Cosmic Matryoshka

Il Pilota Civile Massimo Macchiavelli è in volo per il primo esperimento in assoluto di balzo nell'iperspazio [...]. In compagnia di un solo altro membro dell’equipaggio, il russo Sandrij Yakovlev, Machiavelli dovrà salvarsi la vita affrontando una minaccia che scoprirà, suo malgrado, provenire più dalla Terra che dalla nebulosa in cui è naufragato.

Marmellata d'Avventura 2018 ci regala un'altra perla: il primo gioco in lingua italiana di Marco Innocenti, uno degli autori nostrani più conosciuti e apprezzati all'estero in virtù della sua bellissima saga di Andromeda (il cui secondo capitolo ha anche trionfato all'IFComp 2012).

Cosmic Matryoshka è un gioco di fantascienza ambientato nello spazio profondo e racconta le vicende di Massimo Macchiavelli e del suo collega Sandrij Yakovlev, entrambi alla deriva dopo un problema con il balzo nell'iperspazio. Uno dei punti forti del gioco, come da tradizione di Innocenti, è proprio lo spiccato sense of wonder che domina l'ambientazione e i tanti dettagli sci-fi che arricchiscono gli scenari in cui ci muoviamo. Un'attenzione ai particolari che restituisce al giocatore immagini vivide e suggestive, e che lo fa sentire all'interno di un buon film di fantascienza.

Un altro grande punto di forza di questa avventura è la sua capacità di caratterizzare i due protagonisti quasi esclusivamente attraverso i pensieri del personaggio principale. Con poche righe di stream of consciousness, il gioco riesce a raccontare in modo brillante l'antefatto della storia e pone le basi per lo svilupparsi dell'intreccio: questo è raccontare una storia con classe, da vero scrittore.
A ogni nuova locazione corrisponde un nuovo pensiero del protagonista e la nostra conoscenza sempre più approfondita dell'universo di gioco diventa il giusto premio per le nostre fatiche.
I pensieri del protagonista sono velati di un certo humor, che disegna un sorriso un po' macabro sul volto del giocatore, perché non va mai a intaccare l'atmosfera claustrofobica di questa inquietante deriva nello spazio profondo.

Per il resto il gioco è un'avventura abbastanza classica, con enigmi sostanzialmente corretti e ben implementati. Stona un po' l'ultimo enigma, ben strutturato, ma non perfettamente inserito nel contesto. Probabilmente è frutto dei tempi serrati della competizione e non rovina né l'esperienza di gioco, né il potente cliffhanger finale.

Il tema della competizione ("il luogo più remoto del mondo") è rappresentato, ma non è sviluppato più di tanto. È un contorno, che si avverte grazie alla bella scena iniziale e grazie all'atmosfera claustrofobica che ci accompagna dall'inizio alla fine.

Il gioco ci ha appassionato sinceramente e quindi restiamo in spasmodica attesa del seguito!

 

Consulta la mappa del gioco

La scheda del gioco su IfItalia

Tutti i giochi in concorso a Marmellata d'Avventura 2018

Cosmic Matryoshka (MAPPA)

Il Pilota Civile Massimo Macchiavelli è in volo per il primo esperimento in assoluto di balzo nell'iperspazio [...]. In compagnia di un solo altro membro dell’equipaggio, il russo Sandrij Yakovlev, Machiavelli dovrà salvarsi la vita affrontando una minaccia che scoprirà, suo malgrado, provenire più dalla Terra che dalla nebulosa in cui è naufragato.

 

La recensione su OGI

La scheda del gioco su IfItalia

Tutti i giochi in concorso a Marmellata d'Avventura 2018

Discutiamone insieme sul forum

Intervista a Fabrizio Venerandi

Si è da poco conclusa la Marmellata d'Avventura 2018, la prima jam italiana dedicata alle avventure testuali organizzata da noi di OldGamesItalia.
Tra le 16 avventure presentate si è imposta Mens e il regno di Axum, avventura ipertestuale di Fabrizio Venerandi (che ha vinto anche nella categoria "migliore interpretazione del tema").

Scrittore di libri, autore di interactive fiction e MUD, Venerandi è anche cofondatore, con Maria Cecilia Averame, di Quintadicopertina, casa editrice che esplora le possibilità della narrativa anche al di fuori del classico supporto cartaceo.

Tra le sue opere ricordiamo, per rimanere nell'ambito dell'Interactive Fiction: NeoNecronomicon (primo MUD italiano, con Alessandro Uber, 1989), Natalie (interactive fiction, 2005), Chi ha ucciso David Crane (Quintadicopertina, 2010), L’incredibile avventura di Carlo (narrazione interattiva per bambini presentata al Salone del Libro di Torino nel 2015, online) e Poesie Elettroniche (Quintadicopertina 2016) opera di electronic poetry in EPUB3 con prefazione di Gino Roncaglia.

Ringraziamo Fabrizio per averci concesso questa intervista che condividiamo volentieri con i lettori di OldGamesItalia.

OGI - Innanzitutto, complimenti per aver vinto la prima Marmellata d'Avventura! Raccontaci com'è nata Mens e il regno di Axum.

Fabrizio - La prendo alla lontana. Era il 1987, forse il 1988 e io ero un ragazzino diciottenne che aveva passato un po' di tempo a disegnare mappe e giocarle in spiaggia con gli amici facendo da "master". Le mappe si erano accumulate e la voglia di scrivere una mia avventura testuale era stata tale che mi ero messo all'opera e avevo programmato quella che sarebbe stata la mia prima avventura testuale, Mens e le tre sacre sfere di Ariana. Si trattava di una text adventure abbastanza ampia scritta in Applesoft Basic e distribuita in giro agli amici e alle persone con cui all'epoca scambiavo software per Apple II. L'ambientazione era uno strano fantasy, dove si mescolavano le atmosfere di gioco di ruolo Dungeons & Dragons, Ende, Tolkien e Lovecraft. Nella mia testa avevo costruito un mondo con una sua storia, una cosmogonia, religioni, razze.

Nello stesso mondo si svolgono le vicende di NeoNecronomicon, scritto con Alessandro Uber qualche anno dopo. Si tratta del primo MUD italiano, in pratica una avventura testuale dove i lettori/giocatori possono giocare contemporaneamente interagendo fra di loro. Quando il progetto di NeoNecronomicon terminò, molte mappe che avevo costruito per il gioco non erano state utilizzate e diverse storie che avevo pensato per il mondo di Mens esistevano sostanzialmente solo nella mia testa.



Molti anni dopo, nel 2015, queste storie erano ancora lì dentro: il regno degli Olivini, la Baraccopoli, il regno di Axum, l'isola del drago. Mi era venuta l'idea di togliermele dalla testa scrivendo una nuova avventura testuale, questa volta in formato ebook. Avevo iniziato a fare la mappa delle prime stanze, una decina, e a scrivere le bozze delle descrizioni principali.
Ma mi ero fermato. Era passato troppo tempo. La distanza tra il Fabrizio del 1987 e quello del 2015, tra quello che avevo voglia di raccontare allora e quello che ho l'esigenza di raccontare oggi erano due cose radicalmente diverse. Avevo accantonato il progetto.

Quando quest'anno mi hanno detto del progetto della Marmellata, ho pensato che fosse uno stimolo per riprendere Mens e il regno di Axum. Ma a questo punto è successa una cosa per me fortunata. Il tema. Il luogo più remoto. Mentre disegnavo la mappa mi rendevo conto che il luogo più remoto non era il regno di Axum, ma piuttosto quello spazio di cui ho parlato prima, tutti quegli anni che si erano accumulati tra il 1987 e il 2018. Il luogo più remoto era quello invisibile della creatività dove si erano formalizzati i personaggi delle mie avventure, ma nello stesso tempo il Fabrizio dell'epoca, i cabinati dei videogiochi, le avventure testuali sparite dalla memoria collettiva, le mappe scritte in spiaggia; e il Fabrizio attuale, i suoi figli, l'amore per la donna che vive con lui, le crisi, le false vittorie, le rivoluzioni della vita.

Mi è venuto naturale quindi destrutturare una avventura fantasy standard, mostrando le crepe che via via rompevano il mondo della fiction facendo trapelare le luci e le ombre dei ricordi, delle emozioni, della vita reale. Il punto centrale di questo racconto interattivo è un labirinto e quel labirinto è la testa di chi scrive e nello stesso di chi gioca. È un viaggio all'interno dei ricordi che saltano continuamente: a volte sono i ricordi di chi ha scritto il gioco, a volte ricordi del personaggio, a volte - spero - ricordi condivisi da chi gioca.

È stata una creazione furiosa, il novanta per cento dei testi è stato scritto in due notti, smettevo quando mi rendevo conto che non riuscivo più a capire quello che stavo scrivendo. E penso che ci siano diversi punti che godano di questa necessità e voglia di raccontare.


 

Cosa ti ha fatto avvicinare al racconto interattivo testuale come giocatore e come autore?

Direi diverse cose: le prime recensioni di The Hobbit lette su MCmicrocomputer, le avventure testuali giocate sull'Apple II, i librogame di Lupo Solitario. Questi direi che sono stati i primi approcci a quella che oggi definisco narrativa elettronica. Poi nel corso degli anni sono rimasto impressionato dal motore di The Gate (il MUD), da Flamel di Francesco Cordella, da Locusta Temporis di Enrico Colombini che ho avuto l'onore di pubblicare nella collana delle polistorie di Quintadicopertina. Più recentemente anche Lifeline penso contenga diverse cose interessanti, così come trovo stimolanti alcune applicazioni della generative music come Tender Metal.


L'avventura testuale è sempre stato un genere di nicchia in Italia, ma nel 2015 hai presentato L'incredibile avventura di Carlo al Salone del Libro di Torino. Che tipo di riscontri hai avuto da quell'esperienza? Secondo te quale sarà il futuro dell’Interactive Fiction?

L'incredibile avventura di Carlo è un motore che lavora sulle sequenze nelle favole di Propp e che ha come pubblico eletto i bambini. Ho fatto diversi laboratori con bambini e ragazzini e la cosa che mi ha stupito è che L'incredibile avventura di Carlo ha funzionato sempre. Sia che il lettore/creatore fosse "accondiscendente" verso il fatto di generare storie, sia che fosse ribelle e cercasse di "rompere" l'oggetto. Nel primo caso si ottenevano storie pertinenti e narrative, nel secondo caso storie paradossali e dissacranti, ma in entrambi i casi c'era comunque alla fine la generazione di una storia e tutte le due tipologie di ragazzini si erano divertiti a farle.

Io credo che il futuro dell'interactive fiction sia splendido e mai forte quanto ora. Ci vorrà ancora del tempo ma sono davvero convinto che, man mano che la lettura sposterà il suo focus dalla carta al digitale, la letteratura elettronica prenderà sempre più consapevolezza dei suoi mezzi espressivi e commerciali.

Non è un caso che il mio ultimo libro di poesie, Poesie Elettroniche sia in un formato digitale che permette alle poesie di cambiare nel tempo, di modificarsi al tocco del lettore, di essere percorse e mappate come una avventura testuale.
Però, aggiungo, probabilmente l'interactive fiction del futuro non sarà quella che noi pensiamo oggi: gli strumenti cambiano e la voglia di fare letteratura elettronica deve sfruttare le nuove tecnologie e non riproporre media e linguaggi datati per pura nostalgia.



Hai avuto modo di giocare ad altre avventure della Marmellata? Ce n'è qualcuna che ti ha colpito in modo particolare?

Sì, ma non tutte. Ecco, un consiglio che vorrei dare per la prossima edizione è quello di concedere più tempo per il gioco. Sono rimasto favorevolmente impressionato dalla qualità delle avventure che ho potuto vedere. Ci sono alcune belle scritture, alcuni "piani sequenza" ad ampio respiro, accanto a piccole cose dissacranti, a vere e proprie meta-avventure e sperimentazioni che - se sviluppate - potrebbero dare vita a cose davvero interessanti. Trovo anche significativo che una percentuale importante delle interactive fiction presentate si potesse giocare "tappando", senza essere costretti al parser verbo + oggetto. Penso sia una strada da percorrere senz'altro.


Probabilmente è un po' presto per chiedertelo, ma hai qualche idea per una prossima avventura testuale? O magari aspetti la prossima Marmellata?

Nel 2010 avevo pubblicato Chi ha ucciso David Crane?, un ebook game in cui si deve scoprire chi ha ucciso il programmatore di Pitfall. Dopo quel lavoro mi ero fermato. Quello che mi piacerebbe riuscire a fare è sdoganare la letteratura elettronica e la narrativa interattiva per un nuovo pubblico. Trovare temi, linguaggi e strumenti per avere progetti che siano di qualità, ma anche sostenibili commercialmente. Le mie idee, che sono tante, troppe, devono passare per prima cosa questo severo vaglio.
Certo, se spuntasse di nuovo una nuova Marmellata così ben organizzata e con lavori così interessanti... ;)

Parliamone insieme nell'OGI Forum!

Marmellata D'Avventura 2018: il vincitore!

Siamo davvero giunti alla fine della nostra prima Marmellata16 le avventure in concorso, tutte sono state giocate, apprezzate e votate, dagli autori stessi e dai "normali" giocatori.

Questa è la cosa di cui siamo più felici: le nuove avventure son state accolte con entusiasmo e gli autori hanno dimostrato di poter fare grandi cose in un solo mese di tempo e con un tema imposto dall'alto.

Ma, adesso, passiamo finalmente a quello che state aspettando tutti, ossia alla proclamazione del vincitore di questa Marmellata! I giudici dovevano esprimere due voti, uno relativo alla qualità dell'avventura in sé e uno relativo all'attinenza al tema. Insieme, i due voti hanno decretato il vincitore, che è...

Fabrizio Venerandi, con Mens e il regno di Axum!

Passiamo alle singole categorie di voto. Per quel che riguarda la qualità dell'avventura, troviamo Marco Vallarino e Bonaventura di Bello in testa, con la loro Dèjà Vu, mentre a stupire con l'interpretazione del tema è di nuovo Mens e il regno di Axum, di Venerandi.

Da citare infine AltroQuando di pinellos che ha ricevuto il numero più alto di giudizi.

Le nostre congratulazioni vanno a questi vincitori ma anche a tutti i partecipanti - autori e giocatori - che ringraziamo per aver reso fantastica questa Marmellata! Autori, aspettiamo i vostri lavori completi!

Lista delle Avventure della Marmellata

Chiudono le votazioni per la Marmellata d'Avventura 2018!

E' il 1° Maggio e le votazioni per la Marmellata d'Avventura 2018 sono ufficialmente chiuse! Abbiamo raccolto tutti i voti giunti fino ad ora e fra qualche giorno saranno annunciati i risultati.

Vogliamo di nuovo ringraziare gli autori delle avventure, oltre che tutti coloro che hanno giocato e votato in questo mese di Aprile. Vi siete davvero impegnati tutti tantissimo e avete dato vita a questo evento oltre le nostre più grandi speranze!

In particolare, siamo emozionati dal fatto che così tanti autori siano scesi in campo e abbiano realizzato nuove avventure per la Marmellata e per giunta in un solo mese di tempo. Sapere di aver contribuito alla creazione e alla promozione di nuove avventure testuali italiane è forse l'aspetto dell'evento che ci ha resi più felici.
Non sappiamo se i vostri esperimenti verranno ripresi, abbandonati, usati come spunto per qualcosa di molto diverso, ma speriamo che possano esser giocati da tante altre persone, in futuro.

A questo proposito: le avventure non spariscono adesso che la Marmellata è conclusa! Gli autori sono liberi di riprenderle, modificarle e aggiornarle a piacimento, e tutti sono liberissimi di giocarle!

Buon divertimento, quindi, e a presto con i risultati!

Le Avventure della Marmellata

Marmellata d'Avventura 2018: si comincia a giocare!

E' il primo Aprile: il mese di sviluppo dei giochi che partecipano alla Marmellata d'Avventura è terminato!

Il numero degli autori che ha deciso di partecipare ci lascia ancora senza parole: siamo felicissimi di essere riusciti a invogliare così tanta gente a cimentarsi nella creazione di un'avventura! Ne approfittiamo quindi per ringraziare tutti gli autori partecipanti, e anche tutti coloro che decideranno di giocare e votare le avventure in concorso.

A questi ultimi ricordiamo le regole per poter votare con noi. E' semplice: basta giocare un'avventura e inviare i voti sul forum a Gwenelan, come MP, o come messaggio alla pagina Facebook di OldGamesItalia. Chiunque voti e commenti almeno 3 avventure avrà diritto alla cartolina omaggio.

Ricordiamo che queste sono avventure testuali realizzate in un mese. Non sono diverse dai prodotti di una Game Jam qualsiasi o del NaNoRenO per le visual novel!
Questo significa che potranno esserci refusi, bug, o sezioni poco complete o da limare: siate clementi verso questi problemi, perché sono naturali visto il poco tempo concesso per la creazione dell'avventura. Lo scopo è divertirsi e scoprire nuove e curiose avventure, che poi gli autori potranno migliorare, oppure no, a loro discrezione.
Autori, anche voi potrete giocare e votare le avventure degli altri partecipanti... ma non la vostra.

La scadenza per le votazioni è il 30 Aprile.

Vi lasciamo dunque con il link alla pagina delle avventure e vi auguriamo buon divertimento!

Svelato il tema di Marmellata d'Avventura 2018

E' il primo Marzo, e come avevamo anticipato, si chiudono le iscrizioni alla Marmellata d'Avventura 2018!
Da questo momento in poi, parte il mese di sviluppo delle avventure testuali, basate sul tema scelto, che è stato svelato oggi: Il luogo più remoto del mondo!

Siamo veramente sorpresi, in positivo, dalle adesioni ricevute a questa iniziativa, e siamo curiosissimi di vedere cosa tirerete fuori! Ringraziamo tantissimo tutti i partecipanti!

In bocca al lupo a tutti e, soprattutto, divertitevi!

La Marmellata d'Avventura è un evento completamente gratuito e pensato per far divertire autori e giocatori, ma come potete immaginare OldGamesItalia sostiene dei costi per ospitarlo e organizzarlo.
Il supporto maggiore che potete darci è la vostra partecipazione e il vostro entusiasmo. Ma se volete contribuire anche economicamente alla nostra jam e all'organizzazione delle sue edizioni future, potete lasciare qualche moneta nel nostro vasetto virtuale PayPal. Le donazioni sono da farsi in forma anonima, per cui gli autori non si aspettino trattamenti di favore!

Ancora una settimana per iscriversi alla Marmellata d'Avventura 2018!

Manca meno di una settimana al lancio ufficiale della Marmellata d'Avventura 2018!

Ricordiamo che si tratta di un evento dedicato all'interactive fiction, nel quale i partecipanti saranno chiamati a creare un'avventura in un mese di tempo, basata sul tema scelto dagli organizzatori.

Le iscrizioni sono aperte fino al 28 Febbraio, quindi c'è poco tempo per gli indecisi!

Ringraziamo gli autori che hanno già aderito all'evento e di cui attendiamo le avventure. In ordine di iscrizione:

- Lo Smarrito (Giancarlo Personeni)
- riobros76
- Leonardo Boselli
- PaoloL (Paolo Lucchesi)
- Diavolo dei Crocicchi
- Druido87
- Flay4Fight (Flavio Gavagnin)
- E-Paper Adventures
- Rob (Roberto Macarini)
- pinellos
- Herman Rotwang (Umberto Sisia)
- AleP.
- rgrassi (Roberto Grassi)
- Fabrizio P.