niente, se si esclude una targhetta d’ottone con riportato il titolo dell’opera (ma non il nome dell’autore):

“The Gazer’s Perspective”


Come tradurlo? Mhm... “La Prospettiva dell’Osservatore”... “Il Punto di Vista dell’Osservatore”... “Il Punto di Vista di Colui Che Guarda”... mhm... “Il Punto di Vista di Ciò Che Guarda”... o, addirittura... “Il Punto di Vista di Ciò che Ci Scruta”.


CITAZIONE
Dopo aver esaminato tutto saggio con prudenza le due porte gettando un occhio dietro lo spiraglio. Prima socchiudo quella a sud, poi tento con quella ad est.

La porta a sud si apre su un secondo studio. Una specie di ampia libreria, con libri su tutte le pareti, senza ulteriori arredi o uscite.

La porta ad est invece è chiusa. Immagini che dia sul giardino d’inverno e che quindi sia stata chiusa per la notte.


--------------------
 
The Ancient One
messaggio31 Dec 2018, 21:31
Messaggio #16



Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 29.891
Iscritto il: 18 April 04
Da: Britannia
Utente Nr.: 1.377
pulley-in-the-middle

BGE Ultima 7
Playing Ultima 7: "Il Portale Oscuro" IN ITALIANO!

Dungeon Master 1 (PC - DosBox)
Sonic (Wii)
Runaway (PC)

SO WinXP




CITAZIONE (count zero @ 31 Dec 2018, 13:00) *
Ralph tirò un sospiro di sollievo ma una parte di lui soffriva per quella mancata mattanza. [“Sei un debole, Ralphie! Non mi piaci!”]
Dopo che il gregge fu svanito, allentò il dito dal grilletto, ripose la granata e sistemò ripetutamente gli occhiali.

Nelle sue orecchie rimbombava ancora l’immaginaria deflagrazione scatenata dalla sua bomba a mano. Un suono ridondante e rimbombante, che acquietava la sua mano. Sentiva quegli schizzi di sangue e carne spappolata investirlo in pieno, insieme alle schegge di legno del pavimento e delle pareti, le sentiva appiccicarsi sulla sua pelle e grondare lentamente. Toh, un orecchio di Molly! Guarda un dito del cameriere. Il naso di quel giovane facchino. La fica di Molly.


CITAZIONE
La sua mente cercava avidamente indizi e manufatti legati a tutto ciò che era connesso alle loro indagini. Aveva bisogno di quell’ordine per scacciare via il caos del sangue e delle uccisioni.
[“Perché vuoi allontarmi?”]

Tuttavia il salotto, se si escludono le enormi macchie di sperma che coprivano ogni centimetro della tappezzeria, era assolutamente normale.


CITAZIONE
Quando ebbe terminato con il salotto si inoltrò alla ricerca delle stanze private di Trammell.
Era solo ma sapeva che Dorothy era sempre al suo fianco.

Uso STORIA e OCCULTISMO per identificare oggetti antichi, collegati alle nostre indagini. Alla mattonella del 24, alla bocca, all'etiopia, etc.
Se nel salotto ci sono libri uso BIBLIOTECONOMIA sempre con lo stesso principio dei manufatti.
Visto che ho girato un po'su questo piano se noto cose strane con ARCHITETTURA tipo passaggio segreto nicchia ecc

La stanza successivo è immediatamente l’appartamento privato di Trammel. Bello, elegante, e sontuoso. Completamente arredato con mobilia antica e palesemente preziosa. Dubiti che quel cafone di Tramel potesse apprezzarla.
Il letto a baldacchino è meraviglioso, sembra provenire direttamente dalla reggia del Re Sole. L’armadio, il settimino, e guarda quei tendaggi! Il bellissimo grammofono placcato d’oro, su un mobiletto in legno all’angolo della stanza. La poltrona rivestita in tessuti orientali nell’angolo opposto, con davanti il suo tavolino per i sigari e il whisky. E lì accanto il mobiletto con le pipe e i tabacchi. Roba di gran classe. Roba da ricchi.
Il letto è rifatto: evidentemente è un po’ che non ci dorme nessuno.
Però... che strano. Al centro del letto, sotto le coperte meticolosamente rifatte, c’è un rigonfiamento. Sarà grande 40 centimetri al massimo. Come se ci fosse qualcosa, un cuscino o qualcosa di simile, proprio nel centro del letto.

Esplori anche l’elegante bagno in marmo rosa di Carrara e lo spogliatoio, fornito di decine e decine di completi eleganti firmati.
Un appartamento di gran lusso.


--------------------
 
count zero
messaggio1 Jan 2019, 10:17
Messaggio #17





Gruppo: Gamer
Messaggi: 117
Iscritto il: 26 November 18
Utente Nr.: 22.077
SO Altro




Ralph Haas:


Calma. (“...”) [“...”] Il battito di Ralph rallentò di fronte allo spettacolo che si concesse ai suoi occhi.

CITAZIONE (The Ancient One @ 31 Dec 2018, 21:31) *
... l’appartamento privato di Trammel. Bello, elegante, e sontuoso. Completamente arredato con mobilia antica e palesemente preziosa. Dubiti che quel cafone di Tramel potesse apprezzarla.


L’amore che provava per quel genere di oggetti antichi ricondusse la stanca mente di Ralph ad una tranquillità apparente. Estrasse il suo taccuino e catalogò brevemente il mobilio presente nella stanza. Avrebbe potuto ricondurre l’acquisto di quei pezzi ad uno specifico antiquario o ad un lotto d’asta?

Frugò nei cassetti di ogni mobile con maniacale precisione, iniziando dal bagno per finire con la camera. Giunto a questo punto dell’indagine, visto il prezzo pagato in sangue e anime, voleva essere sicuro di non tralasciare alcun indizio. [“Pretenderai altro SANGUE! Altre anime! Non ho ancora finito con te!”]
Suo malgrado, riponeva ogni oggetto che visionava in una posizione differente, fornendo alle stanze un aspetto più ordinato, almeno secondo i suoi precisi schemi mentali.

Ogni cosa fu ispezionata con la devozione e il rispetto dovuti a quelle antichità: l’armadio, il settimino, il tavolo per sigari ed il mobiletto dei tabacchi. Infine il bellissimo grammofono placcato d’oro ed il mobiletto su cui era sfoggiato quell’ottimo pezzo. Ralph adorava la musica, come ogni forma d’arte e non seppe resistere. Abbandonando ogni cautela, nella sua estasi antiquaria, Ralph accese il grammofono per ascoltarne il disco che languidamente giaceva sul suo piatto.

Le prime note avvicinarono il suo pensiero a Dorothy e al futuro che avrebbero avuto insieme se quell’incubo fosse cessato. (“Quale futuro? Lei non ti ama, Ralphie!”)
Poi la musica si fece incalzante spazzando via ogni sentimento. Non era un brano di musica classica e Ralph non amava molto altri generi. Abbassò il volume e si voltò verso ciò che aveva inconsciamente ignorato.

CITAZIONE (The Ancient One @ 31 Dec 2018, 21:31) *
Però... che strano. Al centro del letto, sotto le coperte meticolosamente rifatte, c’è un rigonfiamento. Sarà grande 40 centimetri al massimo. Come se ci fosse qualcosa, un cuscino o qualcosa di simile, proprio nel centro del letto.


Qualcosa in quello strano rigonfiamento turbava profondamente il povero Ralph. La sua mente spezzata dagli eventi recenti, lo spinse ad occuparsi di quella anomalia come ultima incombenza della sua meticolosa indagine.
Un brivido corse veloce lungo la sua schiena. Estrasse una granata lasciando che il peso del mitra a tracolla gli concedesse sicurezza. Tuttavia aveva il ghiaccio nel cuore quando si avvicinò alle coperte e, con un solo gesto deciso, scoprì ciò che giaceva lì sotto…


Cerco documenti, diari e simili nei vari cassetti e mobili.
Uso STORIA per identificare oggetti antichi importanti per l’indagine se ce ne sono (pietre strane prelevate da templi, ecc). Inoltre vorrei capire se questi mobili antichi possono provenire da unica fonte. Se si, chi è?
Se ci sono oggetti d’arte posso usare STORIA DELL’ARTE.
Se ci sono oggetti strani uso OCCULTUSMO e/o MITI. Vale anche per ciò che trovo sotto le lenzuola.
Se serve posso spendere punti in tutte queste.
 
Herman Rotwang
messaggio1 Jan 2019, 13:12
Messaggio #18





Gruppo: Gamer
Messaggi: 444
Iscritto il: 6 October 17
Da: Arkham
Utente Nr.: 21.638
BGE Secret of Monkey Island 2
SO Win98




CITAZIONE
Dai un’occhiata veloce, molto veloce. Ci sono davvero tanti tomi, tutti con copertine diverse.
In realtà, anche se sembra incredibile per una libreria tanto vasta, non è stata applicata la la classificazione decimale Dewey; delle due, l’una: o il proprietario non consulta mai questa sua libreria e non ha nessuna necessità di ritrovare un volume specifico al suo interno, oppure ha una memoria di ferro che lo orienta in questo caos assurdo. Apparentemente i libri sono ordinati senza nessun criterio. Come se fossero stati messi a casaccio.

Di certo adesso, con la polizia che potrebbe arrivare in ogni momento, non puoi dedicare ulteriore tempo a questa ricerca. Oppure sì?


Contrariamente alla prima impressione datami dai volumi non c'è ordine nella biblioteca.
Probabilmente con un esame specifico troverei qualche volume interessante, ma il tempo e la fretta sono miei nemici.
Decisamente a malincuore decido di lasciare perdere....
Dopotutto non siamo nemmeno a metà del nostro compito e chissà quanto tempo ci resta per finire...



CITAZIONE
Però... che diavolo è quello? Qualcuno ha inserito un lucchetto moderno e rinforzato ad un cassetto di una elegantissima scrivania Luigia XIV. Se Ralph vedesse uno “stupro” del genere come minimo sverrebbe.
Però lì qualcosa di importante c’è di certo.
Ti avvicini e, senza fare troppi complimenti forzi la serratura, spaccando anche un bel pezzo di tavolo in legno. Non hai tempo per le sottigliezze adesso.

Il cassetto si apre e... mamma mia, cosa diavolo è questo odore schifoso?!? Un misto di sperma secco e odore di feci si sprigiona dal cassetto. L’interno è completamente rivestito di materia organica indistinta (sangue? Forse. Sperma? certamente e in grande quantità. Forse piscio. Forse sputi. Chi può dirlo cosa ci sia lì dentro?!?) e ammuffita. Una colonia di viscidume e batteri al cui centro è accomodato un diario bavoso e disgustoso.
Riesci a leggerne il titolo, sotto quella melma appiccicosa e fetente che lo ricopre. E il titolo ti dà un brivido.

“Testimonianza sulle Suppurazioni delle Bocche Bavose”


Qui invece c'è qualcosa di decisamente interessante, per quanto disgustoso.
Tutto in questa casa è ripugnante, ma questo oggetto lo è particolarmente. Provo ribrezzo a toccarlo, ma devo.
Se era così protetto e giaceva in situazioni così....particolari deve essere particolarmente importante per i folli che abitano questa casa.
Strappo un ampio pezzo di tenda e faccio per avvolgere il volume. Ci sarà tempo per studiarlo attentamente in seguito.
Eppure...eppure potrebbe contenere qualche informazione utile circa la sfida che dobbiamo ancora affrontare prima di andare via. Me lo sento.
Decido di dare una rapidissima scorsa all'argomento. Se troverò a occhio un paragrafo utile lo leggerò altrimenti rimanderò il tutto a una prossima occasione.
Sono ben memore del detto che "La curiosità ha ucciso il gatto" ma spero non sia il mio caso....
Apro il volume e lo sfoglio alla massima velocità, sempre utilizzando uno spesso pezzo di stoffa. Non voglio venire a contatto con questa merda... Quando ho finito, più o meno soddisfatto di quello che ho saputo avvolgo più volte il ripugnante volume e lo metto via portandolo con me.

CITAZIONE
Anche qui è difficile cavarne qualcosa. Il grammofono è molto bello, con una puntina di quelle preziose. Di certo restituisce un suono pulitissimo.
Sotto c’è un sacco di dischi, di ogni genere. Saranno almeno 50. Li sfogli, ma non sei un intenditore e nel poco tempo che hai a disposizione nessuno ti colpisce in modo particolare.


Nulla di particolare nei dischi, almeno secondo le mie conoscenze. Da un lato sono sollevato.... Tutto tempo risparmiato.

CITAZIONE
Il quadro è davvero enorme, con una cornice pesante e preziosa, intagliata a mano nel legno, come si fa per le opere d’arte. Il cielo che vi è raffigurato è veramente molto bello, ma il quadro non è sicuramente un’opera di valore artistico.

File Allegato  93BEB7EE_4D2A_4472_821A_ED6A6375CF17.jpeg ( 130.41k ) Numero di download: 1


È a quel. punto che hai un'illuminazione: tu quel quadro lo hai già visto... Ma, certo! Era nella villa di Ramon Echavarria. Compare anche in una delle foto che avete trovato nella cassetta di sicurezza nascosta da Henslowe!
Che stranezza...

Comunque dietro non c'è niente, se si esclude una targhetta d’ottone con riportato il titolo dell’opera (ma non il nome dell’autore):

“The Gazer’s Perspective”


Come tradurlo? Mhm... “La Prospettiva dell’Osservatore”... “Il Punto di Vista dell’Osservatore”... “Il Punto di Vista di Colui Che Guarda”... mhm... “Il Punto di Vista di Ciò Che Guarda”... o, addirittura... “Il Punto di Vista di Ciò che Ci Scruta”.


La perlustrazione di Udko è accurata e in cuor mio la approvo. La vista del ripugnante volume e delle notizie in esso contenute mi provoca ribrezzo. Ma una sola cosa provoca un'illuminazione nelle mia mente... Il quadro! Sento che Udko lo riconosce... Lo ha già visto! Ma c'è di più... Molto di più....
Ricordo bene i libri di Ayers e sebbene io abbia materialmente letto solo "I culti degli Aksumiti" i miei soci hanno studiato gli altri e ce ne erano molti dedicati alle stelle. Non può essere un caso. Peccato che il quaderno con gli appunti riassuntivi delle nostre ricerche sia sul mio corpo in macchina.

Stelle... La prospettiva di un osservatore... Qualcuno che guarda dalle stelle... Più la faccenda del Mentitore dell'Altrove. Più pescatori di stelle...ricordo qualcosa del genere. Più bavose bocche demoniache e Fauci. Brancolo sempre di più nel buio, ma mi sento vicino a qualcosa...

"UDKO! ATTENTO! Fissa questo momento nella tua memoria... Questo quadro è qualcosa di importantissimo... Chiedi a Dorothy di fotografarlo....
Ricorda quello che hai letto! Ricorda se c'era qualcosa di importante anche negli Unaussprechlichen Kulten!"


Sento un'ispirazione che mi parla.
Come al solito mi sembra di non essere solo... Il mio sguardo si punta fissamente sul quadro fino a memorizzarne i più intimi dettagli.
Ci vorrebbe una foto di Dorothy qui... Siamo stati stupidi a non portare più macchine fotografiche.
Qualcosa mi spinge a pensare a collegamenti... Ai libri letti nell'indagine... Ai Kulten!!!
Però niente... Non mi sembra ci siano collegamenti tra la storia della Pietra Nera e questo dipinto.
Sono certo di essere vicino a qualcosa di importante, ma non colgo ancora il nesso.... Dovremo fare il punto coi compagni su ciò.
Sempre che dovessimo uscirne vivi....

CITAZIONE
La porta a sud si apre su un secondo studio. Una specie di ampia libreria, con libri su tutte le pareti, senza ulteriori arredi o uscite.

La porta ad est invece è chiusa. Immagini che dia sul giardino d’inverno e che quindi sia stata chiusa per la notte.


Libri, libri e ancora libri...
Per la stessa ragione di prima decido di fare solo un passo all'interno e dare unicamente un'occhiata fugace.
Se la fortuna vorrà fare capitare al primo colpo qualcosa di significativo bene, altrimenti pace.
D'altra parte si sa che la fortuna è cieca, ma la sventura ci vede benissimo... Ma ignoro i pensieri pessimistici.

[Uso BIBLIOTECONOMIA e RACCOGLIERE PROVE, sempre se serve.]

Fatto questo mi accingo a completare l'esplorazione aprendo la porta blindata. Come al solito penso che...potrà essere pure il giardino di inverno, ma se lo chiudono con una porta rinforzata ed è immediatamente vicina allo studio di Trammell può darsi che qualcosa di rilevante ci sia pure....
Do una voce ai miei compagni, sperando che mi possano sentire...

"Amici diamoci una mossa, io ho quasi finito qui. Raggiungetemi subito e prepariamoci a scendere. Atto finale."

Non completo la frase.. Non si sa ancora per chi sarà l'atto finale.
Poi abbasso la maniglia e spalanco la porta del giardino di inverno....

[Uso FIUTARE GUAI, FURTIVITA', RACCOGLIERE PROVE (più anche alcune altre abilità apotropaiche inventate quali fare le corna, sperare in bene e imprecare a mezza voce. blush.gif]
 
xarabas
messaggio1 Jan 2019, 17:52
Messaggio #19





Gruppo: Gamer
Messaggi: 191
Iscritto il: 3 May 17
Utente Nr.: 21.504
SO Sono un BOT, cancellami l'account




Dororhy

Se anche quell'enorme stanza, luogo di rappresentanza dell'intera villa, a prima vista così ordinata e pulita, era ricettacolo delle più basse pulsioni umane, di cui vi erano tracce evidenti su ogni superficie, non osavo immaginare cosa si potesse trovare nelle altre stanze della casa.
Fui percorsa da un brivido.
Eravamo entrati nella dimora del demonio, certamente preparati, ma veramente preparati a tutto quello che avremo trovato al suo interno? Ne saremo usciti vincitori, o quel luogo maledetto ci avrebbe trascinato giù nell'inferno più profondo e buio insieme ad i suoi corrotti abitanti?

Pensierosa mi muovevo per la stanza, quasi distratta da quelle macchie che sembravano chiamarmi ed osservarmi, come vive creature tentatrici.

La voce di Udko, forte e chiara, mi riporto alla realtà. Mi mossi rapida verso quello che doveva essere lo studio di Trammel dove Udko stava osservando con attenzione un quadro appeso alla parete.
Non ebbi bisogno di spiegazioni, riconobbi il quadro, lo avevamo già visto.
Presi la macchina fotografica e scattai una foto. Avremo anche noi fatto la stessa fine di Henslowe ed i suoi compagni ?
Notai che Udko stringeva qualcosa coperto con un pezzo di tenda in mano. "cosa è dottore?" lo indicai circospetta, emanava un odore atroce e chiazze di materiale umido stavano impregnando la costosa stoffa strappata.

"Dottore" osservando il titolo del quadro "si ricorda gli scritti del professor Ayers, sul litigio con Echevarria? Parlavano di Gol-Garoth o come si chiamava, ed il mentitore dell'altrove, che era tutta una bugia, che il culto era un altra cosa" indicati il quadro "che sia in questo quadro la verità sul culto?"

Le miei elucubrazioni furono interrotte da passi rapidi e rumorosi che scendevano di corsa le scale di servizio , silenziosamente mi avvicinai alla porta e puntando il mitra tenni sotto controllo la situazione, non avevamo bisogno di brutte sorprese in quel momento.
Ralph ancora non era sceso, ma non avevamo sentito spari, solo voci.
Quando i rumori passarono, lo richiami "Ralph!"

Udko stava già cercando di aprire la porta del giardino d'inverno, "dottore, ha sentito la guardia, bisogna cercare la cantina dei vini, Trammel è nascosto in una stanza segreta nei sotterranei".

Mi avvicinai alla porta a sud, non mi pareva ci fossero rumori dall'altra parte [uso fiutare guai], puntai il mitra e la spalancai, mantenendo la copertura della parete.

 
The Ancient One
messaggio1 Jan 2019, 18:13
Messaggio #20



Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 29.891
Iscritto il: 18 April 04
Da: Britannia
Utente Nr.: 1.377
pulley-in-the-middle

BGE Ultima 7
Playing Ultima 7: "Il Portale Oscuro" IN ITALIANO!

Dungeon Master 1 (PC - DosBox)
Sonic (Wii)
Runaway (PC)

SO WinXP




CITAZIONE (xarabas @ 1 Jan 2019, 17:52) *
"Dottore" osservando il titolo del quadro "si ricorda gli scritti del professor Ayers, sul litigio con Echevarria? Parlavano di Gol-Garoth o come si chiamava, ed il mentitore dell'altrove, che era tutta una bugia, che il culto era un altra cosa" indicati il quadro "che sia in questo quadro la verità sul culto?"

Spendi un punto di ASTRONOMIA.
Esami il cielo stellato raffigurato nel quadro. Sì, riconosci alcune costellazioni e forse credi di aver identificato pure la nebulosa ritratta. Però... beh, c’è un però... non riesce a capire da quale punto sono ritratte queste stelle.
È come se il quadro raffigurasse un punto di vista dello spazio diverso da quello che abbiamo qui sulla terra. Come se fosse stato dipinto... beh... su un altro pianeta.

Potresti ottenere altre informazioni spendendo 2 punti di FOTOGRAFIA, ma vedo che te ne è rimasto uno solo e Udko non ne ha da prestarti.


CITAZIONE
Mi avvicinai alla porta a sud, non mi pareva ci fossero rumori dall'altra parte [uso fiutare guai], puntai il mitra e la spalancai, mantenendo la copertura della parete.

Una grossa libreria, realizzata con lo stesso legno usato per arredare l’ufficio in cui vi trovate.
E decine di centinaia di libri, raccolti sui suoi scaffali.

CITAZIONE
Udko stava già cercando di aprire la porta del giardino d'inverno, "dottore, ha sentito la guardia, bisogna cercare la cantina dei vini, Trammel è nascosto in una stanza segreta nei sotterranei".

Qunado anche Udko ha terminato con le sue ricerche, vi dirigete insieme alla cantina dei vini.


--------------------
 
The Ancient One
messaggio1 Jan 2019, 18:38
Messaggio #21



Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 29.891
Iscritto il: 18 April 04
Da: Britannia
Utente Nr.: 1.377
pulley-in-the-middle

BGE Ultima 7
Playing Ultima 7: "Il Portale Oscuro" IN ITALIANO!

Dungeon Master 1 (PC - DosBox)
Sonic (Wii)
Runaway (PC)

SO WinXP




CITAZIONE (Herman Rotwang @ 1 Jan 2019, 13:12) *
CITAZIONE
“Testimonianza sulle Suppurazioni delle Bocche Bavose”


Apro il volume e lo sfoglio alla massima velocità, sempre utilizzando uno spesso pezzo di stoffa. Non voglio venire a contatto con questa merda... Quando ho finito, più o meno soddisfatto di quello che ho saputo avvolgo più volte il ripugnante volume e lo metto via portandolo con me.


Prendi in mano quel tomo mal rilegato grondante un icore nauseante. Si presenta come un grosso fascio di fogli e documenti, tenuti insieme con elastici e fascette di gomma, senza altra rilegatura.

Ti aiuti come puoi con un brandello di tenda e lo sfogli. L’odore inumano attanaglia le tue narici. Ma è ciò che trovi all’interno a costringerti quasi a vomitare.
Dentro ci trovi un lavoro caotico, chiaramente scritto da autori diversi o da un pazzo schizofrenico. Sperma e altri fluidi corporei ne ricoprano praticamente ogni pagina, che gronda liquidi e si appiccica con le precedenti. Ma altra metrica organica è sparsa fra le pagine, appiccicata nel mezzo: trovi delle scaglie, dei peli (pubici? Forse.), e poi... ehi... cosa diavolo è quel piccolo pezzetto di carne marcescente... mio Dio! Quasi svieni quando realizzi che fra le pagine di questo immondo diario c’è un clitoride reciso ad una donna.

Dorothy ti si avvicina e vorresti gridarle “vai via! Stai lontano da questo coso, almeno tu. Salvati almeno tu.” Ma non ci riesci, le parole non ti escono di bocca, e anche lei lo vede.

Trattieni il vomito e i succhi gastrici affiorano alla tua bocca, ma stoicamente continui nella rapidissima lettura. Esaminarlo a dovere richiederebbe qualche decina di ore, ma ad una rapida lettura pare una sorte di autobiografia, in parte compendio di “rivelazioni”, in parte manuale di perversità e depravazioni che farebbero “sgorgare il Nettare più copiosamente”. Si parla di come “essere inculati mentre si ciuccia un cazzo nerboruto” favorisca la salivazione “della Bocca”. Oppure si descrive in modo minuzioso come penetrare una donna con il pugno della mano.

Richiudi il libro. Per ora dovrà bastare così.

La sola visione della Testimonianza sulle Suppurazioni delle Bocche Bavose richiede un tiro su EQUILIBRIO con CD 4.
Chi lo fallisce perderà 2 punti di EQUILIBRIO.
Devono farlo sia Dorothy che Udko.



CITAZIONE
Stelle... La prospettiva di un osservatore... Qualcuno che guarda dalle stelle... Più la faccenda del Mentitore dell'Altrove. Più pescatori di stelle...ricordo qualcosa del genere. Più bavose bocche demoniache e Fauci. Brancolo sempre di più nel buio, ma mi sento vicino a qualcosa...

Un altro dettaglio ti sovviene riguardo alle stelle, forse insignificante, ma chi può dirlo. Quella notte del '24 le stelle "sarebbero state propizie", queste le parole che aveva usato Douglas Henslowe al Joy Grove riferendole a ciò che gli aveva detto quella tragica notte Walter Winston.

Riporto qui questa deduzione di mia iniziativa solo per completezza. In realtà era stata Fantasya a farla in Scena 42 Post 43: http://www.oldgamesitalia.net/forum/index....st&p=372114 e non io.

Non mi permetterei mai di dedurre qualcosa al posto vostro. :-)




CITAZIONE
Libri, libri e ancora libri...
Per la stessa ragione di prima decido di fare solo un passo all'interno e dare unicamente un'occhiata fugace.
Se la fortuna vorrà fare capitare al primo colpo qualcosa di significativo bene, altrimenti pace.

No, non trovi niente.


CITAZIONE
Poi abbasso la maniglia e spalanco la porta del giardino di inverno....

Niente. Non si apre. Chiusa a chiave.
E le chiavi del Capitano Walker ce l’ha Ralph.

Ti sovviene che se aveste provato ad entrare di nascosto dal giardino di inverno avreste trovato questa porta blindata ad attendervi.

--------------------
 
The Ancient One
messaggio1 Jan 2019, 19:44
Messaggio #22



Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 29.891
Iscritto il: 18 April 04
Da: Britannia
Utente Nr.: 1.377
pulley-in-the-middle

BGE Ultima 7
Playing Ultima 7: "Il Portale Oscuro" IN ITALIANO!

Dungeon Master 1 (PC - DosBox)
Sonic (Wii)
Runaway (PC)

SO WinXP




CITAZIONE (count zero @ 1 Jan 2019, 10:17) *
Estrasse il suo taccuino e catalogò brevemente il mobilio presente nella stanza. Avrebbe potuto ricondurre l’acquisto di quei pezzi ad uno specifico antiquario o ad un lotto d’asta?

Beh, effettivamente l’idea non era stupida. Impiegando un po’ di tempo e un po’ di energie, forse Ralph avrebbe potuto risalire alla provenienza di questo mobilio, che certo non è qui per merito del gusto estetico di quel Trammel.

CITAZIONE
Abbandonando ogni cautela, nella sua estasi antiquaria, Ralph accese il grammofono per ascoltarne il disco che languidamente giaceva sul suo piatto.

Usi 1 punto di STORIA o di ARTE.

Ralph sapeva tutto degli album musicali e della loro storia. Le confezioni dei primi dischi a 78 giri potevano essere scambiate per raccolte di fotografie; ed è per questo che spesso venivano chiamati “album”. Ogni facciata del disco poteva contenere al massimo un paio di brani e quindi l’album era composto solitamente da 6-8 brani divisi su 3 o 4 dischi diversi. I dischi in genere avevano un diametro standard di 10 pollici (più o meno 25,4 centimetri) e ogni facciata poteva contenere circa 3 minuti di musica. Per questo per riprodurre un’intera opera lirica potevano volerci decine di dischi. Le canzoni all’epoca venivano acquistate quindi o come “singoli” (un unico disco, composti da due brani, lato A e lato B) o come album di più brani e più dischi.

Il disco sopra il grammofono (l’unico disco nella stanza) era completamente nero, senza quasi nessuna indicazione sopra, e certamente senza i nomi delle canzoni al suo interno. A Ralph ciò sembra una stranezza, ma non gli dà eccessivo peso; così come -più in generale- non ha motivo di dare alcun peso specifico al disco.

File Allegato  15FD7CC7_4584_4D13_BE97_EF3B9F9322B8.jpeg ( 342.49k ) Numero di download: 5


La puntina inizia a girare sopra il disco e, in mezzo ad un gracchiare tipico del grammofono, in pochi attimi fa la sua magia.

“Mi corazon”...

“mi amor”...

“mi ombre”...

“MI BOCA!”

La musica iniziò a suonare.


Una strana atmosfera si diffuse nella stanza. Ralph era lì, in piedi, insanguinato dalla testa ai piedi, col suo elmetto, il suo zaino, le sue armi. E si spostava in mezzo a quei mobili meravigliosi, antichi e preziosi, spostandoli e riponendoli in posizioni diverse, creando un ordine tutto suo nella stanza.

Vi prego di scaricare la canzone, perché poi il link al cloud svanisce.



CITAZIONE
Un brivido corse veloce lungo la sua schiena. Estrasse una granata lasciando che il peso del mitra a tracolla gli concedesse sicurezza. Tuttavia aveva il ghiaccio nel cuore quando si avvicinò alle coperte e, con un solo gesto deciso, scoprì ciò che giaceva lì sotto…

Scopri il lenzuolo.

Aaauuuiiiieeeeer UUUUIIIIIooooraaaaaiiiin! AZAAAALUIEAAAIE! PPPPAAAARUUUUINAAAAIOOOUEEEEEEE!


Nel centro del letto, fuso con esso come ne fosse una sua emanazione, c’è un ammasso di carne ovale. Sembra essere spuntata direttamente dal materasso, come un brufolo su un volto.
La tua mente vacilla a quella vista, quando il tuo cervello realizza ciò di cui si tratta: è un gigantesco sfintere, largo quasi mezzo metro. Ai suoi bordi spuntano denti. E si apre e si chiude -anzi!- si contrae, come se stesse per defecare.
Ma da quel lercio orifizio non escono escrementi, non ancora almeno. Esce un sibilio incomprensibile, un immondo sermone, composto da parole troppo ricche di vocali per essere vere.

La visione dello sfintere ti richiede immediatamente una prova di EQUILIBRIO PSICHICO DEI MITI con CD 5. Se fallisci perdi 5 punti di EQUILIBRIO.

Poi, a causa della lingua parlata dallo sfintere, devi fare EQUILIBRIO PSICHICO DEI MITI con CD 5. Se fallisci perdi 2 punti di EQUILIBRIO.

Poi, poiché sei stato tu ad iniziare il combattimento, tocca a te agire.


--------------------
 
Herman Rotwang
messaggio1 Jan 2019, 20:36
Messaggio #23





Gruppo: Gamer
Messaggi: 444
Iscritto il: 6 October 17
Da: Arkham
Utente Nr.: 21.638
BGE Secret of Monkey Island 2
SO Win98




Padre Carl - fantasma

E' strano...nella mia forma incorporea sembra che il tempo non esista.
O meglio, che assuma dimensioni e durate indescrivibili.
Un attimo fluttuo nell'eternità e sembra che le azioni commesse da Udko richiedano momenti innumerevoli.
Un semplice passo, l'esplorazione di una stanza. Sono anni ormai? Eppure sono ben conscio dall'orologio appeso alla parete che non sono trascorsi che pochi minuti dall'irruzione.
Poi, improvvisamente il tempo si dilata, si amplia, diventa un vortice di infinita rapidità. Tutto si muove come all'acceleratore per un altrettanto corto spazio di tempo.
Spazio di tempo...che buffa espressione. Ma è proprio così: è come se in questo luogo maledetto stessimo assistendo a una contrazione delle dimensioni... E il fulcro, lo capisco ora..è il maledetto quadro...

La mia mente divaga,: nel continuo pulsare che si sta verificando nelle mie percezioni fra avanti veloce, rallentamento, avanti veloce e rallentamento tutto per una frazione di secondo si congela. Come in una bolla temporale nella quale il dove e il quando siano un'unica Cosa.
Dalla mia prospettiva vedo il me stesso di adesso, mi vedo bambino, vedo una proiezione dell'anziano che potrei essere e diventare. E vedo un'immagine di me stesso ai tempi degli studi di teologia al Seminario di Boston.
Avevo una singolare dote al tempo. Formulare teorie.
In una teoria non è importante che sia veritiera. Che sia giusta? Bazzeccole...
Una teoria è come una scala di carta: fragile, forse inutile, ma grazie ai suoi gradini, per quanto incapaci di reggere il peso, possiamo quantomeno immaginare di fare un passo avanti... Possiamo avanzare un passo oltre nella nostra mente innalzandoci dall'oceano di ignoranza nel quale navighiamo.
Il mio io studente di allora e il prete pervaso da furore mistico che sono ora in fin dei conti sono la stessa persona. Entrambi amiamo sempre questo giochetto.
Per cui... In questo brevissimo istante di Nulla mi fermo, costruisco il mio palazzo mentale e... mi accingo a mettere insieme i pezzi.

Tutto parte da alcuni punti fermi ben precisi.
Esistono culti malefici in atto che hanno portato molti alla morte e altrettanti alla follia.
Sappiamo che nei culti è coinvolta un'attività sessuale sfrenata e degenerata.
E sappiamo che esiste una sostanza capace di produrre effetti devastanti, il Nettare.
Ci sono almeno due divinità, o per meglio dire demoni, coinvolti in tutto questo: uno è palese, ma finto. L'altro pare che sia autentico, ma decisamente più vero e pericoloso.
E infine sappiamo che con questi culti sono coinvolte pietre nere, antiche civiltà e le stelle...sicuramente le stelle.
Il quadro stesso dopotutto è una testimonianza di un cielo stellato, ma in base a quanto hanno detto nella stanza lo rappresenta da una prospettiva DIVERSA rispetto a quello che sarebbe possibile nel sistema solare. Assurdo vero? Forse no.
E poi ci sono le BOCCHE....ovunque. Sempre presenti in ciascuna di queste orrende situazioni.
Il ripugnante libro trovato da Udko testimonia che qualsiasi fetido liquido portatore di follia pervada questa storia da esse propaga.
Ci ricordiamo di quel miserabile peccatore di Joseph, vero? Fortunatamente ho avuto a che fare con lui decisamente per poco...

Questi i dati....fare due più due per me è facile: un mero giochetto mentale.
Ho ragione? Non me ne importa decisamente un accidente...
C'è qualcosa che ci scruta al di là dei lontanti abissi interstellari: che sia lui il demone adorato nascosto dietro tutto?
Che le orrende Bocche siano una Sua manifestazione? Un modo per mettersi in contatto con la nostra realtà che gli è preclusa?
E cosa c'entra il disgustoso Nettare allora? Che sia un mezzo attraverso il quale questo demonio vuole asservire gli uomini e aprirsi uno squarcio verso la nostra realtà? Che i cultisti non siano altro che schiavi asserviti e inconsapevoli?

No... Rigetto il moto di pietà: non è decisamente opportuno. I cultisti sono colpevoli e pagheranno.
Ma per adesso trattengo la sete di sangue e vado avanti con il ragionamento.
Mi manca solo l'inevitabile conclusione.
Colui che mente....lo specchietto per le allodole. Colui che osserva il cacciatore nascosto pronto a ghermire.
L'umanità: la preda. Il Nettare...l'arma?
E le Bocche...che la Bocche siano i cani da caccia...
Cani... Fauci... Forse segugi....

Come ho detto...tutte teorie. Tutte elucubrazioni. Prive di senso e fondamento concreto.
Una scala di carta. Ma sempre utile per immaginare di effettuare un primo passo.

Mentre sento Udko e Dorothy discutere sul da farsi, mi risveglio dalla concentrazione nella quale ero assorto e mi accorgo che il tempo ha ripreso a scorrere normalmente, nell'attesa della prossima bizzarria cui ci troveremo ad assistere.
Il mio ospite è scosso, molto scosso da quello che ha appena provato.
Me tutto ben presto ritorna normale. Riprendo a comunicargli la mia forza e il mio sostegno.
Come sempre c'è anche l'antenato Karl: quando non c'è da agire è una presenza muta ma costante. Anche lui rafforza i nostri propositi.
Tutto per me riprende a scorrere nel modo normale per ora.
Almeno normale per quello che può essere per un fantasma...



 
Herman Rotwang
messaggio1 Jan 2019, 20:53
Messaggio #24





Gruppo: Gamer
Messaggi: 444
Iscritto il: 6 October 17
Da: Arkham
Utente Nr.: 21.638
BGE Secret of Monkey Island 2
SO Win98




Udko - fantasmi silenti

CITAZIONE
Ti aiuti come puoi con un brandello di tenda e lo sfogli. L’odore inumano attanaglia le tue narici. Ma è ciò che trovi all’interno a costringerti quasi a vomitare.
Dentro ci trovi un lavoro caotico, chiaramente scritto da autori diversi o da un pazzo schizofrenico. Sperma e altri fluidi corporei ne ricoprano praticamente ogni pagina, che gronda liquidi e si appiccica con le precedenti. Ma altra metrica organica è sparsa fra le pagine, appiccicata nel mezzo: trovi delle scaglie, dei peli (pubici? Forse.), e poi... ehi... cosa diavolo è quel piccolo pezzetto di carne marcescente... mio Dio! Quasi svieni quando realizzi che fra le pagine di questo immondo diario c’è un clitoride reciso ad una donna.

Dorothy ti si avvicina e vorresti gridarle “vai via! Stai lontano da questo coso, almeno tu. Salvati almeno tu.” Ma non ci riesci, le parole non ti escono di bocca, e anche lei lo vede.

Trattieni il vomito e i succhi gastrici affiorano alla tua bocca, ma stoicamente continui nella rapidissima lettura. Esaminarlo a dovere richiederebbe qualche decina di ore, ma ad una rapida lettura pare una sorte di autobiografia, in parte compendio di “rivelazioni”, in parte manuale di perversità e depravazioni che farebbero “sgorgare il Nettare più copiosamente”. Si parla di come “essere inculati mentre si ciuccia un cazzo nerboruto” favorisca la salivazione “della Bocca”. Oppure si descrive in modo minuzioso come penetrare una donna con il pugno della mano.

Richiudi il libro. Per ora dovrà bastare così.


La curiosità uccise il gatto? Non proprio, penso ironicamente.
Però non fa mai bene. Non fa assolutamente bene dannazione...
Mi sento scosso e allucinato da quanto ho visto e letto nel diario, ma facendo estrema violenza su me stesso riesco a ripristinare a sufficienza le mie facoltà.
Dio sono al limite... Qualora cose ancora più tremende dovessero emergere alla luce chissà come potrei reagire.
La mia stessa sanità mentale è a rischio. Lo sento. Eppure per ora riesco a tenere insieme i miei pezzi...

[Ho effettuato il tiro di equilibrio che ha avuto come squallido risultato 2. Per cui perdo i due punti e scendo a -1.
Ecco il link: http://lapo.it/rpg/dadi.php?]


CITAZIONE
Un altro dettaglio ti sovviene riguardo alle stelle, forse insignificante, ma chi può dirlo. Quella notte del '24 le stelle "sarebbero state propizie", queste le parole che aveva usato Douglas Henslowe al Joy Grove riferendole a ciò che gli aveva detto quella tragica notte Walter Winston.


Mi rammento di quanto disse la dott. Malley circa Henslowe: le stelle devono essere propizie. Evidentemente il legame fra l'influsso delle stelle e i riti malefici è a triplo filo. Chissà...forse il legame fra riti malefici e coloro che stanno malignamente a guardare il loro svolgimento.


CITAZIONE
Niente. Non si apre. Chiusa a chiave.
E le chiavi del Capitano Walker ce l’ha Ralph.

Ti sovviene che se aveste provato ad entrare di nascosto dal giardino di inverno avreste trovato questa porta blindata ad attendervi.


Già: fortunatamente abbiamo preso un altro accesso.
Ma visto come stanno le cose, o facciamo esplodere la porta, oppure desistiamo dal visitare il giardino di inverno.
Considerata la situazione scelgo la seconda opzione: come dice Dorothy, l'esplorazione del primo piano della casa ci conduce verso la cantina dei vini dalla quale sono risalito e gli osceni segreti che si troverebbero nei dintorni di essa.
Chissà che cosa avrà ritrovato Ralph al piano superiore: la casa adesso sembra deserta, ma chissà cosa ci attende di sotto?
Controllo velocemente le mie armi, soprattutto quelle pesanti.
Qualcosa mi dice che ne avrò bisogno.
Poi con Dorothy ci dirigiamo verso il salone principale e chiamiamo Ralph, nell'attesa di scendere di sotto.

Non appena il nostro compagno ci raggiunge gli relazioniamo brevemente quanto accaduto, poi imbocchiamo la scala in discesa.
Come in ogni catabasi siamo giunti al punto cruciale.
Cerco di ignorare la mia educazione classica e di non pensare che le catabasi di solito richiedono sempre un prezzo salato.
Di sangue.


 
count zero
messaggio2 Jan 2019, 10:47
Messaggio #25





Gruppo: Gamer
Messaggi: 117
Iscritto il: 26 November 18
Utente Nr.: 22.077
SO Altro




Ralph Haas:


CITAZIONE (The Ancient One @ 1 Jan 2019, 19:44) *
... è un gigantesco sfintere, largo quasi mezzo metro. Ai suoi bordi spuntano denti. E si apre e si chiude -anzi!- si contrae.... Esce un sibilio incomprensibile, un immondo sermone, composto da parole troppo ricche di vocali per essere vere.
Aaauuuiiiieeeeer UUUUIIIIIooooraaaaaiiiin! AZAAAALUIEAAAIE! PPPPAAAARUUUUINAAAAIOOOUEEEEEEE!


La fragile mente di Ralph non poteva accettare un simile agglomerato di caos e orrore. Vacillò in un delicato equilibrio cercando invano di razionalizzare ciò che vedeva. Non c'era nulla di razionale. Niente di umano. Solo assurda follia. Alieno e sconosciuto caos che smentiva, con la sua sola presenza, qualsiasi umana disciplina. Ogni fede, ogni teoria scientifica, ogni fatto umano si riduceva in cenere di fronte a quella inconcepibile presenza.


Il grammofono strideva.

“Mi corazon”...

“mi amor”...


Quella fessura si aprì sibilando le sue inconcepibili ed immonde parole.
Si mischiò in un orrido controcanto che rischiava di alienare la mente già provata del povero Ralph.

“mi ombre”...
-Yuuuaaaieeeeai! Spaeaeaeaeaiiiii! Gauoooooiiiiiiaaaa!-
“MI BOCA!”
-CAEEEEEEIIIIAUUUUUUU! OOOOMEEEEEEEIIIUUUU!!!-


Un coro di voci si levò, ad unisono, nella mente di Ralph.
[“DISTRUGGILO!”] (“DISTRUGGILO!”) {“DISTRUGGILO!”}


Lo sguardo di Ralph era colmo di cieca violenza. Con fretta, fece saltare via la spoletta della granata e lanciò con violenza quella sacra bomba nell'orrenda apertura a pochi passi da lui. Corse via con tutte le sue forze, su gambe malferme, in una cieca fuga.

Se ci fu lo scoppio della granata, i sensi alienati di Ralph, non furono in grado di udirlo. Nella sua mente risuonava l’accozzaglia di note e orride vocali che sovrastava qualsiasi suono.
Quella terribile cacofonia fu squarciata dalla voce di Dorothy che, come un faro nel buio, lo chiamava da basso.

“RALPH!”

(“Ecco il tuo amore! Va da lei!”)

Urlò, senza riuscire a percepire la sua stessa voce

"DOROTHYYIIIIIEEEEAAAAAIUUUU!"

I suoi arti obbedivano a stento alla sua stanca mente. Seguì la voce di Dorothy. Inciampò, cadde, si rialzò su gambe flaccide come gelatina, corse, inciampò e si rialzò di nuovo… forse all’infinito.



CITAZIONE (The Ancient One @ 1 Jan 2019, 19:44) *
La visione dello sfintere ti richiede immediatamente una prova di EQUILIBRIO PSICHICO DEI MITI con CD 5. Se fallisci perdi 5 punti di EQUILIBRIO.

Poi, a causa della lingua parlata dallo sfintere, devi fare EQUILIBRIO PSICHICO DEI MITI con CD 5. Se fallisci perdi 2 punti di EQUILIBRIO.

Poi, poiché sei stato tu ad iniziare il combattimento, tocca a te agire.



Ovviamente spendo 2 punti al primo tiro e faccio 1, quindi danno+beffa, perdo in tutto 7. Yes!
Il secondo tiro faccio 5. (non ho speso punti ma mi era rimasto i +1d1+1d1 dal tiro precedente)
LINK all’equilibrio

Il tiro per la granata se serve è un misero 2. LINK

Andando ad equilibrio negativo posso spendere il punto di MITI che ho per capire qualcosa di ciò che ho visto. Oppure no?

 

4 Pagine V   1 2 3 > » 
Reply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

Modalità di visualizzazione: Normale · Passa a: Lineare · Passa a: Outline


Versione Lo-Fi Oggi è il: 20th January 2019 - 22:54